Questa ragazza ha tutta la mia ammirazione

Le cose insignificanti e inutili hanno questo di bello, per fortuna: ce le dimentichiamo subito. Come il "flop trionfale" (Travaglio) del G20 di Roma, caratterizzato dagli "errori" e dalle "improvvisazioni" di Draghi (Bloomberg) e dal servo e quasi unanime encomio di una stampa italiana più cortigiana e contaballe che mai. Non è passata neanche una settimana da quello stucchevole e inconcludente quanto costoso e celebrato vertice, ma se chiedete a 100 comuni cittadini cosa ricordano del G20 di Roma, 50 vi risponderanno "niente", gli altri 50 "il lancio di monetine nella Fontana di Trevi".

Purtroppo, anche la successiva COP26 in corso a Glasgow sembra avviata sullo stesso binario, quello del bla bla bla. Come del resto tutte le COP precedenti, delle quali ricordiamo meno di niente, eccetto forse gli impegni assunti dai paesi membri nella COP21 di Parigi, impegni rimasti, finora, sulla carta. A margine della conferenza, a pochi metri dal "palazzo" che vede riuniti i cosiddetti "grandi", la piccola Greta Thumberg, col suo inseparabile zainetto, ha improvvisato un breve quanto incisivo comizietto. Gustatevelo anche voi. Avrò piacere se lo commentate. Vi dico solo che c'è una censura nel video (un beep) e nella traduzione. Le parole esatte di Greta sono:

Basta con i bla bla bla! Basta a qualunque  f o t t u t a  cosa stiano facendo lì dentro!

Ben detto. Ne abbiamo davvero abbastanza delle chiacchiere, degli annunci e delle promesse. Vogliamo i FATTI. SUBITO, perché non c'è più tempo! 

Piccola, grande, grandissima Greta, sei la speranza di questo pianeta sfruttato e maltrattato, sei la nostra speranza, SEI TUTTI NOI.  

https://youtu.be/PWZyVfsNcug

 

Modificato da fosforo311
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

come disse un  famoso allenatore in una pubblicità:  "Il campione vince la partita, il lavoro di squadra il campionato".

Mi sa che manchi la squadra, sig fosforo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non vi era dubbio alcuno che il Cazzaro di Napoli non si schierasse dalla parte di chi “ protesta”.  Nel quartiere dove vive si narra che non e’ infrequente trovarlo all’interno dei bar della zona intento a litigare  contro quei baristi che servono espressi troppo bollenti . Addirittura , su dice, che si schierò pure dalla parte di Genny A’Carogna quando quest’ultimo , per protesta , impedì’ la finale di Coppa Italia di calcio . I disoccupati organizzati di Napoli protestano ?? Ecco che il Cazzaro di Napoli si trasforma in un Cazzaro napoletano disoccupato organizzato. Dibba e Dimma vanno a Parigi ad unirsi alle proteste dei Gilet Gialli ?? Ecco che il Cazzaro napiletano , moderno Gilbert Becaud, canta ed invita tutti a cantare ….La Marsigliese . Quindi , tuttocio’ premesso , potevamo avere anche il minimo dubbio che il Pulcinella partenopeo non rimanesse eternamente affascinato al punto che mai e poi mai “ dimenticherà “ Greta Thunberg “ ? Certo che no !! Detto che Greta , non ancora diplomata , si permette di “contestare “ la comunità scientifica mondiale con in saccoccia un patrimonio di circa 3 milioni di euro , e’ fuori dubbio che il problema rappresentato dalla transizione ecologica con le relative soluzioni da cercare non siano argomenti di primaria importanza e che dalla identificazione susseguente soluzione degli stessi si possa o meno sperare in un migliore futuro, se non per noi , ma per i nostri nipoti . Quella della “protestante” Greta e’ una bella pretesa. Questa ragazzina ha la pretesa di protestare e basta !! Ad oggi , non ha declamato una proposta una per la soluzione del cambiamento climatico e le disuguaglianze sociali globali . Macché’ !! Protesta e basta !! E lo fa in puro sistema cazzaroso !! Parla parla e non dice un caz.z.o.  L’unica cosa in cui si e’ espressa e’ quello che la temperatura del globo si deve fermare e non superare di un altro grado e mezzo  nei prossimi decenni. Urka !! Sono convinto che a ciò ci arriverebbe perfino Carmine Petruzziello sulla porta del suo Barber Shop . Perché , cari forumisti , non e’ che i potenti del mondo si siano tutti incattiviti e aspirino affinché le nuove generazioni siano estinte , ma il problema e’ proprio quello di far combaciare cambiamenti climatici e disuguaglianze sociali globali . Perche’ questi argomenti vanno trattati e risolti insieme e non separati . Sennò passeremo ( passeranno , nda) a protestare per l’eternità ed i problemi non saranno mai risolti . Di tutto c’è bisogno eccetto quello di lasciarsi andare a proteste fini a se stesse e stop. Stop fino al successivo vertice .  Lascio per carità di patria l’argomento sul pregiudicato Travaglio per il quale l’unico problema da discutere e’ quello di cercare di “affondare “ il suo ( e quello del Cazzaro di Napoli , nda) nemico numero 1, Mario Draghi . I mediocri ( e quindi anche il Cazzaro partenopeo , nda) hanno simile comportamento . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

come disse un  famoso allenatore in una pubblicità:  "Il campione vince la partita, il lavoro di squadra il campionato".

Mi sa che manchi la squadra, sig fosforo.

La massima calcistica è ottima, ma se ti riferisci a Draghi, egregio, non sono d'accordo. La squadra è quella che è, ma l'ha scelta lui.

Contro la pandemia fece molto di più il governo Conte, e lo fece in condizioni molto più difficili.  Non voglio neanche pensare a quante vittime in più avremmo avuto nel 2020 senza i vaccini e con un governo come questo che avesse privilegiato l'economia rispetto alla salute. I dati e il trend attuali impongono, a mio avviso, urgenti richiusure di locali al chiuso e le mascherine all'aperto, ma il governo temporeggia. L'obbiettivo di Figliuolo dell'80% della popolazione nazionale completamente vaccinato entro il 30 settembre è stato fallito. Siamo al 5 novembre e ha completato il ciclo il 76% della popolazione. Questo vistoso fallimento lo stiamo pagando in contagi, ricoveri e decessi. È vero che molti paesi europei (non tutti) stanno peggio di noi, ma questo si deve al senso di responsabilità degli italiani (che emerge quando si parla di salute, non di tasse e altri doveri civici) e non al governo. Il green pass è una idea valida (ma per me era meglio l'obbligo vaccinale) però attuata male. Come ha scritto sul FQ la professoressa Gismondo, virologa tutt'altro che rigida e allarmista, dare un pass sanitario a chi non è vaccinato ma fa un tampone ogni tre giorni non ha alcuna base scientifica. Aggiungo che la grande quantità di tamponi giornalieri che si stanno facendo dal 15 ottobre paradossalmente aiuta poco a limitare la circolazione del virus. Infatti, permette ai no vax di continuare irresponsabilmente a non vaccinarsi; lascia in circolazione un numero imprecisato ma sicuramente alto di falsi negativi (i portatori più pericolosi perché credono di non essere infetti); e rende ingannevolmente basso il parametro del tasso di positività, in quanto circa la metà dei soggetti testati sono in realtà sempre gli stessi soggetti che si tamponano per il green pass. 

Per il resto cosa ha fatto finora questo governo, al di là dell'ordinaria amministrazione? Il provvedimento di gran lunga più importante è stato la controriformaccia Cartabia. Un obbrobrio che, se non fosse stato ampiamente emendato da Conte, ci avrebbe fatto rimpiangere le peggiori leggi vergogna di Berlusconi! 

Sulla lotta ai gas serra solo bla bla bla, pacche sulle spalle nei summit internazionali e un ministro della transizione ecologica che vorrebbe riportarci al nucleare. Naturalmente il premier non perde occasione per sbandierare il falso mito e l'ingannevole e pericoloso slogan della crescita sostenibile.

Intanto l'inflazione corre e i soliti poveri e i soliti ceti medi ne fanno le spese. 

Ma diciamoci la verità, egregio: io non sono deluso. Da un banchiere in pensione non mi aspettavo di meglio. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

La massima calcistica è ottima, ma se ti riferisci a Draghi, egregio, non sono d'accordo. La squadra è quella che è, ma l'ha scelta lui.

Contro la pandemia fece molto di più il governo Conte, e lo fece in condizioni molto più difficili.  Non voglio neanche pensare a quante vittime in più avremmo avuto nel 2020 senza i vaccini e con un governo come questo che avesse privilegiato l'economia rispetto alla salute. I dati e il trend attuali impongono, a mio avviso, urgenti richiusure di locali al chiuso e le mascherine all'aperto, ma il governo temporeggia. L'obbiettivo di Figliuolo dell'80% della popolazione nazionale completamente vaccinato entro il 30 settembre è stato fallito. Siamo al 5 novembre e ha completato il ciclo il 76% della popolazione. Questo vistoso fallimento lo stiamo pagando in contagi, ricoveri e decessi. È vero che molti paesi europei (non tutti) stanno peggio di noi, ma questo si deve al senso di responsabilità degli italiani (che emerge quando si parla di salute, non di tasse e altri doveri civici) e non al governo. Il green pass è una idea valida (ma per me era meglio l'obbligo vaccinale) però attuata male. Come ha scritto sul FQ la professoressa Gismondo, virologa tutt'altro che rigida e allarmista, dare un pass sanitario a chi non è vaccinato ma fa un tampone ogni tre giorni non ha alcuna base scientifica. Aggiungo che la grande quantità di tamponi giornalieri che si stanno facendo dal 15 ottobre paradossalmente aiuta poco a limitare la circolazione del virus. Infatti, permette ai no vax di continuare irresponsabilmente a non vaccinarsi; lascia in circolazione un numero imprecisato ma sicuramente alto di falsi negativi (i portatori più pericolosi perché credono di non essere infetti); e rende ingannevolmente basso il parametro del tasso di positività, in quanto circa la metà dei soggetti testati sono in realtà sempre gli stessi soggetti che si tamponano per il green pass. 

Per il resto cosa ha fatto finora questo governo, al di là dell'ordinaria amministrazione? Il provvedimento di gran lunga più importante è stato la controriformaccia Cartabia. Un obbrobrio che, se non fosse stato ampiamente emendato da Conte, ci avrebbe fatto rimpiangere le peggiori leggi vergogna di Berlusconi! 

Sulla lotta ai gas serra solo bla bla bla, pacche sulle spalle nei summit internazionali e un ministro della transizione ecologica che vorrebbe riportarci al nucleare. Naturalmente il premier non perde occasione per sbandierare il falso mito e l'ingannevole e pericoloso slogan della crescita sostenibile.

Intanto l'inflazione corre e i soliti poveri e i soliti ceti medi ne fanno le spese. 

Ma diciamoci la verità, egregio: io non sono deluso. Da un banchiere in pensione non mi aspettavo di meglio. 

Leggi un post del genere e non può non venirti in mente un atavico dubbio: Si nasce idio ti oppure di diventa ?? La domanda non avrà mai una risposta . Più o meno e’ lo stesso dubbio di chi si pone il quesito se e’ nato prima l’uovo o la gallina . Tento disperatamente di trovare , al mio interno,  una qualsivoglia ragione di come sia possibile che , alla fine fel 2021, un individuo come il Cazzaro di Napoli , che scrive questi post , possa legittimamente essere autorizzato alla libera circolazione , possa interloquire con quelli che taluno considera simili . Signori e forumisti seri , siamo di fronte ad un fenomeno sovraumano . Qua non e’ in discussione una legittima opinione che , proprio perché e’ una opinione , e’ suscettibile di essere condivisa o meno . E’ come se un normodotato chiedesse ad un altro tizio definito normodotato se ritiene migliore , calcistica mente parlando , la Juventus oppure la Pro Patria . Sfido chiunque che dire la Juventus sarebbe una risposta di una normalità estrema ma nel caso in cui qualcuna dice la Propatria , si alzerebbe immediatamente la testa per osservare i tratti identificativi del l’estensore di questa risposta . Sarebbe compatito dagli astanti che si augurerebbero che , simile mentecatto , venisse privato della libertà individuale alla libera circolazione e posto nella condizione di non nuocere . Dire come dice il Cazzaro che il governo Conte , rispetto alla pandemia , ha fatto molto di più del governo Draghi e’ follia pura . Se prima eravamo considerati un Paese da cui non prendere niente dei provvedimenti messi in campo , adesso , da tutta Europa e da gran parte dei Paesi democratici ed occidentali siamo presi ad esempio virtuoso . Organizzazione nei centri vaccinali , numero dei vaccinati in proporzione alla popolazione , precisi adempimenti da seguire tramite un rapporto chiaro e comprensibile con le regioni , etc etc . A differenza del Cazzaro di Napoli che non ha alcun pudore e remora ad affermare che “ con il governo Conte avremmo migliori risultati di quelli ottenuti con Draghi , mi limito però a registrare la solita miserabile menzogna del Cazzaro che imputa a Figliuolo di aver fallito la promessa dell’ 80% della popolazione vaccinata al  trenta di settembre . Questo spudorato falsario nel conteggio che fa insiste nella percentuale del 76% sapendo benissimo che una fetta di popolazione, quella delle persone che vanno dai 5 ai 12 anni , non può essere vaccinata per legge  e che quindi , al 30 di settembre , la popolazione vaccinata e vaccinabile era dell’82% circa . Vergogna !! Parliamo di giustizia ?? Bene !! Solo tentare di fare un paragone tra l’ex ministro della Giustizia , tale Dj Fofo Bonafede, una nullità che ha impiegato ben 9 anni per raggiungere una laurea con un voto minimo contro i 4 anni previsti dal corso di laurea in Giurisprudenza e il Ministro dell’attuale governo , Marta Cartabia , presidente emerita della Corte Costituzionale , e’ da deficienti . Ma lo sappiamo : essendo lui stesso un miserabile e borioso mediocre , il Cazzaro di Napoli, “ama” i mediocri come Bonafede . Un tizio di cui non si sentirà più parlare a vita . Infine l’economia . Draghi e’ un banchiere . Chiedo :” E allora ??”. Da quando il “banchiere “ e’ diventato presidente del consiglio , l’economia italiana vola !! Raggiungeremo un quota di oltre il 6% , la disoccupazione cala , gli occupati a tempo indeterminato crescono , i prezzi sono sotto controllo . Di più : con Draghi l’Italia ha riacquistato tutta la sua credibilità che i governi dello sciagurato grillini avevano fatto crollare sotto zero , Draghi prenderà il posto che fu della Merkel e l’Italia tornerà ai fasti che le competono. Questo e’ e questo rimane . Il Cazzaro se ne faccia una ragione o , in subordine , prepari una valigia , si munisca di biglietto di solo andata per il Venezuela ed abbracci il suo amico Maduro che non vede l’ora di conoscerlo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Da quando il “banchiere “ e’ diventato presidente del consiglio , l’economia italiana vola !! Raggiungeremo un quota di oltre il 6% , la disoccupazione cala , gli occupati a tempo indeterminato crescono , i prezzi sono sotto controllo . Di più : con Draghi l’Italia ha riacquistato tutta la sua credibilità che i governi dello sciagurato grillini avevano fatto crollare sotto zero , Draghi prenderà il posto che fu della Merkel e l’Italia tornerà ai fasti che le competono.

A Mark...non me n'ero accorto che il Paradiso era sceso tra di noi. :D 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

La massima calcistica è ottima, ma se ti riferisci a Draghi, egregio, non sono d'accordo. La squadra è quella che è, ma l'ha scelta lui. No, mi riferisco ai potenti della terra. Qualcuno farà anche gol, ma se non c'è la squadra il campionato non si vince.

Contro la pandemia fece molto di più il governo Conte, e lo fece in condizioni molto più difficili.  Non voglio neanche pensare a quante vittime in più avremmo avuto nel 2020 senza i vaccini e con un governo come questo che avesse privilegiato l'economia rispetto alla salute. Conte ha fatto quel che ha potuto, probabilmente ha dato il meglio di se, ma i vaccini abbiamo dovuto aspettarli, come avremmo dovuto aspettarli anche se c'era Draghi.

I dati e il trend attuali impongono, a mio avviso, urgenti richiusure di locali al chiuso e le mascherine all'aperto, ma il governo temporeggia. Non esageriamo sig fosforo. Siamo già sufficientemente esasperati.

L'obbiettivo di Figliuolo dell'80% della popolazione nazionale completamente vaccinato entro il 30 settembre è stato fallito. Siamo al 5 novembre e ha completato il ciclo il 76% della popolazione. Questo vistoso fallimento lo stiamo pagando in contagi, ricoveri e decessi. Non è detto che Arcuri avrebbe saputo far meglio come non ci sono elementi per dire che avrebbe fatto peggio. Chi dice che avrebbe fatto peggio fa solo supposizioni senza alcun costrutto

È vero che molti paesi europei (non tutti) stanno peggio di noi, ma questo si deve al senso di responsabilità degli italiani (che emerge quando si parla di salute, non di tasse e altri doveri civici) e non al governo. Vede che il senso di responsabilità va premiato? Mentre lei vorrebbe portarli all'esasperazione ancora una volta?

Il green pass è una idea valida (ma per me era meglio l'obbligo vaccinale) però attuata male. Come ha scritto sul FQ la professoressa Gismondo, virologa tutt'altro che rigida e allarmista, dare un pass sanitario a chi non è vaccinato ma fa un tampone ogni tre giorni non ha alcuna base scientifica. Anche per me ci voleva l'obbligo vaccinale. La cosa è ancora possibile, ma ora come ora potrebbero sorgere diversi tumulti. 

 

Aggiungo che la grande quantità di tamponi giornalieri che si stanno facendo dal 15 ottobre paradossalmente aiuta poco a limitare la circolazione del virus. Infatti, permette ai no vax di continuare irresponsabilmente a non vaccinarsi; lascia in circolazione un numero imprecisato ma sicuramente alto di falsi negativi (i portatori più pericolosi perché credono di non essere infetti); e rende ingannevolmente basso il parametro del tasso di positività, in quanto circa la metà dei soggetti testati sono in realtà sempre gli stessi soggetti che si tamponano per il green pass. E allora bisogna che qualcuno si prenda la responsabilità di imporre l'obbligo.

Per il resto cosa ha fatto finora questo governo, al di là dell'ordinaria amministrazione? Secondo me sta facendo bene  

Il provvedimento di gran lunga più importante è stato la controriformaccia Cartabia. Un obbrobrio che, se non fosse stato ampiamente emendato da Conte, ci avrebbe fatto rimpiangere le peggiori leggi vergogna di Berlusconi! Se la riformaccia sia un bene o un male lo vedremo prossimamente, penso che ne io ne lei abbiamo le competenze della stupida gallina pisana per vedere così lontano.

Sulla lotta ai gas serra solo bla bla bla, pacche sulle spalle nei summit internazionali e un ministro della transizione ecologica che vorrebbe riportarci al nucleare. Naturalmente il premier non perde occasione per sbandierare il falso mito e l'ingannevole e pericoloso slogan della crescita sostenibile. Mi perdoni, ma trovo giusto parlare di crescita sostenibile, non sarebbe peggio se si parlasse di crescita insostenibile?

Intanto l'inflazione corre e i soliti poveri e i soliti ceti medi ne fanno le spese. Questo è il guaio e ora, i riformatori, vorrebbero pure togliere il reddito di cittadinanza. Forse hanno ragione loro, per eliminare veramente la povertà, bisogna far morire di fame tutti i poveri. Ma proprio tutti.

Ma diciamoci la verità, egregio: io non sono deluso. Da un banchiere in pensione non mi aspettavo di meglio. A me Draghi piace, ma pure lui è preso tra incudine e martello, e secondo me resiste bene. Naturalmente non possiamo far alcun confronto, come  nessuno ha elementi per sostenere che "l'avvocaticchio" avrebbe fatto peggio. Sappiamo solo che in ambito europeo Draghi possiede molto più carisma di quanto ne possa aver meritato Conte nei periodi del suo mandato.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

...

Egregio, io invece qualche confronto provo a farlo e ne deduco che Conte, pur nella sua inesperienza e con i suoi errori, era (ed è) uno statista, cioè aveva idee innovatrici e importanti (come il debito condiviso europeo) e riusciva talora a concretizzarle. Draghi è un burocrate conservatore, bravo quanto si vuole, ma un burocrate. L'Italia ha ospitato nel giro di due mesi ben tre importanti incontri internazionali incentrati sulla lotta al cambiamento climatico: il G20 di Napoli su energia, clima e ambiente, cui ha partecipato Cingolani; lo Youth4Climate di Milano in cui sono intervenuti Draghi e Cingolani; e il G20 di Roma. Ebbene, il nostro governo non ha saputo presentare e sostenere nemmeno una, dico nemmeno una proposta seria, originale e innovativa. Il massimo sforzo lo ha fatto Cingolani a Glasgow proponendo di stabilizzare per i prossimi anni l'appuntamento con lo Youth4. E non parliamo di altre materie come la giustizia, le pensioni, la lotta all'evasione, la pubblica amministrazione (affidata al "geniale" Brunetta). Con il provvedimento sulla concorrenza Draghi non ha osato scalfire neppure i privilegi di tassisti e gestori balneari. Per questi ultimi si è limitato a prorogare le concessioni fino al 2033. Ma se anche vivessi su un'isola deserta e non sapessi nulla dell'operato di Conte e di Draghi, mi basterebbe sapere che il primo è visceralmente odiato (ed è stato tradito e pugnalato) da questo soggetto qui che non perde occasione per magnificare il secondo, per preferire tutta la vita l'avvocato al burocrate:

https://infosannio.com/2021/11/06/missione-compiuta/

Purtroppo egregio, come ho provato a spiegare in altre discussioni, non esiste e non può esistere, all'atto pratico e almeno nei paesi ricchi, la "crescita sostenibile". In questi paesi esiste solo la crescita insostenibile. La crescita sostenibile (o verde) è un'illusione, o meglio un falso mito creato ad arte per conciliare due cose inconciliabili: l'attuale modello economico, liberista, capitalista e industrialista, legato al profitto e quindi dipendente dalla finanza, e che va in crisi non appena si ferma la crescita del PIL (cioè della produzione e dei consumi); e la salute del pianeta, cioè della nostra casa. Ieri davo un'occhiata alle statistiche sui consumi energetici primari pro capite. Tra il 1965 e il 2019 in Italia sono cresciuti del 64%, del 62% nel mondo (fonte: Ourworldindata). Questo nonostante il netto miglioramento dell'efficienza energetica, la lotta agli sprechi, la necessità di limitare le emissioni inquinanti e di gas serra. Basta pensare che nel solo settore termoelettrico l'efficienza delle centrali in Italia è cresciuta del 31% tra il 1990 e il 2015 (fonte ISPRA). Quindi, in teoria, avremmo potuto tranquillamente ridurre almeno i consumi di energia primaria (ovvero l'uso delle fonti primarie, es. i fossili) pur incrementando i consumi finali (es. quelli elettrici). Ma a che serve consumare più energia? Serve a produrre di più e a consumare di più, cioè a far crescere il PIL. A questo punto chiediamoci: si viveva poi così male in Italia nel 1965? Direi proprio di no. Eravamo al culmine del boom economico, c'erano un tasso di disoccupazione e un debito pubblico bassissimi, quasi tutti potevano permettersi una casa di proprietà o almeno una bella villeggiatura in pensione completa, si facevano, in rapporto alla popolazione, il triplo dei figli che si fanno oggi. E allora perché incrementare i consumi, e con essi l'inquinamento e i gas serra? Perché bisogna consumare per produrre (e non viceversa, ribaltando la logica delle cose) e per far crescere senza sosta il PIL e i profitti. È un circolo vizioso da cui non usciamo restando nel modello economico di cui sopra. Il mito della crescita sostenibile è stato creato per l'appunto per convincerci dell'impossibile, ovvero che modello economico liberista basato sul libero mercato e sul libero sfruttamento di risorse limitate, può non solo permanere all'infinito, escludendo a priori ogni modello alternativo, ma può addirittura crescere all'infinito. Cosa peraltro teorizzata in un ben preciso modello economico (formalizzato da un premio Nobel) in cui la crescita infinita del PIL è vincolata solo alla crescita della popolazione e all'efficienza produttiva determinata dal progresso tecnologico (trattato come una variabile esogena), ma non dipende assolutamente dalla disponibilità delle risorse naturali. Una pura follia, eppure abbracciata a suo tempo dalla maggior parte degli economisti. Addirittura uno di questi, sulla base di quel preciso modello, si spinse a prevedere che il pianeta Terra avrebbe potuto assicurare un livello di benessere economico pari a quello degli USA dell'epoca a una popolazione in crescita fino a 3500 miliardi di abitanti!!! Roba da matti. Naturalmente quel modello oggi è stato abbandonato dagli economisti, ma molti politici e molti capitalisti e lobbisti sembrano continuare a crederci. Purtroppo i fatti e i numeri dicono che su questo pianeta, con poco meno di 8 miliardi di bocche da sfamare, siamo già arrivati, da tempo, al capolinea di ogni illusorio percorso di crescita sostenibile. Quindi quella che osserviamo è solo CRESCITA INSOSTENIBILE, e se continuerà lo sarà sempre di più. Esistono studi scientifici ma te ne puoi convincere leggendo, per esempio, questa pagina:

https://www.footprintnetwork.org/2018/05/22/il-24-maggio-e-il-giorno-del-sovrasfruttamento-ecologico-dellitaliail-footprint-calculator-italiano/

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non deve preoccuparsi più di tanto sig fosforo, se non sarà l'uomo a sistemare le cose, ci penserà la natura come ha sempre fatto.

E la natura non ha la fretta dell'uomo e lo considera come qualsiasi altro animale che la calpesti.

Siamo troppi? Siamo troppo esigenti? Non vogliamo ascoltare i giovani perché prima di parlare devono studiare?

Ci penserà la natura a punirli per le nostre colpe, noi non ci saremo più e non potremo neppure pentirci, ma chi ci seguirà ci ricorderà maledicendoci.

Buona giornata nonostante tutto sig fosforo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Egregio, io invece qualche confronto provo a farlo e ne deduco che Conte, pur nella sua inesperienza e con i suoi errori, era (ed è) uno statista, cioè aveva idee innovatrici e importanti (come il debito condiviso europeo) e riusciva talora a concretizzarle ( come no , come no . E’ talmente uno statista che non se lo e’ manco caga to nessuno  quando come pdc andava ai vertici . E’ talmente uno statista che non e’ riuscito manco a mettere d’accordo 76 senatori del M5s ed il suo candidato, Licheri ,  e’ stato trombato).    Draghi è un burocrate conservatore, bravo quanto si vuole, ma un burocrate. ( Draghi non e’ solo un banchiere . Lui e’ veramente uno statista riconosciuto e rispettato ). nel mondo intero L'Italia ha ospitato nel giro di due mesi ben tre importanti incontri internazionali incentrati sulla lotta al cambiamento climatico: il G20 di Napoli su energia, clima e ambiente, cui ha partecipato Cingolani; lo Youth4Climate di Milano in cui sono intervenuti Draghi e Cingolani; e il G20 di Roma. Ebbene, il nostro governo non ha saputo presentare e sostenere nemmeno una, dico nemmeno una proposta seria, originale e innovativa.      ( i vertici che bovinamente presenti non avevano affatto lo scopo di presentare alcuna proposta . Avevano solo lo scopo di illustrare le linee guida e le ricerche di ogni Paese in relazione agli strumenti per la transizione ecologica ). Il massimo sforzo lo ha fatto Cingolani a Glasgow proponendo di stabilizzare per i prossimi anni l'appuntamento con lo Youth4.  ( Cingolani chi ?? Quello che un mese fa hai definito una memorabile testadiminkia??). E non parliamo di altre materie come la giustizia, le pensioni, la lotta all'evasione, la pubblica amministrazione (affidata al "geniale" Brunetta).    ( La Giustizia ?? Ma se fino a ieri vomitavi sulla Cartabia secondo te una mezzacalzetta che non ha esitato un attimo a pensionare Dj Fofo’ Bonafede ).   Con il provvedimento sulla concorrenza Draghi non ha osato scalfire neppure i privilegi di tassisti e gestori balneari. Per questi ultimi si è limitato a prorogare le concessioni fino al 2033.    ( per la verità non mi sembra che nei 3 anni di governo grillebete , privilegi non mi sembrano siano stati cancellati manco uno diconsi uno . Non c’è stato nessun rinvio al 2033 per i balneari . La questione Bolkestain sarà ripresentata e ridiscussa a breve . Forse già nell’autunno 2022).   Ma se anche vivessi su un'isola deserta e non sapessi nulla dell'operato di Conte e di Draghi, mi basterebbe sapere che il primo è visceralmente odiato (ed è stato tradito e pugnalato) da questo soggetto qui che non perde occasione per magnificare il secondo, per preferire tutta la vita l'avvocato al burocrate.    ( Il problema vero e’ quello che su un’isola e da solo , non ci vivi . Che sia poi un idio ta come te che ha fatto dell’idio e del rancore verso politici che non condividi a farci la ramanzina , e’ tutto dire . Mi butto :” sei un idio ta dalla nascita . Dopo hai addirittura peggiorato la tua patologia ). 

 

Purtroppo egregio, come ho provato a spiegare in altre discussioni, non esiste e non può esistere, all'atto pratico e almeno nei paesi ricchi, la "crescita sostenibile".       ( te non devi provare a spiegare niente a nessuno che non si chiami Carmine Petruzziello , Sasa’ Annichiarico e Gennarino O’ Pappagine . Non puoi spiegare niente a nessuno perché non hai la minima competenza per farlo . A differenza di te , il fior fiore della scienza , afferma invece che “la crescita sostenibile “ sarà raggiunta . Basterà avere un po’ di pazienza . Diciamo intorno alla metà del secolo . Mi scuseranno i forumusti se io do più affidamento agli scienziati che ad un borioso pallone gonfiato qual sei ) !! 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/11/2021 in 11:17 , ahaha.ha ha scritto:

come disse un  famoso allenatore in una pubblicità:  "Il campione vince la partita, il lavoro di squadra il campionato".

Mi sa che manchi la squadra, sig fosforo.

caspita quanto freddo lungo il Fadalto con la mia Fiat Centoventisei Cabrio Mucca - Ciao R.d.M. - tempo fa avevo pubblicato una serie di diapositive dal titolo - gara di canoa giappone italia - pochissimi hanno seguito. Prova a vedere quelle diapositive e poi capirai per quale motivo in Italia manca una squadra coordinata ed unita. - ..... vado ad armare la mia balestra a retrocarica e munizionamento multiplo -   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la natura si riprende i propri spazi - vedasi Vajont, Rigopiano, alluvioni varie, ed anche "crolli programmati" ... giocare a dama con i virus alla prossima puntata ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig fosforo, dobbiamo imparare ad avere la stessa pazienza che ha la natura.

Se la natura avesse la fretta che abbiamo noi, a quest'ora non ci saremmo più.

Ma di una cosa dobbiamo avere la certezza, la natura prima o poi ci punirà per non averla rispettata.

Forse è già successo tanto tempo fa: l'uomo è stato buttato fuori dal paradiso celeste.

Vuoi vedere che la Bibbia ha ragione?🤭

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, dune-buggi ha scritto:

"crolli programmati" ... giocare a dama con i virus alla prossima puntata ....

Ripeti sempre le stesse cose da anni (nonostante siano minkiate fino a prova contraria), alternandole con vignette e spaccati di vita montana.

La noia ti avviluppa ma il Forum regge bene, la maggior parte degli utenti fa una smorfia e passa al post successivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scrive la solita stupida gallinella pisana

Leggi un post del genere e non può non venirti in mente un atavico dubbio: Si nasce idio ti oppure di diventa ?? La domanda non avrà mai una risposta . 

una cosa è certa, e non fa sorgere alcun atavico dubbio,stupida gallinella pisana, lei è nata idi.ota, e lo dimostra ogni singolo giorno.

L'unica cosa che non riesce a dimostrare è la monolaurea.

Buona giornata a lei ed ossequi ad Alessandro e ad aria fresca

 

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963