traslocco in vista per in neo senatore a vita

Sergio Mattarella sta preparando gli scatoloni. Il capo dello Stato non farà sicuramente il bis al Quirinale, la certezza arriva dal trasloco in corso, non tanto per una nuova abitazione ma per un ufficio. Si trasferirà infatti al quarto piano di Palazzo Giustiniani, quello che – si legge sul Corriere della Sera – è considerato da sempre il “piccolo Colle”, lì operano infatti i senatori a vita.Ovviamente,avra' a sua disposizione un ufficio (??)...una segreteria (??)..una auto blu (??)... autisti (??)...per fare che non è dato a s apere.oltre ad un cospicuo vitalizio!! e gia'..tutto meritato..si sa che l'ultima fatica è stata nominare degli alfieri...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

6 ore fa, director12 ha scritto:

e gia'..tutto meritato

che ci si meriti un ridicolo come berlu al suo posto?........i fascisti si che sanno scegliere.......:S

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, sempre135 ha scritto:

che ci si meriti un ridicolo come berlu al suo posto?........i fascisti si che sanno scegliere.......:S

che gli ex presidenti della Repubblica sono senatori di diritto e a vita. La figura del presidente "emerito" è un titolo onorifico che si attribuisce agli ex presidenti della Repubblica, ma è un titolo che NON ESISTE nella nostra Costituzione e in nessuna legge ordinaria. Attualmente è presidente “emerito” il senatore Giorgio Napolitano.
Fu il Presidente del Consiglio dei ministri Romano Prodi con un proprio Decreto del 23 luglio 1998 a creare questo titolo onorifico. Addirittura con un Decreto del Presidente della Repubblica del 17 maggio 2001 fu creata un'insegna apposita per il Presidente "emerito". Il testo dei decreti (tranne quello del maggio 2001) non si riesce a reperirlo perché non risulta siano stati mai pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale (!) e quindi bisognerebbe chiedere alla Presidenza del Consiglio dei ministri
Il presidente "emerito" della Repubblica, oltre a essere senatore a vita, può ad esempio usufruire dell'aereo di Stato su richiesta, ha un segretario personale, usufruisce di locali presso Palazzo Giustiniani a Roma, ha addirittura un addetto alla persona-maggiordomo, linee telefoniche dedicate, una scorta personale, insomma tutta una serie di persone a sua disposizione, il tutto a carico delle tasche dei cittadini italiani.
Dal punto di vista giuridico, le cose interessanti da sottolineare sono almeno due: non si comprende come senza la previsione in Costituzione o in una legge ordinaria si possano concedere questi privilegi agli ex presidenti della Repubblica che sono già senatori a vita; e inoltre non si comprende come nessuno faccia rilevare la grande anomalia costituzionale  che il potere esecutivo, e cioè il Governo, possa istituire un titolo onorifico per la ex più alta carica dello Stato con un semplice decreto (tra l’altro non reperibile e mai pubblicato) e assegnargli privilegi e uno status non previsti da nessuna parte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Invidioso

il prrrrrrrofessore pensava di fruire delle sue scelte....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, director12 ha scritto:

una legge ordinaria si possano concedere questi privilegi

e se non è ordinaria c'è la facciamo su misura.......vota berlu....inquisiti italiani e non venite a me ed io saprò coccolarvi.....xDxD

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963