Esegesi di una riforma ...

Eppure vennero acclamati per il loro duropurismo in una stagione che sembrava aver smarrito il bene della logica raziocinante. Eppure,  ora, l’ascesa   dei consensi solo 3 anni orsono si è scontrata con la dura realtà.  Non voglio infierire e quindi  tirare in ballo le retromarce su Tav, Tap e nemmeno ricordare la restituzione dello stipendio da parlamentare o la regola dei due mandati che si accingono a bypassare. Sarebbe  Troppo facile !!  Mi limito a osservare che è la prima volta, nella storia repubblicana, che un partito che ha varato una riforma, vota, solo due anni dopo la controriforma alla medesima, ripristinando (o quasi) lo status quo. La riforma Bonafede, che prende il nome dal nome dell'ex ministro della Giustizia era stata propandagadisticamente chiamata Spazzacorrotti, ricordo a tutti che cancellava di fatto la prescrizione.  Oggi  , e sfido chiunque a dimostrare il contrario , ad essere spazzata via è la riforma Bonafede e per quanto Conte e Travaglio si sbraccino nel tentativo di sminuire gli effetti della riforma Cartabia, si tratta di una debacle su tutti i fronti anche se il Cazzaro di Napoli , sul forum , si e’ auto convinto di essere un emissario Conte/Travagliato e tenta disperatamente qualche storione per raccontargli la novella che e’ grazie a Giuseppi se la riforma non e’ diventata una schiforma . Quando ci penso sono immediatamente colto da una spontanea crisi di riso della durata minima di oltre 30 minuti.  Tra le pieghe della riforma Cartabia, come ben sanno i supporters fanatici delle procure d'assalto, c'è una novità in grado di rimettere in riga quei PM che ignoravano procedimenti urgenti e necessari per dedicarsi a inchieste "Monstre".
Inchieste basate sulla obbligatorietà dell'azione penale che derivava (magari) da una sapiente articolessa concordata in uno degli innumerevoli incontro con il giornalista supporter. Quest'ultimo conquistava l'esclusiva con la solita fuga di notizie dalla procura e il PM acquisiva punti e visibilità per la sua carriera. In un gioco di specchi reciproci che portava considerevoli vantaggi a entrambe. Che poi l'inchiesta fosse basata sul nulla non era importante. L'importante era cavalcare l'onda e negli ultimi tempi , diciamo da quando sulla scena politica e’ apparso il migliore di tutti , quello che avrebbe spazzato via tutte le caste ed i censi , mi riferisco a Renzi , si e’ tentato in tutti i modi possibili ed immaginabili di attuarla .  Ecco, con la riforma Cartabia i procuratori dovranno rendere conto delle loro priorità sulla base dei tempi processuali accumulato nel loro costipatissimo ufficio. E questo sarà un pungolo fenomenale per celebrare processi in tempi ragionevoli. Con buona pace e tanti auguri al sistema epatico di tanti idio ti che non circolano solo qui !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

eṡegèṡi (alla greca eṡègeṡi) s. f. [dal gr. ἐξήγησις, der. di ἐξηγέομαι «guidare, spiegare, interpretare»]. – Propriam., l’esposizione dichiarativa di un testo, in cui si compendia e si conclude l’attività critica dell’interprete; il termine è particolarm. usato per indicare l’interpretazione della Bibbia (v. anche ermeneutica) e, nella storia del diritto, per indicare l’attività dei glossatori (e. giuridica); con riferimento a opere letterarie, lo studio e l’interpretazione critica di un testo: e. dantesca.    - per cortesia Mark evita le parole difficili - se dici riforma del "cetriolo" uno provvede subito ad usare lo svitol ... così il cetriolo entra senza strisciare creando il minimo danno alle pareti interne. Tra le altre cose lo svitol cura e previene la ruggine ... ruggine, quella metallica. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esegesi? Ridicola gallina pisana l'esegesi riguarda solo la prescrizione?

Se le chiedo chi sono i favorevoli alla riduzione della prescrizione, mi saprebbe dire chi sono?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

eṡegèṡi (alla greca eṡègeṡi) s. f. [dal gr. ἐξήγησις, der. di ἐξηγέομαι «guidare, spiegare, interpretare»]. – Propriam., l’esposizione dichiarativa di un testo, in cui si compendia e si conclude l’attività critica dell’interprete; il termine è particolarm. usato per indicare l’interpretazione della Bibbia (v. anche ermeneutica) e, nella storia del diritto, per indicare l’attività dei glossatori (e. giuridica); con riferimento a opere letterarie, lo studio e l’interpretazione critica di un testo: e. dantesca.    - per cortesia Mark evita le parole difficili - se dici riforma del "cetriolo" uno provvede subito ad usare lo svitol ... così il cetriolo entra senza strisciare creando il minimo danno alle pareti interne. Tra le altre cose lo svitol cura e previene la ruggine ... ruggine, quella metallica. 

 

Mah , che dirti . Dico che se anche con un po’ sforzo lo capisce perfino la Sanchina du du du , non dovrebbe essere difficile arrivarne ad una interpretazione corretta . Un saluto dalla Toscana . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, no completi lei l'esegesi  ridicola gallina pisana, è lei che sa tutto sulla riforma rivoluzionaria della Cartabia.

Non si ritiri dietro quel " non so che dirti caro dune buggy"

Cosa ha cambiato rispetto alla legge Bonafede? Tutto? Mezza? Un quarto?

Per esempio il piano di assunzioni di Bonafede per velocizzare i processi, è rimasto o hanno ridotto pure quello o hanno puntato tutto sull' improcedibilità.

Dica, ridicola gallina pisana, dica, non si limiti a fare coccode' coccode' sono la gallina più intelligente che c'è.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Up

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963