cortocircuito sinistre/centri sociali/n.

Milano è una delle città italiane in cui la presenza dei centri sociali è più forte e radicata, anche grazie alle amministrazioni rosse che nel corso degli anni non sono intervenute per prre un freno alle occupazioni abusive degli edifici. Ma in questi giorni il capoluogo lombardo è al centro di un cortocircuito della sinistra che rischia di mandare in crisi anni di propaganda e di narrazione in favore dell'ospitalità indiscriminata dei migranti ma anche di mettere in crisi la tolleranza per i centri sociali.

Quanto accaduto nella periferia orientale della città ha dell'incredibile e sarebbe anche capace di strappare un sorriso, se non fosse una situazione tragica per la città. "Siamo al cortocircuito più paradossale per la sinistra radicale: un centro sociale che chiama la polizia per farsi difendere, all’interno di uno spazio occupato abusivamente, da un groppo di clandestini altrettanto abusivi in una palazzina a fianco", scrive Silvia Sardone in una nota. Il consigliere comunale della Lega si riferisce a quanto accaduto nell'ex macello di viale Molise da tempo occupato abusivamente dal centro sociale Macao, dove un gruppo di immigrati ha fatto irruzione con spranghe e coltelli durante una mostra contro il razzismo.

https://www.ilgiornale.it/news/milano/centri-sociali-chiamano-polizia-paura-degli-immigrati-1977877.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

1 minuto fa, barbablu16 ha scritto:

 

ecco dove vivi a tua agio:

Centri sociali contro clandestini: cortocircuito a sinistra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963