SOLO LA MIA TROMBETTA

Inviata (modificato)

Solo la mia trombetta e quella di un vecchio dirimpettaio del balcone di fronte, nel primo pomeriggio di questo torrido primo agosto 2021, a festeggiare la GIORNATA TRIONFALE DELLO SPORT ITALIANO, la più bella e la più importante, senza nulla togliere ai magnifici 11 di Bearzot nell'82, nella storia dello sport del nostro Paese. Avevo scritto qualche ora fa che MARCELLO JACOBS e GIANMARCO TAMBERI stavano scrivendo nello stadio olimpico di Tokyo la storia non solo dell'atletica ma dello sport italiano. Me lo sentivo che potevano vincere la medaglia d'oro. Ebbene, la storia l'hanno scritta fino in fondo. DUE MEDAGLIE D'ORO, e che medaglie! 100 metri piani maschili e salto in alto maschile! Mai in 31 edizioni delle Olimpiadi un italiano era riuscito in queste imprese, mai un italiano nella finale olimpica dei 100 metri. Signori: un bronzo olimpico nei 100 metri, con tutto il rispetto, vale, sul piano della difficoltà sportiva, almeno quanto 30 medaglie d'oro nella scherma, nel tiro al piattello o nel taekwondo. Figuriamoci un oro! Basta ricordare il nome del predecessore di Marcello: USAIN BOLT, oro a Pechino, Londra e Rio, probabilmente, con Jesse Owens, il più grande atleta di tutti i tempi. Ebbene, incredibile a dirsi, oggi sul trono di Bolt siede un ragazzo italiano di 26 anni. Non ingannino il cognome e il colore della pelle: il padre di Marcello era un militare americano della base di Vicenza che sposò un'italiana da cui si separò presto. Marcello nacque a El Paso (che pure rimanda all'Italia tramite un famoso western di Sergio Leone) ma vive in Italia dall'età di un mese, a Desenzano sul Garda. E ha difficoltà con l'inglese. Ma quello che più conta sul piano sportivo è che si tratta di un atleta formato in Italia, di scuola sportiva assolutamente nostrana. Al contrario, per esempio, di Fiona May, saltatrice in lungo britannica di origini giamaicane, che dopo avere sposato un italiano prese la cittadinanza e conquistò due titoli mondiali. Un'Olimpiade incredibile quella di Marcello. Già campione europeo indoor questo inverno, aveva stabilito il record italiano dei 100 con 9"95 strappandolo a Filippo Tortu (9"99). In batteria lo ha migliorato di un centesimo, in semifinale ha fatto il record europeo (9"84) e lo ha migliorato ancora in finale (9"80). Un'impresa titanica, grandiosa. Il record mondiale di Bolt (9"58) è lontano ma non lontanissimo. Se Marcello fa un altro progresso come quello accumulato in questa stagione (23 centesimi), lo batte. E che dire di Gimbo Tamberi? Il campione marchigiano aveva dovuto saltare le Olimpiadi di Rio, dove era pronosticato tra i favoriti, per un gravissimo infortunio poco prima dei Giochi. Aveva scritto sulla gamba di gesso che voleva la medaglia a Tokyo, ha vissuto e si è allenato 5 anni con quell'obiettivo, ha superato anche il Covid. E alla fine lo ha centrato. Medaglia d'oro, sia pure ex aequo con un formidabile saltatore, il qatariota Barshim. Due ori nell'atletica, la regina degli sport olimpici, nella stessa  giornata! Disciplina universale dove la concorrenza è molto più forte che in tutte le altre. In particolare in queste due specialità, perché il correre e il saltare sono i due gesti più naturali dell'essere umano. Pensate che l'ultimo oro olimpico italiano nell'atletica risaliva a Pechino 2008, lo ottenne nella marcia (specialità assai meno praticata della corsa e dei salti) Alex Schwazer, poi squalificato per doping. Mentre sono certo che Marcello e Gianmarco sono atleti pulitissimi. Cosa che non giurerei per qualche centometrista, come il vincitore dei trial americani, arrivato a Tokyo da grande favorito ma eliminato in semifinale. I giapponesi coi controlli antidoping non scherzano.

Ebbene, cari forumisti, accanto alla gioia per questi incredibili trionfi, oggi da vecchio sportivo provo un pizzico di amarezza. E non solo per la vergognosa gestione della RAI, cui ho fatto cenno altrove, ma soprattutto perché oggi si conferma che siamo un popolo realmente povero e arretrato in termini di cultura sportiva. Tre settimane fa milioni di italiani scendevano in piazza per festeggiare una fortunosa e risicata vittoria della nazionale agli europei di calcio (grazie ai calci di rigore in semifinale e in finale), mettendo a rischio la salute propria e altrui. Ma per le vittorie di oggi, storiche ed enormemente più rilevanti sul piano sportivo, dalle mie parti c'era solo la mia trombetta e quella di un dirimpettaio a festeggiare dal balcone. E qualcuno che faceva la siesta si è pure lamentato. 

 

 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

23 messaggi in questa discussione

Anni ad importare africani a basso costo nell’atletica e poi l’oro ce lo abbiamo in casa. Come sempre. a quento sembra gli immigrazionisti rosicano!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Solo la mia trombetta e quella di un vecchio dirimpettaio del balcone di fronte, nel primo pomeriggio di questo torrido primo agosto 2021, a festeggiare la GIORNATA TRIONFALE DELLO SPORT ITALIANO, la più bella e la più importante, senza nulla togliere ai magnifici 11 di Bearzot nell'82, nella storia dello sport del nostro Paese. Avevo scritto qualche ora fa che MARCELLO JACOBS e GIANMARCO TAMBERI stavano scrivendo nello stadio olimpico di Tokyo la storia non solo dell'atletica ma dello sport italiano. Me lo sentivo che potevano puntare alla medaglia d'oro. Ebbene, la storia l'hanno scritta fino in fondo. DUE MEDAGLIE D'ORO, e che medaglie! 100 metri piani maschili e salto in alto maschile. ....

Ebbene, cari forumisti, accanto alla gioia per questi incredibili trionfi, oggi da vecchio sportivo provo un pizzico di amarezza. E non solo per la vergognosa gestione della RAI, cui ho fatto cenno altrove, ma soprattutto perché oggi si conferma che siamo un popolo realmente povero e arretrato in termini di cultura sportiva. Tre settimane fa milioni di italiani scendevano in piazza per festeggiare una fortunosa e risicata vittoria della nazionale agli europei di calcio (grazie ai calci di rigore in semifinale e in finale), mettendo a rischio la salute propria e altrui. Ma per le vittorie di oggi, storiche ed enormemente più rilevanti sul piano sportivo, dalle mie parti c'era solo la mia trombetta e quella di un dirimpettaio a festeggiare dal balcone. E qualcuno che faceva la siesta si è pure lamentato. 

 

 

Non date retta a questo vergognoso cialtrone !! E’ uno svergognato bugiardo !! La Rai e’ stata esemplare nelle giornata odierna . Ha dedicato , prima , una corposa sintesi delle gare precedenti alla finale di Jacobs . Dopodiché ha trasmesso la Diretta della gara con i pregevoli commenti di Stefano Tilli e di Franco Bragagna . Per oltre 25 minuti si e’ giustamente parlato dell’impresa compiuta , sono stati trasmessi integralmente i festeggiamenti relativi e , infine , c’è stata l’intervista con Jacobs trasmessa dalla pista .  Uguale sorte e’ toccata per l’impresa di Tamberi . Ha mandato in diretta tutti i salti dal 2,19 , 2,23, 2,27 , 2,30 e 2,37 tutti saltati al primo tentativo ed i 3 successivi tentativi a 2,39. Anche qua oltre 20 minuti di festeggiamenti trasmessi in diretta , intervista dalla pedana e dalla tribuna .  Il Cazzaro e’ uno sporco bugiardo !! Già in un post precedente ha raccontato una menzogna ed io prontamente gli ho tappato la bocca piena di escrementi . Ovviamente il vergognoso vigliacco torna sull’argomento non sul post caga ta che ha scritto in precedenza , ma , credendo di essere alla Barber Shop di Petruzziello Carmine , scrive altre stron za te sperando , questa volta , di non essere visto. Dovresti chiedere scusa impareggiabile pezzodimmerda ed emanatore di odio  e di livore a tuttotondo. Ed hai il coraggio di chiamare a raccolta quegli italiani ai quali  , fino a 20 giorni fa , sputavi in faccia perché andavano a festeggiare la Nazionale Italiana di Calcio .  Te , proprio te , che non ti sei nemmeno vergognato di annunciare al forum , sotto l’ordine perentorio di quello stron zo di Travaglio , di fare il tifo per tutti quelli che incontravano la nazionale italiana di calcio . Immenso idio ta , te sei tutto fuori che uno sportivo !! Sei un concentrato di escrementi vari tra ves tito da uomo . E sappi !! In piazza , a festeggiare i successi di quelli dell’atletica, troveresti gran parte di quelli che hanno gioito per la vittoria della nazionale azzurra di calcio . Infine smettila di chiamare solo con il nome di battesimo quegli atleti che oggi hanno vinto l’oro . Non puoi permettertelo !! E’ inutile che così facendo tu cerchi di farti eleggere dal forum una persona che con tono confidenziale lo farebbe anche se tu l’incontrassi per strada . Per nome possono essere chiamati dai familiari , dagli amici che li conoscono psrsonalmente , dai tecnici che gli alleano e dagli addetti ai lavori . Non da te che sei solo un poveraccio senza arte né parte ma provvisto solo di boria e tuttologo . Del niente , però  !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, director12 ha scritto:

Anni ad importare africani a basso costo nell’atletica e poi l’oro ce lo abbiamo in casa. Come sempre. a quento sembra gli immigrazionisti rosicano!!

Praticamente tutti i paesi ricchi importano e naturalizzano atleti stranieri, specie africani, ma anche cubani (come la nostra Libania Grenot) e sudamericani. Il basket è uno sport americanissimo, ma la nazionale USA oro ad Atlanta '96 aveva nel ruolo di pivot titolare un nigeriano di nascita e di formazione (il mitico Akeem Olajuwon). Agli ultimi europei di calcio noi schieravamo Emerson e Jorginho, ambedue brasiliani di nascita ma il secondo formatosi nelle giovanili del Verona. Quindi, per me, sul piano sportivo Jorginho è italiano al 100%, come Jacobs, non così Emerson, la Grenot e Fiona May.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, director12 ha scritto:

Anni ad importare africani a basso costo nell’atletica e poi l’oro ce lo abbiamo in casa. Come sempre. a quento sembra gli immigrazionisti rosicano!!

Figlio  di  un Americano NERO  Africano  i veri  americani  sono i pellerossa  sterminati  dai  bianchi  ( tuoi antenati  )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, director12 ha scritto:

Anni ad importare africani a basso costo nell’atletica e poi l’oro ce lo abbiamo in casa. Come sempre. a quento sembra gli immigrazionisti rosicano!!

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone

3 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il meschino servo da Pisa del regime draghiano dice che mamma RAI ha mandato in diretta tutti i salti di Tamberi. Vero, ma ha interrotto per mezz'ora una MEMORABILE telecronaca diretta da Tokyo per fare spazio a un assai meno memorabile TG2. Oscurate quindi per mezz'ora tutte le altre gare (es. un salto triplo femminile da record mondiale) e chi non aveva la pay tv, per vedere Tamberi ha dovuto sorbirsi il telegiornale leghista e attendere pazientemente le finestre in cui si cedeva la linea a Tokyo. Ripeto: il contratto stipulato dalla RAI per questi Giochi (e se non ricordo male anche per gli ultimi 2 o 3 almeno) è un pacchiano favore alle pay tv e un danno per la stessa RAI. I social in questi giorni traboccano di proteste di abbonati RAI indignati. Il programma olimpico è così intenso che non è possibile trasmettere tutti gli eventi su un unico canale, per giunta intasato da telegiornali e pubblicità. Bisognava per lo meno affiancarlo con un paio di canali in streaming. Non tutti sono appassionati di scherma o di tiro con l'arco. E se un italiano vince l'oro nel taekwondo cat.58 kg non me ne può fregardimeno. Magari in contemporanea c'era una bella partita di basket, che so, USA-Francia, e milioni di sportivi italiani avrebbero preferito vedere quella. Per questi sportivi che pagano il canone l'unica opzione è pagare anche la pay tv. 

Una piccola scommessa: io scommetto con chi vuole 1000 euro che domani, su giornaloni e giornaletti di regime, leggeremo, più o meno tra le righe, che le medaglie d'oro di Jacobs e Tamberi sono anche merito di Draghi. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Praticamente tutti i paesi ricchi importano e naturalizzano atleti stranieri, specie africani, ma anche cubani (come la nostra Libania Grenot) e sudamericani. Il basket è uno sport americanissimo, ma la nazionale USA oro ad Atlanta '96 aveva nel ruolo di pivot titolare un nigeriano di nascita e di formazione (il mitico Akeem Olajuwon). Agli ultimi europei di calcio noi schieravamo Emerson e Jorginho, ambedue brasiliani di nascita ma il secondo formatosi nelle giovanili del Verona. Quindi, per me, sul piano sportivo Jorginho è italiano al 100%, come Jacobs, non così Emerson, la Grenot e Fiona May.

Brutto svergognato !! Non ci riesci proprio a non raccontare menzogne . Jiorginho non e’ affatto italiano !! Chiaro ?? Jiorge Luiz Frello Filho , così si chiama Jiorginho, e’ nato in Brasile ad Imbitumba da genitori brasiliani . E’ “naturalizzato “ italiano e quindi ha ottenuto la cittadinanza italiana grazie ad un trisavolo paterno che lascio’ il Veneto per cercare fortuna in Brasile . Quindi e’ “ italiano” solo per “iure sanguinis” e può giocare nella nazionale di calcio proprio e solo per questa norma . Punto e basta !! Quindi Jorginho sta all’essere italiano come te stai alla modestia ed alla sincerità . Quindi e’ uno storia completamente diversa da Jacobs che non ha nessun trisavolo ma un genitore ( la madre ) italiana e non ha avuto bisogno di nessuna documentazione da mostrare per indossare la maglia azzurra della nazionale italiana 


Modifica

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Praticamente tutti i paesi ricchi importano e naturalizzano atleti stranieri, specie africani, ma anche cubani (come la nostra Libania Grenot) e sudamericani. Il basket è uno sport americanissimo, ma la nazionale USA oro ad Atlanta '96 aveva nel ruolo di pivot titolare un nigeriano di nascita e di formazione (il mitico Akeem Olajuwon). Agli ultimi europei di calcio noi schieravamo Emerson e Jorginho, ambedue brasiliani di nascita ma il secondo formatosi nelle giovanili del Verona. Quindi, per me, sul piano sportivo Jorginho è italiano al 100%, come Jacobs, non così Emerson, la Grenot e Fiona May.

 

30 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Praticamente tutti i paesi ricchi importano e naturalizzano atleti stranieri, specie africani, ma anche cubani (come la nostra Libania Grenot) e sudamericani. Il basket è uno sport americanissimo, ma la nazionale USA oro ad Atlanta '96 aveva nel ruolo di pivot titolare un nigeriano di nascita e di formazione (il mitico Akeem Olajuwon). Agli ultimi europei di calcio noi schieravamo Emerson e Jorginho, ambedue brasiliani di nascita ma il secondo formatosi nelle giovanili del Verona. Quindi, per me, sul piano sportivo Jorginho è italiano al 100%, come Jacobs, non così Emerson, la Grenot e Fiona May.

Secondo uno studio, gli atleti neri avrebbero gambe proporzionalmente più lunghe che favoriscono nella corsa veloce, mentre i bianchi, con il busto più lungo sarebbero favoriti nel nuoto.

è una questione di baricentro!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

 

Secondo uno studio, gli atleti neri avrebbero gambe proporzionalmente più lunghe che favoriscono nella corsa veloce, mentre i bianchi, con il busto più lungo sarebbero favoriti nel nuoto.

è una questione di baricentro!!

Potrebbe essere un cartone raffigurante testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

24 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Il meschino servo da Pisa del regime draghiano dice che mamma RAI ha mandato in diretta tutti i salti di Tamberi. Vero, ma ha interrotto per mezz'ora una MEMORABILE telecronaca diretta da Tokyo per fare spazio a un assai meno memorabile TG2. Oscurate quindi per mezz'ora tutte le altre gare (es. un salto triplo femminile da record mondiale) e chi non aveva la pay tv, per vedere Tamberi ha dovuto sorbirsi il telegiornale leghista e attendere pazientemente le finestre in cui si cedeva la linea a Tokyo. Ripeto: il contratto stipulato dalla RAI per questi Giochi (e se non ricordo male anche per gli ultimi 2 o 3 almeno) è un pacchiano favore alle pay tv e un danno per la stessa RAI. I social in questi giorni traboccano di proteste di abbonati RAI indignati. Il programma olimpico è così intenso che non è possibile trasmettere tutti gli eventi su un unico canale, per giunta intasato da telegiornali e pubblicità. Bisognava per lo meno affiancarlo con un paio di canali in streaming. Non tutti sono appassionati di scherma o di tiro con l'arco. E se un italiano vince l'oro nel taekwondo cat.58 kg non me ne può fregardimeno. Magari in contemporanea c'era una bella partita di basket, che so, USA-Francia, e milioni di sportivi italiani avrebbero preferito vedere quella. Per questi sportivi che pagano il canone l'unica opzione è pagare anche la pay tv. 

Una piccola scommessa: io scommetto con chi vuole 1000 euro che domani, su giornaloni e giornaletti di regime, leggeremo, più o meno tra le righe, che le medaglie d'oro di Jacobs e Tamberi sono anche merito di Draghi. 

 Brutto Falsario che non sei altro !!!!! La Rai ha trasmesso tutto indistintamente in diretta la sequela dei salti di Tamberi .  Dalle 12,15 fino alla fine della gara ed a cui ha fatto seguire festeggiamenti ed interviste per la successiva intervista . Te , siccome oltre ad essere un bugiardo sei pure un idio ta , hai preso per diretta il Tg2 dove , in differita , hanno fatto “rivedere” la sequenza dei salti i. Un riquadro posto in alto a sx del video . E questo ti e’ bastato per fare una delle tue idiotoidi filippiche contro la Rai affermando nel precedente post che la Rai non ha fatto vedere i salti di Tamberi in diretta . Non solo sei un falsario ed un idio ta , sei pure un ebe te che continua a reiterare una menzogna del genere . Buffone !! Chiedi scusa e vergognati !!  Per quanto riguarda Il “merito” di Draghi lascio ai furumisti seri il compito di giudicare. Di certo , con questa tua ultima “osservazione “ nutro forti dubbi che tu abbia gioito per le odierne vittorie degli azzurri che si vanno a sommare a quella della nazionale di calcio . Ed allora sai che ti dico :” Non vedo l’ora che tutte le medaglie d’oro olimpiche siano ricevute al Quirinale da Mattarella e da Draghi “.  Non fosse altro per vederti schiattate e schiumare rabbia !! E ci sarà pure Giovanni Malago’ .         .ahahahahah 

 

 

 

 

 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Sì, quello che pagava un bidello della facoltà di economia per comprarsi gli esami. Che è peggio che vincere una medaglia grazie al doping

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Cazzaro , bravo !!  Così mi piaci !! Mi piaci quando ti rendi conto che non hai più cartucce e ti arrendi . Ti arrendi di fronte alla verità , all’onestà di chi le cose le racconta così come stanno  Ed a  quelli come te conviene battere in ritirata . Però , siccome mica sei un Cazzaro per sbaglio , bensi un Cazzaro a tuttotondo conosciuto e riconosciuto , non perdi l’iccasione per decorare qualcos’altro . Ed allora ti pongo un quesito : sapresti informare il forum quando , per cosa e perché , Giovanni Malago’ abbia subito una condanna ??  Insomma , la fedina penale di Malago’ e’ intonsa oppure no ?? Su, vediamo se sei preparato . 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Condannato a un anno e 10 mesi di reclusione per concorso in corruzione e concorso in falso ideologico per inganno, prosciolto in appello solo "per intervenuta prescrizione". Insomma, la fedina penale di questo signore è intonsa come lo era quella del delinquente Berlusconi prima di imbattersi in un integerrimo giudice napoletano che lo processo e lo condannò in Cassazione sotto Ferragosto negandogli per un pelo l'ennesima prescrizione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

12 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Condannato a un anno e 10 mesi di reclusione per concorso in corruzione e concorso in falso ideologico per inganno, prosciolto in appello solo "per intervenuta prescrizione". Insomma, la fedina penale di questo signore è intonsa come lo era quella del delinquente Berlusconi prima di imbattersi in un integerrimo giudice napoletano che lo processo e lo condannò in Cassazione sotto Ferragosto negandogli per un pelo l'ennesima prescrizione. 

Come dice il Cazzaro ??? Assolto in appelloooo ?? Quindi mi par di capire che la fedina penale del Dott. Giovanni Malago’ sia illibata . Tuttocio’ sempre che il Cazzaro di Napoli non dimostri che una assoluzione ancorché giunta per intervenuta prescrizione sia da considerare una condanna e , allo scopo , pregherei il Panzanaro seriale partenopeo a citare il numero e l’articolo di legge del CPP che lo attesta . Vuoi vedere che il Pulcinella  non trova niente ??

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Me lo sentivo che potevano vincere la medaglia d'oro.

Te lo sentivi ma per fortuna hai tenuto la bocca chiusa e la s_fi_ga non ha messo gli occhi su Jacobs e Tamberi.

La FIDAL e con essa l'Italia intera sentitamente ringrazia.

PS: la trombetta infilatela in sede ret_tale

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, director12 ha scritto:

 

Secondo uno studio, gli atleti neri avrebbero gambe proporzionalmente più lunghe che favoriscono nella corsa veloce, mentre i bianchi, con il busto più lungo sarebbero favoriti nel nuoto.

è una questione di baricentro!!

Sono parzialmente d'accordo ma non è tanto una questione di baricentro quanto di densità ossea (i nuotatori neri galleggiano con difficoltà) e di fibre muscolari (i neri hanno più fibre "veloci" idonee per lo scatto e lo sforzo esplosivo). Le differenze fisiche ci sono ma vanno interpretate in senso statistico e non sono insormontabili. Non dimenticare che anche i bianchi provengono dall'Africa e i nostri antenati erano neri. La piccola Giamaica, che ha la popolazione di Roma, sforna velocisti (maschi e femmine) in quantità industriali, ma ha anche una grande scuola tecnica di formazione, mentre i velocisti africani di alto livello sono relativamente pochi. Nel 1972 (Olimpiadi di Monaco) il sovietico Valery Borzov era imbattibile per tutti, nel 1980 (Olimpiadi di Mosca) il nostro Pietro Mennea e lo scozzese Allan Wells avrebbero vinto l'oro nei 200 e nei 100 metri rispettivamente anche senza il boicottaggio degli USA. Eppure Mennea aveva un fisico da impiegato delle Poste, ma compensava con la tenacia e l'allenamento. Ieri nella finale dei 100 m femminili c'era una ragazza della Svizzera italiana, Alia Del Ponte, che è arrivata quinta precedendo l'unica americana in finale. Non dimentichiamo che la mamma di Jacobs è italiana e che fino all'anno scorso Marcello veniva regolarmente battuto da Filippo Tortu. Milanese di origini sarde che nel 2018 a 20 anni fu il primo italiano a scendere sotto i 10" netti nei 100 m battendo il record di Mennea (9"99 contro 10"01) che resisteva dal 1979. L'anno dopo Filippo raggiunse la finale dei 100 ai mondiali di Doha (settimo), poi si è po' perso per strada, non ha mantenuto le grandissime promesse di inizio carriera. Secondo me questo si deve principalmente al suo allenatore, suo padre, coach non professionista, bravissimo nel portarlo a certi livelli ma poi incapace di fargli fare il salto di qualità che ha fatto Jacobs, seguito invece da un team eccellente. È una storia analoga a quella della tennista Camila Giorgia. Secondo me, se Tortu avesse come allenatore uno come il prof. Carlo Vittori, il mitico allenatore di Mennea, potrebbe fare grandissime cose. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Dopo la vittoria nei 100 metri piani di Jacobs, italiano nato in Texas e da ieri uomo più veloce del mondo, il presidente del Coni Malagò ha affermato: “Non riconoscere lo ius sportivo ( ma  non solo  ) è qualcosa di aberrante, folle. Oggi più che mai questo discorso va concretizzato. A 18 anni e un minuto chi ha quei requisiti deve avere la cittadinanza italiana, non che a 18 anni inizia una via crucis”. Ma a 18 anni e un giorno (e non a 18 anni con 3 anni di attesa per chi non ha genitori italiani o matrimonio in Italia, come prevede la legge) non basta. Per un atleta, infatti, il treno solitamente arriva prima e non poterlo prendere è spesso anche frustrante. La questione non riguarda solo gli sportivi: ci sono tanti altri talenti, nati e/o cresciuti qui, che attraverso la cittadinanza avrebbero diritto a pari opportunità.

Italiani senza cittadinanza

Siamo per il DIRITTO a esercitare a pieno ogni sport, fino ai livelli agonistici. Ma l'accesso alla #Cittadinanza DEVE ESSERE per tutti/e noi Anche per chi tra noi è una SCHIAPPA negli sport ❤️😊. #IusRespiro per tutti, NESSUNO/A escluso ✊🏽Non per merito ma per DIRITTO ✊🏽
Modificato da barbablu16

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... a me, mi sta antipatico il giovannino del comitato ... avevo pubblicato una vignetta sugli esami copiati ma la hanno cancellata ... un presidente che copia agli esami e poi cancella le vignette umoristiche ... a me, mi sta antipatico ...    

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedi DB , te puoi avere simpatico od antipatico chi ti pare . Ma dire,  come te testualmente hai detto , che Giovannino “ e’ un presidente che copia agli esami “ , in un paese che non sia quello di Pulcinella , non verresti solo condannato ad estinguere la vignetta , ma saresti pure chiamato a risponderne in Tribunale e sicuramente condannato per un motivo semplicissimo . Perché hai detto una cosa non vera . Falsa !!  Buona domenica . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Vedi DB , te puoi avere simpatico od antipatico chi ti pare . Ma dire,  come te testualmente hai detto , che Giovannino “ e’ un presidente che copia agli esami “ , in un paese che non sia quello di Pulcinella , non verresti solo condannato ad estinguere la vignetta , ma saresti pure chiamato a risponderne in Tribunale e sicuramente condannato per un motivo semplicissimo . Perché hai detto una cosa non vera . Falsa !!  Buona domenica . 

essere condannati per avere detto una cosa che non era falsa ... anche Enzo Tortora era stato condannato per non avere commesso il fatto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'amico D/B non ricordava esattamente la vicenda e allora chiariamo. Non risulta che da studente Giovannino copiasse le prove scritte degli esami (ma non possiamo nemmeno escluderlo visto che fu capace di molto peggio). Risulta ed è provato che corruppe un bidello, reo confesso, per falsificare gli statini relativi a tre esami, superandoli così senza averli mai sostenuti. E lo spudorato si fece pure assegnare voti altissimi! Giovannino fu condannato in primo grado ad anni uno e mesi 10 di carcere per corruzione e falso ideologico. Il reato andò prescritto in appello ma il condannato non impugnò la sentenza di prescrizione, come era suo diritto e come sarebbe stato logico se era innocente. Preferì farsi annullare i tre esami, e di conseguenza la laurea. Molti anni dopo li sostenne e li superò presso altro ateneo, un istituto compiacente e vergognoso che gli consentì di laurearsi validandogli tutti gli altri esami. Mentre nei paesi seri e negli atenei seri simili gravissime condotte comportano, come minimo, il decadimento dello studente, cioè l'annullamento di tutti gli esami superati. In un ateneo serio Giovannino, per laurearsi, avrebbe dovuto rifare tutti gli esami e la tesi di laurea. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/8/2021 in 16:23 , director12 ha scritto:

Anni ad importare africani a basso costo nell’atletica e poi l’oro ce lo abbiamo in casa. Come sempre. a quento sembra gli immigrazionisti rosicano!!

https://www.facebook.com/watch?v=548593036393718

Complimenti a chi li vota. Complici della rovina dell’Italia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, fosforo311 ha scritto:

L'amico D/B non ricordava esattamente la vicenda e allora chiariamo. Non risulta che da studente Giovannino copiasse le prove scritte degli esami (ma non possiamo nemmeno escluderlo visto che fu capace di molto peggio). Risulta ed è provato che corruppe un bidello, reo confesso, per falsificare gli statini relativi a tre esami, superandoli così senza averli mai sostenuti. E lo spudorato si fece pure assegnare voti altissimi! Giovannino fu condannato in primo grado ad anni uno e mesi 10 di carcere per corruzione e falso ideologico. Il reato andò prescritto in appello ma il condannato non impugnò la sentenza di prescrizione, come era suo diritto e come sarebbe stato logico se era innocente. Preferì farsi annullare i tre esami, e di conseguenza la laurea. Molti anni dopo li sostenne e li superò presso altro ateneo, un istituto compiacente e vergognoso che gli consentì di laurearsi validandogli tutti gli altri esami. Mentre nei paesi seri e negli atenei seri simili gravissime condotte comportano, come minimo, il decadimento dello studente, cioè l'annullamento di tutti gli esami superati. In un ateneo serio Giovannino, per laurearsi, avrebbe dovuto rifare tutti gli esami e la tesi di laurea. 

Era praticamente impossibile che il Cazzaro di Napoli non sarebbe intervenuto contro un suo “nemico giurato “. Ovviamente lo fa nell’unico modo che conosce : Dire delle monumentali panzane !! Intanto iniziamo a dire che non e’ riuscito a dimostrare che Malago’ abbia subito delle condanne penali . Non c’è riuscito per un motivo molto semplice : La fedina penale di Malago’ e’ immacolata . A meno che il Cazzaro di Napoli non voglia , da solo , modificare il CPP e dare alla prescrizione il valore di colpevolezza . Questa  convinzione esiste solo nel suo contenitore del cervello  vuoto e deve solo ringraziare Basaglia che , diversi anni fa , chiuse tutte le strutture mediche per soggetti afflitti da gravi problemi psichiatrici inviandoli , a piede libero , nelle nostre città . Veniamo ai fatti : Il Cazzaro dice che da studente universitario , Malago’ , tramite un bidello corrotto , insieme ad un altro centinaio di studenti , “compro’ “ tre esami . La denuncia relativa arrivò tramite una lettera anonima . La Procura , come e’ giusto , intervenne e, ovviamente , tramite il Procuratore della Repubblica rinvio’ quel centinaio di studenti a giudizio . Fu un processo indiziario perché non si trovò nessuna prova dell’illecito . Se non c’è colpevolezza , per me , significa che non ci sono responsabilità . Quindi nessun colpevole . Quindi , Malago’ e’ innocente e se qualcuno dice il contrario , in un Paese che non sia quello di Pulcinella , dovrebbe essere denunciato per calunnia . Il Cazzaro prosegue affermando che Malago’ usufruì della Prescrizione . Vero . E aggiungo : e quindi ?? Ripeto : solo un idio ta pensa che un prescritto sia colpevole ed il  Cazzaro lo e’ . Magari sarà così in Venezuela che e’ un posto che al Cazzaro piace dove la democrazia e la giustizia funzionano alla grande . Se io ragjonassi come il Cazzaro , ma non lo faccio , potrei dire che l’intervenuta prescrizione impedisce all’imputato di dimostrare che e’ innocente . Il Cazzaro dice :” perché non ha rinunciato alla prescrizione “?? Questa e’ bella !! Comunico al Cazzaro che il non dover rinunciare e’ parte integrante del Codice Penale. Nessuno e’ obbligato a rinunciarvi ed una eventuale rinuncia non comporta nessuna conseguenza penale . Il Cazzaro insiste e dice una panzana grande come un grattacelo quando dice che Cazzaro e’ colpevole perché se non lo fosse stato l’’Ateneo Romano non gli avrebbe revocato  il titolo di Laurea. Ah siii ?? Comunico al forum che la remissione del titolo e’ una conseguenza amministrativa e non penale . Quindi una conferma della fedina penale intonsa di Malago’ . Il Cazzaro , in ultimo , chiude con un’altra panzana . Il buffone partenopeo , allo scopo di gettare discredito , afferma che se Malago’ fosse stato innocente avrebbe dovuto dare i 3 esami mancanti ed oggetto del provvedimento , da subito . Ah siiii ?? Comunico al forum che ciò non sarebbe stato possibile . Il motivo e’ molto semplice . Non si può prima che l’Universita’ non glieli revocasse . Appena gli e’ giunta la revoca , Malago’ si e’ immediatamente sottoposto al giudizio di una Commissione universitaria ed ha ottenuto 3 30. Chiarooo ?? Il Cazzaro si rassegni . Malago’ e’ miglior presidente del CONI che mai c’è stato . Durante la sua Presidenza , lo sport italiano , ha raggiunto i massimi livelli sportivi come non mai . Aggiungo : Malago’ e’ commissario effettivo del CIO (Comitato Olimpico Internazionale). Lo e’ perché e’ bravo . Lo hanno nominato quelli bravi come lui ,che lo  considerano  una eccellenza sportiva mondiale .  Continua , quindi , la sindrome del Cazzaro napoletano contro tutti quelli bravi e che hanno successo , perché lui , che si reputa bravo come e più di loro , non viene eletto nemmeno presidente dell’assemblea condominiale del suo condominio . Simpatizza , invece , fino ad idolatrarli , tutti i mediocri ed i men che mediocri . Da un men che mediocre come il Cazzaro di Napoli , ….what else !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963