Toh !! L’ottimo Calandrino Travaglio condannato ...!!

Il Tribunale di Roma ha condannato l’ottimo Calandrino (per il Cazzaro Fosforo, nda) per diffamazione nei confronti di 3 Magistrati che si occuparono della presunta trattativa Stato/Mafia e del ruolo che ebbero Mori e Obinnu nella vicenda . La corte ha disposto nei confronti del Pregiudicato Travaglio una provvisionale di 150.000 ( centocinquantamila) euro per i 3 Magistrati .  Ora uno si aspetterebbe che il suo giornale , Il Falso Quotidiano , sempre in prima fila e solertissimo non tanto a commentare le condanne di qualcuno che non rientra nelle loro grazie , ma addirittura di avvisi di garanzia , desse la notizia . Macché ...!! Niente di niente !! Nemmeno un mini trafiletto sulla pagina on Line di detto giornaletto. Chissà come ci rimarrà il Cazzaro Fosforo abituato ai monologhi in prima pagina di Calandrino quando ad essere condannati sono gli altri . Niente paura però !! Racimolare 150.000 euro per Travaglio non sarà difficile . Scriverà un libro e gli storioni come il Cazzaro correranno in libreria ad acquistarne le copie . Così succede in Italia . In un qualsiasi paese serio un giornalista del genere con una mezza dozzina di condanne , gli avrebbero tolto la qualifica , espulso dall’ordine ed affibbiato una pedata nel Ku.lo e spedito più lontano possibile . Saluti 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Ormai sei completamente andato.

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalità degli elettori di sinistra.

Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico-processuali di tutti quei politici, di destra e di sinistra, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.

È eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.

Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale.

In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma addirittura inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Ormai sei completamente andato.

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalità degli elettori di sinistra.

Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico-processuali di tutti quei politici, di destra e di sinistra, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.

È eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.

Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale.

In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma addirittura inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Egregio e formidabile Doctestadiminkiagalileo, per essere credibile devi riportare giorno , mese e anno di dette dichiarazioni .  Eh .., una testadiminkia come te mica vuole insegnare a ***’ a babbo ...eh ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nella fretta mi sono dimenticato di precisare che solo la prima e l'ultima riga sono imputabili al sottoscritto.

Posto nuovamente.

In blu sono evidenziate le due frasi imputabili a docgalileo.

Il testo in nero e in corsivo invece è stato scritto da un noto autore pisano il giorno 15 febbraio 2014, nel post delle ore 14.37

http://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/marco-travaglio-coerenza

Ormai sei completamente andato.

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalità degli elettori di sinistra.

Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico-processuali di tutti quei politici, di destra e di sinistra, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.

È eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.

Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale.

In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma addirittura inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Nella fretta mi sono dimenticato di precisare che solo la prima e l'ultima riga sono imputabili al sottoscritto.

Posto nuovamente.

In blu sono evidenziate le due frasi imputabili a docgalileo.

Il testo in nero e in corsivo invece è stato scritto da un noto autore pisano il giorno 15 febbraio 2014, nel post delle ore 14.37

http://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/marco-travaglio-coerenza

Ormai sei completamente andato.

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalità degli elettori di sinistra.

Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico-processuali di tutti quei politici, di destra e di sinistra, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.

È eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.

Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale.

In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma addirittura inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ahahahaha ,  ah ecco , 4 anni fa . Ammazza che co@lione che sei . Quasi quasi ti dedico una foto :

3FD3445C-0225-4940-8BA8-B77046DF1F59.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Nella fretta mi sono dimenticato di precisare che solo la prima e l'ultima riga sono imputabili al sottoscritto.

Posto nuovamente.

In blu sono evidenziate le due frasi imputabili a docgalileo.

Il testo in nero e in corsivo invece è stato scritto da un noto autore pisano il giorno 15 febbraio 2014, nel post delle ore 14.37

http://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/marco-travaglio-coerenza

Ormai sei completamente andato.

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalità degli elettori di sinistra.

Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico-processuali di tutti quei politici, di destra e di sinistra, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.

È eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.

Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale.

In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma addirittura inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Credo di aver capito che Doctestadiminkiagalileo intende mostrare al forum una certa mia contraddizione nel giudizio che manifesto contro Travaglio . Allo scopo , la formidabile testadi cazxo , si scopre un abile investigatore e cita un post tutto teso a dimostrare quel che alla testadiminkia citata sopra interessa . Siccome però Doctestadiminkiagalileo e’ unanimemente riconosciuto come un imbroglione , estrapola dal post solo quello che farebbe comodo a lui e tralascia tutto il resto . Allora mi tocca farlo a me e nel Contempo fargli fare la solita figura di mer da . Ecco qua il post completo : 

 
Sab, 15/02/2014 - 14:37

13 Risposte

Vai all'ultimo post ico_risposte_list.gif

 

Marco Travaglio e la coerenza ......

Sono estremamente convinto che il giornalista torinese incontra un forte gradimento nella quasi totalita' degli elettori di sx. Io stesso lo definisco uno dei maggiori giornalisi italiani, forse il migliore, quando è impegnato nel descrivere gli aspetti giuridico- processuali di tutti quei politici, di dx e di sx, che si trovano coinvolti negli aspetti sopra descritti.  E' eccezionale a riportare fedelmente i vari passaggi dal primo grado fino alla Cassazione di coloro che vengono accusati e processati per i vari reati susseguenti.  Lo fa in maniera corretta citando leggi e commi, testando le testimonianze, è fedelissimo nel raccontare doviziosamente i fatti non di parte ma quelli accertati e puniti dai vari codici del processo penale. In poche parole, si rende non solo credibilissimo, ma , addirittura,  inattaccabile verso tutti coloro che solo osano metterene in discussione le conclusioni, costringendole al silenzio assoluto.  Lo è un po' meno quandi si addentra, dando giudizi pregiudiziali e pretestuosi, negli aspetti piu' propriamente politici. Ecco, li, viene fuori il giornalista di parte che ha il bisogno, estremo, di costruirsi un nemico vero o virtuale . In quella situazione è molto ma molto meno credibile facendo emersgere , non piu' nel giornalista, ma nell'uomo, la parte peggiore di cui , come tutti noi, è dotato.  Si rende opportuno, secondo me e per dare in giudizio completo sia sull'uomo che del giornalista, fare un excursus a tutto tondo di Marco Travaglio.   Egli nasce, politicamente e giornaliisticamente come uomo di destra. Il suo idolo è Indro Montanelli che considera il miglior giornalista italiano di tutti i tempi. Non bastano certamente i litigi e le offese che Montanelli indirizzo' nei confronti di Berlusconi quando dirigeva il Giornale, per non definire Montanelli un iornalista di destra, molto di destra. Le diatribe tra Montanelli e Berlusconi non erano di natura politica, bensì legate a scelte editoriali e personali.  Travaglio ne segue, pedissequamente, la linea e da lì, inizio' il suo giusto avversamento nei confronti del Delinquente.  Montanelli è costretto ad andare via e, dopo aver fondato la Voce, anche Travaglio, armi e bagagli, lo segue nella sua nuova avventura, fino a diventare ed autoplocamarsi il miglior allievo del giornalista toscano.  La Voce, come quotidiano, dura poco e chiude definitivamente con la morte di Montanelli.  Nel frattempo, all'orizzonte incomincia a staglairsi nel firmamento politico un nuovo soggetto, la Lega Nord della Padania, movimento che incontra il gradimento di Travaglio che, come da lui stesso affermato, riceve il suo voto elettorale.  Non scrive sulla Padania perchè non esiste ancora il quotidiano leghista ma afferma che, all'epoca, ne sarebbe stato contento di scriverci.  Travaglio rimane solo ed assume il ruolo  giornalista freelance. Poi, non dimentico degli antichi screzi tra Montanelli e Berlusconi, inizia a scivere libri contro il Delinquente che, in pochi mesi, e visto il grande e giusto gradimento che incontrano sul mercato , inizia a farsi conoscere di luce propria e si guadagna sul campo un contratto all'Unita' diretto da Antonio Padellaro proprio per le sue gustose e precise accuse verso Berlusconi.  All'Unita', all'epoca house organ dei DS, rimane per molto tempo avendo un suo spazio, grande, giornaliero. Addirittura, spesso, la domenica, firma edtoriali al posto di Padellaro e cio' lo pone in grandissimo rilievo. Mai e ripeto il mai, si sogna di fare anche una benchè minima  critica nei confronti di un partito e di una proprieta' editoriale che lo gratifica di un discreto mensile.  Poi, i Ds, diventano ...PD ed al posto di Padellaro subentra  Conchita De Gregorio. Cambia la linea editoriale dell'Unita' e Padellaro, sbattendo la porta, se ne va ed approda, al nascituro Fatto Quotidiano, dove, da li a poco, Travaglio con armi e bagagli lo raggiunge.  Come per incanto, iniziano alcune querelle con il Pd che, di li a poco, si ingrossano sempre piu'. Dalla querelle si passa alle accuse di tradimenti, di voltagabbanismo, di incoerenza, di inciucismi vari. Si incomincia ad ironizzare su vari esponenti del PD, Dalema e Veltroni, diventano i suoi bersagli preferiti,  Prodi e' mortadella, Napolitano è morfeo, tutta la classe dirigente del PD è accusata di ....qualcosa e, se proprio non si trova niente, si dice che è il miglior alleato del Delinquente.  Nel frattempo Travaglio si  "avvicina" ad Antonio Di Pietro che considera vero ed unico oppositore a Berlusconi ed al berlusconismo.  Si intensificano gli attacchi al Pd nella speranza, manco tanto nascosta, di spostare voti dal PD all'IDV.  Conia, anticipando il M5S, il termine PD-L.  Nel frattempo, si avvicinano le elezioni politiche  ed il nostro, visto che l'IDV, nel frattempo coinvolto in qualche "disgrazia" giudiziaria, lo alletta sempre di meno e, allora, per lui è come il cacio sui maccheroni la nascita del partito guidato da Antonio Ingroia, di cui diventa grandissimo tifoso, non prima, pero', di averci fatto assistere, in diretta televisiva, alla sua sottrazione di sedia con relativa spazzolatura da parte del male assoluto che costo', grazie a quella immagine, dai 500 ai 600 mila voti.  lo scopo, pro',era  sempre lo stesso. Sottrarre voti al PD, a costo di consegnare qualche regione (Lombardia, docet, ndr) al movimento del suo primo am ore, la lega Nord.  Ci riesce perfettamente !!  Pero', nel frattempo il partito di Ingroia si scioglie come neve al sole, mentre, nel frattempo, il M5S, dopo aver raccolto consensi da prefisso telefonico, minaccia di irrompere sulla scena politica con ben altri numeri.  Nuova giravolta e capriola ed ecco Trav aglio che si trasferisce nel movimento del comico ligure, a cui, confidenzialmente, suggerisce tutti i vari nomignoli e vezzeggiativi da appioppare, indovinate un po' a chi ??  Al PD, what else !!  Si va alle elezioni politiche e, questa volta, sembra che Travaglio ci abbia visto giusto. Grillo raggiunge il 25% dei suffragi e cio' inorgoglisce a tal punto Marco che, sul Fatto Quotidiano, appare, perfino, la linea politica che il movimento deve sostenere, il comportamente da avere per l'elezione del PDR, le prese di ku.lo da affibbiare al bevitore di birra Bersani che, giustamente, è stato deriso perchè voleva un accordo su 4/5 punti con il M5S per dar vita ad un gioverno di cambiamento. Durante i governi tecnici, abbiamo visto il suo comportamento.  Gli attacchi, tuti o quasi, sono stati rivolti solo al PD ed ai suoi esponenti. Il PD, da Travaglio, è stato accusato che avrebbe fatto di tutto per salvare Berlusconi e Morfeo Napolitano, avrebbe concesso, sicuramente, la grazia al Delinquente.  Oggi, risiamo al punto e a capo.  Renzi è stato un giuda per aver fatto fuori Letta in modo poco "democratico" ed il PD, con questo atto, si inimichera' tutta la base che non approva simili vigliacchi comportamenti.  Gia', Travaglio dove era quando, democraticamente,  Grillo espelleva dal movimento tutti coloro che osavano solo e soltanto di mettere in discussione alcune scelte.  Gia' , dove era quando una banda dei suoi nuovi tifosi, attaccavano con offese irripetibili la Boldrini e le donne del PD ?  Questo è Marco Travaglio, al quale, continuo a dare tutta la mia stima quando si occupa di tribunali, di sentenze e cose similari.  Questo, pero' è lo stesso Travaglio che da del voltagabbana, del traditore, dell'inciucista all'unico partito veramente democratico che esiste in Italia.  Questo è e, se da parte di qualcuno, invece, non fosse,  è pregato di farsmelo notare.  Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche oggi sul Falso tutto tace !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora