Noto Dj muore di Covid a 62 anni, aveva deciso...

Dopo aver contratto il virus Covid-19, Dj Otto è morto a 62 anni.
Il famoso disk jockey italiano aveva deciso di non vaccinarsi. 
Ottorino Casagrande, da tutti conosciuto come il Dj Otto è morto il 13 ottobre all'ospedale di Dolo, una località in provincia di Venezia, si era ammalato di Covid una ventina di giorni fa, le sue condizioni erano subito peggiorate e nonostante il ricovero i medici della struttura ospedaliera non hanno potuto fare nulla. Dj Otto era diventato famoso soprattutto tra gli anni Ottanta e Novanta in Veneto, Friuli ed Emilia Romagna, grazie alle sue collaborazioni con Fiorello, Mario Biondi e Karima, molti i messaggi di cordoglio, di chi si è divertito e ha ballato con la sua musica. 

Roberto Burioni ha così commentato questa morte di un novax: "Con la salute non si scherza. Ai suoi cari condoglianze, voi vaccinatevi non per il Green pass ma per salvarvi la vita. Vi rendete conto? Se si fosse vaccinato avrebbe avuto forse davanti a sè altri 30 anni di vita felice insieme alla sua musica, ai suoi cari, ai suoi ammiratori. Invece è morto e se si fosse vaccinato sarebbe vivo".
Ottorino Casagrande lascia la mamma e due fratelli.

dj otto.JPG
 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Ognuno faccia come crede, personalmente mi fido più della scienza che delle wanna marchi et similia.

Ho sentito addirittura persone che non credono ai dati Istat; mi chiedo perché queste persone non credono ai dati Istat, ma credono ai dati diffusi dai ciarlatani.

Ma è bello quando uno si prende le responsabilità delle proprie scelte. Volente o nolente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trovo disgustoso il commento del dott. Burioni che da proprio la sensazione di un avvoltoio su un cadavere. Contento in ogni caso lui e chi lo segue, a me una persona così da solo una sensazione di ribrezzo e non di correttezza professionale.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, maupi_corsica ha scritto:

Trovo disgustoso il commento del dott. Burioni che da proprio la sensazione di un avvoltoio su un cadavere. Contento in ogni caso lui e chi lo segue, a me una persona così da solo una sensazione di ribrezzo e non di correttezza professionale.

Ciao Corsica da d/b e ben sentita per la prima volta - il sig.burloni (scusa forse ho confuso il nome) alle prime puntate del programma televisivo condotto dal suo amico "fabio" e dalla sua amica "luciana" ... rideva a scherzava dicendo che il virus neppure esisteva (eravamo nel dicembre diciannove / gennaio venti) comunque confermo - il sig. burloni neppure lo ascolto, come non ascolto un altro paio di camici bianchi solo televisivi. Rinnovo la mia stima e fiducia ai miei amici del uno/uno/otto dell'ospedale cittadino.- 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, maupi_corsica ha scritto:

Trovo disgustoso il commento del dott. Burioni che da proprio la sensazione di un avvoltoio su un cadavere. Contento in ogni caso lui e chi lo segue, a me una persona così da solo una sensazione di ribrezzo e non di correttezza professionale.

Trovo Burioni personaggio poco gradevole, spesso ospite di una trasmissione condotta da personaggi altrettanto poco gradevoli per i miei gusti, vedi fazio e litizzetto, però mi pare esagerato poter pensare che sia contento della morte di una persona.

Anche lo stesso commento non mi sembra quello dell'avvoltoio, magari eri prevenuto col soggetto in questione e con la trasmissione che lo ospita proprio perché non ti fidi e non lo segui.

Pensaci su.

Modificato da lelotto2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Burioni non è particolarmente simpatico nemmeno a me, troppo primadonna, troppo prezzemolino, ma ha solo detto la verità. Una verità diretta e priva di orpelli. Se vi sta bene è questa altrimenti buon Covid.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

IL PROBLEMA E' CHE LA STAMPA DIVULGA SOLO I DECESSI DEI NN VACCINATI, TT I CASI AVVERSI LI OMETTE...CONOSCO TANTISSIME PERSONE CON CASI AVVERSI ANCHE PERMANENTI CHE SE TORNASSERO INDIETROP UN PENSIERO LO FAREBBERO...SO PRO VACCINI IN ASSOLUTO MA RICATTARE LA GENTE NN E' CORRETTO ...E'  QST CHE LA GENTE NN SOPPORTA IL RICATTO...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, lara77bs ha scritto:

IL PROBLEMA E' CHE LA STAMPA DIVULGA SOLO I DECESSI DEI NN VACCINATI, TT I CASI AVVERSI LI OMETTE...CONOSCO TANTISSIME PERSONE CON CASI AVVERSI ANCHE PERMANENTI CHE SE TORNASSERO INDIETROP UN PENSIERO LO FAREBBERO...SO PRO VACCINI IN ASSOLUTO MA RICATTARE LA GENTE NN E' CORRETTO ...E'  QST CHE LA GENTE NN SOPPORTA IL RICATTO...

Infatti non bisogna guardare i singoli casi. Esistono invece dei grafici diffusi dalle autorità sanitarie che parlano chiaro: nel 2020 (senza i vaccini) i casi di Covid-19 erano in costante crescita. Nel 2021, con i vaccini, dopo un picco nei primi mesi dell'anno, tanto che ci fu un lockdown, i casi iniziarono a scendere costantemente fino ai nostri giorni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963