Giovanni il Munifico

Ve lo ricordate Giovannino Malagò? Sì proprio lui, quello dello scandalo degli esami truccati all'università. Ne abbiamo già parlato in questo forum. Quell'assai poco esemplare studente e rampollo della Roma bene, come sapete, ha fatto carriera. È presidente del Coni dal 2013, pochi mesi fa è stato confermato per il terzo mandato. In più, è a capo dell'organizzazione dei Giochi olimpici invernali di Milano-Cortina 2026 (quanti miliardi ci costeranno?) ed è membro del CIO. L'ex ministro dello Sport, il grillino Spadafora, era giustamente contrario a questa discutibile sommatoria di poltrone e di conflitti d'interessi. Intendeva ripristinare il limite di due mandati per la presidenza del Coni, cancellato in extremis sul finire del governo Gentiloni dal suo predecessore, il renziano Lotti (imputato nel processo Consip e indagato con Renzi e Boschi per finanziamento illecito).  Ma poi Renzi, buon amico di Lotti e di Malagò, fece cadere il governo Conte e Giovannino nostro (cioè loro) continua a regnare sullo sport italiano. Gli va dato atto che, come tutti i monarchi di lungo corso, si rivela munifico con i sudditi che danno lustro al suo regno, ovvero gli atleti azzurri che portano a casa coppe, titoli e medaglie. Perfino in tempi cupi di pandemia, di crisi nera economica, licenziamenti di massa, crollo degli incassi negli stadi, tagli degli ingaggi nel calcio e negli altri sport di squadra, dei montepremi nei tornei di tennis, e perfino nel ricchissimo golf, Giovanni Malagò continua invece generoso ad alzare i premi in denaro per i vincitori di medaglie olimpiche. Tanto paga Pantalone. Erano già cresciuti per Rio 2016, per Tokyo 2021 Giovanni il Munifico concede un ulteriore aumento del 20%: 180.000 euro per la medaglia d'oro, 90.000 per l'argento, 60.000 per il bronzo. A titolo di esempio, essendo la squadra azzurra di basket composta da 12 elementi, se vincessimo l'oro sarebbe un risultato storico ma costerebbe a Pantalone, cioè a noi contribuenti, 2 milioni e 160mila euro. Naturalmente sono cifre esorbitanti e scandalose anche da un altro punto di vista. I media nazionali, in primis mamma RAI, ci abboffano sciovinisticamente le palle, per fortuna solo una volta ogni 4 anni, nell'esaltare medagliette provenienti da sport seguiti da 4 gatti e praticati in pochi paesi. Tipo la scherma, disciplina barbosa e obsoleta che abolirei, o il triathlon, o la canoa. Ma non tutte le medaglie hanno lo stesso peso in termini sportivi. È tremendamente più difficile raggiungere una finale olimpica nei 100 metri piani (e magari arrivare ottavi) o nel torneo di basket maschile, che vincere l'oro nel fioretto a squadre o nel pentathlon moderno. Mi direte: ma le altre nazioni come si regolano? Su oltre 200 paesi presenti a Tokyo solo 4 prevedono premi più ricchi dei nostri. Al primo posto c'è Singapore che paga 1 milione tondo di dollari per la medaglia d'oro. Ma un oro olimpico da quelle parti è come vincere al Superenalotto: in tutta la storia delle Olimpiadi un solo atleta singaporiano è riuscito nell'impresa (a Rio 2016). Al secondo posto c'è l'Indonesia, ma anche per loro le medaglie sono una rarità: 7 ori nelle 17 edizioni dei Giochi cui hanno partecipato sono un magro bottino per un paese di 270 milioni di abitanti. Al terzo e quarto posto ci sono due repubbliche ex sovietiche, il Kazakistan e l'Azerbaijan, due regimi autoritari ed è ben noto che in questi casi lo sport e la retorica che accompagna le vittorie servono proprio a puntellare i regimi. Subito dopo di noi al sesto posto c'è l'Ungheria del fascistoide Orban, e vale un discorso simile. Certo è che nemmeno gli sceicchi arabi sono disposti a pagare i loro (rarissimi) atleti da podio olimpico quanto il nostro munifico e sempiterno presidente del Coni. E i grandi paesi occidentali? Gli Stati Uniti premiano le loro (prevedibilmente numerose) medaglie d'oro con meno di 40mila dollari, cioè circa 32mila euro, ovvero poco più di un sesto del premio Malagò. È più o meno la stessa cifra che riceveranno i campioni olimpici cinesi. La Francia premia le medaglie d'oro con 50mila euro, la ricca Germania con appena 20mila. Per gli atleti del Regno Unito, come da tradizione, non sono previsti premi in denaro alle Olimpiadi. I campioni britannici partecipano (e spesso vincono) per puro spirito di bandiera. E io, da vecchio praticante e appassionato di sport, li applaudo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

32 messaggi in questa discussione

Si rende conto sig fosforo che presentando queste cifre.fa sobbalzare il sig Frizz che già sborsa una cifra per mantenere gli immigrati negli alberghi a cinque stelle?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ve lo ricordate Giovannino Malagò? Sì proprio lui, quello dello scandalo degli esami truccati all'università. Ne abbiamo già parlato in questo forum. Quell'assai poco esemplare studente e rampollo della Roma bene, come sapete, ha fatto carriera. È presidente del Coni dal 2013, pochi mesi fa è stato confermato per il terzo mandato. In più, è a capo dell'organizzazione dei Giochi olimpici invernali di Milano-Cortina 2026 (quanti miliardi ci costeranno?) ed è membro del CIO. L'ex ministro dello Sport, il grillino Spadafora, era giustamente contrario a questa discutibile sommatoria di poltrone e di conflitti d'interessi. Intendeva ripristinare il limite di due mandati per la presidenza del Coni, cancellato in extremis sul finire del governo Gentiloni dal suo predecessore, il renziano Lotti (imputato nel processo Consip e indagato con Renzi e Boschi per finanziamento illecito).  Ma poi Renzi, buon amico di Lotti e di Malagò, fece cadere il governo Conte e Giovannino nostro (cioè loro) continua a regnare sullo sport italiano. Gli va dato atto che, come tutti i monarchi di lungo corso, si rivela munifico con i sudditi che danno lustro al suo regno, ovvero gli atleti azzurri che portano a casa coppe, titoli e medaglie. Perfino in tempi cupi di pandemia, di crisi nera economica, licenziamenti di massa, crollo degli incassi negli stadi, tagli degli ingaggi nel calcio e negli altri sport di squadra, dei montepremi nei tornei di tennis, e perfino nel ricchissimo golf, Giovanni Malagò continua invece generoso ad alzare i premi in denaro per i vincitori di medaglie olimpiche. Tanto paga Pantalone. Erano già cresciuti per Rio 2016, per Tokyo 2021 Giovanni il Munifico concede un ulteriore aumento del 20%: 180.000 euro per la medaglia d'oro, 90.000 per l'argento, 60.000 per il bronzo. A titolo di esempio, essendo la squadra azzurra di basket composta da 12 elementi, se vincessimo l'oro sarebbe un risultato storico ma costerebbe a Pantalone, cioè a noi contribuenti, 2 milioni e 160mila euro. Naturalmente sono cifre esorbitanti e scandalose anche da un altro punto di vista. I media nazionali, in primis mamma RAI, ci abboffano sciovinisticamente le palle, per fortuna solo una volta ogni 4 anni, nell'esaltare medagliette provenienti da sport seguiti da 4 gatti e praticati in pochi paesi. Tipo la scherma, disciplina barbosa e obsoleta che abolirei, o il triathlon, o la canoa. Ma non tutte le medaglie hanno lo stesso peso in termini sportivi. È tremendamente più difficile raggiungere una finale olimpica nei 100 metri piani (e magari arrivare ottavi) o nel torneo di basket maschile, che vincere l'oro nel fioretto a squadre o nel pentathlon moderno. Mi direte: ma le altre nazioni come si regolano? Su oltre 200 paesi presenti a Tokyo solo 4 prevedono premi più ricchi dei nostri. Al primo posto c'è Singapore che paga 1 milione tondo di dollari per la medaglia d'oro. Ma un oro olimpico da quelle parti è come vincere al Superenalotto: in tutta la storia delle Olimpiadi un solo atleta singaporiano è riuscito nell'impresa (a Rio 2016). Al secondo posto c'è l'Indonesia, ma anche per loro le medaglie sono una rarità: 7 ori nelle 17 edizioni dei Giochi cui hanno partecipato sono un magro bottino per un paese di 270 milioni di abitanti. Al terzo e quarto posto ci sono due repubbliche ex sovietiche, il Kazakistan e l'Azerbaijan, due regimi autoritari ed è ben noto che in questi casi lo sport e la retorica che accompagna le vittorie servono proprio a puntellare i regimi. Subito dopo di noi al sesto posto c'è l'Ungheria del fascistoide Orban, e vale un discorso simile. Certo è che nemmeno gli sceicchi arabi sono disposti a pagare i loro (rarissimi) atleti da podio olimpico quanto il nostro munifico e sempiterno presidente del Coni. E i grandi paesi occidentali? Gli Stati Uniti premiano le loro (prevedibilmente numerose) medaglie d'oro con meno di 40mila dollari, cioè circa 32mila euro, ovvero poco più di un sesto del premio Malagò. È più o meno la stessa cifra che riceveranno i campioni olimpici cinesi. La Francia premia le medaglie d'oro con 50mila euro, la ricca Germania con appena 20mila. Per gli atleti del Regno Unito, come da tradizione, non sono previsti premi in denaro alle Olimpiadi. I campioni britannici partecipano (e spesso vincono) per puro spirito di bandiera. E io, da vecchio praticante e appassionato di sport, li applaudo.

grazie per le interessanti notizie - mago magò (alias giovannino) è una incognita, come dire zero elevato allo zero che stranamente da uno ... misteri dello sport - e di certi rinnovi rinnovati ai vertici -   

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come volevasi dimostrare, la prima medaglia d'oro dell'Italia arriva da uno sport a dir poco "minore", il taekwondo, e prontamente i due populisti di nome Matteo la celebrano sui social come una grande impresa. La porta a casa uno sconosciuto ragazzino pugliese di 20 anni, pressoché esordiente nella categoria dei 58 kg (veniva dai 54 kg, che alle Olimpiadi non ci sono), che ha sconfitto in finale un tunisino di 19.  Praticamente una finale olimpica da torneo juniores. Va detto che Vito Dell'Aquila nel 2017, a 16 anni e mezzo, era già bronzo ai campionati mondiali (assoluti) della disciplina. Delle due l'una: o è un fenomeno (come pure il tunisino) o in questo sport la concorrenza mondiale è davvero scarsa. Naturalmente la notizia è nei titoli d'apertura di tutti i tg. Il ragazzino intasca i 180.000 euro del premio Malagò e assapora un momento di popolarità. Complimenti a lui. Anche perché ha onestamente ammesso di avere vinto con un po' di fortuna. Mattarella lo aspetta al Quirinale. Ma sono sicuro che quando vinse la medaglia ai mondiali Vito non ebbe più di un trafiletto di 4 righe nei soli quotidiani sportivi. Quanti conoscono il taekwondo in Italia? Vi assicuro che lo conoscono poco perfino in Giappone e in Corea. Si tratta di una delle tante nuove e artificiali discipline introdotte nel programma olimpico dai soloni del CIO con l'unico scopo di alimentare le loro entrate e il loro apparato. E per alimentare lo sciovinismo di paesi come l'Italia e il carrierismo di dirigenti come Malagò. Le regole sono molto vagamente ispirate a un'antica arte marziale coreana che venne proibita durante l'occupazione giapponese. Finita la quale si cominciò a praticare una variante minore chiamata per l'appunto taekwondo. La disciplina olimpica non è che una versione artificiale e incruenta dello sparring (allenamento) di quest'ultima. Di sicuro le regole non le conoscevano neppure i due telecronisti di mamma RAI, i quali se le ripassavano durante la loro disastrosa telecronaca della finale. Vito Dell'Aquila per loro era Vito Dell'Acqua e alla fine non si sono accorti nemmeno che aveva vinto lui. Poi i due imbranati si sono messi a parlare sopra le note dell'inno nazionale. Due cose sono necessarie e sufficienti per rifondare la tv pubblica: cacciare i partiti e cacciare i raccomandati (o metterli a timbrare scartoffie su una scrivania). Con tutto il rispetto per Vito, cui rinnovo i complimenti, la sua piccola impresa, pur impreziosita dal metallo più nobile, non ha nulla a che vedere con quella che un suo coetaneo e corregionale, Pietro Paolo Mennea da Barletta, realizzò 49 anni fa, nello stadio di Monaco di Baviera, conquistando il bronzo nei 200 m piani alle spalle di due fenomeni, il formidabile americano Larry Black e il mitico e in quel momento inarrivabile sovietico Valery Borzov. E lasciandosi alle spalle altri due fortissimi americani e due quotati tedeschi dell'est. Anni dopo, Mennea si prese più di una rivincita sullo stesso Borzov. E nel 1980, a Mosca, conquistò l'oro olimpico. Nella prima giornata un'altra medaglia, un argento, è arrivata dalla solita scherma. Il nostro tradizionale serbatoio di medaglie olimpiche, che sopravvive, invero ben nutrito dal Coni a spese dei contribuenti, solo in quanto tale. Conto di seguire gare di scherma nei prossimi giorni. Grazie al fuso orario, sono per me un eccellente sonnifero. La gara più importante della giornata era senza dubbio la corsa di ciclismo su strada. Ma i tg ci hanno messo la sordina. È stata per noi una disfatta. Il primo degli italiani 14simo a quasi 4 minuti dal vincitore. Lì la concorrenza era ben altra e alle Olimpiadi i controlli antidoping sono severi. 

 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Quanti conoscono il taekwondo in Italia? Vi assicuro che lo conoscono poco perfino in Giappone e in Corea.

Il taekwondo

https://it.wikipedia.org/wiki/Taekwondo

nella Corea del Sud è stato proclamato Sport Nazionale nel 1971 dal Presidente Chung Hee Park.

E anche per oggi il familiare di Sancho Risata incassa la sua bella figura da ge_nio e sentitamente ringrazia.

 

 

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Il taekwondo

https://it.wikipedia.org/wiki/Taekwondo

nella Corea del Sud è stato proclamato Sport Nazionale nel 1971 dal Presidente Chung Hee Park.

E anche per oggi il familiare di Sancho Risata incassa la sua bella figura da ge_nio e sentitamente ringrazia.

Sport nazionale ma i coreani non mettono piede sul podio. Preceduti da un italiano, un tunisino e un russo. Paesi dove notoriamente il taekwondo ha milioni di praticanti. Nei bar dello sport di Roma e di Tunisi non si parla d'altro. Lo sport più  popolare in Corea è il calcio. Il vero taekwondo è ben diverso dalla disciplina olimpica ed è sport nazionale anche per ragioni storiche legate alla liberazione dall'occupazione giapponese. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Al Cazzaro di Napoli non solo e’ felicissimo di essere considerato il Pulcinella del forum , ma si e’ messo pure di buzzo buono a cercare di far fare la figura del *** al fratello disturbato della Sanchina . Al colmo del ridicolo il Cazzaro , dopo nemmeno un ventesimo delle gare in programna di Taekwindo , ha sentenziato che i coreani del sud sono delle mezze Pip pe che non mettono piede sul podio. Le panzane del Cazzaro napoletano , si cancellano solo con i fatti . E siccome io non mi limito solo ad offenderlo come meritano i boriosi come lui, ma glielo dimostro . E sapete come faccio ?? Citando i fatti e , soprattutto , dimostrandoglieli . Ed i fatti dicono che da quando il Taekwondo e’ diventata specialità olimpica , la Corea del Sud domina questa specialità . Ed io , come vi avevo comunicato , non inseguo le parole come fa il Cazzaro , ma mostro il Medagliere relativo . 

43 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Sport nazionale ma i coreani non mettono piede sul podio. Preceduti da un italiano, un tunisino e un russo. Paesi dove notoriamente il taekwondo ha milioni di praticanti. Nei bar dello sport di Roma e di Tunisi non si parla d'altro. Lo sport più  popolare in Corea è il calcio. Il vero taekwondo è ben diverso dalla disciplina olimpica ed è sport nazionale anche per ragioni storiche legate alla liberazione dall'occupazione giapponese. 

 

 

 

TAEKWONDO


PRESENZE
OLIMPICHE
5
GIOCHI OLIMPICI ESTIVI
2000, 2004, 2008, 2012, 2016

EVENTI E SPECIALITA'
8
PAESI VINCITORI
18
PAESI MEDAGLIATI
39

MEDAGLIE E RISULTATI TAEKWONDO

Medagliere Taekwondo Oro Argento Bronzo Totale
1 KOR Corea del Sud 11 1 6 18
2 CHN Cina 7 1 2 10
3 IRI Iran 3 1 2 6
4 TUR Turchia 2 3 2 7
5 MEX Messico 2 2 3 7
6 TPE Taipei 2 1 5 8
7 GBR Gran Bretagna 2 1 3 6
8 ESP Spagna 1 4 1 6
9 GRE Grecia 1 3 0 4
10 USA Stati Uniti 1 2 6 9
11 CUB Cuba 1 2 2 5
12 ITA Italia 1 1 1 3
13 AUS Australia 1 1 0 2
13 SRB Serbia 1 1 0 2
15 AZE Azerbaigian 1 0 2 3
16 CIV Costa d'Avorio 1 0 1 2
17 JOR Giordania 1 0 0 1
17 ARG Argentina 1 0 0 1
19 FRA Francia 0 3 4 7
20 THA Thailandia 0 2 2 4
20 RUS Russia 0 2 2 4
22 NOR Norvegia 0 2 0 2
23 DOM Repubblica Dominicana 0 1 1 2
23 CAN Canada 0 1 1 2
23 GER Germania 0 1 1 2
26 NED Olanda 0 1 0 1
26 NIG Niger 0 1 0 1
26 GAB Gabon 0 1 0 1
26 AUT Austria 0 1 0 1
30 CRO Croazia 0 0 3 3
31 EGY Egitto 0 0 2 2
31 VEN Venezuela 0 0 2 2
31 BRA Brasile 0 0 2 2
31 AFG Afghanistan 0 0 2 2
35 JPN Giappone 0 0 1 1
35 NGR Nigeria 0 0 1 1
35 KAZ Kazakistan 0 0 1 1
35 COL Colombia 0 0 1 1
35 TUN Tunisia 0 0 1
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Il taekwondo

https://it.wikipedia.org/wiki/Taekwondo

nella Corea del Sud è stato proclamato Sport Nazionale nel 1971 dal Presidente Chung Hee Park.

E anche per oggi il familiare di Sancho Risata incassa la sua bella figura da ge_nio e sentitamente ringrazia.

 

 

Sig koglione squamoso, se rilegge quanto ha scritto, capirà  il perché lei è un koglione al pari della boriosa gallina pisana 222299 volte idi.ota.😌

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusate una domanda ...

il signor giovanni malago potrebbe essere collocato in pensione e dedicarsi al giardinaggio 

... domanda, solo una domanda   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, non si può. La ridicola gallina pisana non vuole e per di più ha solo 62 anni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao d/b, ben ritrovato. Malagò in pensione? Questo qui poco ci manca che lo candidano al Quirinale. Ora si farà il terzo mandato al Coni e i Giochi di Milano e Cortina, poi scommetto che punterà, come minimo, a una poltrona di ministro dello sport. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo311 ha scritto:

Ciao d/b, ben ritrovato. Malagò in pensione? Questo qui poco ci manca che lo candidano al Quirinale. Ora si farà il terzo mandato al Coni e i Giochi di Milano e Cortina, poi scommetto che punterà, come minimo, a una poltrona di ministro dello sport. 

rastrello, paletta, carrettino per raccogliere le cartaccie all'uscita dagli stadi

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Carrello da netturbino multiuso Antica Roma | Jolly Srl

ecco proprio questo

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
50 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

 

Carrello da netturbino multiuso Antica Roma | Jolly Srl

ecco proprio questo

 

questo c'era quando c'erano gli spazzini, adesso si chiamano operatori ecologici  e certe cose non le usano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, dune-buggi ha scritto:

scusate una domanda ...

il signor giovanni malago potrebbe essere collocato in pensione e dedicarsi al giardinaggio 

... domanda, solo una domanda   

Beh , diciamo che dovresti motivare la tua preferenza perché accada . Sai perché ??  Perché mentre te lo vorresti dedicato al giardinaggio , il sig Giovanni e’ considerato ed invidiato Dirigente Spirtivo nel mondo . Al punto tale che siede al tavolo del Cio come uno dei sei commissari permanenti . Scusa se poco , scusa se e’ poco . In sintesi , DB : credo che la tua rimarrà una domanda . Solo una domanda e niente più . Però puoi chiedere consiglio ai Gianni & Pinotto del forum. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig auto da sabbia lei dovrebbe già conoscere la personalità della ridicola gallina pisana, se il sig fosforo avesse esaltato Giovannino Malago', la ridicola gallina pisana, lo avrebbe denigrato.

Lei sig auto da sabbia sa che le galline pisane sono particolari, vero? E sa pure che non sono buone nemmeno se le mette in pentola? Provare per credere.

Mi permetta ora di chiedere alla ridicola gallina pisana di salutarmi Alessandro e aria fresca.

A proposito, sig auto da sabbia: abbiamo finalmente scoperto che la gallina pisana non è nemmeno monolaureata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao famiglia. vi presento un
offerta di prestito tra privati, per permetterti di realizzare i tuoi sogni senza pensieri.
Scrivo il mio testo su questo sito, per aiutarti, tu
sono individui per ottenere finanziamenti seri,
veloci in trasparenza e tracciabilità, le mie condizioni sono
semplice, non formale. Faccio prestiti tra
specificamente per le persone che possono soddisfare le mie condizioni.
Quindi se hai bisogno di un prestito, un credito, per favore rispondimi
in modo che io possa condividere la mia offerta con te.
Il mio tasso di interesse è dell'1,5% e copre l'intero prestito.
La mia capacità di prestito è di € 90.000.000. Se vuoi di più
*** non esitate... Il mio indirizzo email:
  loanexpressfinance12@gmail.com
Nota: l'offerta è limitata tenendo conto del capitale disponibile

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Il brutale momento in cui il torero viene incornato vicino al retto durante  la corrida di Madrid - greenMe

buona domenica

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

… indovina indovinello … ai toreri piace riceverlo (duro) … (il corno del toro) – ciao R.d.C. alias risata di collina … se fa il bravo le restituisco i punti persi e la ri/promuovo R.d.M. alias risata di montagna … ri/promosso frequentando un corso di aggiornamento, come si fa per recuperare i punti sulla patente. Buona domenica.-  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ha notato, sig auto da sabbia, che la gallina pisana diversamente intelligente offende per conto terzi?

in qualità di persona saggia, pensa che questi insulti siano remunerati?

Secondo me no, e  allora cosa pensa di una persona che ha detto che il dibattito può essere rovente ma civile e poi ricorre agli insulti per  conto terzi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi , secondo la oramai acclarata da 10 forumisti , tuttascema , questa mia risposta a DB , conterrebbe una interminabile sequenza di insulti in conto terzi . Mi auguro solo che in famiglia , visto anche l’esito del tuo familiare , possano darti “quell’amore” di cui necessiti. 

mark222220     1103

  • mark222220
  • 13368 messaggi
   Il 3/9/2021 in 12:08 ,  dune-buggi ha scritto: 

scusate una domanda ... 

il signor giovanni malago potrebbe essere collocato in pensione e dedicarsi al giardinaggio 

... domanda, solo una domanda    

Beh , diciamo che dovresti motivare la tua preferenza perché accada . Sai perché ??  Perché mentre te lo vorresti dedicato al giardinaggio , il sig Giovanni e’ considerato ed invidiato Dirigente Spirtivo nel mondo . Al punto tale che siede al tavolo del Cio come uno dei sei commissari permanenti . Scusa se poco , scusa se e’ poco . In sintesi , DB : credo che la tua rimarrà una domanda . Solo una domanda e niente più . Però puoi chiedere consiglio ai Gianni & Pinotto del forum. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi , secondo la oramai acclarata da 10 forumisti , tuttascema , questa mia risposta a DB , conterrebbe una interminabile sequenza di insulti in conto terzi . Mi auguro solo che in famiglia , visto anche l’esito del tuo familiare , possano darti “quell’amore” di cui necessiti. 

Xxxxxxxxxxxxx 

Ma perché vuol dare ragione ai 18 che  l'hanno insignita della medaglia della più ebe.te del villaggio, stupida gallina diversamente intelligente.

Io non ho affatto detto che la risposta che ha dato al sig auto da sabbia contiene una interminabile serie di insulti per conto terzi.

Suvvia mi faccia vedere dove ho scritto una cosa simile.

Ora però mi dica sinceramente, con una mano sul cuore:

"Quanti cartoni di Tavernello si è già scolata stamattina?"

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

 

 

Io non ho affatto detto che la risposta che ha dato al sig auto da sabbia contiene una interminabile serie di insulti per conto terzi.

Suvvia mi faccia vedere dove ho scritto una cosa simile.

 

 

 

 

 

Ecco qua , idio ta . Hai derubricato ad offese in Conto Terzi la risposta qua sotto 

  • ahaha.ha
  • 25179 messaggi

Ha notato, sig auto da sabbia, che la gallina pisana diversamente intelligente offende per conto terzi?

in qualità di persona saggia, pensa che questi insulti siano remunerati?

Secondo me no, e  allora cosa pensa di una persona che ha detto che il dibattito può essere rovente ma civile e poi ricorre agli insulti per  conto terzi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lei stupida gallina pisana è completamente ubriaca

Mi spiega  come possa aver detto che la sua risposta a DB è una interminabile sequela di insulti per conto terzi

se  questa mia  

Ha notato, sig auto da sabbia, che la gallina pisana diversamente intelligente offende per conto terzi?

in qualità di persona saggia, pensa che questi insulti siano remunerati?

Secondo me no, e  allora cosa pensa di una persona che ha detto che il dibattito può essere rovente ma civile e poi ricorre agli insulti per  conto terzi?

precede la sua, sempre rivolta a DB?

Beh , diciamo che dovresti motivare la tua preferenza perché accada . Sai perché ??  Perché mentre te lo vorresti dedicato al giardinaggio , il sig Giovanni e’ considerato ed invidiato Dirigente Spirtivo nel mondo . Al punto tale che siede al tavolo del Cio come uno dei sei commissari permanenti . Scusa se poco , scusa se e’ poco . In sintesi , DB : credo che la tua rimarrà una domanda . Solo una domanda e niente più . Però puoi chiedere consiglio ai Gianni & Pinotto del forum. 

Dovrebbe capire anche una gallina seppur pisana che non è possibile che io abbia detto che la sua risposta a DB contiene una sequela di insulti per conto terzi se non era ancora stata scritta. 

Cercherò di spiegarmi ulteriormente anche se sprecherò il mio tempo.

Il dibattito era su Giovanni il munifico, e lei per conto di Giovanni insultava il sig fosforo. Non credo sia stato autorizzato da Giovanni quindi lei insultava, non per se stessa, ma per conto terzi e cioe' per conto di Giovanni il munifico.

A questo punto anche una gallina seppur stupida dovrebbe aver capito di aver accumulato una ennesima figura di mierda .

Colgo l'occasione per raccomandarle che anche questa volta questo contadino le ha rifilato una sequela di calci in kulo tali da impedirle di fare l'ovetto per due giorni.

Prenda nota perchè è da diverso tempo che lei scambia il suo kulo (tumefatto dai miei calci) con il mio, (bello e fresco come una mela). Per farle capire meglio ancora, sono io che prendo a calci lei, e non lei, me. Dia retta ascolti di più il kulo dolorante col quale è solita ragionare piuttosto che usare la testa di gallina diversamente intelligente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963