quelli "sportivi" che accolgono per il bene altrui

Grossi guai per una  società di calcio , il cui presidente L. F. è indagato nell’ambito di una inchiesta della Guardia di Finanza su illeciti nell’accoglienza migranti.

L’indagine ha inizio due anni fa in seguito alla segnalazione da parte della Prefettura veronese di anomalie nella rendicontazione delle spese relative a bandi di accoglienza per la gestione di circa 700 immigrati dal 2016 al 2018, grazie al quale la società si sarebbe intascata l’ingente somma di oltre 12.242.711 euro. La società millantava infatti di avere una “comprovata esperienza in ambito di progetti di accoglienza destinati ai richiedenti protezione internazionale”, requisito necessario per poter accedere al bando, fornendo come esempio presunte attività svolte a favore degli immigrati provenienti da Albania ed ex-Jugoslavia nel periodo dall’1989 al 1995. Peccato però che la società sia stata fondata solamente nel 2000. Inoltre l’oggetto sociale era l’esercizio di attività sportive e non i servizi di accoglienza, integrazione e *** alle persone, come invece dichiarato nei bandi. Infine le strutture alloggiative messe a disposizione erano sovraffollate e non in regola con le normative igienico-sanitarie ed il personale impiegato non sufficiente a garantire i servizi minimi richiesti.

come dire:l'immigrazione rende meglio del calcio!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963