il buono il brutto il...gretino

ecco l'ultima della gassate della ue:dal 2035 solo auto con motori elettrici!! dopo la madre delle riunione,a suon di caviale e  dom perignon  (e che credevate che banchettavano cavallette e vino finto??).ecco la sentenza:l'auto il male dei mali!! quindi..tutti a pedali tipo monopattini,o con la spina (infilata nel bucodelkullo)per l'elettrico......e gia'...perchè pensano i bacchettoni  con la vista annebbiata che le auto vengono prodotte solo in europa..invece è l'esatto contrario:brasile,india,...repubblica ceca e slovacchia....quindi,anche  un mongolo capirebbe che auto e motori a combustione interna una volta prodotti nei paese extra ue,verrebbero a loro volta,vendute nella ue!! alla faccia loro!! e ditemi..kompagni di merende sinistrati e sindacati annessi.. qualè la casa costruttrice che ha le mani in pasta di piu' di tutte in questi paesi?? indovinate..non è poi cosi' lontana da noi!!quindi un'altro regalo altre i fondi gia' dati!!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Lei vorrebbe un'auto che vada a carbone, sig Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho guidato ieri una macchina elettrica, é una figata. Silenziosa, cambio automatico, sembra un giocattolo.

Un casino però fare il pieno, speriamo che per il 2035 ci siano paline a sufficienza perché se rimani a secco sei fritto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ed abbiano una autonomia di almeno 500 km.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, lelotto2 ha scritto:

Ho guidato ieri una macchina elettrica, é una figata. Silenziosa, cambio automatico, sembra un giocattolo.

Un casino però fare il pieno, speriamo che per il 2035 ci siano paline a sufficienza perché se rimani a secco sei fritto.

 

cambio automatico?? ahahahha è un presa diretta..come  gl iscooter.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ne ha comperata una, sig Frizz?

auto elettriche nel mio garage non entrano..fin oal 2035..poi ne parleremo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me pare una proposta timida se non addirittura minimalista. Cmq non riguarda la produzione ma la vendita, quindi, se sarà approvata, dal 2035 non si potranno vendere nell'UE veicoli con un motore termico (quindi nemmeno importati né veicoli ibridi). Però il veto non tocca la circolazione quindi veicoli a benzina e diesel circoleranno ancora fino a metà secolo e oltre. Ma per quella data (2050) la UE si è impegnata ad azzerare le sue emissioni nette di gas serra. Il che significa che se non riuscirà ad azzerare le emissioni effettive (e non ci riuscirà) dovrà catturare e stoccare la CO2 residua o acquistare quote negative di carbonio al di fuori dell'UE. Inoltre, nel pacchetto fit for 55 la UE si impegna a tagliare almeno del 55% le sue emissioni nel 2030 rispetto al 1990. Fino al 2020 sono diminuite del 35% (di cui un 10% per effetto pandemia solo nel 2020) quindi bisognerà ridurle di un altro 20% in 10 anni. Inoltre si impegna ad aumentare l'efficienza energetica e a tagliare del 39% rispetto al 1990 i consumi di energia primaria entro il 2030. Per ora siamo al 15% e serve un altro 24% in 10 anni. A mio avviso, quindi, non basterà elettrificare i veicoli e produrre l'elettricità al 100% da fonti rinnovabili (al momento siamo al 38%) ma bisognerà anche tagliare le potenze. Per es. la nuova Fiat 500 elettrica va da 95 a 118 cv. Decisamente troppi. A mio avviso nella green economy un'utilitaria dovrebbe avere grosso modo la potenza del mitico bicilindrico delle Fiat 126 e Panda degli anni 80: tra 24 e 30 cv.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

A me pare una proposta timida se non addirittura minimalista. Cmq non riguarda la produzione ma la vendita, quindi, se sarà approvata, dal 2035 non si potranno vendere nell'UE veicoli con un motore termico (quindi nemmeno importati né veicoli ibridi). Però il veto non tocca la circolazione quindi veicoli a benzina e diesel circoleranno ancora fino a metà secolo e oltre. Ma per quella data (2050) la UE si è impegnata ad azzerare le sue emissioni nette di gas serra. Il che significa che se non riuscirà ad azzerare le emissioni effettive (e non ci riuscirà) dovrà catturare e stoccare la CO2 residua o acquistare quote negative di carbonio al di fuori dell'UE. Inoltre, nel pacchetto fit for 55 la UE si impegna a tagliare almeno del 55% le sue emissioni nel 2030 rispetto al 1990. Fino al 2020 sono diminuite del 35% (di cui un 10% per effetto pandemia solo nel 2020) quindi bisognerà ridurle di un altro 20% in 10 anni. Inoltre si impegna ad aumentare l'efficienza energetica e a tagliare del 39% rispetto al 1990 i consumi di energia primaria entro il 2030. Per ora siamo al 15% e serve un altro 24% in 10 anni. A mio avviso, quindi, non basterà elettrificare i veicoli e produrre l'elettricità al 100% da fonti rinnovabili (al momento siamo al 38%) ma bisognerà anche tagliare le potenze. Per es. la nuova Fiat 500 elettrica va da 95 a 118 cv. Decisamente troppi. A mio avviso nella green economy un'utilitaria dovrebbe avere grosso modo la potenza del mitico bicilindrico delle Fiat 126 e Panda degli anni 80: tra 24 e 30 cv.

 

tanti bei discorsi,geometra..ma di fatti precisi e mirati ben pochi.l'ue tanto per cambiare,minaccia...come fanno i tuoi kompagni sinistrati e ingrullati:la minaccia:aumento indiscriminato del prezzo  dei prodotti petroliferi!! che genialita'!! oh......l'altro europeista tale monti,l'aveva gia' fatto..non con l o stesso spirito,.ma ritorniamo alle auto:sembra che siano l'unica fonte di inquinamento....traslasciando le fabbriche iperinquinanti....specie quelle in india..in cina comunista..in brasile...in africa!! ma si sa..i benpensanti importano l'olio da tavola pieno di pesticidi senza tasse..quelle le lasciano alle auto!! ridicoli!!quando un diesel euro6/d  abbatte il particolato al 99,9%!!! veri *** europei!!parlano di elettrico...e chi lo produce?? il petrolio!! perchè non puntano su combustibili come l'idrogeno?? vuoi vedere che gli interessi economici sotto sotto sono migliori con l'elettrico??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, director12 ha scritto:

tanti bei discorsi,geometra..ma di fatti precisi e mirati ben pochi.l'ue tanto per cambiare,minaccia...come fanno i tuoi kompagni sinistrati e ingrullati:la minaccia:aumento indiscriminato del prezzo  dei prodotti petroliferi!! che genialita'!! oh......l'altro europeista tale monti,l'aveva gia' fatto..non con l o stesso spirito,.ma ritorniamo alle auto:sembra che siano l'unica fonte di inquinamento....traslasciando le fabbriche iperinquinanti....specie quelle in india..in cina comunista..in brasile...in africa!! ma si sa..i benpensanti importano l'olio da tavola pieno di pesticidi senza tasse..quelle le lasciano alle auto!! ridicoli!!quando un diesel euro6/d  abbatte il particolato al 99,9%!!! veri *** europei!!parlano di elettrico...e chi lo produce?? il petrolio!! perchè non puntano su combustibili come l'idrogeno?? vuoi vedere che gli interessi economici sotto sotto sono migliori con l'elettrico??

Esiste l'auto elettrica a batteria ricaricabile e l'auto elettrica a idrogeno. Quest'ultima al posto della pesante batteria ha una cella a combustibile (fuel cell) e uno o più serbatoi di idrogeno compresso a 700 bar, più una piccola batteria simile a quella delle auto ibride che recupera l'energia in frenata e può fornire un ulteriore spunto al motore elettrico. La batteria della Fiat 500 elettrica pesa quasi 300 kg, i serbatoi della Toyota Mirai a idrogeno pesano circa 90 kg, la cella a combustibile 45 kg. L'auto elettrica a idrogeno ha una maggiore autonomia e un minore peso di quella a batteria e i rifornimenti sono molto più rapidi. Però l'efficienza energetica complessiva è minore, specie se si impiega l'idrogeno verde (derivato da fonte rinnovabile per elettrolisi dell'acqua) al posto dell'idrogeno blu o di quello grigio (derivati dagli idrocarburi, il primo prevede la cattura e lo stoccaggio della CO2). Questo problema, unito a quello della distribuzione dell'idrogeno, rende economicamente più conveniente, per ora, l'auto elettrica a batteria. 

In ogni caso è necessario e urgente mandare in soffitta il petrolio, il carbone e anche il metano, che è il meno peggio dei tre ma bruciando libera CO2. I tg di stasera parlano di due cose: le Olimpiadi (o meglio, i risultati degli italiani, il resto dello sport mondiale non interessa al popolo bue) e il bollettino di guerra dei mutamenti climatici. Per limitarci alla sola Italia: bombe d'acqua, grandinate devastanti, esondazioni e trombe d'aria al Nord, 20.000 ettari di boschi in fumo in Sardegna dove c'è il problema opposto, la siccità. La lezione del 2017 non è  bastata: siamo di nuovo a corto di Canadair e siamo costretti a chiedere aiuto agli altri paesi. Mentre si buttano miliardi nel cesso per il TAV Torino-Lione e altri se ne vogliono buttare per il ponte sullo Stretto. Qui a Napoli non ci possiamo lamentare. Niente fuochi sul Vesuvio, oggi solo tanta afa, come non me la ricordavo da una decina d'anni a questa parte. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, director12 ha scritto:

e che credevate che banchettavano cavallette e vino finto??).

perchè lo fanno forse salvi e melons?.....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963