FERMIAMO LA PORNOGRAFIA : E' UN'OFFESA DELLA DIGNITA' UMANA

PER VEDERE ANCHE ALTRI ARGOMENTI CLICCA QUI:  BLOG

Io spero che in tutto il mondo sia proibita la ***, perchè il sesso è un bisogno di ogni essere umano, è una parte importante del matrimonio, e non può diventare uno spettacolo, cioè qualcosa di cui doversi vergognare.

La libertà si ferma dinanzi alla giustizia, perchè a chi piacerebbe essere spiato mentre si fa sesso?

Ed allora non è giusto che ciò accada, neppure se si tratta di persone che sono pagate, oppure persone che sono fuori di testa.

Se si vuole davvero difendere la dignità umana, allora bisogna difenderla sempre, e non solo quando conviene.

Se la prostituzione è un fenomeno fuori controllo, invece la *** può essere controllata.

Perciò spero che su internet siano chiusi tutti i siti ***, e siano cancellate tutte le immagini ed i video ***; se non è possibile cancellare tutti i video, allora spero che siano cancellati almeno quei video che sono espressione di una violenza sessuale, ad esempio nel caso di persone che sono narcotizzate e violentate.

Io spero che siano proibite le riviste ***, i cd ed i dvd, i calendari ed i poster, ed ogni altro tipo di materiale ***.

Non si possono portare in giro le statue dei santi, ma si devono portare in giro i propri valori, per denunciare il male e far trionfare il bene.

Se Dio da il potere di vedere, allora non si può tacere, perchè Dio sa anche toglIere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

60 messaggi in questa discussione

Se Dio da il potere di vedere, allora non si può tacere, perchè Dio sa anche toglIere.

xxxxxxxxxx 

 Dio si è scandalizzato perché Adamo ed Eva hanno mangiato una mela, li ha cacciati dal paradiso e quelli che cosa hanno fatto?

SI sono messi a fare se.sso sotto i suoi occhi.

La pri ma trom.bata, a cielo aperto, della storia.

 

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Se Dio da il potere di vedere, allora non si può tacere, perchè Dio sa anche toglIere.

xxxxxxxxxx 

 Dio si è scandalizzato perché Adamo ed Eva hanno mangiato una mela, li ha cacciati dal paradiso e quelli che cosa hanno fatto?

SI sono messi a fare se.sso sotto i suoi occhi.

La pri ma trom.bata, a cielo aperto, della storia.

 

ciao risata di montagna .... aspetto nuove  bar / zellette

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/9/2021 in 18:12 , carminep1967 ha scritto:

PER VEDERE ANCHE ALTRI ARGOMENTI CLICCA QUI:  BLOG

Io spero che in tutto il mondo sia proibita la ***, perchè il sesso è un bisogno di ogni essere umano, è una parte importante del matrimonio, e non può diventare uno spettacolo, cioè qualcosa di cui doversi vergognare.

La libertà si ferma dinanzi alla giustizia, perchè a chi piacerebbe essere spiato mentre si fa sesso?

Ed allora non è giusto che ciò accada, neppure se si tratta di persone che sono pagate, oppure persone che sono fuori di testa.

Se si vuole davvero difendere la dignità umana, allora bisogna difenderla sempre, e non solo quando conviene.

Se la prostituzione è un fenomeno fuori controllo, invece la *** può essere controllata.

Perciò spero che su internet siano chiusi tutti i siti ***, e siano cancellate tutte le immagini ed i video ***; se non è possibile cancellare tutti i video, allora spero che siano cancellati almeno quei video che sono espressione di una violenza sessuale, ad esempio nel caso di persone che sono narcotizzate e violentate.

Io spero che siano proibite le riviste ***, i cd ed i dvd, i calendari ed i poster, ed ogni altro tipo di materiale ***.

Non si possono portare in giro le statue dei santi, ma si devono portare in giro i propri valori, per denunciare il male e far trionfare il bene.

Se Dio da il potere di vedere, allora non si può tacere, perchè Dio sa anche toglIere.

Se la prostituzione è il mestiere più antico del mondo, allora la p.grafia è l'arte più antica, perché etimologicamente significa: disegno della prostituta. Gli antichi frequentatori di lupanari, come quelli di Pompei, abbozzavano ritratti delle meretrici per mostrarli agli amici. Erano anche una forma di pubblicità per il lupanare. Per millenni la p.grafia è stata una forma artigianale o artistica. Si pensi ai reperti degli Scavi di Pompei conservati al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (in una sala vietata ai minori) e al nudo artistico, uno dei più importanti generi della pittura e della scultura dall'antica Grecia ai nostri giorni. Spesso producendo capolavori assoluti come la celeberrima e stupenda La Vague di Bouguereau. Ma anche il nudo maschile, sebbene meno frequentato da pittori e scultori, ha toccato vette immortali come il David di Michelangelo. Del quale non si può non ricordare il Giudizio Universale, probabilmente l'opera di arte sacra più ricca di nudi e di conseguenza anche la più censurata di tutti i tempi. In particolare, la posizione di due santi, san Biagio e santa Caterina d'Alessandria, nell'affresco originale era piuttosto equivoca, e in questo caso Daniele da Volterra, detto il Braghettone, non poté limitarsi a dipingere semplici panni svolazzanti, a mo' di braghe, sopra le pudenda, ma gli fu comandato di intervenire in modo più radicale.

Un enorme salto, non di qualità ma di popolarità, la p.grafia  lo fece ovviamente con le invenzioni della fotografia e poi della cinematografia. Ma fino alla metà del secolo scorso restò tutto sommato prevalente l'elemento artigianale/artistico rispetto a quello commerciale, l'elemento estetico rispetto a quello ero.tico. Non a caso il cinema era definito "la settima arte". Poi cominciarono a diffondersi le riviste po.rno come Play boy (fondata nel 1953), che peraltro oggi definiremmo una innocente rivista di ero. tismo (ma negli anni '60 gli italiani andavano a comprarla in edicole lontane da casa, per non farsi riconoscere); e un genere cinematografico più propriamente p.grafico che ero.tico, i cd. film hard o a luci rosse. Cioè pellicole finalizzate principalmente a eccitare lo spettatore con scene di sesso esplicito, dove la trama e l'interpretazione delle altre scene risultano del tutto marginali. Questo genere ha avuto un boom in questo secolo con Internet, portando alla chiusura di tutte le sale a luci rosse (qui a Napoli ce n'erano una dozzina, forse ne sopravvive una per vecchi rattusi non digitalizzati) e di quasi tutte le riviste hard. Oggi la p.grafia è una vera e propria industria digitale, con un fatturato quantificato nell'ordine dei 100 miliardi di dollari l'anno. Che ovviamente sarebbe molto maggiore senza la pirateria e gli innumerevoli siti che diffondono abusivamente contenuti p.grafici gratuiti. A mio avviso questo tipo di diffusione andrebbe duramente colpito, anche a tutela dei minori.

In ogni caso io sono sostanzialmente d'accordo con Carmine. La p.grafia è scaduta a livelli infimi e offensivi per la dignità umana. Creando in molti soggetti deboli o immaturi una forma di dipendenza morbosa e compulsiva analoga a quella creata dalle slot machine. Quasi una droga. Purtroppo viviamo in un sistema economico dove tutto è mercificabile e dove l'unica legge alla fine è quella del mercato. Il corpo della donna, sia pure in forma virtuale o digitale, è una merce molto richiesta e che fa realizzare profitti, quindi la p.grafia dilaga e la politica non si sogna neppure di porre un freno. 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/9/2021 in 18:12 , carminep1967 ha scritto:

Io spero che siano proibite le riviste ***, i cd ed i dvd, i calendari ed i poster, ed ogni altro tipo di materiale *

facciamo un convento bello grande...come se nei conventi e affini non fossero mai successe porcherie.....il movimento dei soldi procura anche questo...quello che ci viene insegnato dà sempre è che il denaro ti dà quello che vuoi, è quello che ci viene raccontato anche nelle favole...è quello la prima porcherie, figuriamoci quelli che ne hanno tanti di soldi....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come diceva il saggio, tira di più un pilu che un carro di buoi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Se la prostituzione è il mestiere più antico del mondo, allora la p.grafia è l'arte più antica, perché etimologicamente significa: disegno della prostituta. Gli antichi frequentatori di lupanari, come quelli di Pompei, abbozzavano ritratti delle meretrici per mostrarli agli amici. Erano anche una forma di pubblicità per il lupanare. Per millenni la p.grafia è stata una forma artigianale o artistica. Si pensi ai reperti degli Scavi di Pompei conservati al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (in una sala vietata ai minori) e al nudo artistico, uno dei più importanti generi della pittura e della scultura dall'antica Grecia ai nostri giorni. Spesso producendo capolavori assoluti come la celeberrima e stupenda La Vague di Bouguereau. Ma anche il nudo maschile, sebbene meno frequentato da pittori e scultori, ha toccato vette immortali come il David di Michelangelo. Del quale non si può non ricordare il Giudizio Universale, probabilmente l'opera di arte sacra più ricca di nudi e di conseguenza anche la più censurata di tutti i tempi. In particolare, la posizione di due santi, san Biagio e santa Caterina d'Alessandria, nell'affresco originale era piuttosto equivoca, e in questo caso Daniele da Volterra, detto il Braghettone, non poté limitarsi a dipingere semplici panni svolazzanti, a mo' di braghe, sopra le pudenda, ma gli fu comandato di intervenire in modo più radicale.

Un enorme salto, non di qualità ma di popolarità, la p.grafia  lo fece ovviamente con le invenzioni della fotografia e poi della cinematografia. Ma fino alla metà del secolo scorso restò tutto sommato prevalente l'elemento artigianale/artistico rispetto a quello commerciale, l'elemento estetico rispetto a quello ero.tico. Non a caso il cinema era definito "la settima arte". Poi cominciarono a diffondersi le riviste po.rno come Play boy (fondata nel 1953), che peraltro oggi definiremmo una innocente rivista di ero. tismo (ma negli anni '60 gli italiani andavano a comprarla in edicole lontane da casa, per non farsi riconoscere); e un genere cinematografico più propriamente p.grafico che ero.tico, i cd. film hard o a luci rosse. Cioè pellicole finalizzate principalmente a eccitare lo spettatore con scene di sesso esplicito, dove la trama e l'interpretazione delle altre scene risultano del tutto marginali. Questo genere ha avuto un boom in questo secolo con Internet, portando alla chiusura di tutte le sale a luci rosse (qui a Napoli ce n'erano una dozzina, forse ne sopravvive una per vecchi rattusi non digitalizzati) e di quasi tutte le riviste hard. Oggi la p.grafia è una vera e propria industria digitale, con un fatturato quantificato nell'ordine dei 100 miliardi di dollari l'anno. Che ovviamente sarebbe molto maggiore senza la pirateria e gli innumerevoli siti che diffondono abusivamente contenuti p.grafici gratuiti. A mio avviso questo tipo di diffusione andrebbe duramente colpito, anche a tutela dei minori.

In ogni caso io sono sostanzialmente d'accordo con Carmine. La p.grafia è scaduta a livelli infimi e offensivi per la dignità umana. Creando in molti soggetti deboli o immaturi una forma di dipendenza morbosa e compulsiva analoga a quella creata dalle slot machine. Quasi una droga. Purtroppo viviamo in un sistema economico dove tutto è mercificabile e dove l'unica legge alla fine è quella del mercato. Il corpo della donna, sia pure in forma virtuale o digitale, è una merce molto richiesta e che fa realizzare profitti, quindi la p.grafia dilaga e la politica non si sogna neppure di porre un freno. 

Cari firumisti seri e meno seri , mica avete pensato , anche solo per un attimo , che il Cazzaro napoletano , si lasciasse sfuggire questa ghiotta occasione per propinarci il solito pip pone notturno sulla p.grafia . Eccheccazzo !! Pentitevi tutti , forumisti seri e non , che fino ad oggi non sapevate il vero senso etimologico della parola. Ma non vi vergognate V nemmeno un po’ a non sapere che per millenni , la p.grafia e’ stata una forma pubblicitaria oltre che artistica . Avete dei dubbi ?? Niente e’ perduto : basta chiedere aiuto in tal Daniele di Volterra per gli amici il “Braghettone” conosciutissimo artista conosciuto in tutto il mondo e di cui una sua opera ,  il Cazzaro di Napoli, né recito lo strabiliante talento in una audizione che sostenne , a 9 anni , al Teatro San Carlo di Napoli davanti a 1.500 spettatori osannanti nei suoi confronti . Credo che non vi sarà sfuggito una appassionata critica del Pulcinella partenopeo verso i Fratelli Lumiere colpevoli di non aver colto l’occasione di dare in pasto ai filmopoli dell’epoca film tipo : “quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda “ con cui Edvige Fenech avrebbe vinto l’Oscar.  Meno male che poi ci penso’ la rivista Play Boy a rimettere il e cose a posto rispolverando pruriginose e morbose  sensazioni . Ora , sempre che i firumisti seri e pure meno seri me lo permettano , seguo il consiglio del Cazzaro napoletano e vado a farmi una cultura con le opere di San Biagio e di Santa Caterina d’Alessandria , vanto dell’arte italiana che , almeno per i preamboli, spingono la fantasia su aspetti puramente *** e simil hard a luci rosse . Infine e concludo : Così come ci spinge a farlo il Cazzaro di Napoli , riteniamoci anche noi d’accordo con Carmine per l’ottimo ed aspettato post nel settore della Politica ritenendolo congruo e molto attinente. Ringrazio , infine , il Cazzaro di Napoli che , seppure alle 2 del mattino , ha trovato il tempo di cercare un link adeguato per spiattellarci , in faccia , il solito copia incolla con le sue sue solite ed aggiunte finali che , come mai , bastano ed avanzano per autogratificarsi “culturalmente gigante “ davanti a forumisti seri , meno seri e storioni di lungo corso e di alto lignaggio . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eran trecento, eran giovani e forti...

Non c'entra molto in questa discussione, ma forse un po' si. Il mio parere è che questa statua attirerà a Sapri molti turisti e molti curiosi. Se non la rimuovono...

https://infosannio.com/2021/09/27/la-spigolatrice-di-sapri-troppo-sensuale-la-statua-scatena-le-polemiche/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/9/2021 in 18:12 , carminep1967 ha scritto:

PER VEDERE ANCHE ALTRI ARGOMENTI CLICCA QUI:  BLOG

Io spero che in tutto il mondo sia proibita la ***, perchè il sesso è un bisogno di ogni essere umano, è una parte importante del matrimonio, e non può diventare uno spettacolo, cioè qualcosa di cui doversi vergognare.

La libertà si ferma dinanzi alla giustizia, perchè a chi piacerebbe essere spiato mentre si fa sesso?

Ed allora non è giusto che ciò accada, neppure se si tratta di persone che sono pagate, oppure persone che sono fuori di testa.

Se si vuole davvero difendere la dignità umana, allora bisogna difenderla sempre, e non solo quando conviene.

Se la prostituzione è un fenomeno fuori controllo, invece la *** può essere controllata.

Perciò spero che su internet siano chiusi tutti i siti ***, e siano cancellate tutte le immagini ed i video ***; se non è possibile cancellare tutti i video, allora spero che siano cancellati almeno quei video che sono espressione di una violenza sessuale, ad esempio nel caso di persone che sono narcotizzate e violentate.

Io spero che siano proibite le riviste ***, i cd ed i dvd, i calendari ed i poster, ed ogni altro tipo di materiale ***.

Non si possono portare in giro le statue dei santi, ma si devono portare in giro i propri valori, per denunciare il male e far trionfare il bene.

Se Dio da il potere di vedere, allora non si può tacere, perchè Dio sa anche toglIere.

Ma dopo cancellano pure youpo rn?

PS. Comunque attualmente i siti di quel tipo te li devi andare a cercare perché, per esempio, a me non capita che mi arrivino senza che sia io a cercarli. Quindi ammettilo: li sei andato a cercare.

Modificato da lupogrigio1953

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ma dopo cancellano pure youpo rn?

PS. Comunque attualmente i siti di quel tipo te li devi andare a cercare perché, per esempio, a me non capita che mi arrivino senza che sia io a cercarli. Quindi ammettilo: li sei andato a cercare.

Bentornato vecchia pellaccia, suvvia lo ammetta, ogni tanto anche lei cerca su youpo.rn per risvegliare gli antichi ardori.

 

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Eran trecento, eran giovani e forti...

Non c'entra molto in questa discussione, ma forse un po' si. Il mio parere è che questa statua attirerà a Sapri molti turisti e molti curiosi. Se non la rimuovono...

la sbigolatrice di sapri

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Bentornato vecchia pellaccia, suvvia lo ammetta, ogni tanto anche lei cerca su youpo.rn per risvegliare gli antichi ardori.

 

Certo che ogni tanto ci vado a vedere.

Esattamente come fai tu, salvo che non sia di legno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Certo che ogni tanto ci vado a vedere.

Esattamente come fai tu, salvo che non sia di legno.

Io?

Io tutti i giorni vecchia pellaccia, in cerca di galline da spennare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Io?

Io tutti i giorni vecchia pellaccia, in cerca di galline da spennare.

Ah capisco: prima guardi youp orn e dopo ti sfoghi sulle galline. Pecore non ne hai?

Barz:

Un pecoraio era afflitto dal fatto che le sue pecore non facevano agnellini.

Quindi, in occasione di una visita, chiede consiglio al suo medico, il quale gli suggerì di provare con l'inseminazione artificiale. Lui non sapeva cos'era l'inseminazione artificiale, ma più o meno credeva che doveva pensarci lui. Quindi caricò le pecore su un camion, le portò in un luogo appartato e se trombò tutte. Ma vide che nessuna pecora rimase incinta. Quindi il giorno dopo, di nuovo le caricò sul camion, le portò nello stesso luogo, e fece come il giorno prima, ma anche stavolta non successe niente. La mattina dopo il pecoraio stava dormendo profondamente perché era distrutto per quanto successo i due giorni precedenti e si era fatto anche abbastanza tardi, quindi la moglie lo svegliò dicendogli "guarda che le pecore sono tutte salite sul camion e una di loro sta anche suonando il clacson".

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ah capisco: prima guardi youp orn e dopo ti sfoghi sulle galline. Pecore non ne hai?

Barz:

Un pecoraio era afflitto dal fatto che le sue pecore non facevano agnellini.

Quindi, in occasione di una visita, chiede consiglio al suo medico, il quale gli suggerì di provare con l'inseminazione artificiale. Lui non sapeva cos'era l'inseminazione artificiale, ma più o meno credeva che doveva pensarci lui. Quindi caricò le pecore su un camion, le portò in un luogo appartato e se trombò tutte. Ma vide che nessuna pecora rimase incinta. Quindi il giorno dopo, di nuovo le caricò sul camion, le portò nello stesso luogo, e fece come il giorno prima, ma anche stavolta non successe niente. La mattina dopo il pecoraio stava dormendo profondamente perché era distrutto per quanto successo i due giorni precedenti e si era fatto anche abbastanza tardi, quindi la moglie lo svegliò dicendogli "guarda che le pecore sono tutte salite sul camion e una di loro sta anche suonando il clacson".

 

 

Ottima barza, vecchia pellaccia, ma non mi venga a dire che lei a nove anni si sfogava con le galline.

Lo avrebbe saputo tutto il vicinato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ottima barza, vecchia pellaccia, ma non mi venga a dire che lei a nove anni si sfogava con le galline.

Lo avrebbe saputo tutto il vicinato.

A nove anni neanche conoscevo tutti i meravigliosi usi che si potevano fare col pipino. Invece le tue pecore ti stanno aspettando sul camion, esci da questo forum, prima che si mettano a suonare il clacson!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

 

 

3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

 

 

16 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

 

 

Paesino della campagna veneta, sperso tra il fiume Piave e le vigne da vino. Metà mattinata, un viandante bussa all'abitazione del parroco, apre la perpetua, il viandante chiede un colloquio con il confessore di anime. La perpetua, zoccoli grossi, grembiule umido di acqua e sapone risponde. Sto facendo il bucato, torni ad ora di pranzo ed il parroco (confessore di anime, la riceve). - il parroco alla mattina si reca casa per casa a benedire e consolare le casalinghe sole - Il viandante si incammina verso il paese a guardare le vetrine del borgo e torna a mezzo giorno e mezzo. Apre il parroco, lo invita ad entrare ed a sedere a tavola. Invita la perpetua ad aggiungere un posto a tavola ed offre il pranzo. Con la pancia piena, dice il parroco, ci si confessa meglio. A fine pasto i due vanno nello studio del parroco ed il viandante può finalmente aprire la propria coscienza al perdono celeste. Padre, dice, ho peccato, gravemente peccato, ho tradito mia moglie. Il parroco si alza in piedi, quasi urla, ma si trattiene. Confessa figliolo, puntandogli il dito contro. Sei andato con la biondina sopra il bar … NO risponde il peccatore. Allora ci hai provato con la moretta sopra le poste … NO risponde il misero. Ho capito, conclude il confessore, hai peccato con la rossa in fondo alla via, la conoscono tutti … NO risponde il viandante sereno e ristorato dalla assoluzione … non sono di questo paese e la ringrazio per gli indirizzi che LEI mi ha fornito … andando tutte le mattine di casa in casa a benedirle – buon pomeriggio, si tratta solamente di una bar/zella che gira nelle campagne venete, comprese tra il fiume Piave e le vigne da vino.  

             

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

 

 

 

Paesino della campagna veneta, sperso tra il fiume Piave e le vigne da vino. Metà mattinata, un viandante bussa all'abitazione del parroco, apre la perpetua, il viandante chiede un colloquio con il confessore di anime. La perpetua, zoccoli grossi, grembiule umido di acqua e sapone risponde. Sto facendo il bucato, torni ad ora di pranzo ed il parroco (confessore di anime, la riceve). - il parroco alla mattina si reca casa per casa a benedire e consolare le casalinghe sole - Il viandante si incammina verso il paese a guardare le vetrine del borgo e torna a mezzo giorno e mezzo. Apre il parroco, lo invita ad entrare ed a sedere a tavola. Invita la perpetua ad aggiungere un posto a tavola ed offre il pranzo. Con la pancia piena, dice il parroco, ci si confessa meglio. A fine pasto i due vanno nello studio del parroco ed il viandante può finalmente aprire la propria coscienza al perdono celeste. Padre, dice, ho peccato, gravemente peccato, ho tradito mia moglie. Il parroco si alza in piedi, quasi urla, ma si trattiene. Confessa figliolo, puntandogli il dito contro. Sei andato con la biondina sopra il bar … NO risponde il peccatore. Allora ci hai provato con la moretta sopra le poste … NO risponde il misero. Ho capito, conclude il confessore, hai peccato con la rossa in fondo alla via, la conoscono tutti … NO risponde il viandante sereno e ristorato dalla assoluzione … non sono di questo paese e la ringrazio per gli indirizzi che LEI mi ha fornito … andando tutte le mattine di casa in casa a benedirle – buon pomeriggio, si tratta solamente di una bar/zella che gira nelle campagne venete, comprese tra il fiume Piave e le vigne da vino.  

             

in pratica gli ha fornito gli estremi delle signore con le quali poteva avere successo. Mica male.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

A nove anni neanche conoscevo tutti i meravigliosi usi che si potevano fare col pipino. Invece le tue pecore ti stanno aspettando sul camion, esci da questo forum, prima che si mettano a suonare il clacson!

Non allevo pecore vecchia pellaccia, ma se mi presta il suo pipino  potrei pensarci.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

in pratica gli ha fornito gli estremi delle signore con le quali poteva avere successo. Mica male.

solo alla mattina, quando i mariti sono al lavoro .....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Non allevo pecore vecchia pellaccia, ma se mi presta il suo pipino  potrei pensarci.

Te lo presterei volentieri, ma purtroppo per te ho altri gusti. Usa il tuo e procurati le pecore. Gradiranno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

solo alla mattina, quando i mariti sono al lavoro .....

Beh certo, è un buon orario. Però il rischio è che succeda come successo a un mio ex collega. Una volta si trovava in trasferta e davanti a una vetrina, fece un "complimento" alla commessa: "che bel culetto!"; lei gli rispose "se vieni stasera a casa mia, mio marito te lo fa uguale uguale".

Modificato da lupogrigio1953
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Te lo presterei volentieri, ma purtroppo per te ho altri gusti. Usa il tuo e procurati le pecore. Gradiranno.

Mi spiace vecchia pellaccia, le pecore sono animali che gradiscono pipini discreti, signorili ed esperti come il suo.

Peccato rinunci ad ulteriori esperienze che in futuro avrebbe potuto raccontare ai nipotini.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963