Il fallimento di Draghi e Figliuolo

Per mesi ci hanno ripetutamente ed enfaticamente promesso:

entro fine settembre sarà vaccinato con la doppia dose l'80% della popolazione italiana in modo da raggiungere l'immunità di gregge.

Ebbene, vediamo come è andata. Secondo i dati del governo aggiornati alle ore 6 del primo ottobre, ha completato il ciclo vaccinale il 78,74% degli over12. Ma l'immunità di gregge è legata, come è ben noto, alla frazione di immunizzati sull'intera popolazione, che risulta pari, in base al dato ISTAT, al 71,8%. In ogni caso Draghi e il gen. Figliuolo hanno fallito il loro cruciale e prefissato obbiettivo. In un paese serio si dimetterebbero o chiederebbero scusa ai cittadini. E invece i media non ci danno neppure notizia di questo fallimento. Superfluo aggiungere che non abbiamo nessuna immunità di gregge e probabilmente non l'avremo mai. Il vaccino conferisce una significativa protezione parziale, non l'immunità. Ci si contagia e si contagia, ci si ammala e purtroppo si muore anche tra i vaccinati con due dosi. Inoltre i primi vaccinati di febbraio/marzo ormai stanno perdendo gli anticorpi, quindi non basterà superare l'80% dopo la data prevista. Si enfatizza la trovata del green pass, ma si disinformano i cittadini facendogli credere che sia un certificato di immunità. Nulla di più falso! Tanto più che il certificato si rilascia anche a chi ha fatto solo una dose, o addirittura un semplice tampone tre giorni prima. Questo non è rigore scientifico, questa è roba da paese di Pulcinella. Si omette di dire ai cittadini che le misure di profilassi individuale, mascherina (almeno FFP2 a norma CE), distanziamento (almeno un metro, meglio due), evitare gli assembramenti sia al chiuso che all'aperto, sono molto ma molto più importanti ed efficaci ai fini della protezione (individuale e collettiva) dei vaccini e dei certificati. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

61 messaggi in questa discussione

1.476 foto e immagini di Paraocchi - Getty Images

Ovvero quando la faziosità, la negazione dell'evidenza e l'imbecillità raggiungono livelli eccelsi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka !!  Mi devo essere perso qualcosa . Giuro che fino a quando il Cazzaro di Napoli non ci ha messo al corrente di questa brutta notizia , ero convinto che a fallire fossero stati Conte e  Arcuri . Devo stare molto più attento . Meno male che ci ha pensato il Cazzaro napoletano a informarci adeguatamente . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Per mesi ci hanno ripetutamente ed enfaticamente promesso:

entro fine settembre sarà vaccinato con la doppia dose l'80% della popolazione italiana in modo da raggiungere l'immunità di gregge.

Ebbene, vediamo come è andata. Secondo i dati del governo aggiornati alle ore 6 del primo ottobre, ha completato il ciclo vaccinale il 78,74% degli over12. Ma l'immunità di gregge è legata, come è ben noto, alla frazione di immunizzati sull'intera popolazione, che risulta pari, in base al dato ISTAT, al 71,8%. In ogni caso Draghi e il gen. Figliuolo hanno fallito il loro cruciale e prefissato obbiettivo. In un paese serio si dimetterebbero o chiederebbero scusa ai cittadini. E invece i media non ci danno neppure notizia di questo fallimento. Superfluo aggiungere che non abbiamo nessuna immunità di gregge e probabilmente non l'avremo mai. Il vaccino conferisce una significativa protezione parziale, non l'immunità. Ci si contagia e si contagia, ci si ammala e purtroppo si muore anche tra i vaccinati con due dosi. Inoltre i primi vaccinati di febbraio/marzo ormai stanno perdendo gli anticorpi, quindi non basterà superare l'80% dopo la data prevista. Si enfatizza la trovata del green pass, ma si disinformano i cittadini facendogli credere che sia un certificato di immunità. Nulla di più falso! Tanto più che il certificato si rilascia anche a chi ha fatto solo una dose, o addirittura un semplice tampone tre giorni prima. Questo non è rigore scientifico, questa è roba da paese di Pulcinella. Si omette di dire ai cittadini che le misure di profilassi individuale, mascherina (almeno FFP2 a norma CE), distanziamento (almeno un metro, meglio due), evitare gli assembramenti sia al chiuso che all'aperto, sono molto ma molto più importanti ed efficaci ai fini della protezione (individuale e collettiva) dei vaccini e dei certificati. 

Siccome il Panzanaro nonché Cazzaro di Napoli continua , indefesso ( molto più fesso che inde, nda ) comunico i dati trasmessi dal Ministero della Sanità alle 24 del 0i1/10/2021. Con questi dati , l’Italia , si colloca al 13esimo posto mondiale della classifica . Al terzo posto per numero di vaccini in Europa dopo Germania e Francia ed al primo posto in Europa nel rapporto Vaccini/Numero di vaccinati.  Più che Draghi e Figliuolo falli’ Basaglia quando consenti la chiusura delle strutture per chi aveva grosse patologie psichiatriche facendo sì che il Cazzaro di Napoli possa tranquillamente circolare a piede libero in mezzo ai normodotati 

PERSONE VACCINATE
42.603.777
71,90% della popolazione
DI CUI VACCINO MONODOSE
1.476.073
2,49% della pop.
DI CUI PREGRESSA INFEZIONEtooltip_info.b3a901ed.svg
1.539.749
2,60% della pop.
 
IN ATTESA SECONDA DOSE
2.659.645
4,49% della popolazione
 
TERZA DOSE
87.188
9,36% della platea
0,15% della popolazione
Il 71,90% della popolazionetooltip_info.b3a901ed.svg ha completato il ciclo vaccinaleIl 4,49% è in attesa di seconda dose. Complessivamente – contando anche il monodose e i pre-infettati che hanno ricevuto una dose - è almeno parzialmente protetto il 76,38% della popolazione italiana. Considerando solo gli over 12, oggetto della campagna vaccinale, rispetto alla platea individuata dal Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 la percentuale di almeno parzialmente protetti è del 83,81% , mentre il 79,92% e’ completamente vaccinato . 
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Siccome il Panzanaro nonché Cazzaro di Napoli continua , indefesso ( molto più fesso che inde, nda ) comunico i dati trasmessi dal Ministero della Sanità alle 24 del 0i1/10/2021. Con questi dati , l’Italia , si colloca al 13esimo posto mondiale della classifica . Al terzo posto per numero di vaccini in Europa dopo Germania e Francia ed al primo posto in Europa nel rapporto Vaccini/Numero di vaccinati.  Più che Draghi e Figliuolo falli’ Basaglia quando consenti la chiusura delle strutture per chi aveva grosse patologie psichiatriche facendo sì che il Cazzaro di Napoli possa tranquillamente circolare a piede libero in mezzo ai normodotati 

PERSONE VACCINATE
42.603.777
71,90% della popolazione
DI CUI VACCINO MONODOSE
1.476.073
2,49% della pop.
DI CUI PREGRESSA INFEZIONEtooltip_info.b3a901ed.svg
1.539.749
2,60% della pop.
 
IN ATTESA SECONDA DOSE
2.659.645
4,49% della popolazione
 
TERZA DOSE
87.188
9,36% della platea
0,15% della popolazione
Il 71,90% della popolazionetooltip_info.b3a901ed.svg ha completato il ciclo vaccinaleIl 4,49% è in attesa di seconda dose. Complessivamente – contando anche il monodose e i pre-infettati che hanno ricevuto una dose - è almeno parzialmente protetto il 76,38% della popolazione italiana. Considerando solo gli over 12, oggetto della campagna vaccinale, rispetto alla platea individuata dal Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 la percentuale di almeno parzialmente protetti è del 83,81% , mentre il 79,92% e’ completamente vaccinato . 

Ah dimenticavo : Invio ora la lista dei primi 30 paesi del mondo con la più alta percentuale vaccini / popolazioni aggiungendo un particolare da me errato nel precedente post. In Europa , l’Italia non si pone al primo posto nel rapporto vaccini /popolazione  bensi al secondo dietro alla Spagna  .      RANKNAZIONI ▼DOSI SOMMIN. ▼DOSI OGNI 100 AB. ▼TOTALE VACCINATI ▼DATA1Cina2.212.206.000153,18

 

01 ott2India893.203.98464,1

 

240.459.78701 ott3Unione Europea567.774.941126,97

 

281.449.18601 ott4Stati Uniti393.756.866117,08

 

184.852.41601 ott5Brasile237.425.768110,95

 

90.860.94430 set6Giappone164.859.014130,79

 

75.704.35930 set7Indonesia143.911.69852,07

 

51.750.69701 ott8Turchia109.925.744129,26

 

44.758.51201 ott9Germania108.011.215128,74

 

53.747.32001 ott10Messico101.782.41578,14

 

45.794.43930 set11Francia94.771.408140,27

 

44.408.72929 set12Regno Unito93.765.322137,47

 

44.901.83230 set13Russia90.667.00062,14

 

42.323.31601 ott14Italia84.976.471143,4

 

42.623.45702 ott15Pakistan82.830.35036,78

 

29.054.82130 set16Inghilterra78.608.546139,01

 

37.629.37130 set17Spagna70.153.507150,08

 

36.667.13830 set18South Korea64.714.459126,14

 

26.574.68501 ott19Canada56.340.815148,0

 

27.043.45401 ott20Argentina52.019.147114,06

 

22.336.13101 ott21Iran51.950.78361,1

 

15.646.96127 set22Bangladesh49.559.69129,8

 

16.871.08301 ott23Thailandia46.023.01665,79

 

15.899.15822 set24Filippine45.601.09641,06

 

24.242.42030 set25Malesia43.933.988134,04

 

20.389.62201 ott26Vietnam42.888.15743,69

 

9.818.44830 set27Arabia Saudita42.163.997119,31

 

18.764.73701 ott28Marocco41.099.861110,06

 

18.790.22228 set29Colombia40.404.81578,81

 

16.929.78929 set30Polonia37.317.75998,73

 

19.489.90301 ottCarica i prossimi 15 risultati di 222

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi perdoni sig fosforo, ma questa volta ha ragione la stu.pida gallina pisana.

Va bè, hanno preso in mano la situazione quando c'erano vaccini a volontà, quindi non possiamo sapere se quando c'era Conte e Arcuri, periodo in cui i vaccini arrivavano col contagocce, avrebbero saputo fare meglio, ma se la stu.pida gallina pisana dice che erano dei buoni a nulla, allora bisogna crederle.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accidenti !! Questa volta , la Sanchina , fa sì che il fratello disturbato e scosso , debba collocarsi ai piedi del podio dei ge ni . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

Che Figura Di Merda Emilio Fede GIF - Che Figura Di Merda Che Figura Di  Emilio Fede - Discover & Share GIFs

Ciuss

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://www.governo.it/it/cscovid19/report-vaccini/

Persone con almeno una vaccinazione: 83,84% della popolazione over 12

Persone che hanno completato il ciclo vaccinale: 78,92% della popolazione over 12

Report aggiornato al 02 ottobre 2021, ore 12:00

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 vada dietro la lavagna e si inginocchi sui ceci per il solo fatto di avere regalato ai familiari di Sanchi Risata l'ennesima figura da ge_nio.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://www.worldometers.***/coronavirus/country/italy/

Questi invece sono i dati covid di worldometers relativi all'Italia, che confermano quanto prevedeva Roberto Battiston nel mese di agosto.

Ricordo ai forumisti seri che il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 pretendeva di fare la lezioncina a Roberto Battiston

https://www.robertobattiston.it/pre/files/curriculum.pdf

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 , dopo essere andato dietro la lavagna ed essersi inginocchiato sui ceci per il solo fatto di avere regalato ai familiari di Sanchi Risata l'ennesima figura da ge_nio, prenda

URGENTEMENTE

contatto con il reparto di psichiatria più vicino affinché siano presi i provvedimenti necessari.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

La cosa grave è che l'unico vero  cogli.one che frequenta il forum, credendosi un ge nio è proprio lei, sig ilsauro cogli.one 24 ore

Mi scuso per averglielo detto io, purtroppo sua madre ha sofferto in silenzio senza rivelarle la sua deficenza mentale.

Ma visto che lei non si ritiene un koglione down ma solo un minus habens attendo la dimostrazione che Giuseppi non ha telefonato numerose volte alla Merkel e alla von der Layen.

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me , ma oh , può darsi che mi sbagli , la Sanchina ci e’ rimasta male perché non ha ricevuto nessuna offesa …!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

https://www.governo.it/it/cscovid19/report-vaccini/

Persone con almeno una vaccinazione: 83,84% della popolazione over 12

Persone che hanno completato il ciclo vaccinale: 78,92% della popolazione over 12

Report aggiornato al 02 ottobre 2021, ore 12:00

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 vada dietro la lavagna e si inginocchi sui ceci per il solo fatto di avere regalato ai familiari di Sanchi Risata l'ennesima figura da ge_nio.

Saurino pane e vino vaneggia, purtroppo per lui i numeri sono pietre. Il 13 marzo scorso il generale Figliuolo pubblicava il suo piano vaccinale:

https://www.governo.it/it/dipartimenti/cscovid19-pianovaccini/16417

Nel pdf a pag.9  leggiamo:

Il rateo ideale da raggiungere, a regime, è stimato in almeno 500.000 somministrazioni al giorno per raggiungere la vaccinazione di massa (almeno l'80% della popolazione vaccinata) entro il mese di settembre.

Non veniva specificato se con ambedue le dosi (per i vaccini che lo prevedevano) o con una sola, ma è del tutto evidente che una vaccinazione incompleta non è una vera ed efficace vaccinazione e che parlando di "vaccinazione di massa" si intendeva la vaccinazione completa. Infatti a pag.2 veniva precisato l'obbiettivo del piano: "completare al più presto la campagna vaccinale". Peraltro ciò si evince anche dalle ipotesi di pianificazione illustrate a pag.19, ovvero passare dalle 170.000 somministrazioni al giorno di inizio marzo ad almeno 500.000 entro aprile. Tenuto conto che al 13 marzo i vaccinati con una dose erano quasi già quasi 5 milioni e oltre 2 milioni quelli con due, e tenuto anche conto che uno dei vaccini prevedeva un'unica dose, allora il rateo ipotizzato sarebbe stato eccessivo per un obbiettivo che avesse previsto di vaccinare entro il 30 settembre l'80% degli italiani con almeno una dose e non necessariamente con la vaccinazione completa. Inoltre nel piano si parlava semplicemente di "popolazione" e non di popolazione vaccinabile (cioè over16 all'epoca, poi over12). Quindi ci si riferiva certamente all'intera popolazione, ovvero circa 59,2 milioni a fine febbraio (dato ISTAT) di cui l'80% sono 47,36 milioni . Una conferma la troviamo sempre a pag.19 dove si parlava di tre ipotizzabili soglie per l'immunità di gregge: 80%, 70% e 60% e questa volta specificando il riferimento all'intera popolazione (e non solo agli over16). In definitiva, alla mezzanotte del 30 settembre dovevano essere completamente vaccinati secondo il piano Figliuolo l'80% di tutti gli italiani, e invece i vaccinati completi sono stati solo il 71,8%. Ma non ha completato il ciclo neppure l'80% dei vaccinabili bensì solo il 78,74% degli over12:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/10/01/vaccinare-l80-della-popolazione-entro-fine-settembre-lobiettivo-fissato-a-marzo-non-e-stato-centrato-e-mancano-3-milioni-di-over-50/6337574/

Bene, posato il fiasco e superata la sbornia, Saurino pane e vino rifletterà sulle disuguaglianze:

71,8 < 80,   78,74 < 80,

prenderà atto del FALLIMENTO del piano Figliuolo, andrà ad inginocchiarsi sui ceci e ci resterà  fino a quando l'80% degli italiani non avrà completato la vaccinazione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro reitera …!! Legge il falso quiriduano e si trasforma immediatamente nell’apostolo biblico San Cazzaro …!! Sulla base di conteggi farlocchi che solo un giornaletto può’ fare , il Cazzaro si espone al ridicolo cercando di smontare l’evidente successo raggiunto da Figliuolo come , del resto , viene sottolineato da tutti . Il Cazzaro fa di più : ne chiede le dimissioni facendo ridere il forum tutto . Forumisti seri e non !! Figliuolo , quando si insediò , promise 500.000 vaccinazioni e l’80% dei vaccinati entri settembre . All’epoca , qualcuno , parlo’ di un traguardo fin troppo ambizioso e qualcuno ( di sicuro il Cazzaro napoletano , nda), inizio’ a rosicare nella speranza di un fallimento che avrebbe dovuto avere , davanti agli occhi inebetiti del Cazzaro , una forma di riscatto verso Conte ed Arcuri , che , loro si , hanno cannato tutti e proprio tutto gli obbiettivi che si erano dati . Oggi , nessuno , nemmeno ad andare a cercarlo con il lanternino , mette in discussione il risultato di Figliuolo. Lo fa solo il Falso Quotidiano ed il “profeta” Fosforuccio . Quest’ultimo, ancora purtroppo a piede libero , chiede addirittura le dimissioni di chi ha garantito , in questi mesi , la migliore curva pandemica di tutta Europa . Se in Italia vivono alcuni milioni di  capre Over 50 ( la steagrandissina maggioranza al Sud) che non vogliono vaccinarsi non e’ certamente colpa di Figliuolo che comunque ed a dispetto dei Cazzari , il risultato prefissosi lo ha raggiunto . Il Cazzaro di Napoli continui a leggere gli articoli faziosi e patetici del Falso ed interpreti i “calcoletti” come desidera. Ma di una cosa ne sia certo : il resto dell’Italia ringrazierà sempre Fugliuolo per una campagna efficace e veloce e per un Green Pass che sta tenendo al sicuro gli Over 50 a rischio ospedalizzazione. Il Cazzaro , invece , continui pure ad inneggiare ai cialtroni populisti precedenti.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In questo forum c'è qualche peracottaro per il quale perfino i numeri sono opinioni. Per fortuna non lo sono, e non possono esserlo, per un esperto di logistica come il generale Figliuolo. Sabato scorso, infatti, l'ipermedagliato in visita a Saluzzo ha dovuto autocertificare il fallimento dell'obbiettivo del suo piano: "A breve arriveremo all'80% della popolazione". Questo significa che il 2 ottobre meno dell'80% degli italiani (e meno anche di quelli vaccinabili) aveva completato il ciclo vaccinale. Peccato, generale, dovrà rinunciare a un'altra medaglietta, quella che il generoso Mattarella non vedeva l'ora di conferirle, innaffiandola con un ettolitro di retorica, se lei avesse centrato l'obbiettivo. Si consoli con le 350 che ha già appuntate sulla giacca. La cosa preoccupante, generale, è un'altra: nessuno in Italia, eccetto il FQ, il giornale La Notizia e l'umile sottoscritto, le ha indirizzato una doverosa critica. Né a lei né al presidente Draghi. Se avessero mancato questo importante obbiettivo i vostri predecessori, Arcuri e Conte, i media asserviti ai poteri forti li avrebbero messi al muro. 

https://infosannio.com/2021/10/03/spallata-fallita-l80-di-vaccinati-resta-lontano/

https://www.tecnicadellascuola.it/vaccini-anti-covid-figliuolo-a-breve-arriveremo-all80-della-popolazione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi , cari forumisti , debbo ripetermi : Facciamo qualcosa di concreto nei confronti del Cazzaro di Napoli , prima che a quest’ultimo , in base ad una ordinanza della USL competente , venga tolta la possibilità della libera circolazione . Insomma , riassumendo ed entrando nel merito dei cervellotici conteggi del Falso Quotidiano e che il Cazzaro ha fatto propri , il Gen Figliuolo dovrebbe dimettersi perché non ha raggiunto l’80% dei vaccinati ma “solo” il 79,3%.  Figliuolo sarebbe un impostore ed un truccatore di dati e solo nel Paese di oPulcinella può continuare a fare il Commissario per l’emergenza COVID . Questo   , in sintesi , e’ il pensiero del Cazzaro . Un pensiero che il Pulcinella elabora nella sua testolina malata poiché vede Fugliuolo come colui che ha preso il posto del suo “amico “ Arcuri . Un tizio , quest’ultimo  , che presento’ un piano vaccinale ridicolo e responsabile di aver fatto spendere alla collettività oltre un miliardo di euro tra mascherine mancanti e provvigioni a chi ce le doveva fornire , respiratori che non funzionavano , studi di progettazione per i famosi “quadrifogli “ che dovevano essere le sedi dove la popolazione doveva andare a vaccinarsi e , udite udite, l’acquisto di banchi scolastici a rotelle che , e’ notizia di questi giorni , andranno al macero . Ecchekazzo!! Figliuolo a casa (insieme a Draghi , nda) e ritorno di Arcuri ( con Giuseppi , nda ). Però la cosa veramente comica e’ il conteggio che fa il Cazzaro dopo aver preso spunto dal Falso e da giornalini ad esso collegati. Il Cazzaro di Napoli dice che Figliuolo e’ un impostore perché nel conteggio dell’80% non inserisce gli Over 12,facendo si che se la popolazione vaccinabile e’ inferiore più alta sarà la percentuale vaccinata . Confesso che ho riso per un’oretta circa . Quindi , per il Cazzaro , Figliuolo e’ un falsario !! Ok ok !! Quindi secondo il pulcinella partenopeo , andrebbero inseriti anche coloro che , per legge , non possono essere inseriti e vaccinati . Secondo il Panzanaro di Napoli , se seguiamo la sua logica , visto e considerato che vengono considerati italiani anche i neonati ed i ragazzi da o a 12, per affermare di aver raggiunto l’80% dovevano essere vaccinati pure loro . Mi sembra invece chiaro , giusto e di buonsenso calcolare l’80% , così come ha fatto Figliuolo, tra la popolazione vaccinabile. Così come e’ in uso in tutti gli altri Paesi civili , sennò , da domani , via alle vaccinazioni di neonati comprensi i “ settimini “ , i bimbi che frequentano  le materne e le scuole di infanzia e tutta la popolazione scolastica della scuola dell’obbligo. Allo studio , ad oggi , esistono solo delle ricerche che consentiranno , in futuro , la vaccinazione tra i 5 ai 12 anni e che , comunque, escluderanno neonati ed infanti dagli 0 ai 5 anni . Ridicolo il Cazzaro !! Mi raccomando, facciamo presto ….lo stiamo perdendo !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il vero fallimento non è affatto di Draghi e di Figliulo, ma di tutto coloro che speravano nel loro fallimento, di tutti coloro che a seguito della vittoria degli europei di calcio e delle vacanze estive speravano (anche senza ammetterlo) in un'esplosione di nuovi contagi. Per fortuna così non è stato.  E questo anche grazie a Draghi e Figliulo.

C'è chi rosica, pazienza, gli italiani obiettivi se ne faranno una ragione.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il peracottaio pisano continua a negare l'evidenza dei numeri del report vaccini e delle parole scritte nel piano vaccinale del governo Draghi e del Commissario Figliuolo. Purtroppo per i peracottai e per i falsari scripta manent. E allora repetita iuvant. A pag.9 del pdf del piano vaccinale presentato ai media il 13 marzo scorso dal gen. Figliuolo veniva definito l'obbiettivo. Era questo: 

...raggiungere la vaccinazione di massa (almeno l'80% della popolazione vaccinata) entro il mese di settembre. 

Dunque si parlava solo di "popolazione" e non di popolazione vaccinabile (over16 o over12). D'altra parte, in epidemiologia il concetto di "vaccinazione di massa" è strettamente correlato a quello di "immunità di gregge" o "immunità di massa" (herd immunity o mass immunity). Infatti, a pag.19 del piano venivano ipotizzate tre possibili soglie per il raggiungimento dell'immunità di gregge e la più alta era proprio quella dell'80% della popolazione vaccinata. Dove veniva precisato espressamente che la soglia era calcolata sull'intera popolazione. Ed è ovvio che fosse così dato che gli individui di tutte le età sono suscettibili di infezione e possono a loro volta contagiare. In definitiva, l'obbiettivo del piano vaccinale di marzo era raggiungere entro settembre l'immunità di gregge anche per la soglia di immunità più alta ipotizzata all'epoca. Obbiettivo friabile nelle basi scientifiche perché già a marzo si sapeva che i vaccini conferivano una protezione parziale non un'immunità assoluta. Si sapeva anche che gli anticorpi indotti dalla vaccinazione vanno scemando nel tempo, e proprio per questo si fissò la scadenza di settembre. Ma non si sapeva ancora che la variante delta ha un numero di riproduzione di base Ro>5 e di conseguenza la soglia per l'immunità di gregge (pari a 1-1/Ro) è certamente maggiore dell'80%. Riassumendo: non è stata raggiunta nessuna immunità di gregge entro il 30 settembre e a quella data era vaccinato il 71,8% della popolazione italiana e non l'80% previsto dal piano vaccinale. Al momento in cui scrivo il report vaccini del governo parla di 42.744.889 soggetti completamente vaccinati, pari al 72,31% della popolazione residente (59.108.671: dato ISTAT al 31 luglio). Ieri l'altro il gen. Figliuolo ha assicurato che "raggiungeremo l'80% a breve".  Ma io temo che di questo passo non raggiungeremo l'80% neppure entro fine ottobre. C'è da fare una ulteriore considerazione. Sul sito del governo si parla di 42.744.889 "persone che hanno completato il ciclo vaccinale". Ma a rigore questo dato, rapportato alla popolazione attuale, non è significativo ai fini della valutazione di una pur parziale immunità di massa. Bisognerebbe infatti sottrarre a questo numero tutti i completamente vaccinati che nel frattempo sono deceduti.  Per Covid o per altre cause. Quindi la percentuale dei vaccinati viventi sulla popolazione attuale è in realtà perfino un po' più bassa di quella calcolata col dato del governo. Purtroppo, come è noto, muoiono di Covid anche persone completamente vaccinate. Come spiegherò in un successivo post, in Italia al momento sono circa 150 a settimana, circa 160 se aggiungiamo i morti di Covid dopo una sola dose. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://www.agenas.gov.it/covid19/web/index.php?r=site%2Fvaccinazioneeu&q=002

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non ha più scuse per non apprezzare la realtà dei fatti.

La realtà dei fatti dice che il giorno 4 ottobre 2021, relativamente alle somministrazioni per 100 abitanti, l'Italietta nostra (142,84) è davanti a Paesi seri come Germania (129,95), Francia (140,53), Svezia (132,82), Paesi Bassi (134,96).

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 si concili con la realtà (dopo avere contattato lo psichiatra, NdA) e la smetta di offrire ai familiari di Sancho Risata l'occasione per incassare nuove figure da ge_nio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ricordo ad Ariafresca e a Saurino pane e vino che qui non stavamo parlando dell'andamento dell'epidemia in Italia né facevamo confronti con paesi che, in rapporto alla popolazione, hanno somministrato meno dosi (tipo Germania, UK e Olanda) o più dosi di vaccino di noi (tipo Spagna, Portogallo e Irlanda). Parlavamo solo del chiaro e oggettivo fallimento dell'obbiettivo prefissato nel piano vaccinale del governo Draghi. Fallimento così chiaro che lo ha implicitamente ammesso lo stesso Commissario Figliuolo, ma forse non abbastanza chiaro per i media governisti (cioè il 99% dei media) che hanno completamente ignorato la cosa.

Tuttavia, già da qualche settimana ritenevo doveroso ritornare su una mia previsione errata, risalente se non ricordo male verso fine agosto. E allora colgo l'occasione per farlo qui. Avevamo in quel momento una curva in netta crescita e una cinquantina di decessi al giorno di media settimanale, e io temevo che entro tre settimane, all'incirca, avremmo superato i 100 decessi al giorno. Temevo, sig. Ariafresca, non speravo, anzi speravo di sbagliarmi e lo scrissi espressamente. E oggi riconosco e sono felicissimo di essermi sbagliato, anche se non sono ancora del tutto tranquillo per il futuro (leggasi autunno e inverno che, a quanto pare, sono le stagioni preferite dal virus). Quella previsione non si basava solo sul trend in atto in Italia ma sugli andamenti nelle settimane appena precedenti in alcuni paesi aventi una copertura vaccinale superiore o molto simile alla nostra: UK, Francia, Spagna e Israele. Tutti questi paesi erano passati in poche settimane da una mortalità simile, in rapporto alla popolazione, alla nostra di fine agosto (circa 50 decessi al giorno) a una mortalità equivalente a 100 e più morti da noi. Che cosa è poi realmente accaduto? In effetti, secondo Worldometer, la media mobile settimanale dei decessi ha continuato a salire, ma assai più lentamente, toccando un massimo di 62 decessi giornalieri tra l'11 e il 13 settembre, poi è iniziata un'altrettanto lenta discesa, tuttora in corso. In sostanza, l'ondata estiva o quarta ondata c'è stata anche in Italia, è partita un po' in ritardo rispetto ai paesi citati ed è stata per noi "un'ondatina" sensibilmente meno tragica rispetto a quei paesi. Dal primo agosto 2021 al 4 ottobre abbiamo registrato 3.005 decessi in Italia, contro, per esempio, i 7.332 del Regno Unito. Per quali motivi l'ondata estiva è stata più clemente con noi, che tra l'altro abbiamo una popolazione più anziana rispetto ai 4 paesi citati? Non saprei dirlo, certo non è dipeso dalla copertura vaccinale, che in quei paesi era molto simile o superiore alla nostra. Forse è dipeso anche dal clima e dalla minore propensione degli italiani ad assembrarsi al chiuso, specie in estate. Non credo molto nemmeno al fattore green pass, visto che la Francia l'ha introdotto prima di noi e in modo più severo. Forse noi italiani siamo stati semplicemente più rispettosi delle norme profilattiche, specie nelle fasce di età più a rischio, di certo siamo meno indisciplinati dei britannici. In ogni caso si conferma che una caratteristica di questo virus è l'imprevedibilità. Per es. chi avrebbe immaginato che un paese quasi immune fino alla scorsa primavera come il Vietnam avrebbe accusato nell'estate 2021 e in questo inizio d'autunno oltre il 99% del suo totale di decessi?

Ciò detto, c'è anche qualche considerazione meno incoraggiante da fare. Nello stesso periodo 1/8-4/10 del 2020 i decessi in Italia furono appena 691 contro i 3.005 di quest'anno (ho sottratto 154 decessi registrati dalla regione Emilia R. nel bollettino del 15/8/2020 ma avvenuti in primavera). Eppure l'anno scorso non avevamo nemmeno un vaccinato. È vero che a inizio ottobre 2020 la curva era in crescita mentre oggi decresce, quindi le prospettive sono senza dubbio migliori, anche o soprattutto perché possiamo contare su una copertura vaccinale completa su oltre il 72% della popolazione e che crescerà ancora. Però diamo un'occhiata a queste due curve ricavate dai dati dell'ISS:

confrontro_2020_2021.pngEsse riportano gli andamenti comparati delle incidenze di contagi e decessi negli ultimi mesi del 2020 e in questi ultimi mesi del 2021. Nel secondo caso vengono anche separate le incidenze relative ai vaccinati e ai non vaccinati. Ebbene, notiamo che tra i vaccinati del 2021 (curva verde) l'incidenza dei contagi è maggiore di quella nello stesso periodo del 2020 (curva blu) quando eravamo tutti non vaccinati. Poco male: contagio non significa malattia grave, inoltre oggi facciamo molti più test di un anno fa quindi i casi positivi sono poco confrontabili. Però una cosa analoga si verifica a partire all'incirca dalla seconda settimana di settembre (ma ricordo che si tratta di medie mobili sui 30 giorni precedenti) anche per le curve dei decessi. In poche parole: negli ultimi mesi non solo abbiamo più decessi che nel medesimo periodo del 2020, ma abbiamo più decessi di allora anche nella sola categoria dei vaccinati. In altri termini ancora, oggi contiamo più decessi tra i vaccinati con due dosi rispetto ai deceduti di un anno fa, che erano tutti non vaccinati. Lascio a voi giudicare se questo fatto sia più sorprendente o spiacevole, vi assicuro solo che si verifica anche in altri paesi (es. UK). Ma quanti sono i vaccinati che muoiono di Covid? Ingrandendo il grafico e considerando l'andamento delle somministrazioni, ho stimato in modo grossolano che negli ultimi 30 giorni abbiamo avuto in media una novantina di decessi a settimana tra i vaccinati con due dosi e una decina in più includendo i vaccinati con singola dose (e correggo le stime del precedente post fatte erroneamente in base all'ultimo dato delle somministrazioni). Naturalmente speriamo che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi la curva verde e la curva rossa non si impennino come fece tragicamente l'anno scorso la curva blu. Ovvero speriamo che la protezione vaccinale prevalga sulla maggiore virulenza intrinseca della variante delta rispetto alla variante inglese, e che anche i testardi che si ostinano a non vaccinarsi possano beneficiare di una parziale immunità di gregge.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ricordo ad Ariafresca e a Saurino pane e vino che qui non stavamo parlando dell'andamento dell'epidemia in Italia né facevamo confronti con paesi che, in rapporto alla popolazione, hanno somministrato meno dosi (tipo Germania, UK e Olanda) o più dosi di vaccino di noi (tipo Spagna, Portogallo e Irlanda). Parlavamo solo del chiaro e oggettivo fallimento dell'obbiettivo prefissato nel piano vaccinale del governo Draghi. Fallimento così chiaro che lo ha implicitamente ammesso lo stesso Commissario Figliuolo, ma forse non abbastanza chiaro per i media governisti (cioè il 99% dei media) che hanno completamente ignorato la cosa.

Tuttavia, già da qualche settimana ritenevo doveroso ritornare su una mia previsione errata, risalente se non ricordo male verso fine agosto. E allora colgo l'occasione per farlo qui. Avevamo in quel momento una curva in netta crescita e una cinquantina di decessi al giorno di media settimanale, e io temevo che entro tre settimane, all'incirca, avremmo superato i 100 decessi al giorno. Temevo, sig. Ariafresca, non speravo, anzi speravo di sbagliarmi e lo scrissi espressamente. E oggi riconosco e sono felicissimo di essermi sbagliato, anche se non sono ancora del tutto tranquillo per il futuro (leggasi autunno e inverno che, a quanto pare, sono le stagioni preferite dal virus). Quella previsione non si basava solo sul trend in atto in Italia ma sugli andamenti nelle settimane appena precedenti in alcuni paesi aventi una copertura vaccinale superiore o molto simile alla nostra: UK, Francia, Spagna e Israele. Tutti questi paesi erano passati in poche settimane da una mortalità simile, in rapporto alla popolazione, alla nostra di fine agosto (circa 50 decessi al giorno) a una mortalità equivalente a 100 e più morti da noi. Che cosa è poi realmente accaduto? In effetti, secondo Worldometer, la media mobile settimanale dei decessi ha continuato a salire, ma assai più lentamente, toccando un massimo di 62 decessi giornalieri tra l'11 e il 13 settembre, poi è iniziata un'altrettanto lenta discesa, tuttora in corso. In sostanza, l'ondata estiva o quarta ondata c'è stata anche in Italia, è partita un po' in ritardo rispetto ai paesi citati ed è stata per noi "un'ondatina" sensibilmente meno tragica rispetto a quei paesi. Dal primo agosto 2021 al 4 ottobre abbiamo registrato 3.005 decessi in Italia, contro, per esempio, i 7.332 del Regno Unito. Per quali motivi l'ondata estiva è stata più clemente con noi, che tra l'altro abbiamo una popolazione più anziana rispetto ai 4 paesi citati? Non saprei dirlo, certo non è dipeso dalla copertura vaccinale, che in quei paesi era molto simile o superiore alla nostra. Forse è dipeso anche dal clima e dalla minore propensione degli italiani ad assembrarsi al chiuso, specie in estate. Non credo molto nemmeno al fattore green pass, visto che la Francia l'ha introdotto prima di noi e in modo più severo. Forse noi italiani siamo stati semplicemente più rispettosi delle norme profilattiche, specie nelle fasce di età più a rischio, di certo siamo meno indisciplinati dei britannici. In ogni caso si conferma che una caratteristica di questo virus è l'imprevedibilità. Per es. chi avrebbe immaginato che un paese quasi immune fino alla scorsa primavera come il Vietnam avrebbe accusato nell'estate 2021 e in questo inizio d'autunno oltre il 99% del suo totale di decessi?

Ciò detto, c'è anche qualche considerazione meno incoraggiante da fare. Nello stesso periodo 1/8-4/10 del 2020 i decessi in Italia furono appena 691 contro i 3.005 di quest'anno (ho sottratto 154 decessi registrati dalla regione Emilia R. nel bollettino del 15/8/2020 ma avvenuti in primavera). Eppure l'anno scorso non avevamo nemmeno un vaccinato. È vero che a inizio ottobre 2020 la curva era in crescita mentre oggi decresce, quindi le prospettive sono senza dubbio migliori, anche o soprattutto perché possiamo contare su una copertura vaccinale completa su oltre il 72% della popolazione e che crescerà ancora. Però diamo un'occhiata a queste due curve ricavate dai dati dell'ISS:

confrontro_2020_2021.pngEsse riportano gli andamenti comparati delle incidenze di contagi e decessi negli ultimi mesi del 2020 e in questi ultimi mesi del 2021. Nel secondo caso vengono anche separate le incidenze relative ai vaccinati e ai non vaccinati. Ebbene, notiamo che tra i vaccinati del 2021 (curva verde) l'incidenza dei contagi è maggiore di quella nello stesso periodo del 2020 (curva blu) quando eravamo tutti non vaccinati. Poco male: contagio non significa malattia grave, inoltre oggi facciamo molti più test di un anno fa quindi i casi positivi sono poco confrontabili. Però una cosa analoga si verifica a partire all'incirca dalla seconda settimana di settembre (ma ricordo che si tratta di medie mobili sui 30 giorni precedenti) anche per le curve dei decessi. In poche parole: negli ultimi mesi non solo abbiamo più decessi che nel medesimo periodo del 2020, ma abbiamo più decessi di allora anche nella sola categoria dei vaccinati. In altri termini ancora, oggi contiamo più decessi tra i vaccinati con due dosi rispetto ai deceduti di un anno fa, che erano tutti non vaccinati. Lascio a voi giudicare se questo fatto sia più sorprendente o spiacevole, vi assicuro solo che si verifica anche in altri paesi (es. UK). Ma quanti sono i vaccinati che muoiono di Covid? Ingrandendo il grafico e considerando l'andamento delle somministrazioni, ho stimato in modo grossolano che negli ultimi 30 giorni abbiamo avuto in media una novantina di decessi a settimana tra i vaccinati con due dosi e una decina in più includendo i vaccinati con singola dose (e correggo le stime del precedente post fatte erroneamente in base all'ultimo dato delle somministrazioni). Naturalmente speriamo che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi la curva verde e la curva rossa non si impennino come fece tragicamente l'anno scorso la curva blu. Ovvero speriamo che la protezione vaccinale prevalga sulla maggiore virulenza intrinseca della variante delta rispetto alla variante inglese, e che anche i testardi che si ostinano a non vaccinarsi possano beneficiare di una parziale immunità di gregge.  

Quando si arriva a negare l’evidenza , quando si arriva addirittura a “piegare” i numeri stravolgendoli  pur di mistificarli per smentire l’evidenza riconosciuta non in Italia ma nel mondo intero , quando falsamente si afferma che “ speravo di sbagliarmi “ quando invece e’ vero il contrario ed il Cazzaro di Napoli ha dato ampia prova che invece i dati fossero negativi pur di tornare sul forum per dire “ io , “modestamente”, lo avevo previsto , non si può e non si deve spendere più neanche una parola . Si perderebbe solo del tempo sottraendolo a cose più urgenti , interessanti o piacevoli .  Qua , di “ chiaro ed oggettivo “ c’è solo la presa che l’unica azione e l’unico fatto concreto di cui abbisogna il Cazzaro di Napoli , sono solo e soltanto le braccia , forti e possenti , di due infermieri che lo portano al primo nosocomio cittadino . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ricordo ad Ariafresca e a Saurino pane e vino che qui non stavamo parlando dell'andamento dell'epidemia in Italia né facevamo confronti con paesi che, in rapporto alla popolazione, hanno somministrato meno dosi (tipo Germania, UK e Olanda) o più dosi di vaccino di noi (tipo Spagna, Portogallo e Irlanda). Parlavamo solo del chiaro e oggettivo fallimento dell'obbiettivo prefissato nel piano vaccinale del governo Draghi. Fallimento così chiaro che lo ha implicitamente ammesso lo stesso Commissario Figliuolo, ma forse non abbastanza chiaro per i media governisti (cioè il 99% dei media) che hanno completamente ignorato la cosa.

Tuttavia, già da qualche settimana ritenevo doveroso ritornare su una mia previsione errata, risalente se non ricordo male verso fine agosto. E allora colgo l'occasione per farlo qui. Avevamo in quel momento una curva in netta crescita e una cinquantina di decessi al giorno di media settimanale, e io temevo che entro tre settimane, all'incirca, avremmo superato i 100 decessi al giorno. Temevo, sig. Ariafresca, non speravo, anzi speravo di sbagliarmi e lo scrissi espressamente. E oggi riconosco e sono felicissimo di essermi sbagliato, anche se non sono ancora del tutto tranquillo per il futuro (leggasi autunno e inverno che, a quanto pare, sono le stagioni preferite dal virus). Quella previsione non si basava solo sul trend in atto in Italia ma sugli andamenti nelle settimane appena precedenti in alcuni paesi aventi una copertura vaccinale superiore o molto simile alla nostra: UK, Francia, Spagna e Israele. Tutti questi paesi erano passati in poche settimane da una mortalità simile, in rapporto alla popolazione, alla nostra di fine agosto (circa 50 decessi al giorno) a una mortalità equivalente a 100 e più morti da noi. Che cosa è poi realmente accaduto? In effetti, secondo Worldometer, la media mobile settimanale dei decessi ha continuato a salire, ma assai più lentamente, toccando un massimo di 62 decessi giornalieri tra l'11 e il 13 settembre, poi è iniziata un'altrettanto lenta discesa, tuttora in corso. In sostanza, l'ondata estiva o quarta ondata c'è stata anche in Italia, è partita un po' in ritardo rispetto ai paesi citati ed è stata per noi "un'ondatina" sensibilmente meno tragica rispetto a quei paesi. Dal primo agosto 2021 al 4 ottobre abbiamo registrato 3.005 decessi in Italia, contro, per esempio, i 7.332 del Regno Unito. Per quali motivi l'ondata estiva è stata più clemente con noi, che tra l'altro abbiamo una popolazione più anziana rispetto ai 4 paesi citati? Non saprei dirlo, certo non è dipeso dalla copertura vaccinale, che in quei paesi era molto simile o superiore alla nostra. Forse è dipeso anche dal clima e dalla minore propensione degli italiani ad assembrarsi al chiuso, specie in estate. Non credo molto nemmeno al fattore green pass, visto che la Francia l'ha introdotto prima di noi e in modo più severo. Forse noi italiani siamo stati semplicemente più rispettosi delle norme profilattiche, specie nelle fasce di età più a rischio, di certo siamo meno indisciplinati dei britannici. In ogni caso si conferma che una caratteristica di questo virus è l'imprevedibilità. Per es. chi avrebbe immaginato che un paese quasi immune fino alla scorsa primavera come il Vietnam avrebbe accusato nell'estate 2021 e in questo inizio d'autunno oltre il 99% del suo totale di decessi?

Ciò detto, c'è anche qualche considerazione meno incoraggiante da fare. Nello stesso periodo 1/8-4/10 del 2020 i decessi in Italia furono appena 691 contro i 3.005 di quest'anno (ho sottratto 154 decessi registrati dalla regione Emilia R. nel bollettino del 15/8/2020 ma avvenuti in primavera). Eppure l'anno scorso non avevamo nemmeno un vaccinato. È vero che a inizio ottobre 2020 la curva era in crescita mentre oggi decresce, quindi le prospettive sono senza dubbio migliori, anche o soprattutto perché possiamo contare su una copertura vaccinale completa su oltre il 72% della popolazione e che crescerà ancora. Però diamo un'occhiata a queste due curve ricavate dai dati dell'ISS:

confrontro_2020_2021.pngEsse riportano gli andamenti comparati delle incidenze di contagi e decessi negli ultimi mesi del 2020 e in questi ultimi mesi del 2021. Nel secondo caso vengono anche separate le incidenze relative ai vaccinati e ai non vaccinati. Ebbene, notiamo che tra i vaccinati del 2021 (curva verde) l'incidenza dei contagi è maggiore di quella nello stesso periodo del 2020 (curva blu) quando eravamo tutti non vaccinati. Poco male: contagio non significa malattia grave, inoltre oggi facciamo molti più test di un anno fa quindi i casi positivi sono poco confrontabili. Però una cosa analoga si verifica a partire all'incirca dalla seconda settimana di settembre (ma ricordo che si tratta di medie mobili sui 30 giorni precedenti) anche per le curve dei decessi. In poche parole: negli ultimi mesi non solo abbiamo più decessi che nel medesimo periodo del 2020, ma abbiamo più decessi di allora anche nella sola categoria dei vaccinati. In altri termini ancora, oggi contiamo più decessi tra i vaccinati con due dosi rispetto ai deceduti di un anno fa, che erano tutti non vaccinati. Lascio a voi giudicare se questo fatto sia più sorprendente o spiacevole, vi assicuro solo che si verifica anche in altri paesi (es. UK). Ma quanti sono i vaccinati che muoiono di Covid? Ingrandendo il grafico e considerando l'andamento delle somministrazioni, ho stimato in modo grossolano che negli ultimi 30 giorni abbiamo avuto in media una novantina di decessi a settimana tra i vaccinati con due dosi e una decina in più includendo i vaccinati con singola dose (e correggo le stime del precedente post fatte erroneamente in base all'ultimo dato delle somministrazioni). Naturalmente speriamo che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi la curva verde e la curva rossa non si impennino come fece tragicamente l'anno scorso la curva blu. Ovvero speriamo che la protezione vaccinale prevalga sulla maggiore virulenza intrinseca della variante delta rispetto alla variante inglese, e che anche i testardi che si ostinano a non vaccinarsi possano beneficiare di una parziale immunità di gregge.  

Fosforo, non arrampicarti sugli specchi, è palese che sei in difficoltà. Figliulo non ha affatto fallito, anzi sta raggiungendo ottimi risultati. Sperava di ottenerli più in fretta? Pazienza, le variabili sono tante e non tutto è programmabile nel dettaglio. L'importante è essere sulla buona strada ed arrivare all'obiettivo.   

Ricordi per esempio quando Conte diceva "chiudiamo ora per poi aprire a Natale e goderci le festività?" E poi a Natale diceva  "un altro sforzo, resistiamo ancora un po' e poi riapriamo...". Le aperture promesse e non mantenute non possono essere considerate un fallimento?, anche quando si parla di COnte?   Oppure a Conte gli perdoniamo tutto perchè è Conte??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ariafresca123 ha scritto:

Fosforo, non arrampicarti sugli specchi, è palese che sei in difficoltà. Figliulo non ha affatto fallito, anzi sta raggiungendo ottimi risultati. Sperava di ottenerli più in fretta? Pazienza, le variabili sono tante e non tutto è programmabile nel dettaglio. L'importante è essere sulla buona strada ed arrivare all'obiettivo.   

Ricordi per esempio quando Conte diceva "chiudiamo ora per poi aprire a Natale e goderci le festività?" E poi a Natale diceva  "un altro sforzo, resistiamo ancora un po' e poi riapriamo...". Le aperture promesse e non mantenute non possono essere considerate un fallimento?, anche quando si parla di COnte?   Oppure a Conte gli perdoniamo tutto perchè è Conte??

Sei il solito fazioso che personalizza la discussione avendo poco o nulla da replicare nel merito. Avevo previsto (motivando ma augurandomi di sbagliare) 100 decessi al giorno, siamo arrivati a 62 e ho ammesso l'errore. Fior di primari ospedalieri, virologi ed epidemiologi hanno sbagliato più me, figurati se posso sentirmi in difficoltà. La caratteristica di questo virus è l'imprevedibilità. E naturalmente hanno commesso errori anche i capi di governo, incluso Conte, che criticai a lungo per il sistema a mappe colorate. Che però vige tuttora e che finora, in 11 mesi, ha confermato esattamente le mie previsioni di allora: non ha debellato il virus, non ci ha portato sui livelli tipici di mortalità di paesi virtuosi e non autoritari come Australia e Corea del Sud (meno di 10 morti al giorno) ma ha solo endemizzato il patogeno nonostante i vaccini. Colpevolizzare Conte per le errate previsioni sulle terribili seconda e terza ondata è molto ingeneroso. Lui sperava di riaprire dopo Natale con il conforto delle previsioni  di massima degli scienziati. Bisogna invece rendergli merito per la determinazione e il coraggio mostrati a marzo 2020 quando fu il primo leader occidentale a mettere in lockdown un intero paese. Decisione che fece da esempio per gli altri e che probabilmente risparmiò centinaia di migliaia di vite. Non lo dico io, sono stime dell'Imperial College di Londra. Penso che al suo posto un liberista come Draghi avrebbe agito diversamente. Non a caso la scelta del "rischio ragionato" del 26 aprile scorso fu, pare, in parte disallineata con le indicazioni del CTS. Gli andò bene, ma a mio avviso l'ex banchiere avrebbe dovuto ragionare di più e ascoltare di più gli esperti. È molto probabile che riaperture più prudenti ci avrebbero evitato parte dei 3000 decessi di agosto/settembre (contro i meno di 700 di un anno prima). Draghi avrebbe anche il dovere di informare gli italiani su quanto sta accadendo ai vaccinati con due dosi. I quali purtroppo stanno morendo di Covid più dei non vaccinati dello stesso periodo dell'anno scorso. Questo non vuol dire che i vaccini non funzionano, vuol dire che la variante delta è molto più virulenta del ceppo di Wuhan e che molti cittadini hanno abbassato troppo la guardia. Se fossero informati meglio, i vaccinati farebbero più attenzione e ci sarebbero meno decessi, tra loro e tra i non vaccinati. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963