dedicato a chi corre troppo

Inviata (modificato)

 

Da Sant'Elia a Is Mirrionis, la mappa del “cimitero d'auto” nel capoluogo  sardo | Cagliari, Prima pagina | Cagliaripadvia 

via del sorpasso facile

 

Modificato da dune-buggi
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

25 messaggi in questa discussione

 

Auto, la via crucis dei rimborsi - Il Tirreno

via del campo finale

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Se hai bevuto scegli chi ti porta a casa. Taxi, polizia, ambulanza o carro  funebre condiviso da suboku - Facciabuco.com

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Sms alla guida, sistema di distrazione di massa - La Nuova di Venezia  Venezia

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Incidente a Pray, 69enne morto sul colpo per un probabile sorpasso in curva  - Newsbiella.it

due minuti dopo ... e salvi la vita agli altri

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La velocità eccessiva è senza dubbio la principale causa degli incidenti stradali gravi (quelli con morti e/o feriti). Sostengo da decenni, nel mio piccolo, una battaglia per introdurre limiti massimi assoluti di velocità, su tutte le strade e autostrade, molto più bassi di quelli vigenti. Che in Italia oggi sono: 130 km/h sulle autostrade, 110 km/h e 90 km/h sulle strade extraurbane principali e secondarie rispettivamente, 50 km/h nei centri urbani. Ovviamente questi limiti valgono in assenza di diversa segnalazione. In realtà, dato che il codice prevede un margine di tolleranza pari al 5% della velocità effettiva e in ogni caso non inferiore a 5 km/h, i limiti massimi effettivi salgono a 137, 116, 95 e 55 km/h. Ebbene, io propongo di abbassarli a 90, 80, 70 e 45 km/h rispettivamente. Dove il valore più alto sarà imposto in modo cogente da un limitatore elettronico di velocità che dovrà essere presente su tutte le vetture. Installarlo su quelle già in circolazione costa poche centinaia di euro, purché siano a iniezione (praticamente tutte le auto immatricolate dal 1993 in poi). Ma con la diffusione di questi dispositivi e con le conseguenti  economie di scala i prezzi crollerebbero. A luglio 2022 dovrebbe entrare in vigore una direttiva UE che imporrà su tutte le auto nuove un limitatore "intelligente" di velocità, il quale userà i dati del GPS per determinare la posizione della vettura e il limite di velocità locale. Una buona cosa ma il punto è che, a mio avviso, i limiti attuali sono troppo alti, sia dal punto di vista della sicurezza sia sotto l'aspetto ecologico (consumi di carburante ed emissioni di CO2). Faccio notare che il mio limite di 90 km/h è maggiore di quello vigente negli USA fino a metà anni '90, che era fissato a 55 miglia orarie (88,5 km/h) dal 1973, quando fu introdotto non per ragioni di sicurezza né ecologiche, bensì economiche, in risposta alla crisi del petrolio. Successivamente fu consentito ai singoli stati federali di incrementare il limite di velocità, ma la conseguenza fu un netto incremento del numero degli incidenti mortali:

https://www.repubblica.it/motori/sezioni/sicurezza/2019/04/05/news/studio_iihs_limiti_piu_alti_sono_costati_in_usa_36_000_morti_in_piu_dal_1993_al_2017-223354703/

Conseguenza tragica ma prevedibile perché lo spazio di arresto di un veicolo cresce in modo più che proporzionale alla velocità. Lo spazio di arresto è la somma dello spazio di reazione e dello spazio di frenata. Lo spazio di reazione è la distanza percorsa dal veicolo durante il tempo di reazione del conducente, ovvero tra l'istante in cui questi percepisce il pericolo e l'istante in cui inizia a pigiare il pedale del freno. Esso cresce in modo proporzionale alla velocità e al tempo di reazione, quest'ultimo varia tipicamente da 0,5 secondi a 1,5 secondi. Lo spazio di frenata è la distanza percorsa dal momento in cui inizia l'azione frenante fino all'arresto completo del veicolo. Esso cresce (con buona approssimazione) in modo proporzionale al quadrato della velocità. E allora vediamo, per esempio, di quanto si ridurrebbe lo spazio di arresto massimo passando dai 137 km/h oggi ammessi dal codice in Italia (incluso il margine di tolleranza) ai 90 km/h limitati elettronicamente che io auspico. A 137 km/h un'automobile percorre circa 38 metri al secondo, quindi per tempi di reazione tipici compresi tra 0,5s e 1,5s lo spazio di reazione varia tra 19 e 57 metri. A 90 km/h, cioè 25 metri al secondo, lo spazio di reazione scende a valori compresi tra 12,5 e 37,5 metri. Da un'occhiata alle prove su strada delle riviste automobilistiche si evince che le auto nuove oggi hanno spazi di frenata a 130 km/h compresi grosso modo tra i 60 e i 65 metri (escludiamo le vetture più sportive che scendono anche sotto i 60 metri). Ma si tratta di dati relativi ai test, non alla circolazione ordinaria. Cioè rilevati su auto nuove, con freni e gomme in perfette condizioni, guidate da collaudatori professionisti e misurati non in strada ma in pista. Nella pratica quotidiana lo spazio di frenata dipende molto dalle condizioni di usura di freni e gomme, dall'abilità del conducente e dalla condizione del manto stradale. Mi sembra quindi ragionevole assumere valori pratici compresi tra 70 e 90 metri, ovviamente sull'asciutto ed escludendo le vecchie vetture tuttora in circolazione ma prive di ABS (a ruote bloccate dopo un panic-stop da 130 km/h più che ai freni bisogna affidarsi al Signore). Assumendo la dipendenza quadratica dalla velocità, a 137 km/h lo spazio di frenata sale da 70/90 metri a 78/100 metri. Mentre a 90 km/h scende a 33,5/43 metri. Sommando gli spazi di frenata con quelli di reazione otteniamo che a 137 km/h la spazio di arresto complessivo è compreso tra 97 e 157 metri, mentre a 90 km/h è compreso tra 46 e 80,5 metri. La differenza tra i due casi risulta dunque compresa tra 51 e 76,5 metri con una media di circa 64 metri. E 64 metri di differenza nello spazio di arresto in autostrada possono fare abbondantemente la differenza tra la vita e la morte.

Considerazioni del genere le ho esposte via mail a tutte le maggiori riviste automobilistiche nazionali. Due mi pubblicarono la lettera, una sola mi diede anche una risposta. È la risposta, in sintesi, fu che la mia drastica e forzosa riduzione dei limiti di velocità ridurrebbe senza dubbio in modo netto sia il numero degli incidenti mortali che le emissioni di gas serra, tuttavia sarebbe una riforma molto impopolare perché gli italiani amano guidare con un certo "brio", e soprattutto dannosa per l'economia perché allungherebbe i tempi di percorrenza e farebbe crollare le vendite delle automobili più potenti e performanti. In effetti, avrebbe poco senso acquistare una BMW o una Mercedes da 200 e passa cavalli, o una Maserati da 400 cv, se non si possono mai superare i 90 km/h. Ma, a mio modesto avviso, la vita umana e la salute del pianeta valgono molto ma molto più delle velleità sportive e della fretta degli automobilisti, nonché dei profitti delle case automobilistiche.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fosforo, nel Veneto frequento spesso la autostrada ventisette (Venezia Longarone) e mi capita spesso di trovare bmw ed audi a velocità freccia ... in modo particolare ai caselli poiché loro hanno il telepass.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi perdoni sig fosforo, mi permetta di aggiungere una osservazione.

Nei suoi conteggi ha tenuto conto che un morto in un incidente stradale non comprerà più una vettura contribuendo così ai risparmi energetici e alla decrescita più o meno felice.?

Considerando questo aspetto, si potrebbe sostenere che conviene aumentare la velocità senza imporre limiti.

Se invece vogliamo diminuire i morti, dovremmo pensare anche a quei bambini che muoiono di fame, non solo a quelli che muoiono sulle strade.

Ma come lei mi insegna, ogni persona viva desidera le cose che altri hanno già acquisito, quindi chi vive compererà un'auto e più auto ci sono sulle strade più le strade vengono intasate, più le strade vengono intasate più calerà la velocità delle auto, senza bisogno di imporre limiti. 😊😊😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Fosforo, nel Veneto frequento spesso la autostrada ventisette (Venezia Longarone) e mi capita spesso di trovare bmw ed audi a velocità freccia ... in modo particolare ai caselli poiché loro hanno il telepass.

Cambi auto anche lei, sig auto da sabbia, invece che circolare in autostrada con i suoi vecchi catorci colore fucsia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Cambi auto anche lei, sig auto da sabbia, invece che circolare in autostrada con i suoi vecchi catorci colore fucsia.

ciao - r.d.m - ho cambiato auto -  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Auto americane, tutte le foto più strane e divertenti dagli Stati Uniti -  Infomotori

ciao r.d.m. - ecco la nuova auto di d/b (alias a.d.s.)

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che kagata di auto, sig auto da sabbia😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ahaha.ha ha scritto:

Che kagata di auto, sig auto da sabbia😂😂😂

auto mimetica, così quando vado in un campo di mucche posso mungerle senza che il toro si accorga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

 

Auto americane, tutte le foto più strane e divertenti dagli Stati Uniti -  Infomotori

se si osserva attentamente si tratta di una fiat centoventisei (accorciata ...) - fanali anteriori e musetto; portiere e fiancate; prese d'aria motore posteriori a fine fiancata; ruote; parabrezza; e molto altro .... la mia nuova auto ...

   

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non tutte le mucche sono razza frisona bianca e nera.

 Vernici  l'auto kagata di colore fucsia, il toro si metterà a ridere e le permetterà di mungere qualche mucca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ahaha.ha ha scritto:

Non tutte le mucche sono razza frisona bianca e nera.

 Vernici  l'auto kagata di colore fucsia, il toro si metterà a ridere e le permetterà di mungere qualche mucca.

il fucsia non è più il mio colore preferito, (anzi non lo è mai stato) ...

pensavo ad un colore mimetico ... cosa pensa di ... suggerisca, mi aiuti ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vuol mungere la mucca? Si o no?

Allora deve fare ridere il toro, e per farlo ridere, il colore deve essere fucsia, sig auto da sabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Vuol mungere la mucca? Si o no?

Allora deve fare ridere il toro, e per farlo ridere, il colore deve essere fucsia, sig auto da sabbia.

però sul cofano ci metto un mazzo di stelle alpine, e sulla porta del passeggero una vipera rosa (mia suocera) e sulla porta di guida un fiasco di malbech ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vada per le stelle alpine e per il malbech, ma non credo che il toro si metta a ridere se vede sua suocera.

Mi dia retta, la suocera la lasci a casa, tra l'altro è molto più vecchia di lei, e ha diritto di essere lasciata in pace.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guardando la  foto di sua suocera, sua moglie deve essere bellissima, sig auto da sabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963