centrali nucleari italia francia

 

Bastardidentro

le persone che ridono a spese degli altri

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

35 messaggi in questa discussione

provate a consultare i siti - energoclub (energopedia) nelle sue varie rubriche e sotto rubriche - il portale del sole (idem) - la banda dei sei (idem) ... cordiali saluti - lunedi ventidue novembre -  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma dai, sig auto da sabbia, le prossime centrali saranno piccole piccole.

Una è prevista perfino vicino la cappella votiva.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Leggo in ritardo questa notizia:

http://www.associazioneitaliananucleare.it/al-via-il-decommissioning-della-centrale-di-latina/

Solo grazie al governo Conte è stato finalmente avviato, l'anno scorso, lo smantellamento della vecchia centrale elettronucleare di Latina. Entrata in servizio nel 1963, chiusa nel 1987. 33 anni solo per iniziare i lavori, che si prevede dureranno 7 anni e costeranno 270 milioni di euro. Ma l'esperienza insegna che i tempi e i costi del decommissioning degli impianti nucleari sono SEMPRE MOLTO MAGGIORI di quelli previsti. E qui non parliamo di una grossa o media centrale, ma di un vecchio "reattorino" paragonabile per potenza (220 MW) ai futuri small modular reactors (piccoli reattori modulari). In realtà, come leggiamo, i 7 anni previsti sono relativi solo a una prima parte dei lavori, riguardante la rimozione delle caldaie e la demolizione delle strutture ausiliarie, perché la parte più complessa, delicata e costosa, cioè la demolizione del reattore, potrà iniziare solo DOPO la realizzazione del fantomatico Deposito Nazionale di Rifiuti Radioattivi. Del quale, al momento, nessuno sa né dove né quando verrà costruito. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma dai, sig auto da sabbia, le prossime centrali saranno piccole piccole.

Una è prevista perfino vicino la cappella votiva. di Podenzoi (che mi ero dimenticato di aggiungere)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco, proprio lì vicino, sulla sinistra, sig auto da sabbia.

Se otterranno le autorizzazione, addirittura all'interno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non c’è niente da fare . Questo Paese non ha speranza !! Fino a che , qui da noi , esisterà una manica di rintronati che non capisce che per la Transizione sarà necessario il Nucleare non andremo da nessuna parte . Di sicuro non andremo dove stanno andando tutti quei paesi occidentali che questa cosa l’hanno già dibattuta e risolta . Qui da noi , dico sul forum , c’è un idio ta che pur di fare un po’ di propaganda d’accatto al dono della Divina Provvidenza Giuseppi , spara 4/5 cazza te sullo smantellamento della centrale di Latina senza minimamente accennare che fine faranno le scorie relative ed i costi precisi di detta operazione che bovinamente attesta in 270 milioni di euro . Prendiamo , ad esempio, invece , la Francia che annuncia il suo megapiano per la transizione: piu' rinnovabili, ma soprattutto, decisa e ambiziosa svolta sul nucleare.  L'EDF, il gestore francese, annuncia: 14 nuove grandi centrali EPR  (1600 MW) entro il 2050 (ben sei, promette Macron, saranno annunciate entro il 2022), massiccio  investimento nei piccoli reattori avanzati (smr), forte ricorso  all'idrogeno gia' nel prossimo decennio. Prodotto per via nucleare, l'idrogeno risulta meno costoso e piu' a portata di mano di quello generato da rinnovabili con buona pace del Cazzaro napoletano che si dimostra ogni giorno di più molto più abile nel quantificare il prezzo al chilogrammo della Mozzarella di Bufala campana. La Francia, insomma, in pochi anni, oltre che di elettricita' abbondante sara' dotata dei carburanti verdi in quantita'. Ma Macron afferma, giustamente,  che il nucleare sara', per la Francia, l'occasione di una "grande reindustrializzazione", oltre che renderla l'unica grande economia  che puo', realisticamente, centrare gli obiettivi della Net zero. Macron propone la via nucleare come occasione per l'intera Europa. E sara' cosi. Noi abbiamo solo da  recriminare: con il referendum antinucleare del 2011 abbiamo perso l'occasione. Dieci anni fa l'Enel aveva, con l'Edf francese, un patto strategico sul nucleare. Che avrebbe consentito , oggi, all'industria italiana di guidare, insieme ai francesi, la ripresa del nucleare. Che significa anche lavoro, tecnologia, crescita. Vorrei ricordare ai tanti minus habens che noi fummo , unici  al mondo (sissignori gli unici , nsa)  quelli che con il referendum, cancellammo anche gli accordi industriali ( e non solo quelli sull'Epr francese). Ci autoeliminammo dalla possibile ripresa dell'industria nucleare con grande gioia dei dementi che magari , oggi , sono gli stessi che vengono a “piangere “ perché in Italia , abbiamo le bollette idroelettriche più care di tutta Europa mentre farebbero bene a scomparire e tenere la bocca chiusa mentre a noi ci tocca mangiarci le mani. Mettiamola così e cerco di modulare le parole : siamo stati miopi ed abbiamo avuto assenza di visione . Ora siamo di nuovo a dover decidere : seguiamo Greta restando a guardare o , questa volta , prendiamo il treno giusto che , di certo , non passerà all’infinito ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tutta roba sua stupida gallinella pisana?

Non sappiamo ancora dove mettere le scorie  che ci sono già e lei parla di produrne di nuove?

Bene,  senza produrre nuove scorie compereremo energia dalla Francia come abbiamo fatto e stiamo facendo, così anche se le centrali francesi sono così vicine a noi, almeno non dovrà lamentarsi perchè vorrebbero costruirne una davanti al suo condominio.

Per quanto riguarda le sinergie  di Enel - EDF nessun referendum le ha vietate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
50 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

…tutta roba sua stupida gallinella pisana?

 No no , stavo parlando con tuo fratello scemo e lui , dal podio , mi ha erudito …!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi lei crede di parlare anche coi morti, ecco perchè si dimostra la più stupida delle galline pisane.:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Qui da noi , dico sul forum , c’è un idio ta che pur di fare un po’ di propaganda d’accatto al dono della Divina Provvidenza Giuseppi , spara 4/5 cazza te sullo smantellamento della centrale di Latina senza minimamente accennare che fine faranno le scorie relative ed i costi precisi di detta operazione che bovinamente attesta in 270 milioni di euro .

Poichè la più stupida delle galline pisane dimostra che: una cosa è leggere e un'altra cosa è comprendere cosa  legge.

Provo quindi ad aiutarla un pò, evidenziandole quello che ha scritto il sig fosforo, anche se penso sia solo una perdita di tempo.

 

Dice il sig fosforo:

Leggo in ritardo questa notizia:

http://www.associazioneitaliananucleare.it/al-via-il-decommissioning-della-centrale-di-latina/

Solo grazie al governo Conte è stato finalmente avviato, l'anno scorso, lo smantellamento della vecchia centrale elettronucleare di Latina. Entrata in servizio nel 1963, chiusa nel 1987.

33 anni solo per iniziare i lavori, che si prevede dureranno 7 anni e costeranno 270 milioni di euro. Ma l'esperienza insegna che i tempi e i costi del decommissioning degli impianti nucleari sono SEMPRE MOLTO MAGGIORI di quelli previsti. E qui non parliamo di una grossa o media centrale, ma di un vecchio "reattorino" paragonabile per potenza (220 MW) ai futuri small modular reactors (piccoli reattori modulari). In realtà, come leggiamo, i 7 anni previsti sono relativi solo a una prima parte dei lavori, riguardante la rimozione delle caldaie e la demolizione delle strutture ausiliarie, perché la parte più complessa, delicata e costosa, cioè la demolizione del reattore, potrà iniziare solo DOPO la realizzazione del fantomatico Deposito Nazionale di Rifiuti Radioattivi. Del quale, al momento, nessuno sa né dove né quando verrà costruito. 

 

E poi va dicendo, la più stupida delle galline pisane, che è mio fratello (morto da oltre 18 anni) quello scemo.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Quindi lei crede di parlare anche coi morti, ecco perchè si dimostra la più stupida delle galline pisane.:D

Assolutamente NO. So , però , di sapere con chi parlo quando parlo con te . So di parlare con una tuttascema perdipiù bugiarda . Una Tuttascema che mette in discussione il fatto che abbia una laurea solo per partito preso  e per fare e giustificare una polemica da accattona . Oltretutto senza sapere che il sottoscritto non da nessunissimo valore di una “cosiddetta “ superiorità verso chi non ce l’ha perché io le persone le giudico in base a quel che dicono e dimostrano e non per il titolo di studio . Una tuttascema che “pretenderebbe “ , solo per allungare il brodo della menzogna , che mostrassi al forum sapendo che qualsiasi normodotato qualunque non lo farebbe mai per ovvi motivi . Questo , però, non mi impedirà mai di ringraziare abbastanza  i miei genitori che volevano che la conseguissi e che per mantenermi all’università  hanno fatto tanti sacrifici e che te oltraggiasti quando raccontai l’episodio . Bugiarda perche’ , solo per gli stessi motivi , giura di non aver conseguito nemmeno una licenza di scuola dell’obbligo . Ecco perché ,  con una idio ta e bugiarda del genere , non mi meraviglio affatto che ci venga a raccontare che ha un fratello deceduto a causa delle Olimpiadi di Tokio . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente NO. So , però , di sapere con chi parlo quando parlo con te . Viste le sue capacità di intendimento, ho qualche dubbio.

So di parlare con una tuttascema perdipiù bugiarda . Sono un paio d'anni che le dico di dimostrare le mie bugie, ma finorà non c'è ancora riuscita. Io nei suoi riguardi lo ho dimostrato più volte.

Una Tuttascema che mette in discussione il fatto che abbia una laurea solo per partito preso  e per fare e giustificare una polemica da accattona . Qui noto la solita venuzza sul collo che palpita senza interruzione. Purtroppo è lei che non fa percepire di aver studiato a sufficienza.

 Oltretutto senza sapere che il sottoscritto non da nessunissimo valore di una “cosiddetta “ superiorità verso chi non ce l’ha perché io le persone le giudico in base a quel che dicono e dimostrano e non per il titolo di studio . Già, già, LEI GIUDICA DALL'ALTO DEL SUO SAPERE sentendosi sempre al di sopra di qualsiasi suo interlocutore, in realtà, la sua presunta superiorità è messa in discussione ogni giorno ed è questo che le da fastidio.

 Una tuttascema che “pretenderebbe “ , solo per allungare il brodo della menzogna , che mostrassi al forum sapendo che qualsiasi normodotato qualunque non lo farebbe mai per ovvi motivi . Dubitare della sua monolaurea non significa essere menzogneri, stupida gallina pisana, ma lei, lo riconosca, non è normodotata, quindi può benissimo mostrarcela senza accampare gli ovvi motivi che non ci ha mai spiegato perchè sono ovvi. Anzi dovrebbe mostrarcela perchè già le avevo promesso che avrei abbandonato il forum qualora la esibisse.

 Questo , però, non mi impedirà mai di ringraziare abbastanza  i miei genitori che volevano che la conseguissi e che per mantenermi all’università  hanno fatto tanti sacrifici Ma certo che li deve ringraziare, con o senza monolaurea, anche se questa monolaurea non l'abbiamo ancora vista.

e che te oltraggiasti quando raccontai l’episodio . Questo punto le ho già detto più volte di dimostrarlo e non l'ha mai fatto, quindi la bugiarda è lei stupidissima gallinella pisana.  Io nei confronti dei suoi famigliari  ho usato solo toni elevati in quanto è normale che dei genitori  si sacrifichino per i figli, siano essi intelligenti come i figli della sua genitrice, sia  stupidi come lei fin dalla nascita. Mi ripeto dunque: "dimostri questo oltraggio, o chiuda l'immondo becco"

Bugiarda perche’ , solo per gli stessi motivi , giura di non aver conseguito nemmeno una licenza di scuola dell’obbligo . Anche qui dimostra un'altra volta di essere bugiarda lei, perchè io non ho mai giurato sui miei trascorsi scolastici, ho sempre detto, e lo ripeto, di aver superato solamente la quinta elementare. Se lei, dai miei scritti, deduce che abbia frequentato, tutte o in parte,  le scuole dell'obbligo, ciò è dovuto alla mia intelligenza oppure alla sua incommensurabile stupidità. Ma per sua informazione  posso informarla che ci si può istruire un pochettino anche da autodidatta. Può provarci anche lei, vedrà che qualche miglioramento lo otterrà pure lei, anche se è la più stupida delle galline pisane.

Ecco perché ,  con una idio ta e bugiarda del genere , non mi meraviglio affatto che ci venga a raccontare che ha un fratello deceduto a causa delle Olimpiadi di Tokio . Esilaranti  queste ultime sue righe, pertanto, costringendomi a stare serio le dico: "dimostri quando ho raccontato una cosa del genere? :D:D:D" Sa perchè glielo chiedo? Per un semplice motivo; sempre in questa discussione, qualche post qui sopra, le ho dimostrato che lei sa a malapena leggere e conseguentemente non riesce neppure a capire quello che legge, quindi non si stupisca che abbia dei seri dubbi sulla sua monolaurea.

Augurandole una buona serata, porti i miei ossequi ad Alessandro e ad aria fresca, ricordandole che rimaniamo, tutti, in attesa di vedere questa mitica monolaurea.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come è noto, la Francia, potenza nucleare in declino, è tuttora impantanata nell'unico cantiere aperto da decenni, quello dell'EPR di Flamanville che sarà consegnato, salvo ulteriori ritardi, nel 2023 (era previsto per il 2012) al costo finale astronomico di oltre 19 miliardi di euro (erano previsti 3,3 miliardi). Sulla ripartenza del nucleare francese la cose stanno un po' diversamente da come le racconta il fantasioso pisano. La EDF non ha affatto annunciato 14 nuovi EPR da 1600 MW, ha detto che spera o che le piacerebbe di costruirne 6 e non 14 (it would like to construct six more reactors in France). I 14 reattori sono solo una stima contenuta in uno studio della RTE (l'equivalente francese della nostra Terna, cioè la società che controlla la trasmissione dell'elettricità) secondo il quale questi 14 grandi reattori sarebbero il modo "più economico" per raggiungere l'obiettivo della neutralità climatica nel 2050 da parte della Francia. Roba da matti! Tutti gli studi seri sul costo dell'energia da impianti di nuova costruzione dicono che il nucleare è la fonte di gran lunga più costosa di tutte. Dal canto suo nemmeno Macron ha fatto annunci di nuove centrali, ha detto che vorrebbe essere in grado annunciarne "fino a 6" entro il 2023, cioè non prima del completamento di Flamanville:

https://world-nuclear-news.org/Articles/Macron-says-France-will-construct-new-reactors

Per quanto riguarda l'idrogeno, mi sembra a dir poco discutibile usarlo per giustificare un ruolo del nucleare nella green economy, ovvero immaginare di costruire nuove e costosissime centrali atomiche collegate a un grosso impianto elettrolizzatore per la produzione di idrogeno. Prima di tutto, questo non sarebbe "idrogeno verde" come quello ricavato dalle fonti rinnovabili e pulite, bensì il cosiddetto "idrogeno viola", ricavato da una fonte non rinnovabile e che lascia scorie inquinanti (e radioattive). Inoltre l'elettrolisi dell'acqua non è ancora un processo molto efficiente e il costo dell'idrogeno prodotto è strettamente legato al costo dell'elettricità impiegata. Le ultime e più autorevoli stime del costo medio livellato del MWh elettrico (Lazard) ovvero comprendente i costi di costruzione dei nuovi impianti, vedono il solare fotovoltaico utility scale (cioè da impianti sopra 1 MW di potenza) compreso tra 28 e 41 dollari, l'eolico di terra tra 26 e 50 dollari e il nucleare tra 131 e 204 dollari. Ovvero oggi l'elettricità da nuovi impianti nucleari costa mediamente 4 o 5 volte quella da nuovi impianti solari o eolici. Ma attenzione, Lazard specifica che il costo stimato per il nucleare non comprende il decommissioning delle centrali a fine vita. Inoltre i costi del nucleare sono in crescita, quelli del fotovoltaico e dell'eolico in continua decrescita.

https://www.lazard.com/perspective/levelized-cost-of-energy-levelized-cost-of-storage-and-levelized-cost-of-hydrogen/

A me pare che questi enormi divari, in aggiunta ai problemi ecologici e di sicurezza, non possano giustificare in alcun modo l'impiego del nucleare al posto delle rinnovabili per la produzione di idrogeno senza emissioni di gas serra. Anche se è vero che il nucleare, in questo caso particolare, presenta due vantaggi: essendo una fonte continua (o quasi: anche una centrale atomica ha i suoi periodi di fermo) e non intermittente come solare ed eolico, permette di utilizzare con maggiore efficienza temporale l'elettrolizzatore che oggi è un impianto costoso (lo sarà meno in futuro); inoltre, dato che un reattore nucleare produce anche calore e non solo elettricità, si può implementare un processo di elettrolisi ad alta temperatura, che risulta energeticamente più efficiente. Ma ripeto: questi vantaggi non compensano il maggiore costo dell'elettricità di origine nucleare. L'ideale per la produzione dell'idrogeno verde sembra essere il fotovoltaico di larga scala installato nelle aree assolate e desertiche, come il Sahara e il Medio Oriente. In queste regioni l'irradiazione solare è elevata e presente pressoché per tutto l'anno e fino a 12 e più ore al giorno. L'uso dell'elettrolizzatore è efficiente e il costo dell'elettricità fotovoltaica scende a livelli record. Quest'anno in Arabia Saudita è sceso fino a 9 dollari per MWh! Non a caso proprio in Arabia e in Nordafrica ci sono grossi progetti per la produzione di idrogeno verde (è coinvolta anche la Snam):

https://www.startmag.it/energia/snam-idrogeno-italia-nordafrica-arabia-saudita/

Ma come trasportare l'idrogeno in Europa, e in particolare in Italia che diventerebbe il principale punto di arrivo e di distribuzione? Semplice: si possono usare i gasdotti sottomarini già esistenti ed eventualmente costruirne di nuovi, specifici per l'idrogeno, oppure convertire l'idrogeno in ammoniaca (ammoniaca verde), molto più facile da liquefare e da trasportare via nave senza pericolo di esplosioni. L'ammoniaca verde può essere direttamente usata come combustibile pulito e senza emissioni o come fertilizzante. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/11/2021 in 10:28 , dune-buggi ha scritto:

provate a consultare i siti - energoclub (energopedia) nelle sue varie rubriche e sotto rubriche - il portale del sole (idem) - la banda dei sei (idem) ... cordiali saluti - lunedi ventidue novembre -  

anche il settore finto eolico con i finti certificati verdi merita di essere tenuto a distanza di sicurezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Provate a recarvi su virgilio ge.nio a controllare le numerose risposte all’articolo sotto riportato -

-- Inchiesta sull'eolico, la grande truffa dei certificati verdi e dell'energia rinnovabile, quali i danni? --

La trasmissione Report ha svelato una serie di interessi criminali che si nascondono dietro l'affare eolico, legato alla produzione di energie rinnovabili. Devo ammettere che l'argomento è intricato e non ho capito alcune cose. Qualcuno mi spiega cosa sono i certificati verdi e come si infiltra la criminalità nella produzione di energia pulita? I parchi eolici che spuntano come funghi in Italia sono davvero utili o servono solo ed esclusivamente agli affari dei soliti "pochi"?

Sentite questa inchiesta sui parchi eolici costruiti su mappe catastali false

pescotto2 – virgilio ge.nio - Pubblicata IL 29/11/2010, ORE 12:27 | Aggiornata IL 29/11/2010, ORE 14:26   

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

pescotto2 – virgilio ge.nio - Pubblicata IL 29/11/2010, ORE 12:27 | Aggiornata IL 29/11/2010, ORE 14:26   

 

Pescotto Virgilio ge nio ?? Si chiama così il fratello di rdm ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

30 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Pescotto Virgilio ge nio ?? Si chiama così il fratello di rdm ?? 

Buonasera stupida gallina, dopo questo suo magnifico intervento, in attesa di vedere la sua monolaurea porga gli ossequi ad Alessandro e ad aria fresca.

PS: iniziato il corso per comprendere quello che legge, che dovrebbe aiutarla a non accumulare le figure di mierda quotidiane?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

riportiamo in alto questo bel post avvisando che le parole di colore nero sono della stupida gallina pisana, in blu e rosso le mie.

Assolutamente NO. So , però , di sapere con chi parlo quando parlo con te . Viste le sue capacità di intendimento, ho qualche dubbio. Poco sopra aveva scritto questo:  No no , stavo parlando con tuo fratello scemo e lui , dal podio , mi ha erudito …!! 

So di parlare con una tuttascema perdipiù bugiarda . Sono un paio d'anni che le dico di dimostrare le mie bugie, ma finorà non c'è ancora riuscita. Devo aspettare ancora molto? Io nei suoi riguardi lo ho dimostrato più volte.

Una Tuttascema che mette in discussione il fatto che abbia una laurea solo per partito preso  e per fare e giustificare una polemica da accattona . Qui noto la solita venuzza sul collo che palpita senza interruzione. Purtroppo è lei che non fa percepire di aver studiato a sufficienza.

 Oltretutto senza sapere che il sottoscritto non da nessunissimo valore di una “cosiddetta “ superiorità verso chi non ce l’ha perché io le persone le giudico in base a quel che dicono e dimostrano e non per il titolo di studio . Già, già, LEI GIUDICA DALL'ALTO DEL SUO SAPERE sentendosi sempre al di sopra di qualsiasi suo interlocutore, in realtà, la sua presunta superiorità è messa in discussione ogni giorno  da un semianalfabeta come me  ed è questo che le da fastidio. Fare figure di mierda, lei monolaureata,  scontrandosi con un semianalfabeta come me.

 Una tuttascema che “pretenderebbe “ , solo per allungare il brodo della menzogna , che mostrassi al forum sapendo che qualsiasi normodotato qualunque non lo farebbe mai per ovvi motivi . Dubitare della sua monolaurea non significa essere menzogneri, stupida gallina pisana, ma lei, lo riconosca, non è normodotata, quindi può benissimo mostrarcela senza accampare gli ovvi motivi che non ci ha mai spiegato perchè sono ovvi. Anzi dovrebbe mostrarcela perchè già le avevo promesso che avrei abbandonato il forum qualora la esibisse.

 Questo , però, non mi impedirà mai di ringraziare abbastanza  i miei genitori che volevano che la conseguissi e che per mantenermi all’università  hanno fatto tanti sacrifici Ma certo che li deve ringraziare, con o senza monolaurea, anche se questa monolaurea non l'abbiamo ancora vista.

e che te oltraggiasti quando raccontai l’episodio . Questo punto le ho già detto più volte di dimostrarlo e non l'ha mai fatto, quindi la bugiarda e mistificatrice è lei stupidissima gallinella pisana.  Io nei confronti dei suoi famigliari  ho usato solo toni elevati in quanto è normale che dei genitori  si sacrifichino per i figli, siano essi intelligenti come i figli della sua genitrice, sia  stupidi come lei fin dalla nascita. Mi ripeto dunque: "dimostri questo oltraggio, o chiuda l'immondo becco"

Bugiarda perche’ , solo per gli stessi motivi , giura di non aver conseguito nemmeno una licenza di scuola dell’obbligo . Anche qui dimostra un'altra volta di essere bugiarda lei, perchè io non ho mai giurato sui miei trascorsi scolastici, ho sempre detto, e lo ripeto, di aver superato solamente la quinta elementare. Se lei, dai miei scritti, deduce che abbia frequentato, tutte o in parte,  le scuole dell'obbligo, ciò è dovuto alla mia intelligenza oppure alla sua incommensurabile stupidità. Ma per sua informazione  posso informarla che ci si può istruire un pochettino anche da autodidatta. Può provarci anche lei, vedrà che qualche miglioramento lo otterrà pure lei, anche se è la più stupida delle galline pisane.

Ecco perché ,  con una idio ta e bugiarda del genere , non mi meraviglio affatto che ci venga a raccontare che ha un fratello deceduto a causa delle Olimpiadi di Tokio . Esilaranti  queste ultime sue righe, pertanto, costringendomi a stare serio le dico: "dimostri quando ho raccontato una cosa del genere? :D:D:D" Sa perchè glielo chiedo? Per un semplice motivo; sempre in questa discussione, qualche post qui sopra, le ho dimostrato che lei sa a malapena leggere e conseguentemente non riesce neppure a capire quello che legge, quindi non si stupisca che abbia dei seri dubbi sulla sua monolaurea.

Augurandole una buona serata, porti i miei ossequi ad Alessandro e ad aria fresca, ricordandole che rimaniamo, tutti, in attesa di vedere questa mitica monolaurea.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963