Decreto DDL.ZAN.

DDL ZAN. ECCOLA LA VERITÀ DI QUESTO PAESE GIÀ IN MANO AI FASCISTI. LEGA E FRATELLI D'ITALIA CHIEDONO IL VOTO SEGRETO, LA PRESIDENTE CASELLATI ( FI) LO CONCEDE E FINISCE TUTTO NELLA TAGLIOLA TRITACARNE FASCISTA DI SALVINI E LA MELONI CON L'APPOGGIO SEGRETO DEI LORO ACCOLITI IPOCRITAMENTE NASCOSTI IN QUEL VOTO SEGRETO FASCISTA RICHIESTO.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

19 messaggi in questa discussione

Ma i 💰soldi ci sono solo per onorevoli e disoccupati?
Per chi ha lavorato onestamente nessun aumento???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusi signor wronschi ma cè qualche dosa che non quaglia

Senatori 320 - Presenti 288 - votanti 287 -

votazione - Favorevoli 154 . contrari 131

Senatori Lega Forza Italia 135

Lega 2 senatori assenti

Forza Italia 3 senatori assenti

Totale 130... ?

Come la mettiano?

 

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

scusi signor wronschi ma cè qualche dosa che non quaglia

Senatori 320 - Presenti 288 - votanti 287 -

votazione - Favorevoli 154 . contrari 131

Senatori Lega Forza Italia 135

Lega 2 senatori assenti

Forza Italia 3 senatori assenti

Totale 130... ?

Come la mettiano?

 

 

 

Per buona parte di ITALIANI, non siamo i veri signorotti, godono dei nostri lamenti, tanto sanno che più in là non andiamo. Finché trovi post come quello che si dice contento di lavorare fino 67 anni, preoccupato per il fatto che il governo fa fatica a trovare i fondi, se ne approfitteranno sempre di più.
E la nostra sinistra sta a guardare, ormai hanno svenduto anche i cosiddetti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, wronschi ha scritto:

Per buona parte di ITALIANI, non siamo i veri signorotti, godono dei nostri lamenti, tanto sanno che più in là non andiamo. Finché trovi post come quello che si dice contento di lavorare fino 67 anni, preoccupato per il fatto che il governo fa fatica a trovare i fondi, se ne approfitteranno sempre di più.
E la nostra sinistra sta a guardare, ormai hanno svenduto anche i cosiddetti.

signor wronschi cerchiamo di non svicolare, il mio appunto non si riferiva alle pensioni sul quale potrei essere assolutamente d'accordo con lei ma al decreto Zan

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

signor wronschi cerchiamo di non svicolare, il mio appunto non si riferiva alle pensioni sul quale potrei essere assolutamente d'accordo con lei ma al decreto Zan

Ok d accordo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Come la mettiano?

cosi l'italia viva...o è morta.....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio sempre 135.  Italia Viva e’ più viva che mai . I morti sono quelli del PD nonostante che Renzi gli avesse detto , sin dal luglio 2021 che sarebbe finita così perché si può discutere su tutto fuori che con la matematica.  Sono voluti andare allo scontro nonostante che Renzi avesse detto loro che era necessaria una trattativa per portare in porto il Provvedimento . Ma loro … nisba !! Hanno contato sul fatto che poi sarebbe stato facile dare la colpa a Renzi . E ci sono riusciti ( almeno a vedere quel che scrivi ). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

"Io l'ho sempre saputo di non essere nessuno, sempre. Uno sfigato, uno che canta canzoni per depressi come lui, un fro**o qualsiasi. Me l'hanno detto da quando sono nato. Me l'hanno urlato a pugni e sputi davanti a tutti i compagni di scuola, l'hanno insinuato per anni sui giornali, sottovoce per strada, mi hanno umiliato nelle canzoni, per passaparola col dito puntato, a voce alta e lo sguardo basso, con finta compassione e spietata inclemenza.

Non pensavo che uno scroscio d’applausi potesse essere così doloroso”.

Alle voci deluse dall’affossamento del Ddl Zan ieri in Senato, si aggiunge quella di Tiziano Ferro, addolorato dagli applausi che, di fatto, hanno spazzato via le risposte a chi chiede maggiori tutele e diritti, e di chi è stanco dell’odio.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, barbablu16 ha scritto:

"Io l'ho sempre saputo di non essere nessuno, sempre. Uno sfigato, uno che canta canzoni per depressi come lui, un fro**o qualsiasi. Me l'hanno detto da quando sono nato. Me l'hanno urlato a pugni e sputi davanti a tutti i compagni di scuola, l'hanno insinuato per anni sui giornali, sottovoce per strada, mi hanno umiliato nelle canzoni, per passaparola col dito puntato, a voce alta e lo sguardo basso, con finta compassione e spietata inclemenza.

Non pensavo che uno scroscio d’applausi potesse essere così doloroso”.

Alle voci deluse dall’affossamento del Ddl Zan ieri in Senato, si aggiunge quella di Tiziano Ferro, addolorato dagli applausi che, di fatto, hanno spazzato via le risposte a chi chiede maggiori tutele e diritti, e di chi è stanco dell’odio.

Senza pudore ne vergogna,ma  certi schifosi danno sempre il meglio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

IL VOTO CONTRO LA LEGGE ZAN COLPISCE PESANTEMENTE IL CAMMINO DEI DIRITTI

 

Nota della Segreteria nazionale ANPI

La Segreteria nazionale ANPI stigmatizza il voto di ieri al Senato sul ddl Zan come un atto che colpisce pesantemente il cammino dei diritti.

Con il coraggio del voto segreto, una esultante rappresentanza di senatori e senatrici ha affossato di fatto il percorso di un provvedimento legislativo necessario a contrastare bullismi e violenze lesive della dignità umana.

Aver consentito un voto tagliola per rinviare di altri sei mesi la discussione di merito su un testo già approvato all'inizio di novembre dello scorso anno alla Camera e su articoli discussi e ridiscussi a lungo nella Commissione Giustizia del Senato, sottoposti da mesi ad azioni ostruzionistiche, ha fatto cadere la maschera di chi brandisce e sbandiera strumentalmente libertà di coscienza a danno di diritti inalienabili delle persone.

Quel che è certo è che con il voto a maggioranza di ieri, coprendo e sdoganando pulsioni oscurantiste, retrive ed omotransofobiche, si è consumato, come per lo “ius soli”, un ennesimo strappo con la coscienza civile di questo Paese.

La Segreteria nazionale ANPI, nel deplorare il volgare mercanteggiamento politico a danno di diritti inalienabili delle persone ha sostenuto e continuerà a sostenere ogni iniziativa ispirata al rispetto della dignità umana e volta a combattere discriminazioni e violenze.

28 ottobre 2021

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma quanti ci tieni a questo decreto..sara' forse che rimembri quando era donna??cmq  il *** a rete lo porti ancora...non so se...

ahahahahahaha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/10/2021 in 17:38 , tiberio1946 ha scritto:

IL VOTO CONTRO LA LEGGE ZAN COLPISCE PESANTEMENTE IL CAMMINO DEI DIRITTI

 

Nota della Segreteria nazionale ANPI

La Segreteria nazionale ANPI stigmatizza il voto di ieri al Senato sul ddl Zan come un atto che colpisce pesantemente il cammino dei diritti.

Con il coraggio del voto segreto, una esultante rappresentanza di senatori e senatrici ha affossato di fatto il percorso di un provvedimento legislativo necessario a contrastare bullismi e violenze lesive della dignità umana.

Aver consentito un voto tagliola per rinviare di altri sei mesi la discussione di merito su un testo già approvato all'inizio di novembre dello scorso anno alla Camera e su articoli discussi e ridiscussi a lungo nella Commissione Giustizia del Senato, sottoposti da mesi ad azioni ostruzionistiche, ha fatto cadere la maschera di chi brandisce e sbandiera strumentalmente libertà di coscienza a danno di diritti inalienabili delle persone.

Quel che è certo è che con il voto a maggioranza di ieri, coprendo e sdoganando pulsioni oscurantiste, retrive ed omotransofobiche, si è consumato, come per lo “ius soli”, un ennesimo strappo con la coscienza civile di questo Paese.

La Segreteria nazionale ANPI, nel deplorare il volgare mercanteggiamento politico a danno di diritti inalienabili delle persone ha sostenuto e continuerà a sostenere ogni iniziativa ispirata al rispetto della dignità umana e volta a combattere discriminazioni e violenze.

28 ottobre 2021

Le discriminazioni sono sempre esistite e continueranno finché esisteranno i dementi 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, director12 ha scritto:

ma quanti ci tieni a questo decreto..sara' forse che rimembri quando era donna??cmq  il *** a rete lo porti ancora...non so se...

ahahahahahaha

dovresti tenerci anche tu in quanto cerebroleso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh si , hai dato un ottimo consiglio. Non e’ semplice portare a beneficio di un pubblico di storioni le parole di un patetico guitto che con la pancia piena di milioni fa un paio di battute su Renzi e su De Luca per guadagnarsi l’applauso ed i like proprio da coloro che contribuiscono a mandare al potere proorio quelli che , questa legge , l’hanno affossata nonostante che qualcuno glielo aveva detto che sarebbe finita così e che bisognava trattare  con quella parte politica che , sui diritti civili , e’ la maggioranza nel Paese . Quest’altra volta , però, caro Barbablù , per correttezza , informa il forum per dirgli che se in Italia c’è una unica legge sui diritti civili , se c’è una legge che permette alle persone dello stesso sesso si può unire in matrimonio , lo si deve esclusivamente a Renzi ed a nessun altro . Ma che caz.z.o te lo dico a fare ?? Siete diventati più settari della destra . Quella destra che a parole dite di combattere e che invece contribuite a far lievitare . Fai bene ad amareggiarti quando la vedi esultare smaccatamente in aula . Però non devi mai dimenticare che quelle scene le hai viste a decine quando a farle erano  i i 5 stelle . Quelli con i quali , ora , non disdegni affatto, in nome della coerenza che a parole sbandieri giornalmente ,  di farci una alleanza ed un governo di legislatura . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963