Instabilità

Che fatica arrivare qui. Scrivere. Per cercare, un approccio, alla risoluzione del problema. Ma come si fa? Non lo so. Per il momento mi chiedo a cosa serve quello che mo frulla in testa e perché sembra non placarsi mai. Cambiando quando finalmente penso di averlo raggiunto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

2 ore fa, perfezionista-6 ha scritto:

Che fatica arrivare qui. Scrivere. Per cercare, un approccio, alla risoluzione del problema. Ma come si fa? Non lo so. Per il momento mi chiedo a cosa serve quello che mo frulla in testa e perché sembra non placarsi mai. Cambiando quando finalmente penso di averlo raggiunto.

Beh, essere perfezionisti non è necessariamente un difetto, anzi! Pensa se facessi parte di un team di persone che deve mettere in orbita una navicella spaziale con equipaggio umano. Ma vale anche per un aereo, per un'automobile, una moto e perfino per una bicicletta (non piacerebbe a nessuno rimanere senza denti solo perché la sua bicicletta è stata progettata da un non perfezionista). Ma cercare di fare le cose perfettamente è una cosa desiderabile anche per molte altre attività umane come cucinare, fare sport (con cognizione di causa e non a casaccio, come fanno in molti, creando anche danni al proprio fisico.

Quindi direi che il perfezionismo in generale è una cosa ammirevole.

I problemi potrebbero sorgere se l tuo perfezionismo raggiungesse livelli patologici (nel senso che per te diventi un problema, anziché una cosa da ricercare). Ci sono cose nella vita dove non serve una grande perfezione, ma ci si può accontentare anche di un buon risultato, altrimenti si fatica a concludere. Quindi nella vita dovremmo scegliere il giusto equilibrio anche per quanto riguarda l'essere perfetti. 

Spero di aver interpretato correttamente il senso del tuo post.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

[...] Quindi nella vita dovremmo scegliere il giusto equilibrio anche per quanto riguarda l'essere perfetti. [...]

In questo non riesco. E continuamente ricomincio. Alcune volte eccessivi tentativi mi complicano la vita e l'attività stessa. Provo ad uscirne fuori, a trovare compromessi ma è solo temporaneo perché sento subito una tristezza e rabbia. Subito dopo mi isolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/8/2021 in 10:23 , Ospite ha scritto:

In questo non riesco. E continuamente ricomincio. Alcune volte eccessivi tentativi mi complicano la vita e l'attività stessa. Provo ad uscirne fuori, a trovare compromessi ma è solo temporaneo perché sento subito una tristezza e rabbia. Subito dopo mi isolo.

Pensa, se Stradivari non fosse stato un perfezionista (al massimo grado), oggi non esisterebbero i violini di Stradivari. Lo stesso per quanto riguarda grandi artisti, soprattutto del passato (pensa a Leonardo da Vinci, per esempio). Però è anche vero che chi vive (vivacchia) senza farsi alcun problema, spesso vive meglio.

Se per te questa cosa è un problema (e da come hai detto pare che lo sia), al tuo posto mi rivolgerei a uno psicologo che potrebbe aiutarti ad analizzare e capire il problema per metterti in condizioni di affrontarlo meglio. Va detto che ci vuole anche un po' di fortuna: ci sono degli psicologi che sarebbe meglio se cambiassero mestiere, ma ce ne sono anche molti altri che veramente ti rimettono al mondo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963