Fosfy, amico mio, che mi racconti di Birrettini?

Fosfy, amico mio, hai notizie di Birrettini?

Secondo voci bene informate, il Panatta del XXI secolo è impegnato negli US Open, arrivando ai quarti con un brillante percorso.

Primo turno: 7-6 7-6 6-3 contro Jérémy Chardy, numero 72 al mondo

Secondo turno: 7-6 4-6 6-4 6-3 contro Corentin Moputet, numero 73 al mondo

Terzo turno: 6-7 6-2 6-4 2-6 6-3 contro Ilja Ivashka, numero 53 al mondo 

Ottavi di finale: 6-4 3-6 6-3 6-2 contro il volenteroso Oscar Otte, numero 144 al mondo

Ai quarti il Panatta del XXI secolo ha trovato tale Novak Djokovic

https://it.wikipedia.org/wiki/Novak_Đoković

Il match, se non ho capito male, dovrebbe essersi concluso da poco.

Potresti cortesemente darmi notizie al riguardo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Solo per rilevare una leggera imprecisione: il tennista Moutet non e’ affatto il numero 73 bensi il numero 88 del  ranking . Per il resto significherebbe sparare sulla Croce Rossa . L’unico Matteo che piace agli italiani  , l’italo/Monegasco Matteo Berrettini e’ un “ leone” quando incontra la “ razza maglia “ del tennis che vanno dal cinquantesimo al centocinquantesimo posto del ranking . Quando incontra qualcuno che ha qualche posizione  migliore, ….perde !! Perde sistematicamente .Quando poi incontra il top viene preso a pallonate come oggi in diretta mondiale confermando per intero la sua incapacità di vincere una partita  5/7 , 6/2, 6/2, 6,3.  Vergogna mondiale per un più che supervalutato tennista . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Permettetemi di passare da palo in frasca, ma in questo forum abbiamo conosciuto  e conosciamo una promessa del calcio italiano di qualche decennio fa.

Purtroppissimo per la promessa, scoprirono che alla massimo poteva giocare nell'oratorio della parrocchia, e così avvenne.

Da quel giorno, la vecchia promessa ha il dente avvelenato contro chi riesce ad emergere nello sport.

In questo caso "Birrettini", appunto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono perplesso !!  Che Fosfy abbia abbandonato “Er berretto “ al suo destino ?? Mah !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/9/2021 in 06:43 , ilsauro24ore ha scritto:

Fosfy, amico mio, hai notizie di Birrettini?

Capisco che ti sta sul catzo questo Fosfy (Fosforo?) però credo sia sempre meglio non esagerare al contrario.

Berrettini credo sia n. 6 del mondo...se non riesce a battere quelli che lo sopravanzano evidentemente ne ha battuti diversi che gli stanno sotto. Difficile che abbia battuto solo quelli dall'88 al 329 del ranking.

Con quel sistema credo che tu possa aspirare al massimo a una buona posizione tra il 20 e il 30.

Ma potrei sbagliare, per carità, non seguo molto Berrettini.

Modificato da lelotto2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Che mi raccontate del governo Italo-cinese?

Ma possibile che lei é costantemente e ineluttabilmente OFF TOPIC?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La Corsa a Torino 2021. La situazione di questa settimana. Matteo Berrettini al n.6. Sinner esce dai top 10

La Corsa a Torino 2021. La situazione di questa settimana. Matteo Berrettini al n.6. Sinner esce dai top 10
Matteo Berrettini nella foto
time.png13/09/2021 14:05
speech.png13 commenti

 

Classifica Atp Race Singolo (13-09-2021)

1
Best: ND
--
0
SRB.png
Novak Djokovic
SRB, 22-05-1987
8370
Punti
9
Tornei
 
2
Best: ND
1
RUS.png
Daniil Medvedev
RUS, 11-02-1996
6380
Punti
14
Tornei
 
3
Best: ND
-1
GRE.png
Stefanos Tsitsipas
GRE, 12-08-1998
5470
Punti
17
Tornei
 
4
Best: ND
--
0
GER.png
Alexander Zverev
GER, 20-04-1997
4915
Punti
14
Tornei
 
5
Best: ND
--
0
RUS.png
Andrey Rublev
RUS, 20-10-1997
4030
Punti
16
Tornei
 
6
Best: ND
--
0
ITA.png
Matteo Berrettini
ITA, 12-04-1996
3955
Punti
12

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

La Corsa a Torino 2021. La situazione di questa settimana. Matteo Berrettini al n.6. Sinner esce dai top 10

Mateo Bert
 
 

Faccio un'eccezione a quanto mi ero prefissato e intervengo in una discussione off topic su Berrettini solo per rispondere all'amico Ahaha. In effetti Berrettini è n.6 nella Race to Turin, il che significa che è il sesto giocatore al mondo per i risultati ottenuti nel corso del 2021. Niente male per una stagione in cui il romano ha dovuto stare fermo 3 mesi e mezzo su 8 per due seri infortuni. Dato che alle ATP Finals accedono i primi 8 ma Nadal, oggi settimo, è fuori gioco per un'operazione al piede sinistro, Matteo è ormai quasi certo della partecipazione a questo ricco e prestigioso torneo, che da quest'anno e fino al 2025 si disputerà a Torino (e sarà il più importante torneo di tennis mai giocato in Italia: un brillante risultato della Federazione ma soprattutto della sindaca Appendino). Nella classifica assoluta il campione romano è settimo, che è già il suo best ranking (eguaglia dopo 43 anni il grande Barazzutti, meglio di loro nell'era open ha fatto solo Panatta che fu n.4 nel 1976), ma io credo che, se il fisico lo sostiene, può ancora migliorare e forse perfino chiudere l'annata nella top five, magari proprio con i punti che saprà guadagnarsi sotto la Mole. Agli US Open Berrettini, pur non essendo ancora al top della condizione, si è  confermato nella elite mondiale e ha stabilito anche un piccolo record: è riuscito a raggiungere almeno i quarti di finale in tre tornei consecutivi del Grande Slam, impresa mai riuscita prima d'ora a un italiano (e riuscita a non molti grandi giocatori in questo secolo). Magari, senza l'infortunio subito a inizio stagione agli Australian Open, poteva centrare un piccolo Slam raggiungendo i quarti anche lì. E non regge la puerile tesi di un Berrettini "fortunato" a non incontrare giocatori di altissima classifica prima di incappare nel n.1 Djokovic. Infatti, essendo testa di serie n.6, prima dei quarti avrebbe potuto incontrare al massimo la testa di serie n.10, cioè Hurkacz, peraltro già battuto nettamente in semifinale a Wimbledon. Ma il polacco era stato eliminato dal nostro Seppi, a sua volta battuto dal tedesco Otte, a sua volta sconfitto da Berrettini negli ottavi. È vero che Otte era n.144 del mondo, ma a New York valeva molto di più. Come valeva molto di più Emma Raducanu, 18enne britannica nata in Canada da padre rumeno e madre cinese, n.150 della classifica WTA, che ha addirittura vinto il torneo femminile. Facendo quindi meglio di Goran Ivanisevic, il croato che nel 2001 vinse Wimbledon partendo dalla 125sima posizione. Bisogna capire che il ranking ATP non esprime un valore assoluto né attuale (la posizione nella Race è già più significativa) e che può sottostimare molto la forza dei giocatori emergenti o in forte crescita. Dicevo che anche a New York, come già a Parigi e a Wimbledon, Berrettini si è arreso solo al n.1 del mondo Djokovic. E in tutte e tre le occasioni è riuscito a strappare un set al fuoriclasse serbo. Il quale ha fallito l'impresa del Grande Slam (l'ultimo a riuscirvi in campo maschile fu Laver nel 1969) e deve rammaricarsi anche per le energie spese nei quarti contro Berrettini e in semifinale contro Zverev (arresosi al quinto set ma vincitore dello scambio più lungo del torneo: ben 53 colpi). La sconfitta in finale col russo Medvedev ha mostrato che anche "robot" Nole alla fine non è una macchina e che a 34 anni può pagare la fatiche di una stagione e di un torneo durissimi. Come peraltro era già accaduto nel torneo olimpico di Tokyo. Molti (incluso lo stesso Zverev) oggi pensano che Djokovic sia il GOAT, che in inglese significa capra ma che qui è l'acronimo di Greatest Of All Time. Io non sono d'accordo. È vero che il serbo non ha punti deboli (a parte lo smash), ma non ha la tecnica e la classe di Federer e nemmeno l'intensità di gioco di Nadal. Se ha vinto 20 tornei dello Slam come loro, lo deve soprattutto alle sue immense qualità atletiche e agonistiche. Ma per me il tennis è soprattutto tecnica e io non credo che Novak riuscirà a vincere un torneo dello Slam a 36 anni e mezzo, come invece riuscì a  Federer. Il quale a mio avviso avrebbe potuto vincerne anche ben oltre quella età senza i gravi infortuni subiti negli ultimi anni. 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 - Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non dice una parola di fronte all'ennesima sonata inferta a Birrettini da qualcuno che è tra i primi dieci tennisti al mondo.

2 - Il francese Moutet è ancora più indietro di quanto avessi scritto.

3 - Sancho Risata, postando qualcosa che non ci azzecca niente con la discussione,  arricchische di nuovi significati la locuzione minus habens.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe interessante conoscere da quale reparto di psichiatria è riuscito a fuggire il koglione squamoso, perché con i disturbi mentali e i comportamenti patologici che si porta appresso mi è difficile credere che qualche psichiatra si sia preso la responsabilità di dimetterlo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Perché non ci fai un nome di un grande medico ??  Magari potresti fare quello con cui e’ in cura tuo fratello “frastornato”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963