virus

Ormai sono due anni che ci impongono regole e divieti , con il risultato che siamo messi peggio dei paesi del terzo mondo , a che cosa serve continuare per questa strada?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

20 messaggi in questa discussione

non frignare come un bimbetto e fa quello che ti si dice. Un giorno capirai.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Amico, c'è poco da capire, servono risultati, non capri espiatori.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/1/2022 in 15:43 , mylord611 ha scritto:

Amico, c'è poco da capire, servono risultati, non capri espiatori.

Per te sono molte le cose da capire, credimi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che vuoi non si finisce mai di imparare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse non avete capito che il virus ci parla........ e quello che ci dice è che dobbiamo cambiare il nostro modo di vivere, l nostro modo di pensare, i nostri modelli comportamentali,  la società dei consumi ci aveva fatto credere che certi bisogni secondari  fossero primari.... per le passate generazioni non era certamente un bisogno primario andare a mangiare al ristorante il sabato sera.....  oppure passare le nottate in discoteche affollate (un tempo chiudevano a mezzanotte, adesso invece APRONO  a mezzanotte) quelli che rifiutano tamponi e vaccini pensano oppure  ingannando se stessi fanno finta di credere che il virus non esiste, che  si può continuare a comportarsi come prima, come se nulla fosse accaduto, quindi assembramenti, occasioni di contagio, contagi che aumentano,  tutti a giro senza mascherina... e di cambiare il modo di vivere nemmeno ci pensano; organizzano e fanno i rave party con centinaia di partecipanti  tutti rigorosamente senza mascherina...  al fatto che queste cose  adesso non si possono più fare nemmeno ci pensano.... eppure il virus ci parla e queste cose ce le dice chiaramente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E FINALMENTE QUALCUNO HA DETTO LA VERITA' / REALTA'  !!!!!

 

I vaccini anti-Covid sono in realtà semplicemente dei medicinali che alleviano il decorso della malattia; dunque, in quanto medicinali, non possono essere imposti prevedendo un obbligo. E' il ragionamento che propone all'AdnKronos il massmediologo, già direttore di Rai2 ed ex consigliere nel cda Rai, Carlo Freccero, a proposito dell'obbligo di vaccino disposto dal Governo per gli over 50.

"Questa volta, mi trovo d'accordo con Crisanti - esordisce Freccero - Come lui spiega benissimo, gli attuali vaccini non producono immunità, che invece dovrebbero produrre per inibire i contagi. Al contrario, sembrano contribuire alla diffusione della malattia... L'ultima funzione che viene loro attribuita è di rendere più leggero il decorso della malattia: si tratterebbe quindi di farmaci e non di vaccini".

E allora, prosegue Freccero, "la loro obbligatorietà creerebbe il precedente anticostituzionale di imporre un obbligo terapeutico: cosa che è sanzionata da tutti i trattati internazionali, a cominciare dal Codice di Norimberga" !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

44 minuti fa, mariellasikelia ha scritto:

I vaccini anti-Covid sono in realtà semplicemente dei medicinali che alleviano il decorso della malattia;

Non è vero che i vaccini siano semplici medicine, le medicine si prendono dopo , dopo che uno si  è ammalato, i vaccini invece si prendono prima, prima di ammalarsi, per impedire di ammalarsi o per ammalarsi in modo meno grave;  il fatto poi che i vaccini non funzionino o funzionino male o funzionino solo in parte o funzionino solo per poche settimane non impedisce di chiamarli vaccini; caso mai bisogna dire che anche in questo caso il virus ci parla e ci spiega come fossero  illusorie e infondate certe nostre  certezze sull'onnipotenza della scienza umana,  una scienza, ci avevano fatto credere,   in grado di risolvere tutti i problemi , in grado di sconfiggere sempre e comunque la morte  relegano terremoti e  "pestilenze" a lontani ricordi del medioevo; forse qualche ripensamento e un briciolo di umiltà da parte nostra e da parte di medici e scienziati farebbe comodo-

  Quando i nostri padri costituenti misero nella costituzione  nell'articolo 78 la possibilità di dichiarare lo stato di guerra  non presero minimamente in considerazione la  previsione di una situazione di "pestilenza" (anche quella è una guerra) ma forse già a quel tempo forse si  credeva in modo assoluto al progresso e alla scienza e si pensava che terremoti e pestilenze appartenessero solo al lontano passato e non ci fosse nessuna necessità di inserire in costituzione riferimenti a queste possibilità

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Non è vero che i vaccini siano semplici medicine, le medicine si prendono dopo , dopo che uno si  è ammalato, i vaccini invece si prendono prima, prima di ammalarsi, per impedire di ammalarsi o per ammalarsi in modo meno grave;  il fatto poi che i vaccini non funzionino o funzionino male o funzionino solo in parte o funzionino solo per poche settimane non impedisce di chiamarli vaccini; caso mai bisogna dire che anche in questo caso il virus ci parla e ci spiega come fossero  illusorie e infondate certe nostre  certezze sull'onnipotenza della scienza umana,  una scienza, ci avevano fatto credere,   in grado di risolvere tutti i problemi , in grado di sconfiggere sempre e comunque la morte  relegano terremoti e  "pestilenze" a lontani ricordi del medioevo; forse qualche ripensamento e un briciolo di umiltà da parte nostra e da parte di medici e scienziati farebbe comodo-

  Quando i nostri padri costituenti misero nella costituzione  nell'articolo 78 la possibilità di dichiarare lo stato di guerra  non presero minimamente in considerazione la  previsione di una situazione di "pestilenza" (anche quella è una guerra) ma forse già a quel tempo forse si  credeva in modo assoluto al progresso e alla scienza e si pensava che terremoti e pestilenze appartenessero solo al lontano passato e non ci fosse nessuna necessità di inserire in costituzione riferimenti a queste possibilità

MA SE TI INFETTI ANCHE DOPO IL VACCINO , A QUEL PUNTO E' GIA' " UN LOR DICENTE VACCINO " . TU CONOSCI UN BAMBINO CHE HA FATTO IL VACCINO ANTIPOLIO E POI SVILUPPA LA POLIOMELITE IN FORMA UN PO' PIU' BLANDA ?? IO NO !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mariellasikelia ha scritto:

MA SE TI INFETTI ANCHE DOPO IL VACCINO , A QUEL PUNTO E' GIA' " UN LOR DICENTE VACCINO " . TU CONOSCI UN BAMBINO CHE HA FATTO IL VACCINO ANTIPOLIO E POI SVILUPPA LA POLIOMELITE IN FORMA UN PO' PIU' BLANDA ?? IO NO !

infatti purtroppo il nostro corpo non sempre  per tutte le infezioni sviluppa una immunità, se uno si prende una banale influenza in Ottobre teoricamente per tutto l'inverno non dovrebbe più avere l'influenza, invece può benissimo riammalarsi  in Dicembre in Gennaio e nei mesi successivi.. e questo spiega perché i vaccini antiinfluenzali hanno sempre funzionato poco, nel senso che spesso anche  chi si vaccinava si ammalava comunque di influenza,,,,,,,,; il coronavirus in tutte le sue varianti purtroppo non produce immunità o se la produce la produce solo in via temporanea per poco tempo infatti persone che si sono ammalate di coronavirus e poi guarite si ammalano di nuovo, ovvio che se l'immunità data dalla malattia non funziona   anche i vaccini non funzionano o funzionano poco; a questo punto bisogna imparare a convivere con un virus che ci accompagnerà a  lungo, quindi vaccini ogni 3 mesi per ridurre l'intensità della malattia, ricerche su nuove medicine in grado di ridurre la morte per chi si contagia e modifiche del nostro sistema di vita, la mascherina da portare sempre, ristoranti, discoteche , palestre da evitare sempre,  si può andare al ristorante per necessità   (chi lavora fuori sede) o per sfizio, andare al ristorante per puro divertimento è un'abitudine che probabilmente sarà da  dimenticare, dovremmo modificare molte cose nel nostro sistema di vivere e di pensare e questo per molti  che pensano prima o poi  di tornare a vivere come prima  sarà difficile e  richiederà molto tempo per l'adattamento, a meno che per un miracolo il virus non si comporti come la spagnola e scompaia da solo... però che scompaia da solo la vedo dura....  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che la situazione sta diventando  endemica, ci vorranno anni se mai si dovesse per tornare alla normalità , obbligare le persone di fatto è anticostituzionale, ed inoltre va contro i diritti umani . Tuttavia mantenersi in buona salute è un dovere ma anche un diritto , per cui è bene ripensare i vari protocolli , e circolari varie , se si bloccano le attività , si rischia di morire di fame, anzichè di covid, si dovrebbe ricorrere il più possibile a farmaci specifici per curare chi ne viene colpito . D'altra parte introducendo l'obbligo vaccinale le persone sarebbero costrette a vaccinarsi ogni "sei mesi" con una dose diversa , ed in più verrebbero controllate ugualmente come chi non è vaccinato , insomma diventa difficile da gestire . Poi vi sono gli asintomatici i quali per qualche motivo , non accusano alcun disturbo , ( beati loro) . Il problema è  che un individuo non sa , e non può sapere quando si infetta , si presume , a priori nei luoghi affollati , certamente ci sono più possibilità lì, che da altre parti, ma il pericolo è sempre in agguato. Con le mascherine poi si è cambiato opinione mille volte , ma ricordiamoci una cosa , anche la pelle respira , anzi assorbe più aria che i polmoni , quindi accanirsi con le mascherine o con vari tipi di mascherine , lascia lo spazio che trova , sono utili indubbiamente , ma non è un provvedimento risolutivo .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Diciamo che la situazione sta diventando  endemica, ci vorranno anni se mai si dovesse per tornare alla normalità , obbligare le persone di fatto è anticostituzionale, ed inoltre va contro i diritti umani . Tuttavia mantenersi in buona salute è un dovere ma anche un diritto , per cui è bene ripensare i vari protocolli , e circolari varie , se si bloccano le attività , si rischia di morire di fame, anzichè di covid, si dovrebbe ricorrere il più possibile a farmaci specifici per curare chi ne viene colpito . D'altra parte introducendo l'obbligo vaccinale le persone sarebbero costrette a vaccinarsi ogni "sei mesi" con una dose diversa , ed in più verrebbero controllate ugualmente come chi non è vaccinato , insomma diventa difficile da gestire . Poi vi sono gli asintomatici i quali per qualche motivo , non accusano alcun disturbo , ( beati loro) . Il problema è  che un individuo non sa , e non può sapere quando si infetta , si presume , a priori nei luoghi affollati , certamente ci sono più possibilità lì, che da altre parti, ma il pericolo è sempre in agguato. Con le mascherine poi si è cambiato opinione mille volte , ma ricordiamoci una cosa , anche la pelle respira , anzi assorbe più aria che i polmoni , quindi accanirsi con le mascherine o con vari tipi di mascherine , lascia lo spazio che trova , sono utili indubbiamente , ma non è un provvedimento risolutivo .

PURTROPPO NON E' VERO CHE CI SI INFETTA FREQUENTANDO LUOGHI AFFOLLATI ! MASSIMO GALLI HA DETTO CHE HA FEQUENTATO , SOLO 16 PERSONE E MAI TUTTE INSIEME , PONENDO IN ESSERE TUTTE LE ATTENZIONI , TUTTO INUTILE , SI E' INFETTATO PURE LUI , E A SUA DETTA , SE LA E' VISTA BRUTTA , SI E' CURATO A CASA CON FARMACI MONOOCLONALI , NOTA : AVEVA FATTO ANCHE LA TERZA DOSE . QUESTA STORIA STA DIVENTANDO UN VERO INCUBO ,SFUGGE A QUALSIASI ACCORGIMENTO !!!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, mariellasikelia ha scritto:

QUESTA STORIA STA DIVENTANDO UN VERO INCUBO ,SFUGGE A QUALSIASI ACCORGIMENTO !!!

probabilmente la mascherina da sola non basta, il virus può entrare anche attraverso la congiuntiva degli occhi, per cercare i mettersi al sicuro andrebbero indossati  sempre occhiali  ( simili agli occhiali antiinfortunistici) , senza contare che ci  si dovrebbero sempre lavare le ma; l'altro giorno ero al supermercato al reparto frutta e verdura dove i cartelli avvisano i clienti che per toccare la merce esposta bisogna indossare i guanti (forniti e messi a disposizione gratuita dal supermercato) e ho notato persone che con le mani  n u d e  toccavano insalata e vari frutti, li sceglievano, li riposavano, ne sceglievano  altri; se uno di questi signori avesse avuto le mani contagiate dal virus avrebbe potuto facilmente trasmetterlo ma evidentemente questi signori non si erano neppure posti il problema...poi a pensarci bene forse ci sono persone che dopo essere state al bagno non sentono neppure l bisogno di lavarsi le mani vanno in giro, toccano la merce... e poi circolano le malattie..

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quì si sta violando la libertà personale ed i diritti umani delle persone , ed i risultati non si vedono e non si vedranno mai , quindi a casa via sciò

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, mylord611 ha scritto:

Quì si sta violando la libertà personale ed i diritti umani delle persone , ed i risultati non si vedono e non si vedranno mai , quindi a casa via sciò

Le persone hanno il diritto di non essere contagiate, quindi fila a vaccinarti oppure vai a casa tua e restaci. Sciò.

I risultati si vedono eccome, basti pensare a come stavamo 15 mesi fa e siccome ti piace fare previsioni funeste per il futuro senza avere la palla di vetro nè la competenza, ho il diritto di poter dire che sarebbe andata molto peggio di come sta andando se si fosse dato retta a personaggi come te.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda, personalmente sono vaccianato contro tutto dall'antitetanica , all'epatite , tifo, paratifo, covid , e compagnia bella , mi resta un unica vaccinazione da fare, quella contro la vecchiaia , ma appena disponibile farò anche quella.

E poi , anche coloro che non si vogliono vaccinare hanno diritto di dire la loro opinione , in un normale paese democratico sarebbero ascoltati almeno una volta , e finora questo quì non è mai successo. Vengono colpevolizati a priori. Finora si è solo guardato agli interessi di pochi : es fino al mese scorso andava bene come mascherina anche la carta igienica ora ci vuole la fp2, e così via discorrendo , Tu dici che "sarebbe" andata peggio , ma non ne sono convinto , in Africa , India, sud America , mica si sbattono tanto con le vaccinazioni e restrizioni, ed in sostanza stanno messi meglio di noi , qualcosa deve cambiare , pensaci amico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

QUELLO CHE E' INSPIEGABILE CHE ALL'AUMENTO ESPONENZIALE DEI VACCINATI , AUMENTANO I CONTAGIATI E TANTISSIMI AVENDO FATTO LA TERZA DOSE A COMINCIARE DAL VIROLOGO MASSIMO GALLI , NONOSTANTE TUTTI GLI ACCORGIMENTI POSTI IN ESSERE COME DA LUI ENUMERATI A " STASERA ITALIA " , A SEGUIRE ENRICO MENTANA . NO I CONTI NON TORNANO , E TUTTO UN NONSENSE ! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quote

Ormai sono due anni che ci impongono regole e divieti , con il risultato che siamo messi peggio dei paesi del terzo mondo , a che cosa serve continuare per questa strada?

evidentemete non sai nemmeno dove sono i paesi del terzo mondo,o,non ci sei mai stato comprati un'atlante e studia,pensa se l'80% della popolazione non era vaccinata altro che divieti,i divieti servono per proteggere il 20% di dementi che non nè vuole sapere di vaccini,terapie,cure.Il risultato che abbiamo raggiunto è che i vaccinati sono gli untori,e i non vaccinati sono quelli immuni.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mariella, Etrusco, Mylord – buona mattinata. Qualsiasi agente vivente ci parla, cerca di farci capire che non sappiamo rispettare la naturalità delle cose. Qualsiasi agente vivente, sia esso pianta, insetto, animale, virus, ed alle volte anche degli umani. Proporre (chiedo scusa imporre) la quarta dose di un “se dicente” vaccino, ha la programmazione di indebolire il sistema immunitario naturale. Converrebbe puntare in altre direzioni. Bene per prima e seconda dose, bene anche alla terza, ma con maggior distacco dalle altre due. La quarta … entrano in gioco gli interessi della chimica. Indebolendo il sistema immunitario spontaneo, avranno poi la possibilità di vendere nuovi prodotti chimici. Fare i loro soldi sulla nostra mancanza di salute. - big pharma, cause iatrogene, comparaggio, disearse mongering, … (povero diavolo) avanti il prossimo, gli lascio il posto mio, diceva una celebre canzone. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' Freccero che dice che con la quarta dose si indebolisce il sistema immunitario naturale?

 

P.s.: da molti anni i vaccini rappresentano il 4% del fatturato delle case farmaceutiche.

Mia illazione la percentuale in questo momento storico potrebbe essere schizzata al 10-12%.

La domanda però sorge spontanea (cit. Lubrano); le suddette case avrebbero guadagnato e guadagnerebbero molto, molto, molto di pù senza mettere sul mercato i vaccini? Io credo di sì. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963