Rientro con Bufala del Cazzaro Napoletano Fosforo

Inviata (modificato)

8 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Dato che il forum è infestato da una spia costantemente in agguato per segnalarci alla Polizia Postale (prove tecniche di regime piddino?) o alla segreteria del politicante di turno che osiamo criticare o mettere alla berlina (in modo educato, proporzionato e motivato), è opportuno cautelarsi e precisare fin da subito. Il titolo di questa discussione non è un epiteto rivolto all'ex ministro del Lavoro del governo Berlusconi, Maurizio Sacconi. É solo un suggerimento, tra i tanti possibili, agli studenti italiani umiliati e offesi da questo personaggio che tuttora presiede la Commissione Lavoro del Senato e che in una tavola rotonda al prestigioso istituto Sant'Anna di Pisa ha detto: 

"Credo sia cosa buona e giusta che gli studenti vadano a friggere da McDonald's nell'alternanza scuola lavoro".

Egregio senatore, ci vada lei, o ci mandi i suoi figli a friggere patatine gratis e a pulire gratis i tavoli (o i cessi) per una multinazionale americana. 

In un italiano un po' zoppicante l'ex ministro ha aggiunto:

"Non bisogna chiudersi nelle aule, ma apprendere anche nelle situazioni di compito (?!). Non si apprende certo il calore (sic) di una macchina che frigge leggendo delle slide all'interno di un'aula". 

Egregio senatore, ma perché mai uno studente del liceo classico, o uno che studia per diventare ragioniere o perito informatico, dovrebbe "apprendere il calore di una macchina che frigge"? Con tutto il rispetto, per certi lavori  basta e avanza la terza media. Perché dovrebbe sottrarre, friggendo patatine o servendo hamburger, centinaia di ore allo studio e all'apprendimento  della Letteratura, della Storia, della Filosofia, dei linguaggi di programmazione, dell'Economia, etc.? E poi, perché dovrebbe farlo gratis? Questa alternanza obbligatoria scuola-lavoro, fatta (con i piedi) dal centrosinistra ma che piace molto anche alla destra, non è solo, per gran parte degli studenti, una grossa perdita di tempo: è anche un sopruso e uno sfruttamentobello e buono. Naturalmente c'è chi ci ha il suo bellissimo tornaconto. Per esempio, il colosso McDonald's che, in base a un accordo con il nostro ministero del Fast Food, pardon il nostro ministero dell'Istruzione, metterà dietro al bancone a servire hamburger, tra il 2016 e il 2019, la bellezza di 30.000 studenti delle scuole superiori italiane. Un esercito di friggitori coatti a costo zero! Niente stipendio e niente contributi, che pacchia! Immaginatevi quante migliaia di lavoratori salariati, specie precari, il colosso USA potrà licenziare (o evitare di assumere) grazie alla manodopera minorile gentilmente messa a disposizione dal governo italiano. E qualche beota pensa ancora che il Pd sia un partito di sinistra? Roba da matti! 

E veniamo al mio personale suggerimento agli studenti. Si tratta di una forma di protesta molto civile, pacifica ed ecologica, che negli ultimi anni ha avuto varie sperimentazioni (specie contro Bankitalia, ma anche contro Oscar Farinetti, guarda caso un altro del settore food) ma non si è ancora definitivamente affermata. In poche parole: si riempiono dei sacchi di letame, preferibilmente fresco, e li si va a svuotare presso la sede o la residenza di chi è oggetto della protesta. Cari studenti, armatevi di sacconi di letame, possibilmente fresco, e andate a omaggiare il senatore Sacconi. Ma se ne avanza qualcuno, non fate torto alla ministra dell'Istruzione e omaggiate pure lei. La sede del ministero la conoscete. Ma soprattutto, il 4 marzo, quelli di voi che hanno già 18 anni, votate compatti per mandarli una volta per sempre a farsi friggere l'ex ministro Sacconi, la ministra Fedeli, il Pd, Renzusconi e tutti gli incapaci e incompetenti che vi mandano a pelare e a friggere patate, gratis, con la leggiaccia della cosiddetta Buona Scuola. 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/23/alternanza-scuola-lavoro-sacconi-cosa-buona-e-giusta-che-i-giovani-vadano-a-friggere-da-mcdonalds/4111631/

Poteva o non poteva , il Cazzaro Napoletano Fosforo , dopo qualche giorno di assenza , non rientrare nel forum accompagnato dalla solita fanfara di cazza.te ?? Certo che no !! Ed allora , di prima mattina corre ad acquistare il Falso Quotidiano ,per prendere uno spunto. Lo trova !! L’imput glielo da le parole dell’ex ministro del lavoro Sacconi che , invitato dalla prestigiosa scuola superiore universitaria di Pisa Sant’Anna,  un istituto in cui Fosforo sarebbe adibito, vista la sua alta specializzazione relativa alla pulizia dei cessi domestici , al riassetto dei bagni posti al primo e secondo piano della struttura stessa . Ecco quindi che una battuta “ I ragazzi debbono sentire l’olio che frigge “ , inteso che fare esperienze di lavoro in aziende vere ha più valenza che in una aula scolastica , il Cazzaro Fosforo fa diventare “l’olio che frigge “ quello di Mc Donald’s e da qui innesta il solito pistolotto condito dalla solita miriade di bufale un tanto al chilo compreso la “lotta di classe “, lo “sfruttamento dell’uomo sull’uomo”. Il finale , questa volta e’ comico : Il Cazzaro Fosforo , alla fine della sua dotta “conferenza” , espone con dovizia di particolari , un modo nuovo ed originale di guerriglia urbana sperando che alcuni collettivi studenteschi sulla falsariga degli anni 80 possa metterlo in pratica già dalle prossime manifestazioni .  Veniamo quindi, adesso , a spiegare un po’ di cosa si tratta , gli scopi che si propone. Non prima , però , di comunicare che detto provvedimento e’ già operante in Europa dalla fine degli anni 90 primi anni 2000. Noi arriviamo buon quasi ultimi ma , meno male ci ha pensato Renzi ed il suo governo a rimetterci al passo ed in linea con l’Europa.  L’Alternanza , non è uno stage, un tirocinio, un apprendistato. E’ un momento in cui si impara, fuori da scuola ed anche attraverso la pratica, quello che serve ad arricchire il percorso di crescita e le competenze di studentesse e studenti, è una modalità didattica innovativa e preziosa, che deve essere elemento di qualità dei percorsi di istruzione, per tutte e per tutti. Naturalmente queste parole debbono essere riempite di contenuti ed ecco quindi laCarta dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza, prevista dalla legge 107 del 2015, che viene pubblicata sul sito del MIUR  e che è stata scritta assieme alle rappresentanze studentesche. La Carta garantirà: l’accesso a una formazione personalizzata e coerente con il piano di studi, da svolgere in un ambiente di qualità, con obiettivi di apprendimento chiari; un’informazione completa sul progetto, che deve prevedere un tutor scolastico e uno nella struttura ospitante, per seguire studentesse e studenti passo dopo passo; la formazione sulla normativa sanitaria e sulla sicurezza sul lavoro; il diritto ad esprimere un giudizio sull’efficacia e sulla coerenza del percorso. La piattaforma on line per l’Alternanza per semplificare la gestione quotidiana, il monitoraggio e la valutazione dell’Alternanza da parte di studentesse e studenti, scuole e strutture ospitanti. Sarà una piazza virtuale che favorirà l’incontro tra domanda e offerta di Alternanza. Uno spazio dove studentesse e studenti potranno seguire un corso on line di formazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro realizzato con INAIL. Sarà presto disponibile anche il modulo di formazione obbligatoria sui diritti dei lavoratori e delle lavoratrici che sarà predisposto dal MIUR, in collaborazione con il Ministero del Lavoro. Ci sarà pure una sorta di “bottone rosso “ che permetterà a studentesse e studenti di segnalare le criticità che impediscono il corretto svolgimento dei percorsi. Tutto il processo sarà tracciato, trasparente e avrà tempi chiari, in modo da fornire un supporto alle scuole nella gestione delle esperienze e uno strumento di tutela a fronte di irregolarità e criticità.  Vi e’ pure una task force nazionale per l’Alternanza che sarà composta da 110 docenti comandati e dirigenti dell’amministrazione, attivi presso gli USR (100) e la struttura centrale del Ministero (10). Servirà per gestire e risolvere le *** di studentesse e studenti arrivate attraverso il bottone rosso.  Ancora , saranno 1000 i tutor ANPAL che sosterranno le scuole nella costruzione di reti territoriali per l’Alternanza, 250 sono operativi da subito e gli altri si aggiungeranno via via. Esiste poi un patto di integrità che dovranno sottoscrivere le strutture ospitanti per poter attivare le convenzioni con le scuole, garantendo il rispetto della normativa fiscale e anticorruzione. Ancora opererà il rafforzamento della formazione per le docenti e i docenti che svolgono le funzioni di tutor dedicati all’Alternanza, perché offrano percorsi e *** sempre migliori a studentesse e studenti. Infine ci sarà Un Osservatorio Nazionale per l’Alternanza Scuola-Lavoro di qualità che sarà istituito presso il MIUR e avrà il compito di monitorare l’evoluzione qualitativa dei percorsi di Alternanza.  Detto ciò , certo di aver ristabilito la verità e spazzato via le puzzolenti bufale emesse dal rientrante Cazzaro Fosforo , ovviamente non mi aspetto che il Bufalaro possa contestare niente di quel che ho detto perché la verità non si contesta se non con altre bufale . Rimango quindi in attesa di altre decorazioni di caga.te del Cazzaro , specializzato e potente divulgatore delle stesse . Saluti 

Modificato da mark525252

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora