I fratelli Bianchi torturavano gli animali

Inviata (modificato)

Secondo la pubblica accusa Marco e Gabriele Bianchi, quei gemelli terribili maniaci del fitness e delle arti marziali ed accusati di aver ucciso a botte un ragazzo di colore, si divertivano a torturare ed uccidere animali.
Nell’ambito della ricostruzione della personalità degli accusati, i magistrati hanno individuato prove per almeno due di questi reati (perché, ricordiamolo, è un reato uccidere un animale senza motivo ed ancor più torturarlo): una pecora ed un uccellino sono stati seviziati ed ammazzati dopo averli fatti soffrire per bene.

Leggendo qua e là ho visto che questo passatempo... si ritrova in molti serial killer, una cosa è certa chi non ama gli animali, anzi chi si diverte a farli soffrire dimostra una grande insensibilità verso gli essere viventi, quindi anche verso gli esseri umani? Che ne pensate?

Confido in una pena esemplare per questi due assassini

willybianchi.JPG



 

Modificato da mia-2017
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Mi ero già espresso per il passato. Questi personaggi vivevano con il reddito di cittadinanza (pagato da noi italiani) per pagarsi la palestra sportiva e la moto veloce. Mandarli a riparare gli argini dei fiumi con badile e piccone. Se poi cadono nel fiume … due parassiti in meno da mantenere. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

NON ESISTE UN AGGETTIVO PER QUALIFICARE QUESTI DUE ESSERI .  PERCEPIVANO IL REDDITO DI CITTADINANZA E PAGATO DA NOI ITALIANI. SONO CONTENTO DI POTER PAGARE CON LE MIE TASSE IL LORO SOGGIORNO A VITA IN CARCERE. AUGURO LORO DI USCIRE SOLO CON UN CAPPOTTO DI NOCE.  SCUSATE LA MIA ESPOSIZIONE CRUDA, MA DAVANTI A CERTI EVENTI NON SI PUO' NON ESSERE COSI'

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, romada1 ha scritto:

NON ESISTE UN AGGETTIVO PER QUALIFICARE QUESTI DUE ESSERI .  PERCEPIVANO IL REDDITO DI CITTADINANZA E PAGATO DA NOI ITALIANI. SONO CONTENTO DI POTER PAGARE CON LE MIE TASSE IL LORO SOGGIORNO A VITA IN CARCERE. AUGURO LORO DI USCIRE SOLO CON UN CAPPOTTO DI NOCE.  SCUSATE LA MIA ESPOSIZIONE CRUDA, MA DAVANTI A CERTI EVENTI NON SI PUO' NON ESSERE COSI'

 

Ciao ben sentito per la prima volta. Scusa, il legno di noce costa caro, per i rifiuti a forma umanoide va bene una busta di plastica a triplo strato. Triplo strato per evitare che la decomposizione dei loro organi possa contaminare il terreno agricolo. - Ciao buona serata.-  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963