L'asse dei Mattei se ne strasbatte di un Berrettini qualsiasi. Un ragazzino, magari si fa pure battere da una schiap,pa come Nole...

Ancora una volta assistiamo all'incedere disinvolto verso l'obiettivo del partito unico (Lega-Iv).

Se la stanno tentando anche Papy e il Capitano ma c'è qualcosa che blocca. Molto più tranquillo invece il sodalizio di cui sopra. In quel caso può capitare qualche imprevisto, non si sa mai, magari una Mara Carfagna che si intromette. Che ne sappiamo?

In questo caso invece si va decisamente più spediti, molto più decisamente. Monolitici.

Anche perché vogliamo dirlo o no che Craxi, se ci fosse ancora, gli farebbe un baffo a Matteo? Anche perché il buon Craxi, tutto sommato, potevano anche essere pochi, ma i suoi voti li aveva. In questo caso invece si assiste ad una ignobile e scandalosa carenza democratica: un Partito che, con più deputati e senatori che elettori, ne fa una sempre più di Bertoldo. Non è detto, ma di Bertoldino e Cacasseno di sicuro, questo senza ombra di dubbio.

Uno spettacolo senza precedenti, facendo un altro paragone, gli fa un baffo anche Berrettini a Matteo. Parliamo di servizio Ma vogliamo proprio mettere a confronto?

Ormai siamo arrivati al punto che non ci si accontenta più neanche di accodarsi alle decisioni della destra o a quelle che favoriscono la destra ma si va ben oltre, si diventa intraprendenti, si prevede e si precede chiunque, si punta al top.

Bisogna essere creativi, proporsi e allora come lo si può meglio dimostrare se non facendo i precursori e, se serve, anche i cavalli di t.roia?

Ecco. L'ultima frontiera è questa: essere mandati in prima linea e portare avanti ciò che l'altro Matteo ancora non ha avuto il coraggio di esternare perché potrebbe essere un po'  troppo presto.

E allora quale miglior soddisfazione di vedere invece il Capitano che si accoda, mette il mi piace e il cuoricino? Uno spettacolo.

Ormai siamo arrivati a questo punto, si ha quasi l'impressione che, oltre all'attivismo sfrenato e all'ansia di prestazione (questo, in fondo, si sapeva già) ormai si stia pia piano arrivando oltre che al perfezionismo, alla perfezione. Superato il traguardo del fare tanto per apparire e accreditarsi si punta decisamente a stupire:  riuscendo addirittura nell'impresa di... essere mandati in avanscoperta e qualche volta perfino allo sbaraglio pur di dimostrare l'attaccamento e la dedizione alla causa. 

Lasciamo anche perdere per un attimo il famoso e famigerato Mes (ormai stiamo parlando del Giurassico più remoto) ma, dopo il Zan, dopo la riforma sulla Giustizia, poteva forse mancare il Reddito di Cittadinanza? 

Ma stiamo pazziando veramente? 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/07/10/reddito-di-cittadinanza-persino-confindustria-ignora-renzi-cade-nel-vuoto-lidea-di-un-referendum-abrogativo-lunico-a-seguirlo-e-salvini/6256915/

 

 

Modificato da ildi_vino
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Io spero che il referendum sul Rdc si faccia e che il Matteo minore riprometta:

"Se perdo il referendum, lascio la politica". 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho già l'arkibugio puntato.

Ricordiamoci però che i referendum, per Leopoldino, sono tossici.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Ancora una volta assistiamo all'incedere disinvolto verso l'obiettivo del partito unico (Lega-Iv).

Se la stanno tentando anche Papy e il Capitano ma c'è qualcosa che blocca. Molto più tranquillo invece il sodalizio di cui sopra. In quel caso può capitare qualche imprevisto, non si sa mai, magari una Mara Carfagna che si intromette. Che ne sappiamo?

In questo caso invece si va decisamente più spediti, molto più decisamente. Monolitici.

Anche perché vogliamo dirlo o no che Craxi, se ci fosse ancora, gli farebbe un baffo a Matteo? Anche perché il buon Craxi, tutto sommato, potevano anche essere pochi, ma i suoi voti li aveva. In questo caso invece si assiste ad una ignobile e scandalosa carenza democratica: un Partito che, con più deputati e senatori che elettori, ne fa una sempre più di Bertoldo. Non è detto, ma di Bertoldino e Cacasseno di sicuro, questo senza ombra di dubbio.

Uno spettacolo senza precedenti, facendo un altro paragone, gli fa un baffo anche Berrettini a Matteo. Parliamo di servizio Ma vogliamo proprio mettere a confronto?

Ormai siamo arrivati al punto che non ci si accontenta più neanche di accodarsi alle decisioni della destra o a quelle che favoriscono la destra ma si va ben oltre, si diventa intraprendenti, si prevede e si precede chiunque, si punta al top.

Bisogna essere creativi, proporsi e allora come lo si può meglio dimostrare se non facendo i precursori e, se serve, anche i cavalli di t.roia?

Ecco. L'ultima frontiera è questa: essere mandati in prima linea e portare avanti ciò che l'altro Matteo ancora non ha avuto il coraggio di esternare perché potrebbe essere un po'  troppo presto.

E allora quale miglior soddisfazione di vedere invece il Capitano che si accoda, mette il mi piace e il cuoricino? Uno spettacolo.

Ormai siamo arrivati a questo punto, si ha quasi l'impressione che, oltre all'attivismo sfrenato e all'ansia di prestazione (questo, in fondo, si sapeva già) ormai si stia pia piano arrivando oltre che al perfezionismo, alla perfezione. Superato il traguardo del fare tanto per apparire e accreditarsi si punta decisamente a stupire:  riuscendo addirittura nell'impresa di... essere mandati in avanscoperta e qualche volta perfino allo sbaraglio pur di dimostrare l'attaccamento e la dedizione alla causa. 

Lasciamo anche perdere per un attimo il famoso e famigerato Mes (ormai stiamo parlando del Giurassico più remoto) ma, dopo il Zan, dopo la riforma sulla Giustizia, poteva forse mancare il Reddito di Cittadinanza? 

Ma stiamo pazziando veramente? 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/07/10/reddito-di-cittadinanza-persino-confindustria-ignora-renzi-cade-nel-vuoto-lidea-di-un-referendum-abrogativo-lunico-a-seguirlo-e-salvini/6256915/

 

 

Devo purtroppo prendere atto che i post del Divino mi risultino un tantinello farraginosi . Che stia con il cuore a sx e’ indubbio. Che non si impegni abbastanza per cercare di dimostrarcelo e’ indubbio pure questo . A mio modesto avviso e’ il suo modo di presentarlo che ha qualche lacuna . Per esempio : anche io sono di sx al pari suo , ma non concordo quasi per niente con quel che scrive . Sia chiaro , il Divino scrive bene , ma , nelle pieghe dei suoi post lascia  , sempre a mio avviso , alcune cartine fumogene che di sx , almeno quella come la interpreto io , lasciano alcune perplessità . Faccio un esempio : Il Divino , con il post di cui sopra , che scopri alla fine essere tutto incentrato a dimostrare che Renzi e’ contrario al reddito di cittadinanza , contiene , perché poi e’ questo che interessa , tutta una trafila di discorsi che “dovrebbero “ dare un risultato che,  più volte, ha dimostrato di essere un convinto assertore : Matteo Renzi e’ di destra . Volete la prova ? Eccola :  Anche su questo come su altre problematiche politiche la pensa esattamente come l’altro Matteo che di destra lo e’ certamente e più volte ha dimostrato di esserlo. Ora , senza peraltro ricordare al Divino che qua se uno ha mandato a casa “l’altro Matteo” lo si deve proprio e soltanto al Matteo toscano ( evidentemente al Divino questo insignificante passaggio deve essergli sfuggito ) , siamo alle solite e non ci si vergogna neppure più a dare patenti di “dx” a chi , da “sx” , ha e tenta di dimostrare delle soluzioni diverse per ottenere non solo lo stesso risultato, ma , come ampiamente dimostrato , anche migliori. E se ad una certa sx non piace questo metodo e’ molto semplice e molto poco impegnativo affibbiare del “stai zitto che sei di dx”. Quindi si percorre la strada più semplice . Quella che “siccome non ti adatti ad uniformarti alla mia idea di sx”, a fasi alterne diventi quello che parla , una volta , per visibilità , una volta perché sei in uno stato ansioso di attivismo sfrenato da prestazione. Anzi , e qui si intravede la ciliegina sulla torta, “ Sei di dx ma non lo vuoi ammettere . Per ora ti accontenti di essere inviato in avanscoperta , ma presto potrai dire quel che noi di sx veri , duri e puri , lo sappiamo di già: sei di dx “. E siccome , poi , nel caso che la ciambella non avesse col buco centrale come gradito , si rammenta , all’inviato della dx , che non conta niente e che la sua pattuglia di parlamentari e’ nettamente superiore ai suoi elettori . Ed allora non posso che lanciarmi andare che ad un minutaggio elevato di applausi . Quasi quanto ne viene dedicato ad un gol di Joao Paulo al Sant’Elia quando c’era il pubblico . Ed il motivo e’ semplice  : 1) perché scopro che alla sx che piace sono diventati tutti parenti del Mago Otelma 2) Perché non mi voglio rassegnare all’idea che le maggioranze si formano sui sondaggi e non sui voti reali 3) Perche’ saranno pure pochi ma contano uguale , pari pari , a quelli che vanno per la maggiore . E quando dico che contano , mi riferisco proprio al dato numerico senza avere l’ambizione di farli contare di più e meglio di come invece lascia intendere il post del Divino . Chiudo , infine ,  porgendo le mie scuse a tutti coloro che leggendo il link del Divino , che per caso e non per scelta aveva indicato in quello del Fatto Quotidiano , noto giornale indipendente e non soggetto a condizionamenti di nessun genere , se provo a dimostrare che , magari poi sarò  smentito , che non corrisponde mica alla verità che Confindustria lascia solo al destrorso fiorentino l’onere di “attaccare” il Reddito di Cittadinanza.  Vedrete , presto , poi , ci sarà spazio , sempre sullo stesso giornaletto , di un attacco dei Vescovi Italiani a Renzi sul DL Zan . Per quanto riguarda il MES , mi sembra inutile soffermarmi . E’ stato dibattuto talmente tante volte e talmente tante volte e’ stata data la motivazione di non aderire, che mi sembra cervellotico tornarci sopra . Pero ‘ potremmo chiedere qualcosa al riguardo all’ex Ministro delle Finanze Gualtieri (PD) ed al Commissario Europeo , sempre del PD , Gentiloni .  

 3 Maggio 2021 
 09:26

Il presidente di Confindustria ribadisce che il reddito di cittadinanza è un fallimento

Bonomi è tornato sul tema del reddito di cittadinanza, definendolo "un fallimento". Il presidente di Confindustria si riferisce soprattutto alla parte rivolta alle politiche attive del lavoro, sulla quale è stato commesso "un errore gravissimo". 
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vabbè, sarà così. Sicuramente nessuno ha più voglia di lavorare e pensa esclusivamente al Reddito di Cittadinanza.

Ci sarebbe da precisare anche che la naturale ritrosia di Capitan Matteo potrebbe essere collegata al fatto che, fino a prova contraria, il Reddito di cittadinanza passò anche perché lo voto' pure lui e questo potrebbe essere, in fondo, un motivo di naturale ritegno e ritrodia e anche di una certa prudenza. Ragion per cui, magari senza malizia (per carità), ma non si capisce bene per quale motivo non cogliere lo spiraglio, ringraziare per il provvidenziale assist, senza tralasciare ovviamente di ringraziare anche l'amico che inizia l'azione e traccia la strada (ha molto da impare in questo anche il simpatico e bravo Joao Pedro). Ma, in tutto questo, qualcosa di innovativo e positivo,i n fondo, si coglie anche. Per la precisione,  si coglie come minimo una benevola evoluzione per un linguaggio ingentilito e sicuramente meno precipitoso e virulento perfino nell'atto scritto e nelle parole del Capitano.

In altri tempi il Capitano sarebbe stato molto più diretto e magari avrebbe dato in escandescenze come il occasione degli 80 euro, questa volta invece no. È stato molto più signorile e contenuto.

Senza "il peccato d'origine", per esempio, probabilmente si sarebbe lanciato lancia in resta e a spron battuto (come una Giorgia o un La Russa qualsiasi) a fare presente che il Reddito di Cittadinanza lo prendono cani e porci, chi ne ha diritto e tantissimi che invece non ne hanno diritto.

E avrebbe pure avuto ragione perché, in parte è davvero così.

Rimane però il fatto che, in questo caso come in altri, il rischio vero è che vengano fuori e si palesino quelli che sono i veri garantisti e quelli che lo sono invece un po' per finta.

Vuoi vedere che, in questo caso come in altri, non va bene dare dei f,arabutti a tutti i percettori del Reddito di Cittadinanza solo perché qualcuno percepisce lo percepisce senza averne diritto e magari qualche volta facendo davvero il furbetto?

Ma d'altra parte è risaputo. 

Anche in questo caso, come d'altronde in tanti altri casi ancora, vuoi vedere che i Veri Garantisti si riconoscono..... dai particolari?

E vuoi vedere che ancora una volta torna in auge quella "fastidiosissima" massima secondo cui, per essere davvero Garantisti  necessita come il pane ricordare che le responsabilità sono sempre da considerarsi a carattere personale?

Capitan Matteo questa volta non poteva esagerare e spingersi troppo oltre (ripeto, il RDC lo ha votato anche lui) e allora cosa ci poteva essere di meglio del mi piace e del cuoricino e accontentarsi per ora di buttarla invece sul RDF (Reddito di Fannulloneria)?

Per i passi successivi e per le azioni di Garantismo Spinto, c'è sempre tempo. 

Cogli la prima mela.....

 

 

Modificato da ildi_vino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scrive la ridicola marketta pisana:

Ora , senza peraltro ricordare al Divino che qua se uno ha mandato a casa “l’altro Matteo” lo si deve proprio e soltanto al Matteo toscano 

xxxxxxxxxxxxxcx 

mi perdoni ridicola marketta pisana, devo avere un colpo di amnesia, mi potrebbe ricordare  quando Leopoldino ha mandato a casa il kapitone?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963