ma se i loro paesi non sono "cessi"perchè vengono qui??

Il nuovo scandalo che sta tenendo svegli i *** di mezzo mondo è il “cesso”. O meglio, il suo accostamento a zone del mondo abitate da africani fatto da Trump. Haiti compresa, che è un frammento d’Africa nei Caraibi e, non casualmente, il posto peggiore dei Caraibi.

Trump, come sempre, ha commesso un grave peccato, ai loro occhi: ha detto la verità.

Lo spettacolo più penoso è stata la reazione dei governanti africani e delle varie associazioni che lucrano sugli aiuti all’Africa.

E’ bizzarro come gli stessi che ogni giorno ci spiegano che dobbiamo accogliere gli africani perché i loro paesi sono, di fatto, un cesso, si inalberino se qualcuno usa questo paragone in senso contrario: meglio non farli venire, perché non trasformino in cesso casa nostra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

2 ore fa, director12 ha scritto:

Il nuovo scandalo che sta tenendo svegli i *** di mezzo mondo è il “cesso”. O meglio, il suo accostamento a zone del mondo abitate da africani fatto da Trump. Haiti compresa, che è un frammento d’Africa nei Caraibi e, non casualmente, il posto peggiore dei Caraibi.

Trump, come sempre, ha commesso un grave peccato, ai loro occhi: ha detto la verità.

Lo spettacolo più penoso è stata la reazione dei governanti africani e delle varie associazioni che lucrano sugli aiuti all’Africa.

E’ bizzarro come gli stessi che ogni giorno ci spiegano che dobbiamo accogliere gli africani perché i loro paesi sono, di fatto, un cesso, si inalberino se qualcuno usa questo paragone in senso contrario: meglio non farli venire, perché non trasformino in cesso casa nostra.

Prima di tutto chiariamo. Shit-hole è un'espressione dello slang, ovvero non rientra nel lessico cui dovrebbe attenersi un uomo pubblico anglosassone, e men che meno un capo di Stato.  Solo per fare un esempio, un personaggio pubblico come l'ing. De Benedetti non darebbe mai del "Ca.zzone" a un presidente del Consiglio, anche se fosse un suo amico. O no? Al massimo gli darebbe del "buono a nulla", dell'incapace, o del "tappetaro", come farebbe il sottoscritto che é persona educata e rispettosa delle istituzioni e della lingua italiana.  In slang shit-hole indica precisamente il buco del kulo, e per estensione un cesso, un merdaio, un posto di me.rda. Superfluo sottolineare che applicare questi termini a delle intere nazioni, per quanto povere, costituisce una generalizzazione tanto arbitraria e assurda quanto volgare e offensiva, e dunque del tutto inammissibile. Nei civilissimi e ricchissimi USA esistono innumerevoli posti degni di essere chiamati shit-hole e dove ogni cittadino medio di Haiti o della Somalia proverebbe ribrezzo e paura ad addentrarsi. Il presidente Trump DEVE chiedere scusa, in caso contrario si collocherà al di fuori del consesso civile portandosi dietro tutta la nazione che rappresenta. E in una shit-hole vive probabilmente, magari senza rendersene conto, l'autore del delirante scritto che hai postato, e che vorrebbe giustificare l'insulto osceno e razzista di Trump usando un argomento del tutto improprio. Se non fossero dei "cessi", non ci sarebbe motivo per emigrare da quei paesi. Ne dovremmo dedurre logicamente che anche l'Italia della seconda metà dell'800  e dei primi del '900 era un merdaio, un cesso di paese. Anzi un posto peggiore di Haiti e simili, visto che la percentuale dei migranti era più alta. Peraltro l'emigrazione da Haiti oggi è soprattutto  conseguenza del cataclisma che nel 2010 causò 230.000 morti e 3 milioni di sfollati (il 30% della popolazione). Leggiamo che solo tra il 1860 e il 1885 partirono oltre 10 milioni di italiani, ciò oltre il 45% della popolazione residente, poco più di 22 milioni alla data del primo censimento (31 dicembre 1861). Un esodo biblico. Dunque, secondo Trump e secondo l'autore del post (citare le fonti, direttoretto!), l'Italia dell'epoca, e in particolare le regioni che fino al 1900, secondo Wiki, furono le più interessate al fenomeno migratorio, Piemonte, Veneto e Friuli, erano dei posti nauseabondi come latrine di strada. Eppure in quel "cesso" di paese vivevano o nascevano giganti come Manzoni, Verdi, Puccini, Pirandello, Croce, Marconi, Eduardo... Però, guarda caso, non nascevano decerebrati come Trump e come l'autore del post, trogloditi dalla pancia piena e dalla testa vuota che confondono la ricchezza con la dignità. 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Povero  direttoretto  che  pende  dalla  bocca   dei  beceri razzisti, dei   quali  Trump  ne  è  un esempio  plateale.  Non  ha  capito  la  differenza  tra  stati  come   quelli  definiti  da  Trump  e  i  migranti  che  scappano da  persecuzioni e  dalla  miseria  più  nera    il  più delle   volte  create   dagli europei   che  hanno rapinato  quelle   nazioni ivi  compresa  l'  Italia del ventennio ,    lasciando  ignoranza , povertà e  spazio  per  dittatori  che  avevano allevato  nel loro  seno,   ma  nonostante  questo  alcuni  riescono a  superare   queste   difficoltà e se  scappano dai  paesi  governati,   quelli  si  sono   feccia  dalle  persone   sopracitate, è  per realizzare  le  loro  speranze  che  certo  non  sono gradite   ai beceri razzisti .

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Prima di tutto chiariamo

Che non si può che essere d'accordo su certi tuoi post.......poi ritengo che quei paesi là siano cosi anche grazie a quelle nazioni, come gli states, che le mantengono cosi, per sfruttare meglio le loro risorse......

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Prima di tutto chiariamo. Shit-hole è un'espressione dello slang, ovvero non rientra nel lessico cui dovrebbe attenersi un uomo pubblico anglosassone, e men che meno un capo di Stato.  Solo per fare un esempio, un personaggio pubblico co

Dici geom. filini, anche gli italiani sono emigrati! Sì, come tutti gli altri europei, perché abitiamo un continente densamente popolato dove le risorse sono limitate. Questo non è vero per l’Africa. Lì, il problema, non sono le risorse limitate, che in realtà abbondano: sono gli africani. Non si capisce per quale motivo, vedendo come hanno ridotto gli slum dei loro paesi, un presidente sano di mente dovrebbe aprire le porte delle sue città al loro arrivo: il ragionamento di Trump è il ragionamento di chi ha a cuore il benessere della propria gente, mentre la reazione dei *** che si sono inalberati è la bizza di un manipolo di fanatici che dei propri concittadini se ne ***.

Voi avete una casa da affittare a qualcuno. Ci sono due offerte. Conoscendo solo che una di loro arriva dal Giappone e l’altra dalla Nigeria a chi affittereste?

Del resto Trump, oggi l’ha urlato in faccia ai sinistrati: “Ho detto quello che il popolo pensa”.Geom. filini...forse è meglio che continu ia votare tali liberi e ....disuguali!! ma come si fa  a prendere in considerazione questi?????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora