PISTOLERO DI DX A MILANO

Ammetto che l’immagine di Luca Bernardo, “il primario con la pistola”, che chiede ai partiti, che lo hanno candidato a sindaco di Milano, 50 mila euro entro lunedì 20 settembre, aveva il sapore comico di un meneghino spaghetti western.

Immaginare Silvio Berlusconi, ma ancor di più, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, che vedono una notifica di whatsapp e poi ascoltano un minaccioso audio del loro “candidato pistolero”, aveva un sentore di contrappasso dantesco.

Ascoltando però l’audio (che trovate qui bit.ly/3hMXSKO), quello che prevale è un sentimento di incredulità che qualcuno abbia potuto candidare una persona così “sguarnita”, altra parola non mi viene, a sindaco di una città con un milione di abitanti e un bilancio da diversi miliardi di euro.

Qui la trascrizione integrale del messaggio vocale di Luca Bernardo, “el bandolero stanco”:

«Vi lascio il messaggio, così rimane nero su bianco.

«Vi prego cortesemente, in qualità delle vostre responsabilità di segretari di partiti e responsabili, che se entro questa settimana non arrivano, almeno per tutti i partiti, 50 mila euro a testa per andare avanti in questa campagna che costa molto di più, perché per fare bisogna anche spendere, per fare la campagna ci vogliono i soldi in assoluta trasparente (così nell’audio, ndr) e correttezza, come siete abituati, siamo abituati sempre, io lunedì mattina alle 10 convoco una conferenza stampa e dirò che mi ritiro dalla tenzone elettorale.

«Quindi questo è l’ultimo messaggio che vi lascio, perché così non si può andare avanti. Io ringrazio se qualcuno dei partiti ha già fatto, però ripeto se io trovo una versione diversa sul conto corrente disponibile e non vedo una sintonia completa e totale sulla campagna elettorale, che vedo solo di alcuni e non voglio dire chi dei presenti, a differenza d’altri: io lunedì mi ritiro.

«Non è mia abitudine ritirarvi o ritirarmi, volevo dire, ma torno a fare il mio lavoro che tanto mi piace.

«Quindi, lunedì alle 10 farò questa conferenza stampa se non ho indicazioni diverse. Ma non telefonate, chiacchiere, scusate se mi permetto, vi voglio bene, vi rispetto, vi stimo, ma io ci sto mettendo la faccia e, come vedete, sono stato colpito profondamente in un mese e mezzo di mia presenza in politica.

Grazie e buona giornata».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

L'unica volta che mi feci tutta la A1 in auto fu più di 30 anni fa. Eravamo appena sposati e mia moglie doveva fare da madrina di battesimo per la primogenita di un mio cugino, emigrato in un paesino del milanese di cui non ricordo neppure il nome. Usciti dall'autostrada, una fitta nebbia si frappose all'improvviso tra noi e la destinazione. Ed io, non mi vergogno di dirlo, preferirei guidare sul ghiaccio, se non addirittura su un sentiero minato, che sotto una coltre di nebbia. La nebbia, quando sono al volante, mi fa a dir poco paura, come a molti napoletani del resto. Ma non potevamo fermarci perché il rito era previsto nella messa vespertina e mancava poco. All'epoca i navigatori costavano un occhio, non c'erano i cellulari e io non avevo i fendinebbia. Fatto sta che persi la strada e finimmo in un altro paesino, di cui invece ricordo benissimo il nome: Truccazzano. Nome indimenticabile per un posto già anonimo di suo ma che sotto la nebbia avrei potuto scambiare per Casoria, a mio avviso la città più brutta d'Italia e forse del mondo, benché situata quasi alle porte di quella che Stendhal considerava "senza nessun paragone la città più bella dell'Universo". Sia detto senza offesa per i casoriani e per i truccazzanesi. Anzi un truccazzanese molto gentile ci indicò il percorso giusto e arrivammo in chiesa appena in tempo, con il sacerdote che aveva già in mano la tazzina d'argento con l'acqua benedetta.

Orbene, un tipo alla Luca Bernardo io non ce lo vedo proprio nel ruolo di sindaco di Milano. Un pistolero serio come Clint Eastwood farebbe miglior figura della sua perfino nel ruolo di pescivendolo al mercatino della Pignasecca. Credo che moltissimi milanesi di centrodestra tra il pistolero cercasoldi Bernardo e il moderato Sala opteranno senza esitare per Sala. Però il pistolero cercasoldi potrebbe spostarsi di qualche km e avere forse qualche chance come candidato sindaco di Truccazzano. Sempre che i Truccazzanesi siano d'accordo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

L'unica volta che mi feci tutta la A1 in auto fu più di 30 anni fa. Eravamo appena sposati e mia moglie doveva fare da madrina di battesimo per la primogenita di un mio cugino, emigrato in un paesino del milanese di cui non ricordo neppure il nome. Usciti dall'autostrada, una fitta nebbia si frappose all'improvviso tra noi e la destinazione. Ed io, non mi vergogno di dirlo, preferirei guidare sul ghiaccio, se non addirittura su un sentiero minato, che sotto una coltre di nebbia. La nebbia, quando sono al volante, mi fa a dir poco paura, come a molti napoletani del resto. Ma non potevamo fermarci perché il rito era previsto nella messa vespertina e mancava poco. All'epoca i navigatori costavano un occhio, non c'erano i cellulari e io non avevo i fendinebbia. Fatto sta che persi la strada e finimmo in un altro paesino, di cui invece ricordo benissimo il nome: Truccazzano. Nome indimenticabile per un posto già anonimo di suo ma che sotto la nebbia avrei potuto scambiare per Casoria, a mio avviso la città più brutta d'Italia e forse del mondo, benché situata quasi alle porte di quella che Stendhal considerava "senza nessun paragone la città più bella dell'Universo". Sia detto senza offesa per i casoriani e per i truccazzanesi. Anzi un truccazzanese molto gentile ci indicò il percorso giusto e arrivammo in chiesa appena in tempo, con il sacerdote che aveva già in mano la tazzina d'argento con l'acqua benedetta.

Orbene, un tipo alla Luca Bernardo io non ce lo vedo proprio nel ruolo di sindaco di Milano. Un pistolero serio come Clint Eastwood farebbe miglior figura della sua perfino nel ruolo di pescivendolo al mercatino della Pignasecca. Credo che moltissimi milanesi di centrodestra tra il pistolero cercasoldi Bernardo e il moderato Sala opteranno senza esitare per Sala. Però il pistolero cercasoldi potrebbe spostarsi di qualche km e avere forse qualche chance come candidato sindaco di Truccazzano. Sempre che i Truccazzanesi siano d'accordo. 

Ma  cosa  ti hanno fatto i  Truccazzanesi  per  augurarli tale  sindaco  ?

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963