Toh , allora ha ragione Dokovic …?? “Sembra”di si

Ed era talmente evidente che non sarebbe stato possibile ribaltare la logica ed  il diritto . Ci ha provato il regime ed il governo destroide australiano , ma , soprattutto c’ ha provato il Cazzaro di Napoli di cui , sotto , invio il suo post e la mia risposta . Per la verità , bastava ed avanzava il pronostico del Cazzaro napoletano subito schieratosi a favore dei destroidi Australiani per far propendere a tutto vantaggio di Dokovic l’esito finale della vicenda . Lo sappiamo tutti che il Creso all’incontro del Pulcinella partenopeo fa “ giurisprudenza “ in tutti i paesi mondiali ma ora che e’ stata pure ratificata dalla legge possiamo pure dire che “ giustizia e’ fatta “.  Ma avere la giustizia e la legge dalla propria parte non significa affatto vedersela riconosciuta . Ho la sensazione che il “ Paese ed un governo serio e con le palle “ ( così lo ha definito il pulcinella partenopeo al rigo numero 13 del sottocitato post , nda) , non si darà’ per vinto ed in base ad un “imperio “ che vige solo negli Stati che piacciono al Cazzaro , ovvero quelli dittatoriali di dx o di sx non importa , troverà il sistema per non rendere operativa la sentenza ed espellerà dal Paese un giocatore che la legge da loro stessi emanata dichiara ,invece , avere i requisiti legali per partecipare al torneo stesso . Saluti 

Il 6/1/2022 in 02:25 , fosforo311 ha scritto:

Mi spiace dirlo, ma Novak Djokovic, uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi, oggi è lo zimbello dei social e viene giustamente spernacchiato dal mondo intero. Aveva ottenuto dagli organizzatori degli Australian Open un permesso speciale per scendere in campo senza vaccinazione (un "permesso di lavoro", pare) suscitando l'indignazione generale, inclusi i colleghi iscritti al torneo. Ma a quel punto è sceso in campo il governo australiano che prima lo ha bloccato all'areoporto, poi gli ha cancellato il visto e di fatto lo ha espulso dal paese. Quando si dice un governo serio e un paese serio. Non a caso l'Australia è uno dei rari paesi del cosiddetto Occidente ad avere risposto in modo esemplare alla pandemia (gli altri sono Nuova Zelanda, Islanda, Norvegia e Finlandia). Pensate che, sebbene la omicron stia facendo danni anche laggiù, in piena estate, il tasso di mortalità dell'Australia è appena un 26simo del nostro e un 30simo di quello degli USA. Pensate che Melbourne, la città che ospita il torneo, detiene il record del lockdown più lungo al mondo, concluso a ottobre dopo quasi 9 mesi consecutivi di chiusura delle attività! E per chi protestava, manette, manganelli e cariche della polizia a cavallo! Mentre il paese di Pulcinella lasciava campo libero ai no-vax e ai fascisti che assaltavano la sede del maggiore azionista sindacato, ed è tuttora completamente aperto, grazie ai cialtroni che lo governano, pur contando solo negli ultimi 7 giorni oltre la metà dei decessi registrati in Australia dall'inizio della pandemia. Fatto un doveroso applauso al paese dei canguri, dobbiamo chiederci cosa abbia indotto il campione serbo a questo folle autogol. Premetto che sono o ero un suo ammiratore se non proprio un tifoso. Gli tifavo contro solo quando giocava con Federer o il nostro Berrettini o lo sfortunato Del Potro. Ho goduto come un riccio quando a Parigi, in giugno, Nole ha detronizzato il re del Roland Garros, Rafa Nadal, in una partita memorabile i cui highlights non mi stanco di rivedere su YouTube. Nole non è un mostro di tecnica, anzi ha qualche serio punto debole come lo smash, ma è senza dubbio alcuno il più forte difensore di sempre. Con lui il punto non è mai finito, rimanda palle impossibili, giocare e vincere contro il miglior Djokovic è come conquistare una vetta dell'Himalaya. Sul piano atletico non ha rivali, nemmeno Nadal può permettersi di allungare gli scambi con il serbo, ed è tutto un dire. Forse solo Borg, quello che a detta di Panatta "non era un uomo, ma veniva dallo spazio". Sono convinto che se avesse fatto l'atletica e il mezzofondo, Nole avrebbe dato la polvere pure ai kenioti e agli etiopi: sarebbe stato il nuovo Lasse Viren. Ma Djokovic non è solo un fuoriclasse dello sport, è anche una persona intelligente, garbata, ironica. Sul campo è estremamente corretto, poche volte l'ho visto uscire dai gangheri, una di queste contro Berrettini che proprio a Parigi 2021 gli ha dato filo da torcere. Parla non so quante lingue, incluso un po' di italiano. I suoi siparietti con Ubaldo Scanagatta o con Maria Sharapova su YouTube sono esilaranti. Ed è anche generoso. Nel 2020, durante la terribile prima ondata, Nole donò una ingente somma all'ospedale di Bergamo (volle tenere segreta la cifra, ma si parla di 1 milione di euro). Quello stesso anno, mentre il tennis mondiale era fermo per la pandemia, organizzò un torneo amichevole di beneficenza in Croazia e si beccò il Covid, che non gli impedì di chiudere l'ennesima stagione da n.1. Ora mi è già difficile capire come una persona del genere possa essere un no vax per principio, ma ancora meno posso credere che abbia avuto paura di farsi una banale iniezione prima di partire per l'Australia. Tutto è possibile, ma Djokovic sul campo mostra una freddezza, un cuore e un fegato fuori dal comune. E allora azzardo un'ipotesi basata sulla seguente premessa. Come tutti i grandi campioni il serbo ha una formidabile autostima e una viscerale repulsione per la sconfitta. Il 2021 è stato un anno per lui quasi trionfale, dove ha sfiorato l'impresa di uno storico Grande Slam (l'ultimo ad aggiudicarselo fu Rod Laver nel 1969). Però nella seconda parte della stagione aveva lasciato intravedere qualche segnale di declino o di logoramento fisico. In particolare alle Olimpiadi di Tokyo, nella finale degli US Open, dove si giocava lo Slam ma si arrese quasi senza lottare a Medvedev, e alle ATP Finals di Torino, sconfitto da Zverev. Per la prima volta ho avuto la sensazione che il n.1 del mondo fosse in difficoltà sul piano fisico contro avversari assai più giovani di lui. Ora io non so se il serbo abbia recuperato durante la breve pausa invernale, certo un torneo del Grande Slam, 7 partite al meglio dei 5 set, per giunta nel caldo torrido dell'estate boreale, a quasi 35 anni sono un impegno difficile anche se ti chiami Djokovic. Che però a Melbourne era chiamato a difendere il suo titolo, anzi gli ultimi tre consecutivi, su un campo che per lui è come il Roland Garros per Nadal. E allora io dico che, almeno a livello inconscio, Djokovic non si sentiva sicuro di vincere e si è cercato una scappatoia, un mero pretesto per non giocare il torneo a lui più caro e congeniale. Poteri dell'inconscio! 

Ovviamente il Cazzaro di Napoli , così come e’ sua abitudine consolidata , sbaglia nel merito e nel merito . Della sua analisi su Djokovic non mi sento di salvare niente . Proprio niente .  Intanto prendiamo atto che il suo grande salamalecco verso il governo di destra australiano e’ completamente errato . Quello che lui definisce un “governo con le palle” e’ già andato a farsi friggere. Un paese serio ed un paese serio ( così’ lo definisce il pulcinella partenopeo) di sto caz.z.o !! Prima concede il visto a Djokovic per entrare in Australia per giocare un torneo, poi , appena il tennista e’ sceso dall’aereo , lo requisisce , lo mette in una ambulanza e lo confina in un COVID Hotel . Si sì , proprio un paese serio e con le palle !! Io credo che sia un Paese che farebbe invidia solo al Venezuela di Maduro ( altro paese e leader che al Cazzaro piacciono tanto ).  Uno si chiede : La motivazione ?? Non ha i requisiti vaccinali per entrare in Australia . Questa e’ la motivazione del governo con le palle . Purtroppissimo per il Cazzaro napoletano questo e’ il Paese di Pluspulcinella che concede il Visto per farlo entrare sapendo già nella richiesta di ingresso che il tennista non e’ vaccinato ma lo fa entrare lo stesso per “sequestrarlo”, poi , appena e’ arrivato . Intanto il governo con le palle ce le ha talmente grosse che proprio in queste ore ha già fatto una mezza marcia indietro ed ha “congelato” il Decreto di Espulsione fino a lunedì prossimo in attesa che un Tribunale ne  avalli la decisione e , considerando la altissima percentuale dei pronostici del Cazzaro , pari a circa lo 0,5% di quelli che fa , non e’ escluso che Djokovic sia “liberato” e possa giocare , Il tennista serbo e’ escluso che sia un Novax come afferma la maschera campana . Il motivo e’ semplicissimo : non si fa beneficienza per un milione di euro ad un ospedale pubblico italiano impegnato nella lotta al COVID , non si fa una donazione di 2 milioni di euro alla Sanità serba anch’essa impegnata contro il COVID . E’ talmente evidente che, dal podio dei ge ni, lo ha capito anche il fratello della Sanchina . Djokovic non e’ vaccinato per una immunodeficienza che glielo impedisce . Ma ciò gli consente comunque di partecipare ai tornei facendo un tampone molecolare ogni 48 ore . Nella richiesta del visto per entrare in Australia era ben specificato ed accettato dal governo con le palle che poi si e’ rimangiato il tutto. Djokovic , con questa identica prassi ha partecipato , nel 2021 , a ben 9 tornei in tutto il mondo . Staremo a vedere lunedì . Veniamo agli aspetti tecnici . L’asserzione presunta che il tennista serbo e’ oramai incamminato sul viale del tramonto esiste solo nel contenitore del cervello vuoto del Cazzaro stesso. Dei tornei a cui ha partecipato nell’anno passato ne ha vinti il 60%  e dove non ha vinto e’ arrivato in finale e solo una volta in semifinale . Certo , ha 35 anni . Ma solo anagraficamente . Dal punto di vista atletico ne dimostra almeno 10 in meno ed anche il 2022 lo vedrà al vertice del ranking . Punto !! Quando poi leggo il Cazzaro di Napoli che si impegna al limite del ridicolo per trovare una qualsivoglia manchevolezza verso il tennista serbo mi viene da ridere . Dire come fa il Cazzaro di Napoli che il suo punto debole sia lo smash e’ roba da fantascienza . Chi si intende sul serio di tennis  dice  che proprio le volee sono un suo punto forte e pure le statistiche affermano che in un match , percentualmente, lo smash rappresenta il coefficiente del 65% dei suoi successi . Tralascio infine la comica affermazione del Cazzaro napoletano quando afferma che “ Berrettini gli ha dato filo da torcere “, ahahahahahaha . A parte il fatto che tutte le volte che lo ha incontrato ha sempre perso , sono praticamente certo che Djokovic batterebbe Berretto anche con una mano sola e con la condizione psicofisica al 50% , non vorrei che al Cazzaro gli si fosse obnubilato il cervello perché Berrettini si aggiudicò un set al Roland Garros . Djokovic entro’ in campo chiaramente deconcentrato ed appena si “sveglio” gli imparti una severa lezione che si concluse , se non vado errato , con un vergognoso 6-0 nell’ ultimo set .  Saluti 

Modificato venerdì alle 10:47 da mark222220
 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Praticamente il governo australiano  ( di dx o di sx non importa) ha dato ragione al sig fosforo, o sbaglio stupida gallinella pisana?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Dopo questa affermazione il fratello disturbato della tuttascema si e’ incatenato ai piedi del podio dei ge ni urlando al mondo intero che si faccia di tutto per consentire il “cambio della guardia” con la sorella senz’altro più meritevole di lui di praticare il sopracitato podio . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spero che con quest'ultimo post abbia raggiunto quell'orgas.mo che non riesce più ad ottenere con il vermetto pendulo, stupida gallina pisana..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spero che con quest'ultimo post abbia raggiunto quell'orgas.mo che non riesce più ad ottenere con il vermetto pendulo, stupida gallina pisana..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spero che con quest'ultimo post abbia raggiunto quell'orgas.mo che non riesce più ad ottenere con il vermetto pendulo, stupida gallina pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Addirittura neanche 2 ma per ben 3 volte , la tuttascema , con un fratello pari grado , ha battuto con le nocche delle zampe sul tasto “invia risposta”.  Ahi ahi ahi … Basaglia !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka....la stupida gallina pisana non si è ancora resa conto del perché ho spedito lo stesso messaggio per tre volte.

Se ci fosse stato uno dei figli intelligenti della sua genitrice  non ci sarebbe stato bisogno di ripetere il post, bastava uno solo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E di questo non ne vogliamo parlare?

L’ordinanza 1/2022 firmata da Vincenzo De Luca è una misura che non “sottende una compiuta valutazione di adeguatezza e proporzionalità” anche perché “la regione Campania” non è “classificata tra le zone rosse e dunque nella fascia di maggior rischio pandemico e che il solo dato dell’aumento dei contagi nel territorio regionale, neppure specificamente riferito alla popolazione scolastica e peraltro neppure certo e la sola mera possibilità dell’insorgenza di gravi rischi, predicata in termini di eventualità, non radicano per sé solo la situazione emergenziale, eccezionale e straordinaria, che, in astratto, potrebbe consentire la deroga alla regolamentazione generale”.

Ecco come aveva delirato il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31:

BRAVO Vincenzo De Luca, chapeau! 

Con un gesto di coraggio, serietà e responsabilità, il presidente De Luca rinvia la riapertura delle scuole elementari e medie in Campania. Si procederà in DAD fino a data da destinarsi, probabilmente per tutto gennaio. Dico coraggio non tanto perché De Luca si schiera contro un governo e un'accozzaglia di cialtroni, ma perché è stato già più volte attaccato e minacciato da non meglio precisate associazioni di genitori degeneri che, pur di togliersi i figli dai piedi, li manderebbero perfino in terapia intensiva.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963