fedez & renzi

Botta e risposta tra Matteo Renzi e i Ferragnez sul ddl Zan. “La politica – ha scritto su Twitter stamattina il leader di Italia Viva – è una cosa seria e faticosa. Dire come la Ferragni che i politici fanno schifo è qualunquismo. Pronto a confrontarmi anche con chi mi insulta. Ma io ho firmato la legge sulle #unionicivili, una legge che dura più di una storia su Instagram”. Pronta la replica, sempre via Twitter, di Fedez: “Stai sereno Matteo, oggi c’è la partita. C’è tempo per spiegare quanto sei bravo a fare la pipì sulla testa degli italiani dicendogli che è pioggia”.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Inviata (modificato)

Scusa direttoretto, ma perché critichi l'ex aspirante caudillo, l'ex royal baby del piduista? Non ti sei accordo che questa banderuola oggi aspira solo a una cosa, nel medio periodo? Saltare sul carro dei vincitori delle prossime elezioni, che lui ovviamente identifica con il centrodestra, cioè con il tuo campo. Purtroppo per lui, lì dentro oggi c'è solo il suo omonimo (insieme ai cespugli democristiani) pronto ad accoglierlo a braccia aperte. Infatti si sentono al telefono come due buoni amici e stanno pianificando, tra le altre cose, il sabotaggio della legge Zan per fare un favore al Vaticano e ai cd. benpensanti, quelli più ipocriti e bigotti, quelli che insieme agli evasori fiscali e agli xenofobi sono uno dei tre zoccoli duri del tuo schieramento. La Meloni lo detesta, il piduista è putrefatto ma non abbastanza per non capire che si tratta di un personaggetto inaffidabile. Il ricongiungimento potrebbe avvenire solo laddove ci fu la rottura, cioè sull'elezione del pdR. Il pinocchio toscano annaspa intorno al 2% e sarebbe ben lieto di votare Draghi, come gli chiede Salvini, per anticipare le elezioni politiche. Avendo però garanzie sul dopo elezioni. Sono quasi sicuro che voterebbe perfino per il delinquente al Quirinale se questi gli promettesse una solida carriera nella destraccia. Te lo ricordi il Celeste? Democristiano e bigotto come il Bomba (ma non spudorato fino al punto di fare un comizio in una chiesa). Il ciellino di Corruzione e Liberazione fino al '94 detestava il piduista. Lo definiva: "il Lucignolo dalle orecchie d'asino che promette di portare l'Italia nel paese dei balocchi". Poi saltò sul suo carro e intraprese una lunga (e a quanto pare lucrosa) carriera di presidente di Regione. Ecco, io scommetterei una piccola somma che l'ex caudillo oggi conta per il suo futuro su questo bel trio: il Capitone, il Puttaniere e lo Squartatore (di Jamal Kashoggi). Contento lui. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963