Un livello da Cazzari ...!!!

Guardate un po’ a che livello può arrivare l’idio zia di un borioso personaggio . Doveva solo rispondere ad una semplicissima domanda . Questa :” da dove evinci , da dove trai la convinzione che in tutti i Paesi del mondo , la letalità del COVID e’ una funzione drammaticamente crescente con l’età dei soggetti colpiti ? “.  Insomma , si chiedeva al Cazzaro se la sua dissertazione era suffragata da uno studio scientifico , da dei documenti dell’OMS , da un consorzio di scienziati che emettono una nota del genere . Niente di tuttocio’ il Cazzaro ha prodotto . Il suo “tutti” e’ diventato “nessuno” e mentre tenta il solito casi no organizzato con lo scopo di farci addormentare durante la integrale lettura del post sottospecificato , ci accorgiamo che “ tutti i paesi del mondo “, diventa l’appartamento al sesto piano senza ascensore e senza climatizzatore del Cazzaro di Napoli . Insomma , lo scienziato omnia mundi e’ Fosforuccio . Cari forumisti seri , se dopo aver letto per oltre 20 minuti il post del Cazzaro senza aver capito niente , non vi demoralizzate . La patologia non e’ nostra ma solo di chi lo lascia liberamente circolare per le strade e nelle piazze. Se poi ci mettete che e’ pure “sfortunato “ nelle sue previsioni , la misura e’ colma . Faccio un esempio , l’ultimo con il quale il Cazzaro ci ha “allietato “ una ventina di giorni fa . Il Cazzaro , al culmine della sua ira in quanto la l’Italia aveva vinto il titolo europeo di calcio , ci aveva sfrucugliato i co@lioni sul fatto che , in Inghilterra,’alle partite avevano assistito , assiepati sulle tribune , decine e decine di migliaia di spettatori . Il Cazzaro prevedeva una strage di nuovi contagiati e molti decessi in più . Ora , vi state chiedendo il perché il Cazzaro napoletano non e’ più tornato sull’argomento ?? Voi forse no . L’ho fatto io !! All’indomani della previsione nefasta del Cazzaro , in Inghilterra , sono iniziati a calare i contagi al ritmo di diverse migliaia al giorno , calano i morti ed i ricoveri ospedalieri . Mago Cazzaro napoletano , non ha indovinato pure questa...!!  Ora pubblico la risposta alla semplicissima domanda . Prendete , prima di leggerla , un paio di caffè contro il rischio di addormentarvi. 

17 ore fa, fosforo311 ha scritto:
 
  •  

Non demoralizzarti troppo, Saurino, ma è chiaro che a certe questioni tu non ti ci puoi neppure avvicinare. Nulla di complicato, per carità, ma non stiamo, o meglio non sto, nemmeno parlando di banalità. È del tutto evidente che ti manca il concetto di derivata parziale di una funzione di più variabili. Concetto peraltro posseduto in forma intuitiva anche da chi non mai studiato l'analisi matematica ma è provvisto di sufficiente senso logico. Provo a ficcartelo nella zucca vuota con qualche esempio. Supponiamo che vuoi studiare in modo empirico la dipendenza funzionale della pressione di un gas dalla temperatura. È banale: ti basta riscaldare o raffreddare il gas tenendo costante il volume (che per i gas coincide con quello del contenitore) e misurare la pressione e la temperatura. Ovvero realizzare una trasformazione isocora (a volume costante). Se invece vuoi misurare la dipendenza della densità del gas dalla pressione, devi tenere ferma la temperatura e non è banale, perché, per esempio, in una compressione adiabatica il gas si riscalda. Devi quindi realizzare una compressione o un'espansione isoterma. Altrimenti non misuri la dipendenza della densità dalla pressione, dipendenza caratteristica di quel tipo di gas (es. l'ossigeno) bensì una particolare dipendenza della densità dalla coppia di variabili p e T, che a sua volta dipenderà sia dal tipo di gas sia dalla particolare curva termodinamica seguita, in modo abbastanza aleatorio, nel corso dell'esperimento. In generale la derivata parziale esprime la variabilità di una funzione rispetto a una sola delle sue variabili e va quindi definita e calcolata tenendo ferme (costanti) tutte le altre variabili indipendenti. Se io dico che F(x,y,z,w) dipende "drammaticamente" da z, intendo dire che la derivata parziale di F rispetto a z è (in valore assoluto) molto più grande delle altre 3 derivate parziali, almeno in certo dominio di interesse di F. Il tasso di mortalità (effettivo) del Covid dipende da innumerevoli variabili. Per es. dalle percentuali di popolazione che rispettano in modo rigoroso le tre regole base di profilassi individuale (mascherina, distanza, igiene delle mani), dall'efficienza del sistema sanitario, da quella del sistema di tracciamento, dalla quantità (e dalla qualità) dei test, dalla percentuale di vaccinati e dall'efficacia dei vaccini usati, da fattori ambientali, stagionali e climatici, dalla densità abitativa, dal livello di urbanizzazione, dal grado di socialità e mobilità della popolazione, dalla tipologia e dalla durata delle chiusure e delle restrizioni alla mobilità imposte dal governo, dall'efficienza dei controlli e dal senso di responsabilità dei cittadini, (probabilmente) da caratteristiche genetiche della popolazione, dall'età mediana della popolazione e dal livello di protezione delle fasce più fragili (anziani, malati cronici),  etc. etc. Di tutti questi fattori i più critici, cioè quelli con la derivata parziale più alta, sono con tutta probabilità gli ultimi due. La derivata parziale esprime sempre e solo una variazione rispetto a un piedistallo per effetto di un'unica variabile indipendente. Ma le variabili sono innumerevoli e tutte contribuiscono al piedistallo di ciascun paese. Il fatto che il Perù abbia una mortalità molto elevata ma un'età mediana relativamente bassa non contraddice affatto la tesi della criticità di quest'ultima variabile. Se invece di 31 anni la mediana fosse 47 o 48, cioè quella dell'Italia o del Giappone, il Perù avrebbe un tasso di mortalità ancora più alto, molto più alto di quello che ha e che oggi vale quasi il 6 per mille. La Cina, con un'età mediana di 38 anni, ha un tasso ufficiale pari a poco più di 3 decessi per milione di abitanti. Cioè quasi 2000 volte più basso di quello peruviano. È del tutto ovvio che se questa abissale differenza dipendesse solo dall'età mediana la Cina dovrebbe essere un paese di bambini o il Perù di ultracentenari. È probabile che in Perù abbiano fatto disastri nella profilassi mentre i cinesi in questo campo danno lezioni al mondo intero. Certo i paesi africani non brillano nella profilassi né nell'efficienza sanitaria ed è probabile che i loro tassi di mortalità siano sottostimati per difetto di testing, ma nella maggior parte dei casi, anche decuplicandoli, resterebbero inferiori alla media del resto del mondo e ben inferiori al dato dell'Europa. Un fatto che non può avere altra spiegazione che la bassissima età mediana degli africani: 20 anni. All'interno di ogni dato paese  del mondo, dall'Africa all'Europa, dal Sudamerica al Nordamerica,  dall'Asia all'Oceania, la mortalità stratificata cresce molto fortemente passando dalle fasce basse di età a quelle alte. Questa semplice evidenza empirica, questo dato di fatto basta e avanza per dimostrare intuitivamente che se tra due qualsivogliano paesi c'è una differenza di una decina d'anni nell'età mediana ma solo di un 10-15% nel tasso di mortalità, allora la mortalità stratificata sarà minore nel paese con la popolazione più anziana. Questa conclusione intuitiva sarà generalmente valida, uno o due strati, in particolare quelli più bassi dove i decessi sono pochi, potrebbero fare eccezione per mere fluttuazioni statistiche o errori di rilevamento. Per una dimostrazione numerica su Italia e USA non devi fare altro che considerare le tabelle dell'ISS e del CDC  (deaths involving Covid-19 by age) e le piramidi dell'età dei due paesi (population pyramid). Prendi la calcolatrice, fatti il compitino a casa e poi mi fai sapere. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Alla ridicola gallina pisana ho fatto una infinità di domande.

Sapete a quante ha risposto?

A nessuna.

Vediamo se questa volta risponde: la ridicola gallina pisana ha detto: "Ora , vi state chiedendo il perché il Cazzaro napoletano non e’ più tornato sull’argomento ?? Voi forse no . L’ho fatto io !! All’indomani della previsione nefasta del Cazzaro , in Inghilterra , sono iniziati a calare i contagi al ritmo di diverse migliaia al giorno , calano i morti ed i ricoveri ospedalieri.

 Ora  chiedo:" ridicola gallina pisana è in grado di dimostrare quello che ha appena scritto? Mi raccomando riportare le date di prima e dopo con l'indicazione del numero dei contagiati e quello dei morti"

Scommetto un caffè che non risponde o farà il solito coccode' ho fatto l'uovo più bello che c'è.

😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Alla ridicola gallina pisana ho fatto una infinità di domande.

Sapete a quante ha risposto?

A nessuna.

Vediamo se questa volta risponde: la ridicola gallina pisana ha detto: "Ora , vi state chiedendo il perché il Cazzaro napoletano non e’ più tornato sull’argomento ?? Voi forse no . L’ho fatto io !! All’indomani della previsione nefasta del Cazzaro , in Inghilterra , sono iniziati a calare i contagi al ritmo di diverse migliaia al giorno , calano i morti ed i ricoveri ospedalieri.

 Ora  chiedo:" ridicola gallina pisana è in grado di dimostrare quello che ha appena scritto? Mi raccomando riportare le date di prima e dopo con l'indicazione del numero dei contagiati e quello dei morti"

Scommetto un caffè che non risponde o farà il solito coccode' ho fatto l'uovo più bello che c'è.

😊

Egregio, il pollo pisano ha scritto un cumulo di provolonate. E il non avere capito niente del mio post che ha incollato significa solo una cosa: che non ha neppure il diploma di terza media.

Faccio sommessamente notare che nella giornata di ieri il Regno Unito ha registrato 131 decessi. E, nonostante i posti liberati dai decessi, quelli occupati nei reparti di terapia intensiva sono cresciuti di 105 unità in 24 ore (fonte Worldometer). Due mesi fa il Regno Unito aveva dati invidiabili (7 decessi al giorno di media), oggi in Europa solo la Russia è messa peggio. Per trovare un valore più alto dei decessi di ieri bisogna tornare indietro di oltre 4 mesi, al 17 marzo (quando furono 141). Nell'ultima settimana il Regno Unito ha contato 480 morti, cioè la media settimanale di fine marzo, quando i vaccinati erano molti meno di oggi.

Che la letalità del Covid sia una funzione drammaticamente crescente dell'età dei colpiti non lo dico io,  lo dicono i dati di tutti i paesi del mondo. Per l'Italia basta scaricare l'ultimo report dell'Istituto Superiore di Sanità sulle caratteristiche dei positivi deceduti, aggiornato al 21 luglio:

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia

Incrociando i dati della fig.2 del pdf (numero di decessi per fasce di età) con la piramide delle età dell'ISTAT (composizione della popolazione residente per fasce d'età):

https://www.tuttitalia.it/statistiche/popolazione-eta-sesso-stato-civile-2021/

calcoliamo agevolmente i seguenti tassi di mortalità stratificati per fasce di età (espressi in decessi su 100.000 abitanti):

20 - 29 anni:  0,98

30 - 39 anni:  3,16

40 - 49 anni:  11,68

50 - 59 anni:  42,46

60 - 69 anni:  157,61

70 - 79 anni:  494,33

80 - 89 anni:  1326,61

90 anni e più: 2872,88

Come si vede, il tasso di mortalità cresce drammaticamente con l'età dei soggetti colpiti. Interpolando tra 20 e 90 anni troviamo che la probabilità di morte per Covid di un residente in Italia cresce mediamente del 12,78% per ogni anno in più di età. In prima approssimazione possiamo dire che la mortalità raddoppia ogni 6 anni di incremento dell'età e triplica ogni 9. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Toh , Gianni e Pinotto !! Uno che dice che non mi legge mai e l’altra che invece , da vaiassona di basso napoletano , e’ continuamente con il cell in mano nella speranza che scriva qualcosa per poter dialogare .  E’ dura , eh ??   Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro di Napoli crede di fare il furbetto con me ??  Con me , idio ta ?? Ma credi di essere al Barber Shop di Carmine Petruzziello ?? E’ perfettamente inutile che tu faccia chilometrici post per incendiare i pozzi . E’ perfettamente inutile che tu faccia l’elenco della situazione COVID in Inghilterra dall’inizio !! Ebe te , il punto del discorso parte da tutt’altro periodo . Risale ad una ventina di giorni fa . Risale ai Campionati di calcio in Inghilterra . Ti ricordi vero ?? Erano i tempi che te facevi il tifo per tutti quelli che non erano l’Italia . Bene !!  Vedo che stai attento e me ne compiaccio !! Bravo !!  Quelli erano i giorni che te , fantasmagorico Cazzaro e Panzanaro , avevi previsto che nel giro di un paio di settimane , visto l’afflusso notevole degli spettatori negli stadi , prevedevi una carneficina di nuovi contagi e quindi di una situazione ospedaliera da tregenda  . E ti scagliavi contro le autorità del calcio , del Dio danaro e delle lobby . Quindi , Cazzaro , e’ perfettamente inutile che ora il tuo impegno si concentri sul casi no organizzato argomentando su aspetti che con il dibattere in corso non c’entrano un caz.z.o.  Avevi previsto , da grande esperto mondiale in virologica  , qualcosa che purtroppissimo per te non si e’ verificata .  Anzi !! I contagi , in Inghilterra , sono calati vertiginosamente e mi auguro che tu lo dica , prima che lo faccia io naturalmente dimostrandolo , alla sorella molto meno intelligente del fratello fortemente disturbato . Quindi i tuoi conti e i conteggi per dimostrare il nulla approfittando di chi pur non avendo molta dimestichezza su questi aspetti , potrebbe rimanere “incantato “ dai discorsoni e dai numeroni che citi , con me non passano . Non passano proprio !! Parlane con Sossio O’Giocoliere e con Sasa’ O’Patcheggiatore.  Forse , e ripeto il forse , con loro avrai più fortuna

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di ricordare che il giorno 11 dicembre 2020 il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 scriveva nel post delle ore 19.36:

"Saurino pane e vino ignora che l'età mediana degli italiani è 9 anni maggiore di quella degli statunitensi (47,3 contro 38,3, fonte Worldometer) e ignora che questo fattore incide drammaticamente sulla letalità effettiva del Covid".

Stavamo parlando del minore tasso di letalità effettiva di covid19 registrato negli USA rispetto a quello registrato in Italia. Secondo il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 il minore tasso di letalità effettiva di covid19 osservato negli Stati Uniti sarebbe da spiegare con la minore età mediana della popolazione statunitense rispetto alla popolazione italiana.

Quanto scritto dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 veniva sbugiardato dallo studio di Ryosuke Omori, Ryota Matsuyama e Yukihiko Nakata

https://www.nature.com/articles/s41598-020-73777-8

pubblicato su Nature, una delle più importanti riviste scientifiche di questo pianeta.

Inoltre in questo studio

https://openknowledge.worldbank.org/handle/10986/34028

leggiamo quanto segue:

"a greater share of reported COVID-19 deaths occur at younger ages in low- and middle-income countries (LMICs) compared to high-income countries (HICs). Based on data from 26 countries, p e o p le age 70 and older constitute 37 percent of deaths attributed to COVID-19 in LMICs on average, versus 87 percent in HICs. Only part of this difference is accounted for by differences in population age structure".

I dati raccolti nello studio ci dicono quanto segue:

in Italia la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 85%. In Italia l'età mediana della popolazione è 47,3 anni (dato 2020 worldometers);

in Spagna la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 85% . In Spagna l'età mediana della popolazione è 44,9 anni (dato 2020 worldometers);

in Canada la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 91% . In Canada l'età mediana della popolazione è 41,1 anni (dato 2020 worldometers);

in Olanda la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 89% . In Olanda l'età mediana della popolazione è 43,3 anni (dato 2020 worldometers);

in Svezia la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 89% . In Svezia l'età mediana della popolazione è 41,1 anni (dato 2020 worldometers);

in Danimarca la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 90%. In Danimarca l'età mediana della popolazione è 42,3 anni (dato 2020 worldometers);

in Norvegia la quota degli ultrasettantenni sul totale dei decessi COVID19 è pari a 90%. In Norvegia l'età mediana della popolazione è 39,8 anni (dato 2020 worldometers).

Popolazioni con età mediane sensibilmente diverse hanno la grande maggioranza dei deceduti rappresentata da individui con età superiore a 70 anni.

Detto questo, ricordo ai forumisti seri le circonvoluzioni cerebrali del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 :

... l'età mediana degli italiani è 9 anni maggiore di quella degli statunitensi (47,3 contro 38,3, fonte Worldometer) e ignora che questo fattore incide drammaticamente sulla letalità effettiva del Covid  (post del giorno 11 dicembre 2020, ore 19.36)

... la letalità del Coronavirus, come dicono tutti i dati di tutti i paesi del mondo, è una funzione drammaticamente crescente con l'età dei soggetti colpiti (post del giorno 27 luglio 2021, ore 21.00).

... il tasso di mortalità (effettivo) del Covid dipende da innumerevoli variabili (post del giorno 28 luglio 2021, ore 02.36).

 

Risulta palese quale sia il riferimento scientifico e culturale del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 :

https://it.wikipedia.org/wiki/Pulcinella

Ammetto infine di non avere capito in quale studio scientifico (Harvard, Imperial College o simili, astenersi perditempo e Barbershop University "Carmine Petruzziello") si affermi che ... la letalità del Coronavirus, come dicono tutti i dati di tutti i paesi del mondo, è una funzione drammaticamente crescente con l'età dei soggetti colpiti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Alla ridicola gallina pisana ho fatto una infinità di domande.

Sapete a quante ha risposto?

A nessuna.

Vediamo se questa volta risponde: la ridicola gallina pisana ha detto: "Ora , vi state chiedendo il perché il Cazzaro napoletano non e’ più tornato sull’argomento ?? Voi forse no . L’ho fatto io !! All’indomani della previsione nefasta del Cazzaro , in Inghilterra , sono iniziati a calare i contagi al ritmo di diverse migliaia al giorno , calano i morti ed i ricoveri ospedalieri.

 Ora  chiedo:" ridicola gallina pisana è in grado di dimostrare quello che ha appena scritto? Mi raccomando riportare le date di prima e dopo con l'indicazione del numero dei contagiati e quello dei morti"

Scommetto un caffè che non risponde o farà il solito coccode' ho fatto l'uovo più bello che c'è.

😊

Vedo che vuoi essere mazzolata immediatamente !!  Agli ordini , tuttascema ! ©Ansa

Negli ultimi cinque giorni, in U.K. , i nuovi casi di coronavirus rilevati sono andati sempre a calare, passando dai 49mila di domenica scorsa ai 29.173 di ieri. Filtra cauto ottimismo tra gli esperti, secondo cui il picco della terza ondata di contagi potrebbe essere stata superata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Vedo che vuoi essere mazzolata immediatamente !!  Agli ordini , tuttascema ! ©Ansa

Negli ultimi cinque giorni, in U.K. , i nuovi casi di coronavirus rilevati sono andati sempre a calare, passando dai 49mila di domenica scorsa ai 29.173 di ieri. Filtra cauto ottimismo tra gli esperti, secondo cui il picco della terza ondata di contagi potrebbe essere stata superata

Urka.....la ridicola gallina pisana per la prima volta ha risposto e vince un caffè, non per i dati riportati per i quali c'è un cauto ottimismo (29000 casi non sono pochi ma comunque meno di 49000) ma per aver risposto, cosa da segnare sul calendario.

Però, però, la gallina pisana deve partire da inizio europei di calcio, periodo nel quale le ricognizioni covid rivelano i Gran Bretagna un notevole picco di nuovi ammalati mentre poco dopo la fine dei campionati c'è stato un inspiegabile calo di ricoveri e di nuovi ammalati. 

Ma sentiamo cosa disse il virologo Gridanti noto uccello del malaugurio ad Agorà estate il 21 luglio:

L'Inghilterra è passata nel giro di 40 giorni da mille casi  a 50mila" al giorno, sottolinea il virologo. Ed è solo "parzialmente vero", avverte, che non ci siano ripercussioni su ospedalizzazioni e decessi. "L'Inghilterra è passata da 2-3 morti a 50 morti al giorno e da 500 ricoveri a 2.500, in aumento".

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh no , tuttascema !! Non devo partire dall’inizio dei Campionati . No no !! Gli effetti , così come ci aveva “illustrato “ Pinotto , si vedono a distanza di 10/15 giorni . Quindi proprio in questo preciso momento . Il fratello fortemente disturbato di Gianni ti ringrazia nuovamente per l’ennesima figura da ge nio che gli fai fare senza soluzione di continuità . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Per una banale svista (con l'afa si dorme poco) nel post precedente avevo utilizzato i dati del report ISS aggiornato al 28 aprile e non dall'ultimo, aggiornato al 21 luglio. Provvedo subito alle opportune correzioni per il tasso di mortalità stratificato per fasce d'età (espresso in decessi/100.000 abitanti):

20 - 29 anni:  1,14

30 - 39 anni:  3,82

40 - 49 anni:  12,92

50 - 59 anni:  47,80

60 - 69 anni:  176,07

70 - 79 anni:  537,46

80 - 89 anni:  1398,72

90 anni e più: 3018,75

Come si vede, anche il tasso di mortalità aggiornato al 28 luglio cresce drammaticamente con l'età dei soggetti colpiti. Interpolando tra 20 e 90 anni troviamo che la probabilità di morte per Covid di un residente in Italia cresce mediamente del 12,58% per ogni anno in più di età. Al 28 aprile la velocità di crescita era pari al 12,78% per anno. La lieve (ma significativa) diminuzione è facilmente spiegabile con il fatto che nella campagna vaccinale è stata data la precedenza alle fasce più anziane. In prima approssimazione possiamo ancora dire che la mortalità raddoppia ogni 6 anni di incremento dell'età e triplica ogni 9. 

Per oggi non ho più voglia né tempo di fare conti, ma a lume di naso quelli di Saurino pane e vino mi sembrano piuttosto grossolani e addirittura sballate le sue conclusioni. Tuttavia il giudizio di penna, carta e calcolatrice potrebbe essere diverso, vedremo. Di sicuro egli conferma di possedere l'elasticità mentale di una lastra di marmo. Le mie affermazione da lui riportate non sono affatto contraddittorie. È del tutto ovvio che quando parlo di età mediana e di tasso di mortalità mi riferisco alle popolazioni, mentre quando parlo di letalità mi riferisco agli ammalati. Ma le due cose sono strettamente correlate. Se una popolazione ha un'età mediana maggiore di un'altra, la sua percentuale di anziani (es. gli over 60) sarà molto probabilmente maggiore, e il Covid è indiscutibilmente più letale sugli anziani. Dire poi che una funzione F (es. il tasso di mortalità) dipende drammaticamente da una variabile x (es. l'età mediana) non esclude affatto che F dipenda anche da altre (o molte altre) variabili, es. y, z e w. Si intende semplicemente dire che la derivata parziale di F rispetto a x è sensibilmente più grande di quelle rispetto a y, z e w. Ma ciò non implica affatto che, dati x1 e x2 (es. due età mediane) con x1>x2,  F(x1,y1,z1,w1) debba essere necessariamente maggiore di F(x2,y2,z2,w2) per ogni (y1,z1,w1) e per ogni (y2,z2,w2). Questa fallacia che alberga nella zucca vuota di Saurino pane e vino è ovviamente da bocciatura all'istante in qualsiasi esame di analisi matematica. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ridicola gallina pisana, 222306 volte scema, il sig fosforo non ha fatto previsioni degli ultimi cinque giorni dei quali parla lei, ma parlava del periodo degli europei, e in quel periodo c'è stato proprio un picco di casi covid.

Auguriamoci comunque che le probabilità di ammalarsi calino ancora.

In attesa che ci dimostri di aver acquisito la monolaurea, ossequi ad Alessandro e ad aria fresca.

Una prece per i suoi genitori che l'hanno sempre protetta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oh issa , oh issa , oh issa !! Ahahahaha. Occhio sei sul Crinale dello specchio . Chiedi direttamente al Cazzaro o ti mando la copia dei post ?? Occhio a come rispondi tuttascema ...!!  Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi raccomando ridicola gallina pisana, questa sera un po' di aria fresca prima di andare a letto e una prece per i genitori che l'hanno protetta.

Vedrà come dormirà bene.

Gulp, mi perdoni, stavo per dimenticare: per addormentarsi presto e bene non deve assolutamente guardare la cornice appesa al muro senza ospitare la monolaurea, men che meno deve sorridere pensando a me che spalo kakke di giovenche come lei.

Ecco se ha letto tutto per bene, ora può uscire e prendere un po' di aria fresca.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963