salvini a cagliari infiamma la sadegna

Matteo Salvini stringe l’alleanza sovranista con il Psd’Az. C’è l’accordo *** in vista delle nazionali del 4 marzo: “Siamo a un bivio. Questa Regione vuole sostituire i sardi con gli stranieri, disposti a farsi sfruttare facendo lavori massacranti con paghe da fame. Il business dell’accoglienza è un cancro che vogliamo estirpare”, attacca Salvini.

“Il mare e il territorio sardo vanno tutelati e promossi. Vedo troppi sardi costretti a emigrare, la misura è colma”. Accanto a lui il segretario regionale dei sardisti, Christian Solinas: “Tra noi e la Lega molti punti in comune. Zedda ha mandato via Gianni Chessa (assessore Cagliari), al quale faccio un plauso per non aver tentennato nemmeno un attimo e aver scelto di continuare a sposare la causa del nostro partito”.Concludendo:non solo sardegnoli!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Diciamo che, più che infiammare la Sardegna, è il glorioso Psd'az di Emilio Lussu, ormai ridotto a semplice comparsa, ad essersi definitivamente bruciato.

Ormai, specie dopo che il Psd'az si esibì consegnando storia e bandiera a Papy, non era rimasta più possibilità alcuna per un (ex) sardista di farsi eleggere in parlamento con le proprie forze per cui non rimaneva altra strada che quella di dare il s.edere a Salvini.

Per cui il sottoscritto, per anni elettore del psd'az (quando però era il psd'az) se ne è fatta e se ne farà una ragione per non aver potuto più votare il glorioso psd'az e per non poterlo forse mai più votare è tu, Kompagno, dovrai fartene invece una ragione per un altro motivo.

Dovrai avere pazienza se verrà eletto con i voti tuoi o comunque dalle tue parti uno che non sarebbe stato mai eletto qui in Sardegna.

Spero almeno (per te) che non sia costretto a dare un voto a un sardegnolo ma a un sardo. Lo spero proprio Kompagno.

Ps. Bossi dichiarò a suo tempo che, per la Lega, si ispirò proprio al psd'az quando in Sardegna il psd'az spopolava ed era la forza politica trainante.

E questo avvenne quando il psd'az era quello che era, un partito identitario, federalista e mai razzista. Quando però cominciò ad imbastardirsi, a popolarsi di arrivisti e di Belsiti in salsa sarda, il psd'az è morto ed è diventato un satellite prima di Papy adesso poi di Salvini.

Gli rimaneva almeno la dignità di poter affermare di non essere razzista e xenofobo. Alleandosi con Salvini al solo scopo di assicurarsi un posto in parlamento con i voti dei Lombardi (Mario Melis invece fu eletto con i voti dei Sardi), è caduto anche questo ultimo tabù. 

Per cui.... che il Cielo lo abbia in gloria.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora