risorse

Ferrara, 7 dic — Padre-padrone marocchino di religione musulmana non vuole che la figlia viva all’occidentale: quindi la brutalizza senza pietà, come se fosse un oggetto. Picchiata, legata a una sedia, rinchiusa in cantina per lunghi periodi senza acqua né cibo, addirittura rispedita nel Paese d’origine per sposare il cugino: un inferno durato quattro anni, finché la vittima, temendo per la propria vita, ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine. Per il padre, un uomo di 56 anni, sono scattate le manette. Nei confronti del fratello di 32 anni è stato emesso un divieto di avvicinarsi a lei. Sono ritenuti responsabili di maltrattamenti, minaccia grave e sequestro di persona in concorso

e questa è l'integrazione delle sx!!!!

Modificato da director12

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

e dire che era un perfetto italiano...anzi vero..aveva preso tutto da noi:vestiva con i tuniconi..mangiava le sue puzzolenti specialita ...aveva la barbetta da capra...e ai figli dava i nomi del loro amato paese.un vero italico!! pensate..aveva anche la carta' identita' elettronica!! piu' italiano integrato di cosi!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963