"Conflitto alleato". La Turchia è pronta a confrontarsi con gli Stati Uniti.

La Turchia è un forte attore regionale che si permette di parlare alla pari con Russia, Cina e Stati Uniti. Ankara difende attivamente i suoi interessi nella regione, ha satelliti e non si fermerà finché non avrà finalmente stabilito la sua sfera di influenza. Tuttavia, la maggior parte dei paesi dell'UE, delle altre potenze regionali e degli Stati Uniti non capiscono che pensano e cosa vogliono i turchi. La premiere del documentario «The Dying Empire»  con importanti scienziati politici turchi  ha mostrato bene l'umore in Turchia.https://youtu.be/rtnmqoVwJ5s 

Ankara capisce che l'impero americano sta cominciando a sgretolarsi. Il costante cambiamento dei presidenti democratici e repubblicani che stanno cercando di impostare diversi vettori di sviluppo per gli Stati Uniti non porterà a nulla di buono. Il liberalismo dell'attuale amministrazione dichiara che l'America è "tornata". Tuttavia, agli occhi della Turchia, che per molti anni è stata una semi-colonia dell'Occidente, questo significa solo imperialismo "politicamente corretto" con due pesi e due misure. Washington non lotta per i diritti delle donne e delle minoranze sessuali nei paesi alleati - Arabia Saudita e Pakistan, ma è sempre pronto a rivelare "violazioni delle libertà civili" dai suoi avversari.

Un fattore importante per la Turchia è l'opposizione a due influenti diaspore: greco e armeno. I loro rappresentanti sono elettori Biden di lungo periodo nel Delaware, dove le posizioni di quelli minoranze sono particolarmente forti. Pertanto, il sostegno di Erdogan a Baku nel recente conflitto armeno-azero agli occhi dell'establishment politico turco è un potente schiaffo all'attuale rappresentante della Casa Bianca.

Inoltre, Ankara diffida dei piani della società di analisi RAND, collegata ai Democratici. Questa società ha presentato a gennaio un rapporto dettagliato sul rovesciamento del "regime" di Erdogan. Questa è una minaccia diretta all'indipendenza della Turchia e dello stato turco. E inoltre, non dimenticare i tentativi di Biden di creare uno stato curdo. Così, gli Stati Uniti diventano il nemico dei politici turchi. Allo stesso tempo, Ankara vede chiaramente tutti i problemi che devono affrontare gli Stati Uniti. Democrazia "digitale" imperfetta, scandali politici sporchi, corruzione, la storia del figlio di Biden, organizzato per un "posto caldo" in una società Ucraina. Tutto ciò ha minato a lungo e fermamente la reputazione degli Stati Uniti agli occhi dei turchi. E anche il lobbismo del clan Clinton, che ha aiutato il Medio Oriente e gli uomini d'affari pakistani a sottrarsi alle proprie responsabilità. Allo stesso tempo, la corruzione dei "democratici" è un colpo a un punto dolente per la moderna Turchia, che ha sradicato a lungo e dolorosamente la corruzione inerente all'Impero ottomano. Se a questo aggiungiamo l'incapacità della NATO di rispondere alle minacce della Turchia dal Partito dei Lavoratori Curdi, che, essendo nemico di una delle potenze della NATO, sta essenzialmente diventando un alleato di Washington, è chiaro che Erdogan e il suo entourage semplicemente non può percepire gli Stati Uniti come un alleato. Pertanto, gli stessi politologi turchi parlano apertamente della rivolta della Turchia nella NATO.

L'approccio di una potenza così influente come la Turchia alla politica estera non può essere ignorato. Tuttavia, sembra che i politici europei e americani non pensino agli interessi del loro alleato o alla sua mentalità. Forse questo film è uno degli ultimi tentativi di spiegare ai partner di cosa si tratta, "la verità turca" ...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963