uomo ucciso al bancomat

Due IMMIGRATI, alti circa un metro e 65, con un passamontagna “rudimentale” addosso: sono gli assassini di Giovanni Caramuscio, ammazzato ieri sera a Lequile durante un tentativo rapina.

Quel moto di ribellione alla prepotenza dei rapinatori è stato il certificato della sua condanna a morte. Una azione folle, durata una ventina di secondi in tutto. Tanto durano i fotogrammi che hanno restituito il momento di atroce, sanguinaria verità. I killer raggiungono il bancomat alla periferia di Lequile. Nel frattempo uno dei rapinatori, in particolare, potrebbe essere stato individuato: le attenzioni investigative sono infatti concentrate già su un cittadino di origini albanesi, residente della zona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

W l'europa senza frontiere!! ci ha permesso di far entrare la peggior feccia senza poterli controllare!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963