follia pubblicare nomi dei poliziotti di Sesto S.G.

“E’ stata una follia rendere noti i nomi dei Poliziotti che la scorsa notte a Sesto San Giovanni hanno fermato il killer di Berlino. C’è infatti il timore che gli Agenti, ma anche le loro famiglie, possano subire delle ritorsioni da parte dei terroristi islamici. Si sarebbe dovuta tutelare l’identità dei Poliziotti, così come avviene per i militari impegnati all’estero nelle attività di contrasto al terrorismo”.

E’ quanto afferma il Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “E’ incredibile la superficialità con cui è stata gestita la vicenda da parte dello stesso Governo  che rendendo nota l’identità degli Agenti di Polizia, le loro foto e persino i loro comuni di provenienza, ha dimostrato di sottovalutare il rischio di rappresaglie da parte dei terroristi, mettendo a rischio le vite dei nostri colleghi ed anche dei loro familiari.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

18 messaggi in questa discussione

e il bello è che l'hanno fatto le istituzioni, manco i giornalisti!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente imperdonabile : il ministro degli interni e le autorità di pubblica sicurezza che hanno consentito la divulgazione dei nominativi dei poliziotti andrebbero immediatamente rimossi ! Intanto dovrebbero garantire agli agenti e ai loro familiari un adeguato programma di protezione ; se la cosa è sfuggita di mano , ancora una volta si dimostra l'inefficienza ed inadeguatezza di tutta la catena di comando . Ai poliziotti il merito di aver agito con grande prontezza .... spero solo che non siano oggetto di qualche avviso di garanzia da qualche magistrato ottuso e burocrate con la scusa che si tratta di un atto dovuto ! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono assolutamente d'accordo. Gli eroi, gli eroi veri, non si nascondono, la legalità e la giustizia vanno difese a testa alta. I nostri poliziotti e carabinieri (escluso qualche generale corrotto) operano alla luce del sole, non sono come le spie e i sicari assassini del Mossad, che uccidono nell'ombra, a tradimento. Sul breve periodo Il fanatismo religioso si combatte lottando corpo a corpo, guardando negli occhi i fanatici, esattamente come hanno fatto i due eroi di Milano. Bombardare dal cielo, magari con i droni, massacrare 100 civili inermi per colpire un terrorista, è terrorismo elevato al cubo, e non serve a nulla se non a fomentare nuovo odio e nuovo fanatismo in una spirale senza fine. Sul lungo periodo la vittoria possono darla solo la cultura, l'informazione, Internet, la globalizzazione del pensiero laico e del pensiero critico: un nuovo Illuminismo per noi occidentali (ne abbiamo bisogno), il primo Illuminismo per i popoli che non hanno mai conosciuto quello di Voltaire. Se proprio dobbiamo bombardare quei paesi, bombardiamoli con le opere di Voltaire, di Russel e di Odifreddi tradotte in arabo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Non sono assolutamente d'accordo. Gli eroi, gli eroi veri, non si nascondono, la legalità e la giustizia vanno difese a testa alta. I nostri poliziotti e carabinieri (escluso qualche generale corrotto) operano alla luce del sole, non sono come le spie e i sicari assassini del Mossad, che uccidono nell'ombra, a tradimento. Sul breve periodo Il fanatismo religioso si combatte lottando corpo a corpo, guardando negli occhi i fanatici, esattamente come hanno fatto i due eroi di Milano. Bombardare dal cielo, magari con i droni, massacrare 100 civili inermi per colpire un terrorista, è terrorismo elevato al cubo, e non serve a nulla se non a fomentare nuovo odio e nuovo fanatismo in una spirale senza fine. Sul lungo periodo la vittoria possono darla solo la cultura, l'informazione, Internet, la globalizzazione del pensiero laico e del pensiero critico: un nuovo Illuminismo per noi occidentali (ne abbiamo bisogno), il primo Illuminismo per i popoli che non hanno mai conosciuto quello di Voltaire. Se proprio dobbiamo bombardare quei paesi, bombardiamoli con le opere di Voltaire, di Russel e di Odifreddi tradotte in arabo.

con la medaglietta al colo,vedi p.i.,l'immagine bella la fa il geppetto al quirinale..ma che rischiano la vita per rappresaglie varie,sono loro!! lo stato NON s a garantire l'incolumita' dei propri adepti...come qualche generale ucciso barbaramente!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Fosforo31,

 sembra che tu viva al tempo di Robin Hood , provaci tu a far ragionare i fondamentalisti *** islamici bombardandoli con i libri di Odifreddi e vediamo quanti ne convertirai all'illuminismo occidentale ! Forse hai dimenticato come questi ottusi individui hanno ridotto le statue millenarie dei Budda  scolpiti sulle montagne di pietra in Afghanistan e/o le antiche vestigia di Palmira . Mi sembra che confidi troppo sull'intelligenza di questi sub-umani che vanno presi per quello che sono : ciabattoni che imbracciano RPG .... e fanno bene  quelli che li devono combattere ad utilizzare le migliori tecnologie che consentano il minor dispendio possibile di vite umane degli appartenenti alle  nostre Forze Armate occidentali! La vita di un nostro soldato vale immensamente di più di queste scimmie in camicione ! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, fattoquotidiano ha scritto:

Caro Fosforo31,

 sembra che tu viva al tempo di Robin Hood , provaci tu a far ragionare i fondamentalisti *** islamici bombardandoli con i libri di Odifreddi e vediamo quanti ne convertirai all'illuminismo occidentale ! Forse hai dimenticato come questi ottusi individui hanno ridotto le statue millenarie dei Budda  scolpiti sulle montagne di pietra in Afghanistan e/o le antiche vestigia di Palmira . Mi sembra che confidi troppo sull'intelligenza di questi sub-umani che vanno presi per quello che sono : ciabattoni che imbracciano RPG .... e fanno bene  quelli che li devono combattere ad utilizzare le migliori tecnologie che consentano il minor dispendio possibile di vite umane degli appartenenti alle  nostre Forze Armate occidentali! La vita di un nostro soldato vale immensamente di più di queste scimmie in camicione ! 

Non ho scritto che bisogna convertire i fanatici religiosi, quelli sono per lo più irrecuperabili. Un giovane che nel 2016 si sceglie come progetto di vita (e di morte) il "punire i mangiatori di ma.iale", puoi recuperarlo solo con un trapianto di cervello. Ma attenzione: i fanatici li abbiamo anche in casa nostra. Basta pensare a quanta gente, nel 2016, crede ancora nelle apparizioni (mai scientificamente provate, nemmeno una), nei miracoli (idem c.s.) o semplicemente nella razza (che nella specie umana semplicemente non esiste). Però qui in Occidente il fanatismo (religioso, politico, criminale, etc.) non è una malattia della società ma degli individui o di *** di individui. La nostra società è vaccinata dalla cultura laica e protetta dalla cultura del diritto. Il che non evita a qualche singolo, tipo quella nostra connazionale che ha aderito all'Isis, di infettarsi il cervello. La cosa essenziale è disinfettare il terreno, l'ambiente, affinché questi virus non si trasmettano in modo incontrollabile. Anche nel mondo islamico il fanatismo ha un carattere individuale o di gruppo, ma il problema è che in quei paesi le società sono deboli. Basta pensare che il massimo momento di socializzazione è la preghiera collettiva. Quei popoli non hanno mai conosciuto un loro Illuminismo, la cultura laica nel mondo islamico è in ritardo di secoli (mentre prima del secolo dei Lumi eravamo noi in  ritardo rispetto a loro, e bruciavamo vivi i filosofi e le "streghe"). Bisogna dunque diffondere il pensiero laico (scientifico), la cultura del diritto, il pensiero critico che vaccina contro i dogmi delle religioni e le mitologie di bibbie e corani. Un ostacolo, una barriera oggettiva è tuttora la lingua araba. Chi di noi ha mai provato a navigare in siti web arabi? E allora perché biasimare i giovani arabi che non visitano i siti in inglese o in italiano? Mettiamo sul web le opere di Voltaire, di Russel e simili tradotte in arabo: saranno sicuramente più efficaci delle bombe.  

Sono in totale disaccordo sull'impiego delle tecnologie militari più avanzate e distruttive contro il terrorismo e il fanatismo. In base alla stessa logica noi dovremmo bombardare le favelas brasiliane o i quartieri di Napoli, Palermo, Bari presidiati dai clan mafiosi. Con i bombardamenti a tappeto gli Usa non riuscirono a sconfiggere il Vietnam, figuriamoci se è possibile sconfiggere l'Isis. Russi e siriani hanno ridotto Aleppo a un colabrodo ma non sono riusciti a snidare poche centinaia o migliaia di ribelli. La storia insegna che le guerre sporche non hanno mai un vincitore. Facciamo una guerra seria, "pulita", mandiamo i nostri soldati a combattere corpo a corpo contro i fanatici. Perderemo qualche centinaio di vite, ma solo così potremo realmente vincere, salvare le popolazioni inermi e debellare questo flagello.  

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎23‎/‎12‎/‎2016 in 19:27 , fattoquotidiano ha scritto:

Assolutamente imperdonabile : il ministro degli interni e le autorità di pubblica sicurezza che hanno consentito la divulgazione dei nominativi dei poliziotti andrebbero immediatamente rimos

Concordo al 100% !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎24‎/‎12‎/‎2016 in 13:57 , fosforo31 ha scritto:

Se proprio dobbiamo bombardare quei paesi, bombardiamoli con le opere di Voltaire, di Russel e di Odifreddi tradotte in arabo.

ok diffondere la cultura, senza però mettere a rischio la vita dei nostri cittadini che difendono la nostra cultura e libertà. Le dirò che io sono soddisfatto di aver eliminato un terrorista assassino. Lo sono molto meno che i capi del militare che ci ha liberato da un terrorista ricercato in tutta Europa, abbiano, per autoincensarsi, reso pubblica l'identità e la residenza del militare. Ma dove sta l'authority che deve proteggere la *** dei cittadini? Penso che l'essere umano non voglia morire x diventare eroe svolgendo il proprio mestiere e men che meno morire per la "gloria" di chi lo comanda ed è protetto dai suoi sottoposti che rischiano la vita. Fosforo31, facile fare nomi e cognomi e guardare in faccia il nemico in tali condizioni. Non credo sia così per la persona che rischia la vendetta dei terroristi!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli agenti erano in divisa e ben riconoscibili, non erano delle forze speciali quindi è giusto che ricevano gli onori che meritano punto, polemica sterile !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La  solita  polemica   del  contrario a  tutto, se  non  li avessero  detti  i  nomi  quelli  che  oggi  si  indignano avrebbero fatto  altrettanto dicendo  che  il  ministro  come  al  solito  si appropria  di  cose   non  sue  e  che  non  nomina   gli  eroi ma  ormai  siamo  abituati a individui  che   cavalcano  qualsiasi  fatto  per  farne   una  finestra  politica.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, pm610 ha scritto:

La  solita  polemica   del  contrario a  tutto, se  non  li avessero  detti  i  nomi  quelli  che  oggi  si  indignano avrebbero fatto  altrettanto dicendo  che  il  ministro  come  al  solito  si appropria  di  cose   non  sue  e  che  non  nomina   gli  eroi ma  ormai  siamo  abituati a individui  che   cavalcano  qualsiasi  fatto  per  farne   una  finestra  politica.

bisogna tenere conto con chi abbiamo a che fare...dire belve,è un offesa alle vere belve della foresta africana!! ora mettete le babbucce,e vai a leggere il rosario

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

certo  che  si  e  chi  mai lo  ha  negato  ??   Ma   far  polemica  tanto  per  farla   e  nelle  vostre  corde.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessuna polemica e nessuna " finestra politica " .... ma semplice buon senso ; il riconoscimento ai due ragazzi in divisa è fuori discussione ma ci sono tempi e modi per tributarlo , ed anche senza che ciò diventi di dominio pubblico , e senza che ci siano decine di fotoreporter e giornalisti ad intervistare familiari , parenti e conoscenti . Non credo che questa improvvisa e improvvida notorietà sia quello a cui aspiravano !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fattoquotidiano ha scritto:

Nessuna polemica e nessuna " finestra politica " .... ma semplice buon senso ; il riconoscimento ai due ragazzi in divisa è fuori discussione ma ci sono tempi e modi per tributarlo , ed anche senza che ciò diventi di dominio pubblico , e senza che ci siano decine di fotoreporter e giornalisti ad intervistare familiari , parenti e conoscenti . Non credo che questa improvvisa e improvvida notorietà sia quello a cui aspiravano !

"Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi". Il senso della frase di Brecht è che quel popolo beato è un'eccezione, e noi oggi non lo siamo certamente, anzi. Alla fine di un 2016 pessimo per il nostro paese (disastri della natura e disastri di Renzi) ci possiamo consolare con questo bel mese di dicembre. L'atto eroico di due servitori dello Stato è stato apprezzato ed elogiato nell'intero mondo libero e a noi ha regalato un salutare sussulto di orgoglio nazionale. Il secondo dopo la magnifica vittoria del popolo sovrano che ha difeso la sua Costituzione contro i cialtroni e gli abusivi che pretendevano di manometterla in modo a dir poco indecente. Dunque è più che giusto, direi doveroso, che il popolo italiano conosca e celebri i suoi (rari) eroi. Dirò di più. Gli islamici hanno i loro difetti e i loro ritardi culturali ma sanno apprezzare più di noi certi valori. In primis quello della lealtà. Quel terrorista è stato ucciso in uno scontro leale, non gli è stato teso un agguato, non è stato colpito alle spalle, non è stato freddato come un cane, come capitò all'inerme Bin Laden nelle mani del commando assassino e terrorista dei Navy Seals. E' stato lui a sparare per primo, i nostri due giovani agenti si sono difesi e hanno fatto il loro dovere. Sono quasi certo che saranno rispettati dal nemico. Mentre, se fossero rimasti nell'ombra, sono quasi certo che prima o poi avremmo subito una vendetta indiscriminata su cittadini italiani inermi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sino adesso non sono intervenuto , ma dopo questo messaggio non riesco proprio a trattenermi ! Ho la sensazione che tutto il fosforo in tuo possesso sia finito nel nickname e non nel luogo deputato a contenerlo ! Mi astengo dal trattare il tema del referendum che in questo forum ha poco a che vedere e non discuto neanche di eroi metropolitani ma questa sonora caz...ta degli islamici che apprezzano certi valori ed i particolare la lealtà è veramente demenziale ! Mi vengono in mente le centinaia di vittime sgozzate con i coltellacci ( comprese donne e bambini ) dai tagliagole mussulmani e/o il pilota giordano bruciato vivo dentro una gabbia e ancora tanti e tanti altri episodi dello stesso stampo : chissà se i parenti di questi poveri morti ammazzati hanno apprezzato la lealtà dei carnefici ? Perché non provi ad immaginare le loro risposte ? Perché non provi a chiedere ai familiari ed ai superstiti delle persone schiacciate dal TIR sul lungomare di Nizza o di Berlino se la pensano come te e se sono del parere di bombardare i criminali islamici con i libri di Voltaire ( sic !!! ) ? Non mi piace ripetermi : confermo la necessità che si utilizzino tutti i mezzi tecnologici disponibili per eliminare questo cancro dell'umanità  ( al corpo a corpo dedicatici tu ! )  . Nessuno dei nostri ragazzi i divisa deve rischiare oltre il lecito quando sono chiamati a difendere noi , la nostra vita , la nostra cultura , le nostre tradizioni , la nostra civiltà da questi fanatici criminali ! Sono decenni oramai che il mondo  è sotto assedio da parte dei fondamentalisti di Allah e tu ... non sai pensare niente di meglio che cianciare della presunta lealtà di costoro !

Lo vuoi un consiglio ? Vai a fare il mediatore culturale in un paese islamico e non qui in Italia comodamente in una delle tante cooperative , ong no profit etc. e poi quando tornerai ( se torni ) mi dici il numero di persone che hai convertito al pensiero laico-scientifico !

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Continui a fare confusione tra fanatici e popoli, tra fanatismi e religioni. Il valore della lealtà è uno dei valori fondanti dell'Islam. I fanatici e i terroristi  speculano e si nutrono della slealtà dell'Occidente che va a bombardare sui civili inermi, su Israele sesta potenza militare mondiale che schiaccia un popolo armato di sassi, coltelli e qualche razzo artigianale. I fanatici criminali sono anche gli occidentali che hanno massacrato quasi mezzo milione di civili inermi, tra Iraq e Afghanistan, per snidare Bin Laden e poi ammazzarlo come un cane.  Mi rendo conto che può essere difficile "convertire" al pensiero laico-scientifico una parte dei popoli islamici, ma mai quanto lo è convertire allo stesso pensiero certi occidentali come te.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963