UNA CENTRALE ATOMICA IN LOMBARDIA

Dopo essersi prontamente allineato sulla posizione del ministro Cingolani, così ha risposto Matteo Salvini a una domanda nel programma Radio Anch'io: 

"Metterei una centrale nucleare in Lombardia? Che problema c'è?".

E ha aggiunto:

"La Svezia di Greta ha 8 centrali. Ci sono centrali nei centri storici di grandi città: a Copenaghen c'è un termovalorizzatore in centro città, con una pista da sci".

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/09/15/salvini-una-centrale-nucleare-in-lombardia-nessun-problema_d45205e1-0b29-40ee-a351-d56e9f2a0d6b.html

Cominciamo dalla fine. Questa delle centrali atomiche nei centri storici di grandi città mi giunge nuova. Credo che non verrebbe in mente neppure a Kim Jong-un l'idea balzana di installare un reattore nucleare nel centro storico di Pyongyang. Ma forse Salvini pensa che si potrebbe provare a Roma, sul Lungotevere, dove l'acqua di raffreddamento del nocciolo non mancherebbe, magari al posto di Castel Sant'Angelo, che in effetti ricorda vagamente nell'aspetto un reattore nucleare. Sul famoso inceneritore di Copenaghen, che costringe la Danimarca a importare rifiuti dall'estero per ammortizzare i costi, potete leggere qui:

https://zerowasteeurope.eu/2019/11/copenhagen-incineration-plant/

Sulla Svezia di Greta, Salvini è poco informato. Le centrali atomiche svedesi oggi sono 3, e non 8, i reattori operativi sono 6, tutti allacciati alla rete nei primi anni '80. Mentre 7 sono quelli dismessi. Ma già dopo il grave incidente nella centrale americana di Three Mile Island (1979) il parlamento svedese aveva votato per il phase out cioè per l'abbandono progressivo nucleare, da completarsi entro il 2010. In seguito la politica di questo paese molto ricco e freddo, dunque energivoro, ritornò sui suoi passi. Ecco l'opinione di Greta Thumberg sull'energia nucleare:

"Personalmente sono contraria all'energia nucleare. Tuttavia, in accordo con le indicazioni dell'IPCC (l'organismo scientifico dell'ONU sul clima, nda), essa potrebbe costituire una piccola parte di un vasto piano energetico carbon-free, specie in paesi e regioni dove manca la possibilità di una produzione abbondante di energie rinnovabili. Ma è difficile perché il nucleare è estremamente pericoloso e costoso e richiede moltissimo tempo per la costruzione delle centrali". 

Ma veniamo alla centrale atomica lombarda, agognata dal Capitone. Naturalmente lui non specifica in quale provincia e in quale comune andrebbe ubicata, ma io immagino che la sogni sul prato di Pontida, in provincia di Bergamo, non lontano dal fiume Adda. In modo da celebrare i raduni leghisti all'ombra dei giganteschi iperboloidi delle torri di raffreddamento della centrale. Purtroppo la portata dell'Adda, specie nei sempre più frequenti periodi di secca, mi pare insufficiente a raffreddare un grosso reattore, molto più idonei il Po o il Ticino. Quindi le province di Milano, Pavia, Lodi, Cremona e Mantova faranno a gara per aggiudicarsi il nuovo reattore, con le relative scorie radioattive. Ma buoni candidati per il raffreddamento potrebbero essere anche il Lago Maggiore, il Lago di Como e il Garda, quindi non ci sarebbe che l'imbarazzo della scelta. Gli operatori turistici festeggerebbero con giubilo. Un po' meno i pesci di questi fiumi e di questi laghi, che forse comincerebbero a patire il caldo. Quanto al nome della centrale atomica lombarda, credo che non ci dovrebbero essere dubbi. Sarà intitolata ad Alberto di Giussano, ma nel linguaggio popolare sarà conosciuta da tutti come la Centrale del Capitone. 

 

 

Modificato da fosforo311
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

52 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Dopo essersi prontamente allineato sulla posizione del ministro Cingolani, così ha risposto Matteo Salvini a una domanda nel programma Radio Anch'io: 

"Metterei una centrale nucleare in Lombardia? Che problema c'è?".

E ha aggiunto:

"La Svezia di Greta ha 8 centrali. Ci sono centrali nei centri storici di grandi città: a Copenaghen c'è un termovalorizzatore in centro città, con una pista da sci".

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/09/15/salvini-una-centrale-nucleare-in-lombardia-nessun-problema_d45205e1-0b29-40ee-a351-d56e9f2a0d6b.html

Cominciamo dalla fine. Questa delle centrali atomiche nei centri storici di grandi città mi giunge nuova. Credo che non verrebbe in mente neppure a Kim Jong-un l'idea balzana di installare un reattore nucleare nel centro storico di Pyongyang. Ma forse Salvini pensa che si potrebbe provare a Roma, sul Lungotevere, dove l'acqua di raffreddamento del nocciolo non mancherebbe, magari al posto di Castel Sant'Angelo, che in effetti ricorda vagamente nell'aspetto un reattore nucleare. Sul famoso inceneritore di Copenaghen, che costringe la Danimarca a importare rifiuti dall'estero per ammortizzare i costi, potete leggere qui:

https://zerowasteeurope.eu/2019/11/copenhagen-incineration-plant/

Sulla Svezia di Greta, Salvini è poco informato. Le centrali atomiche svedesi oggi sono 3, e non 8, i reattori operativi sono 6, tutti allacciati alla rete nei primi anni '80. Mentre 7 sono quelli dismessi. Ma già dopo il grave incidente nella centrale americana di Three Mile Island (1979) il parlamento svedese aveva votato per il phase out cioè per l'abbandono progressivo nucleare, da completarsi entro il 2010. In seguito la politica di questo paese molto ricco e freddo, dunque energivoro, ritornò sui suoi passi. Ecco l'opinione di Greta Thumberg sull'energia nucleare:

"Personalmente sono contraria all'energia nucleare. Tuttavia, in accordo con le indicazioni dell'IPCC (l'organismo scientifico dell'ONU sul clima, nda), essa potrebbe costituire una piccola parte di un vasto piano energetico carbon-free, specie in paesi e regioni dove manca la possibilità di una produzione abbondante di energie rinnovabili. Ma è difficile perché il nucleare è estremamente pericoloso e costoso e richiede moltissimo tempo per la costruzione delle centrali". 

Ma veniamo alla centrale atomica lombarda, agognata dal Capitone. Naturalmente lui non specifica in quale provincia e in quale comune andrebbe ubicata, ma io immagino che la sogni sul prato di Pontida, in provincia di Bergamo, non lontano dal fiume Adda. In modo da celebrare i raduni leghisti all'ombra dei giganteschi iperboloidi delle torri di raffreddamento della centrale. Purtroppo la portata dell'Adda, specie nei sempre più frequenti periodi di secca, mi pare insufficiente a raffreddare un grosso reattore, molto più idonei il Po o il Ticino. Quindi le province di Milano, Pavia, Lodi, Cremona e Mantova faranno a gara per aggiudicarsi il nuovo reattore, con le relative scorie radioattive. Ma buoni candidati per il raffreddamento potrebbero essere anche il Lago Maggiore, il Lago di Como e il Garda, quindi non ci sarebbe che l'imbarazzo della scelta. Gli operatori turistici festeggerebbero con giubilo. Un po' meno i pesci di questi fiumi e di questi laghi, che forse comincerebbero a patire il caldo. Quanto al nome della centrale atomica lombarda, credo che non ci dovrebbero essere dubbi. Sarà intitolata ad Alberto di Giussano, ma nel linguaggio popolare sarà conosciuta da tutti come la Centrale del Capitone. 

 

 

Non avendo il permesso per cliccare mi piace, allora scrivo:

"MI PIACE"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ahaha.ha ha scritto:

Non avendo il permesso per cliccare mi piace, allora scrivo:

"MI PIACE"

GRAZIE, ma il tuo mi piace è andato in porto. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non bene Cazzaro . Benissimo !! E siccome hai detto che Salvini si e’  “prontamente “ allineato alla posizione del Ministro Cingolani circa l’esigenza di mettere una centrale nucleare in Lombardia ( e comunque in uno qualsiasi dei siti italiani ) , immagino che non ti creerà difficoltà alcuno a riferire ai forumisti  ( in special modo a quelli seri ), dove e quando Cingolani ha fatto simil dichiarazione . Debbo dire subito che nutro seri dubbi che tu possa riuscirci e, in quel caso , non posso che augurarmi che i componenti della tua famiglia continuino a prestarti quelle attenzioni che , almeno , ti consentono di girare a piede libero . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Non bene Cazzaro . Benissimo !! E siccome hai detto che Salvini si e’  “prontamente “ allineato alla posizione del Ministro Cingolani circa l’esigenza di mettere una centrale nucleare in Lombardia ( e comunque in uno qualsiasi dei siti italiani ) , immagino che non ti creerà difficoltà alcuno a riferire ai forumisti  ( in special modo a quelli seri ), dove e quando Cingolani ha fatto simil dichiarazione . Debbo dire subito che nutro seri dubbi che tu possa riuscirci e, in quel caso , non posso che augurarmi che i componenti della tua famiglia continuino a prestarti quelle attenzioni che , almeno , ti consentono di girare a piede libero . 

Sei proprio un decerebrato. Come tutti hanno capito, mi riferivo alle aperture di Cingolani al nucleare, in particolare l'ultima  sulle ipotetiche centrali di quarta generazione, posizione prontamente abbracciata da Salvini, chiamato poi a discuterne in un programma radiofonico. Il quale Salvini, non essendo un'intelligentone neppure lui, si è dato la zappa sui piedi parlando di centrale atomica in Lombardia. Credo che su 100 elettori lombardi della Lega forse 3 o 4 al massimo approverebbero una grande centrale atomica a pochi km da casa. Attenzione: una cosa sarebbe rispondere oggi a un sondaggio, ben altra cosa sarebbe esprimersi su una prospettiva seria e concreta. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come era facilmente prevedibile il Cazzaro di Napoli non da riscontro alcuno alla panzana emarginata nel suo precedente post . Ricapitoliamo : il Cazzaro napoletano scrive :” Dopo essersi prontamente allineato sulla posizione del Ministro  Cingolani , Salvini afferma che metterebbe una Centrale nucleare in Lombardia “.  Bene !! Se qualcuno non interpreta l’italiano così come fa il Pulcinella partenopeo , ciò vuol dire che Cingolani propende nel voler mettere una centrale nucleare in Lombardia ( o in qualsiasi altra parte dello stivale e che Salvini si e’ prontamente allineato su quella posizione . Quindi il Cazzaro non tenti di salire sugli specchi , non tenti di voler rubare il mestiere al fratello disturbato della Sanchina che e’ , e rimane , un grandissimo specialista di salite ( sui podi dei ge ni ). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo essersi prontamente allineato sulla posizione del ministro Cingolani, così ha risposto Matteo Salvini a una domanda nel programma Radio 

xxxxxxxxxx 

pretendere che un cervello di gallina per di più stupi.da riesca a comprendere quello che legge è un po' troppo, ma ci voglio provare anch'io sig fosforo, invito pertanto la gallina pisana 222316 volte sce. ma a erudirci se "allinearsi sulla posizione del ministro Cingolani" significa dire: "il ministro Cingolani ha detto che vuole mettere una centrale nucleare in Lombardia".

Stu.pida gallina pisana, glielo ripeto per l'ennesima volta:

lasci il posto al più intelligente dei figli dei suoi genitori, o, in alternativa, prima di aprire il becco per fare coccode'coccode' chieda a lui se lei ha compreso bene quello che ha letto.

Fare elucubrazioni insensate e prive di logica sul testo che ha appena letto dimostra che lei non solo non possiede la monolaurea ma si è pure sognata di avere frequentato un liceo scientifico.

Ossequi ad Alessandro e ad aria fresca.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa è una altra dimostrazione per la quale il kapitone non può essere mandato a governare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963