si,è l'unica strada da percorrere..alla facciaccia dei gretini

“Siamo circondati da centrali, perché non possiamo fare come la Francia, o come la Slovenia?”. Così Matteo Salvini, durante la conferenza stampa tenuta per presentare le proposte della Lega alla legge di Bilancio, torna a proporre il nucleare per l’Italia. Lo fa dopo aver annunciato, alcuni giorni fa via Facebook, una proposta di legge apposita da parte del suo partito. Proposta che ancora non è stata resa nota nel dettaglio, ma che il leader leghista evidentemente intende approntare al più presto. Sempre su Facebook, oggi Salvini rilancia: “Ragioniamo sull’energia nucleare, verde e pulita, anche per sopperire all’aumento delle bollette (l’Italia è tra i Paesi più colpiti dal rincaro)”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

29 messaggi in questa discussione

Poiché nessuno vuole la centrale nucleare vicino a casa sua, approfittiamo della situazione a noi favorevole di essere circondati: comperiamo l'energia elettrica dalle centrali che ci circondano.

Così facendo nessun italiano avrà l'amara sorpresa di trovarsi dall'oggi al domani, una centrale nucleare davanti la porta di casa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Poiché nessuno vuole la centrale nucleare vicino a casa sua, approfittiamo della situazione a noi favorevole di essere circondati: comperiamo l'energia elettrica dalle centrali che ci circondano.

Così facendo nessun italiano avrà l'amara sorpresa di trovarsi dall'oggi al domani, una centrale nucleare davanti la porta di casa.

Se lo dice Salvini che è plurilaureato in fisica non ci sono problemi,la domanda resta la stessa ma  c'e o ci fa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, director12 ha scritto:

Salvini rilancia: “Ragioniamo

le ragioni delle sue ridicolaggini....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, director12 ha scritto:

 Sempre su Facebook, oggi Salvini rilancia: “Ragioniamo sull’energia nucleare, verde e pulita, anche per sopperire all’aumento delle bollette (l’Italia è tra i Paesi più colpiti dal rincaro)”.

Salvini mi fa venire in mente un mio vecchio amico del liceo che mise incinta una compagna di classe poco prima degli esami di maturità. Si presentò dai genitori di lei dichiarandosi pronto a sposarla. Questi ovviamente gli chiesero: hai un lavoro? Risposta: no. Hai una rendita? No. La tua famiglia è benestante? No, mio padre è disoccupato e mia madre fa la sarta in nero. Ti cerchi un lavoro subito dopo la maturità? No: mi iscrivo a medicina, mi specializzo e mi apro uno studio da oculista. 

Si rende conto Salvini che dal momento in cui si cominciasse a "ragionare", in Italia, sul ritorno al nucleare, fino al primo kWh erogato dalla prima centrale, passerebbero nella migliore delle ipotesi 15 anni? Ma molto più probabilmente 20 o più. E intanto come sopperiamo all'aumento delle bollette? La Francia, il paese più nuclearizzato del mondo, oggi ha 56 reattori nucleari operativi. La centrale più recente è quella di Civaux, che comprende due unità operative da 1450 MW l'una. Come leggiamo su Wiki, la decisione di impiantare una centrale atomica a Civaux fu presa nel 1980. Il permesso di costruire fu rilasciato nel 1987. I lavori iniziarono nel 1988 per il primo reattore, nel 1991 per il secondo. Il completamento dei lavori con l'allacciamento alla rete avvenne nel 1997 per l'unità 1, nel 1999 per l'unità 2. La messa in servizio commerciale scattò per ambedue le unità nel 2002. Ovvero 22 anni dopo la delibera (che è già uno step successivo al "ragionamento" di Salvini). E la Francia ha un'esperienza e una tecnologia nel settore del nucleare civile che oggi noi non ci sogniamo neppure.

https://fr.wikipedia.org/wiki/Centrale_nucléaire_de_Civaux

Dopo la centrale di Civaux il primo e tuttora unico cantiere nucleare aperto in Francia risale al 2007 ed è quello dell'unità 3 della centrale di Flamanville. Un reattore EPR di terza generazione avanzata da 1650 MW, ben più complesso dei due PWR di Civaux. Il "ragionamento" su Flamanville3 iniziò nel 2002. Si prevedeva il completamento dei lavori per il 2012 con un preventivo di 3,3 miliardi di euro. Dopo una serie di problemi e di rinvii, oggi la consegna è attesa "al più tardi" nel 2023 (ma nessuno ci crede) a un costo di oltre 19 miliardi.

Insomma: i tempi del nucleare sono biblici e i costi sono astronomici (oggi i più alti tra tutte le fonti energetiche, rinnovabili e non). Quindi la logica ci dice che il nucleare è da scartare per la transizione ecologica (i cui primi traguardi sono fissati per il 2030), figuriamoci se possiamo farci affidamento per sopperire agli aumenti delle bollette. Roba da matti! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ed invece , Salvini , su questo tema , ha perfettamente ragione . Soltanto un ebe te può pensare che siccome lo dice Salvini , Salvini ha torto a prescindere. Chi invece ha torto marcio , al punto che in un paese serio e non in quello di pulcinella come l’Italia, e’ l’idio ta che scrive proprio sopra , conosciuto e riconosciuto come il Cazzaro di Napoli . Un pericoloso “criminale” che sparge mer da sul forum teorizzando una decimazione umana dell’individuo ed una decrescita infinita e che sbraita un abbassamento della CO2 senza usufruire del nucleare . Andrebbe prelevato nottetempo e portato in un carcere di massima sicurezza a tenere lezioni di “tuttismo” per almeno 10 anni ai propri compagni di cella . Sono circa 30 anni ( 10 prima che nascesse Greta ) che il mondo si propone il contrasto ai cambiamenti climatici, identificati con gli effetti riscaldanti delle emissioni di CO2. 30 anni : il tempo di una generazione.  Quando si legge che sono i ragazzi o Greta che hanno imposto il  tema del clima all'odg, si dice una colossale bugia a cui possono credere solo gli storioni .  Ai tempi del Protocollo di Kyoto, Greta non era neppure nata. Dov'e', invece,  il problema che questi talebani del clima  che inseguono la protesta non vedono? Nel  trentanni alle nostre spalle, gli allarmi sul clima sono cresciuti, ma le emissioni di gas serra sono, sempre e inesorabilmente, aumentati. E non perche' i governi fossero insensibili agli allarmi. Troppo facile ridurre tutto alla volonta' dei singoli Sati. La verita' e che esiste una "trappola della CO2", che i demagoghi fingono di non vedere: i gas serra si abbassano solo quando si decresce e si abbassa pure lo sviluppo. E da questo circolo vizioso non se ne esce se non abituandoci , fin da subito , ad abitare sulle palafitte , abolendo il lavoro , gli scambi commerciali , la moneta , i rapporti sociali , i trasporti etc etc . Non e’ un caso che la piu' significativa ( ed unica in 30 anni) decrescita della CO2 si e' verificata solo col Covid e così come la decrescita economica del 2019 e del 2020. Ecco quello che non si vuole vedere. Ed e’ bene che coloro che “tutto sommato il Cazzaro napoletano afferma cose di buonsenso “ , sappiano che con le sue ricette , nel giro di pochi mesi,  ci pentiremmo amaramente della strada imboccata . Rimpiangeremmo il più duro dei lockdown!! Non e' affatto facile conciliare crescita e taglio delle emissioni. Inutile prendersela con caio , tizio e Sempronio !! Nessun  paese ( neanche Europa ed Usa) puo' rinunciare al Pil in nome delle minori emissioni. Sarebbe come dire: "morire di inedia per non morire di emissioni". In realta', una scelta impossibile !!  E' strano che i ragazzi occidentali di oggi non percepiscano il sottile conflitto di classe che sta dietro la disputa sulle emissioni: miliardi di persone la ritengono la pretesa di noi "ricchi arrivati" di voler impedire ad altri, meno fortunati, di accedere ai nostri livelli di consumo e ricchezza energetica. Clima e sviluppo sono, allora, destinati ad essere in irrisolubile conflitto? Affatto. Dovremmo tutti prendere lezioni dalla scienza ed abbandonare gli sciamani come il Cazzaro di Napoli al suo destino . Mentre la retorica mediatica parla di "fallimento", le conclusioni del G20 indicano il sogno che si realizza.   Semplicemente si ritiene , con saggezza,  che alla disputa,  assurda e inutile, delle date finali ( 2050, 2060 o 2070) sia piu' utile e pratico sostituire le  cose da fare. Intanto uscire dal carbone ( che pero', cari forumisti seri e non ) si puo' chiudere solo con il nucleare, ed e’ bene saperlo), il sostegno finanziario ai paesi in difficolta' per de-carbonizzarsi, la ricerca comune delle tecnologie per la transizione energetica, l'impegno per riforestare la Terra. Una grande conquista !! Vorrei aggiungere “di sinistra”. Un socialista della fine dell'800, un maestro del riformismo , così diceva :” il movimento ( fare le cose) e' tutto, il fine ( nel nostro caso, le date) e' nulla". E' cosi' anche per il clima e non saranno gli idio ti che ci vogliono far tornare indietro di qualche millennio che lo potranno impedire. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci penserà la natura a farci cambiare idea se non vogliamo adattarci ad una decrescita (in)felice, stupida gallina pisana.

O pensa che possiamo continuare a crescere all'infinito, costruendo centrali nucleari che non producono, secondo lei, nessun tipo di inquinamento?

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Salvini mi fa venire in mente un mio vecchio amico del liceo che mise incinta una compagna di classe poco prima degli esami di maturità. Si presentò dai genitori di lei dichiarandosi pronto a sposarla. Questi ovviamente gli chiesero: hai un lavoro? Risposta: no. Hai una rendita? No. La tua famiglia è benestante? No, mio padre è disoccupato e mia madre fa la sarta in nero. Ti cerchi un lavoro subito dopo la maturità? No: mi iscrivo a medicina, mi specializzo e mi apro uno studio da oculista. 

Si rende conto Salvini che dal momento in cui si cominciasse a "ragionare", in Italia, sul ritorno al nucleare, fino al primo kWh erogato dalla prima centrale, passerebbero nella migliore delle ipotesi 15 anni? Ma molto più probabilmente 20 o più. E intanto come sopperiamo all'aumento delle bollette? La Francia, il paese più nuclearizzato del mondo, oggi ha 56 reattori nucleari operativi. La centrale più recente è quella di Civaux, che comprende due unità operative da 1450 MW l'una. Come leggiamo su Wiki, la decisione di impiantare una centrale atomica a Civaux fu presa nel 1980. Il permesso di costruire fu rilasciato nel 1987. I lavori iniziarono nel 1988 per il primo reattore, nel 1991 per il secondo. Il completamento dei lavori con l'allacciamento alla rete avvenne nel 1997 per l'unità 1, nel 1999 per l'unità 2. La messa in servizio commerciale scattò per ambedue le unità nel 2002. Ovvero 22 anni dopo la delibera (che è già uno step successivo al "ragionamento" di Salvini). E la Francia ha un'esperienza e una tecnologia nel settore del nucleare civile che oggi noi non ci sogniamo neppure.

https://fr.wikipedia.org/wiki/Centrale_nucléaire_de_Civaux

Dopo la centrale di Civaux il primo e tuttora unico cantiere nucleare aperto in Francia risale al 2007 ed è quello dell'unità 3 della centrale di Flamanville. Un reattore EPR di terza generazione avanzata da 1650 MW, ben più complesso dei due PWR di Civaux. Il "ragionamento" su Flamanville3 iniziò nel 2002. Si prevedeva il completamento dei lavori per il 2012 con un preventivo di 3,3 miliardi di euro. Dopo una serie di problemi e di rinvii, oggi la consegna è attesa "al più tardi" nel 2023 (ma nessuno ci crede) a un costo di oltre 19 miliardi.

Insomma: i tempi del nucleare sono biblici e i costi sono astronomici (oggi i più alti tra tutte le fonti energetiche, rinnovabili e non). Quindi la logica ci dice che il nucleare è da scartare per la transizione ecologica (i cui primi traguardi sono fissati per il 2030), figuriamoci se possiamo farci affidamento per sopperire agli aumenti delle bollette. Roba da matti! 

Scusate - per quale motivo le uniche due voci libere in questa rubrica sono quelle di Fosforo e di Vincent ... domanda -   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ci penserà la natura a farci cambiare idea se non vogliamo adattarci ad una decrescita (in)felice, stupida gallina pisana.

O pensa che possiamo continuare a crescere all'infinito, costruendo centrali nucleari che non producono, secondo lei, nessun tipo di inquinamento?

 

 

 

E’ meglio che tu illustri al forum il frutto della tua dignitosa attività lavorativa che si espleta tra mungiture e cacche varie. Lascia perdere, questo e’ un argomento serio .                                                                         P.S. Sarebbe interessante che tu indicassi al forum dove avrei scritto che bisogna costruire nuove centrali nucleari inquinanti . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

forse qualcuno dovrebbe reendersi conto che sarabbe comunque l'unica soluzione, crescere o non crescere... e forse qualcuno , sempre alla ricarca di notizie in rete da postare come assolute verità dovrenne prima discernere di quale tipo di energia nucleare si stia parlando

fissione o fusione e forse potrebbe anche rendersi conto che la fissione è decisamente un anergia pulita enche  se per il momentio difficile da attuare ma la sola possibilità per un futuro non di crescita ma di sopravvivenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, san_rien ha scritto:

forse qualcuno dovrebbe reendersi conto che sarabbe comunque l'unica soluzione, crescere o non crescere... e forse qualcuno , sempre alla ricarca di notizie in rete da postare come assolute verità dovrenne prima discernere di quale tipo di energia nucleare si stia parlando

fissione o fusione e forse potrebbe anche rendersi conto che la fissione è decisamente un anergia pulita enche  se per il momentio difficile da attuare ma la sola possibilità per un futuro non di crescita ma di sopravvivenza.

Per cortesia chiamate la neuro … la fissione lo ha già dimostrato di essere un bidone. La fusione è in fase di conferma di esserlo (un bidone). Le diverse prove di laboratorio hanno confermato che l’energia necessaria a costruire e fare funzionare una centrale a fusione, è molto superiore all’energia ottenuta. Quindi bilancio negativo. Sarebbe come produrre biscotti che costano dieci ma ne valgono sette. Rimane poi il problema della smaltimento della centrale a fine vita. Quindi ulteriori spese. Carissimo novellino (non nel senso di biscotto novellino, ma di nuovo arrivato) ti invito alla diga del Vajont per un bel salto nel vuoto, senza elastico di sicurezza.   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, mark222220 ha scritto:

E’ meglio che tu illustri al forum il frutto della tua dignitosa attività lavorativa che si espleta tra mungiture e cacche varie. Lascia perdere, questo e’ un argomento serio .                                                                         P.S. Sarebbe interessante che tu indicassi al forum dove avrei scritto che bisogna costruire nuove centrali nucleari inquinanti . 

Dando ragione a Salvini che auspica il nucleare  come Francia e Slovenia è come lo avesse scritto pure lei, stupida gallina pisana.

Lei ci illustri la sua fantomatica monolaurea che poi ci facciamo ancora due risate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Per cortesia chiamate la neuro … la fissione lo ha già dimostrato di essere un bidone. La fusione è in fase di conferma di esserlo (un bidone). Le diverse prove di laboratorio hanno confermato che l’energia necessaria a costruire e fare funzionare una centrale a fusione, è molto superiore all’energia ottenuta. Quindi bilancio negativo. Sarebbe come produrre biscotti che costano dieci ma ne valgono sette. Rimane poi il problema della smaltimento della centrale a fine vita. Quindi ulteriori spese. Carissimo novellino (non nel senso di biscotto novellino, ma di nuovo arrivato) ti invito alla diga del Vajont per un bel salto nel vuoto, senza elastico di sicurezza.   

11 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Poiché nessuno vuole la centrale nucleare vicino a casa sua, approfittiamo della situazione a noi favorevole di essere circondati: comperiamo l'energia elettrica dalle centrali che ci circondano.

Così facendo nessun italiano avrà l'amara sorpresa di trovarsi dall'oggi al domani, una centrale nucleare davanti la porta di casa.

Premesso che sono ignorante in materia ,perché in un paese con 9 mesi di sole annui non puntare al fotovoltaico?

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Dando ragione a Salvini che auspica il nucleare  come Francia e Slovenia è come lo avesse scritto pure lei, stupida gallina pisana.

Lei ci illustri la sua fantomatica monolaurea che poi ci facciamo ancora due risate.

 

Lasciamo perdere le elucubrazioni della povera Sanchina alla quale consiglio di inforcare gli stivali , dotarsi di ramazza e proseguire il necessario lavoro che magistralmente espleta nella stalla di sua pertinenza . Dico solo che quando penso ad energia nucleare , e credo lo dicesse pure Salvini , mi riferisco a nuove centrali nucleari pulite e senza scorie . Impianti la cui reazione naturale sarà quella di attingere quel che alimenta il sole e tutte le stelle . Quindi un processo più che pulito basato sulla fusione termonucleare e che rappresenteranno le centrali nucleari del futuro .  Una nuova frontiera tecnologica su cui e’ incentrata la ricerca di molti paesi nel mondo (tra cui l’Italia, nda).  Affiancata alle fonti rinnovabili, la fusione termonucleare potra’ significativamente contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici. Certo  bisognerà attendere 10 anni di test ma il progetto si chiuderà e potranno partire le centrali commerciali senza che la vita di ognuno di noi sia “sconvolta “ come anelano impareggiabili Cazzari di Napoli e non . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La gallina pisana monolaureata ha detto la sua.

Aspettiamo dieci anni in modo che completino i test, la natura intanto, da milioni di anni, sa come sfruttare l'energia solare, quella del vento e quella delle acque e perfino la kakka delle mucche e di qualsiasi altro animale a quattro o due gambe come gli uccelli e le galline.

Ma si, aspettiamo 10 anni  per i test, poi aspettiamo gli altri 15 o 20 per la costruzione delle centrali e poi l'astuta gallina pisana ci racconterà che il risultato, se ci sarà, è merito di Leopoldino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per la verità io mi aspetto solo che sia messo in pratica quel che dicono gli scienziati . Se ci sarà da aspettare 10 anni , aspetteremo . Sai , tuttascema , io propendo più per la scienza rispetto ad una povera bovara richiusa in una stalla a ramazzare le cacche delle vacche e di quel che , sempre bovinamente parlando , afferma un Cazzaro poveretto dal sesto piano di un condomino di Napoli che , pur avendo l’ascensore, non lo prende ritenendo che prendendolo possa ammalarsi di COVID . Senti te che livello !! Per la verità una cosa me la aspetto . Che tu , come hai promesso  da oltre dieci ore , ci spieghi la differenza tra le banderuole Mastella /Ciampolillo e quelle Razzi/Scilipoti . Che non ci spiegherai , però’ . E non lo farai perché sei una tuttascema che ami stare a bocca aperta ma quando richiestoti di spiegare quel che affermi ti ca ghi tutta tutta nel tanghino. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Carissimo novellino (non nel senso di biscotto novellino, ma di nuovo arrivato) ti invito alla diga del Vajont per un bel salto nel vuoto, senza elastico di sicurezza.   

Ecco di nuovo il destrorso beone che augura la morte al prossimo. Stavolta per un solo post che non condivide...

Questo soggetto poi si lamenta che lo insulto, incredibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Per la verità io mi aspetto solo che sia messo in pratica quel che dicono gli scienziati . Se ci sarà da aspettare 10 anni , aspetteremo . Sai , tuttascema , io propendo più per la scienza rispetto ad una povera bovara richiusa in una stalla a ramazzare le cacche delle vacche e di quel che , sempre bovinamente parlando , afferma un Cazzaro poveretto dal sesto piano di un condomino di Napoli che , pur avendo l’ascensore, non lo prende ritenendo che prendendolo possa ammalarsi di COVID . Senti te che livello !! Per la verità una cosa me la aspetto . Che tu , come hai promesso  da oltre dieci ore , ci spieghi la differenza tra le banderuole Mastella /Ciampolillo e quelle Razzi/Scilipoti . Che non ci spiegherai , però’ . E non lo farai perché sei una tuttascema che ami stare a bocca aperta ma quando richiestoti di spiegare quel che affermi ti ca ghi tutta tutta nel tanghino. 

Poveraccia di una stupida gallinella anche oggi, skagazzando e starnazzanndo, annuncia che è lei ad aver fatto l'ovetto più bello che c'è.

Se non fosse una gallina così stupida, saprebbe che sono proprio gli scienziati ad invocare il controllo del CO2, e quindi di ridurre drasticamente i consumi provenienti da combustibili fossili, quindi, non deve dire a me che lei preferisce affidarsi agli scienziati piuttosto che a un contadino, come se questo contadino, non portasse avanti le tesi di altri scienziati.

Ma tant'è, da una gallina non ci si può aspettare sia in grado di fare un ragionamento.

PS: Se non fosse,  oltre che stupida anche 222330 volte ebe.te, si sarebbe già accorta che le ho risposto su Mastella e compagnia bella, ma come ho detto in precedenza, le galline preferiscono cercare lombrichi sul lung'Arno piuttosto che ragionare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Per cortesia chiamate la neuro … la fissione lo ha già dimostrato di essere un bidone. La fusione è in fase di conferma di esserlo (un bidone). Le diverse prove di laboratorio hanno confermato che l’energia necessaria a costruire e fare funzionare una centrale a fusione, è molto superiore all’energia ottenuta. Quindi bilancio negativo. Sarebbe come produrre biscotti che costano dieci ma ne valgono sette. Rimane poi il problema della smaltimento della centrale a fine vita. Quindi ulteriori spese. Carissimo novellino (non nel senso di biscotto novellino, ma di nuovo arrivato) ti invito alla diga del Vajont per un bel salto nel vuoto, senza elastico di sicurezza.   

Fusione nucleare, in California l'esperimento che sbalordisce - HDblog.it

così tanto per chiarire. 

ps. immagino che tu su quelle diga ci sia gia stato, e questo è il risultato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Poveraccia di una stupida gallinella anche oggi, skagazzando e starnazzanndo, annuncia che è lei ad aver fatto l'ovetto più bello che c'è.

 

PS: Se non fosse,  oltre che stupida anche 222330 volte ebe.te, si sarebbe già accorta che le ho risposto su Mastella e compagnia bella, ma come ho detto in precedenza, le galline preferiscono cercare lombrichi sul lung'Arno piuttosto che ragionare.

Mi deve essere sfuggito . Mi faresti una grossa cortesia se tu potessi ripetere come , quando e dove . Anticipatamente ringrazio …!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Mi deve essere sfuggito . Mi faresti una grossa cortesia se tu potessi ripetere come , quando e dove . Anticipatamente ringrazio …!! 

Farò di più. Invece che dirle come dove e quando, come facevo da bambino quando rigiravo le zolle di terra perché le galline trovassero i lombrichi con cui cibarsi, la invito invece a far mente locale ( un modo per sollecitare i neuroni e le sinapsi a fare il loro dovere, invece che pensare solo ai lombrichi) a pensare a tutte le kagate emesse ieri pomeriggio e vedrà che prima o poi ne verrà a capo.

Pensare alle kagate di ieri le avrebbe evitato di scrivere ulteriori kagate oggi.

Buonagiornata e ossequi ad Alessandro e ad aria fresca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come era facilmente pronosticabile , la tuttascema Sanchina , onorando gli epiteti a lei rivolti dalla maggioranza assoluta del forum , la butta in caciara e non risponde a : 1) Come 2) Quando 3) Dove .  Ammetterò che un lieve sospetto che sarebbe finita così  era stato messo in preventivo. Mentre in lontananza si odono le grida di giubilo della famiglia di Sancha risata per aver messo al mondo uno spostato ed una tuttascema , una troupe televisiva, per la 338esima  volta ,  riprende la scena del fratello picchiatello che sale nuovamente sul podio tra i frizzi ed i lazzi del popolo festante della Valsugana. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, mark222220 ha scritto:

Come era facilmente pronosticabile , la tuttascema Sanchina , onorando gli epiteti a lei rivolti dalla maggioranza assoluta del forum , la butta in caciara e non risponde a : 1) Come 2) Quando 3) Dove .  Ammetterò che un lieve sospetto che sarebbe finita così  era stato messo in preventivo. Mentre in lontananza si odono le grida di giubilo della famiglia di Sancha risata per aver messo al mondo uno spostato ed una tuttascema , una troupe televisiva, per la 338esima  volta ,  riprende la scena del fratello picchiatello che sale nuovamente sul podio tra i frizzi ed i lazzi del popolo festante della Valsugana. 

Stupida gallina pisana lei è più stupida di una gallina pisana stupida.

Come, quando, dove?

Come? Come si fa da quando si frequenta il forum. Scrivendo

Quando? Proprio ieri sera, probabilmente quando lei era in preda ai fumi del Tavernello.

Dove? Esattamente nel forum dove lei ha scritto: "Ah....! Perché???"

Non sa dove lo ha scritto?

Se non sa e non  ricorda dove, provi a rivolgere una richiesta di aiuto ai figli intelligenti della sua genitrice sconvolta per aver messo al mondo anche una stupida gallina 222340 volte ebete come lei.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, san_rien ha scritto:

Fusione nucleare, in California l'esperimento che sbalordisce - HDblog.it

così tanto per chiarire. 

ps. immagino che tu su quelle diga ci sia gia stato, e questo è il risultato.

Prima di tutto, benvenuto nel forum.

Poi ti faccio sommessamente notare che gli 1,3 milioni di joule di cui si parla nell'articolo non sono un'energia sbalorditiva. Sono grosso modo l'energia consumata da un ferro da stiro impiegato a media potenza per una ventina di minuti. Inoltre l'articolo non specifica bene a cosa si riferisce quel rendimento (o efficienza) del 70%. Il calore prodotto dalle fusioni nucleari innescate dagli impulsi laser (della durata di 20 nanosecondi) è pari 1,3 megajoule che sono circa il 70% dell'energia (elettromagnetica) degli impulsi stessi, pari a 1,9 megajoule. Ma l'energia effettiva che alimenta i laser (per il "pompaggio" del mezzo attivo, ovvero per realizzare l'inversione di popolazione tra i livelli atomici) e che alimenta gli apparati accessori è molto maggiore. Tipicamente un laser a impulsi ultracorti ha un'efficienza intorno al 10%. Quindi possiamo dedurre che l'efficienza energetica ottenuta nell'esperimento al Lawrence Livermore è intorno al 7%. È un record ma siamo ancora molto lontani dai valori desiderabili in una vera centrale elettrica a fusione. Tenendo conto che la fusione nucleare produce calore ma questo va a sua volta convertito in elettricità - e qui il rendimento di conversione è intorno al 40% - deduciamo che servirebbe un rendimento pari al 250% solo per avere un pareggio tra l'elettricità che alimenta i laser e l'elettricità erogata in uscita. 

Insomma, la strada da percorrere è ancora lunga. Molto lunga. Sia per la fusione a confinamento inerziale (laser) sia per quella a confinamento magnetico (Tokamak).

Saluti

 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963