Disastro ferroviario: indagati i vertici di trenordo e Rfi

La procura di Milano ha iscritto quattro persone nel registro degli indagati nell’inchiesta sull’incidente ferroviario di giovedì scorso nel milanese nel quale hanno perso la vita tre donne e altre 46 persone sono rimaste ferite. Si tratta dei vertici di Trenord e Rfi: l’ad di Rfi Maurizio Gentile e il manager Umberto Lebruto, direttore della produzione della società, ad di Trenord Cinzia Farisé e il direttore operativo della società Alberto Minoia. Nell’indagine, passata da ignoti a noti, l’ipotesi di reato principale è disastro ferroviario colposo e, per la morte delle tre donne nell’incidente, omicidio colposo plurimo.

Ora vediamo se si capirà cosa è davvero successo e chi ne è responsabile, sono morte tre povere donne che andavano a lavorare la mattina presto, non si può morire così in Italia, stiamo diventando un paese da terzo mondo

 

WMZMCHLM6124-26781-kGbD-U11012142618571jzE-1024x576%40LaStampa.it.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

perchè tu pensi davvero che qualcuno paghera??? come hanno pagato chi ha progettato il cavalcavia siculo caduto dopo un gg. dall'inaugurazione!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bisognerebbe sapere se sapevano che quel pezzetto di binario era rotto, da quanto tempo era rotto, chi ha messo una tavoletta sotto quel pezzo di binario rotto, perchè su quella giunta rotta manca un bullone, perchè se sapevano del guasto non hanno limitato la velocità sul quel tratto in attesa della riparazionea 20 km orari, perchè il carrello ha sviato, in teoria anche con il pezzetto rotto doveva saltare i venti centimetri (come hanno fatto gli altri vagoni) e andare avanti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ai ai Signora Longari.....Lei mi cade proprio sulle p.alle!!!!

Come dire che, fino a quando non si sapevano bene le cose, andava di lusso il dagli all'untore poi, appena scoperto che forse forse le colpe potrebbero essere proprio di chi gridava al lupo al lupo, meglio rifugiarsi in calcio d'angolo e cercare di cavarsela dicendo che...tanto nessuno paga.

Vogliamo scommettere che, se si venisse a scoprire che TRENORD non c'entra nulla, tornarono a rullare i tamburi?

Si accettano ***.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963