Queste le carceri che dovrebbero rieducare ? lager nazisti

Sono quelle  che  vogliono  i celodurifasciodestri   ?

https://www.fanpage.it/napoli/ispezione-***-col-manganello-pipi-addosso-ai-detenuti-linferno-del-carcere-di-santa-maria/

Ispezione *** col manganello, pipì addosso ai detenuti: l’inferno del carcere di Santa Maria

L’ordinanza da 52 misure cautelari eseguite ieri ricostruisce gli episodi della rappresaglia avvenuta nel carcere “Uccella” di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dopo la protesta dei detenuti: numerosi gli episodi raccontati di pestaggi immotivati e violentissimo. Un detenuto avrebbe subito una ispezione *** con un manganello, un altro sarebbe stato massacrato e gli avrebbero urinato addosso.

continua su: https://www.fanpage.it/napoli/ispezione-***-col-manganello-pipi-addosso-ai-detenuti-linferno-del-carcere-di-santa-maria/
https://www.fanpage.it/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

https://www.fanpage.it/napoli/detenuti-picchiati-salvini-giovedi-saro-a-santa-maria-capua-vetere-sto-coi-poliziotti/

Questo omuncolo è il peggio che la politica italiana potesse mai partorire. Ora dice che "sta con gli agenti", una posizione che dovrebbe essere considerata un'offesa imperdonabile per tutto il corpo degli agenti di Polizia penitenziaria. Perché un rappresentante politico che dice di stare dalla parte di chi è indagato per atti di tortura, è come se rinnegasse contemporaneamente tutti coloro (la maggioranza) che svolgono il proprio lavoro con spirito di servizio e di giustizia.  capitan coso è un pericolo per la democrazia, non una soluzione   anche questa volta sta con i violenti, li incita e li appoggia, e così facendo avalla le violenze e ne fomenta altre.   Non vuole la giustizia, lui vuole il casino e lavora per trasformare l'Italia nel peggior porcile immaginabile.   

PS.   Vi ricordo solo alcune delle frasi rinvenute nelle chat degli agenti di polizia penitenziaria, a cui sono seguite le 52 misure cautelari:   

"Allora domani chiave e piccone in mano"

"Li abbattiamo come vitelli"

"Spero che pigliano tante di quelle mazzate che domani li devo trovare tutti malati"

Queste le accuse nei confronti dei 52 agenti:

"Gli inquirenti, al termine degli indagini, hanno ritenuto la gravità indiziaria per il delitto di concorso in tortura nei confronti di 41 detenuti, di maltrattamento aggravato verso 26 detenuti e di lesioni personali volontarie nei confronti di 130 detenuti".

( Saverio Tommasi )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

«Dobbiamo dire che quello che è accaduto è raccapricciante, non è degno di un Paese europeo, di una democrazia. In gioco c’è il delicatissimo e preziosissimo rapporto di fiducia tra cittadini e forze dell’ordine . In questo modo il rapporto viene minato». Quella del carcere di Santa Maria Capua Vetere  è stata «una spedizione punitiva». Il ministro della Giustizia dell’epoca, che era Alfonso Bonafede «ha certamente sbagliato, andava fatta un’ispezione». «Avrebbe dovuto dire “se fosse vero il pestaggio, sarebbe di una gravità inaudita” e, invece, niente. Dovevano dirci che chi compie questi gesti “non è degno di portare la divisa”, e invece niente. Il ministro evidentemente era schiacciato da una parte dalla gestione della pandemia nelle carceri, dall’altra subiva la pressione della destra che lo accusava di voler svuotare le carceri, ormai divenute discarica sociale e piene di detenuti per reati di droga. Poi in estate diventano forni crematori».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e testo

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che il carcere non ha solo una funzione rieducativa ma anche e soprattutto una funzione punitiva, la punizione non deve superare i limiti legali e costituzionali, ma aggiungerei anche quelli dettati dal comune senso di umanità che ci distingue dalle bestie. Quindi quelle scene sono assolutamente esecrabili, inammissibili e orrende. I responsabili, a partire dai capi, vanno individuati, processati e condannati alla pena (punizione) del carcere (vero e senza sconti). Altra questione è quella delle difficoltà in cui operano le guardie carcerarie, specie in tempi Covid. Carceri sovraffollate, rischio contagi, personale sottopagato e stressato. Salvini, invece di andare a solidarizzare con i picchiatori di Stato, dovrebbe chiedere a Draghi di usare un po' dei fondi europei per costruire nuove e spaziose carceri. Lo stress può essere un'attenuante per un singolo che perde la testa, non certo per i pestaggi organizzati e di gruppo come quelli di S.M. Capua Vetere o della scuola Diaz di Genova. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Premesso che il carcere non ha solo una funzione rieducativa ma anche e soprattutto una funzione punitiva, la punizione non deve superare i limiti legali e costituzionali, ma aggiungerei anche quelli dettati dal comune senso di umanità che ci distingue dalle bestie. Quindi quelle scene sono assolutamente esecrabili, inammissibili e orrende. I responsabili, a partire dai capi, vanno individuati, processati e condannati alla pena (punizione) del carcere (vero e senza sconti). Altra questione è quella delle difficoltà in cui operano le guardie carcerarie, specie in tempi Covid. Carceri sovraffollate, rischio contagi, personale sottopagato e stressato. Salvini, invece di andare a solidarizzare con i picchiatori di Stato, dovrebbe chiedere a Draghi di usare un po' dei fondi europei per costruire nuove e spaziose carceri. Lo stress può essere un'attenuante per un singolo che perde la testa, non certo per i pestaggi organizzati e di gruppo come quelli di S.M. Capua Vetere o della scuola Diaz di Genova. 

Capitan  coso  quando era  al  governo, lo  è anche  adesso  non ha  fatto  nulla per  migliorare  la  situazione  carceraria  tutt'altro , con le sue  leggi  insicurezza ha  peggiorato la  situazione  ma  anche  il ministro della  giustizia  di quel  tempo  ci  ha messo del  suo.  Comunque  schierarsi   come  ha fatto il capitan coso è mettersi sulla  stessa  posizione  dimostrando  di essere delinquenti  e criminali e  non sono  i carcerati , loro  la  condanna  la  stanno   già scontando.  Mentre   quelli  in  divisa hanno abusato della  stessa  e  si  sono  dimostrati  ben  peggiori  dei carcerati  stessi.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i valori fascisti sono sempre quelli, in ogni epoca, se vuoi evitarli devi arruolarti nelle loro file, e non si creda che non accetteranno i delinquenti.....:ph34r:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/6/2021 in 20:42 , pm610 ha scritto:

«Dobbiamo dire che quello che è accaduto è raccapricciante, non è degno di un Paese europeo, di una democrazia. In gioco c’è il delicatissimo e preziosissimo rapporto di fiducia tra cittadini e forze dell’ordine . In questo modo il rapporto viene minato». Quella del carcere di Santa Maria Capua Vetere  è stata «una spedizione punitiva». Il ministro della Giustizia dell’epoca, che era Alfonso Bonafede «ha certamente sbagliato, andava fatta un’ispezione». «Avrebbe dovuto dire “se fosse vero il pestaggio, sarebbe di una gravità inaudita” e, invece, niente. Dovevano dirci che chi compie questi gesti “non è degno di portare la divisa”, e invece niente. Il ministro evidentemente era schiacciato da una parte dalla gestione della pandemia nelle carceri, dall’altra subiva la pressione della destra che lo accusava di voler svuotare le carceri, ormai divenute discarica sociale e piene di detenuti per reati di droga. Poi in estate diventano forni crematori».

E chi mi dice che non abbiano preso per il naso pure lui.

Se non ci fosse stato chi ha fatto girare le immagini non sapremmo nulla pure noi.

Il giornalista di Domani ha avuto coraggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

E chi mi dice che non abbiano preso per il naso pure lui.

Se non ci fosse stato chi ha fatto girare le immagini non sapremmo nulla pure noi.

Il giornalista di Domani ha avuto coraggio.

Ma Statte zitta idio ta !! Parli e parli e non sai un caz.z.o di niente . La cosa era risaputa già da un anno e quasi mezzo . Vi era stata già una interrogazione parlamentare ed alcuni quotidiani avevano dato la notizia !! Quindi astieniti nel rammentarci che sei la sorella infinitamente meno intelligente di tuo fratello disturbato . C’è stata una mattanza solo paragonabile a quella della Diaz di Genova e sia Giuseppi che Dj Fofo ‘ non solo non hanno spiaccicato una parola , ma non hanno ritenuto nemmeno di inviare gli Ispettori ad indagare .  Ed il Cazzaro Napoletano , oltre a chiedere giustamente punizioni esemplari per quegli agenti , se fosse una persona seria ma non lo e’ , dovrebbe “scagliarsi” contro il PDC ed il Ministro della Giustizia dell’epoca che sapevano ed hanno taciuto . 

 
11 Aprile 2020

Il carcere di Santa Maria Capua Vetere e la mattanza della settimana santa

lsdc_scugnizzo_red-e1545083900165-1024x7 (disegno di sam3)

 

Le violenze si svolgono secondo modelli già visti: ad alcuni detenuti vengono tagliati barba e capelli, vengono spogliati e pestati con manganelli, pugni e calci su tutto il corpo. Il racconto di queste torture non sembra fermarsi, perché alcuni familiari sostengono che i pestaggi continuino anche ora. Nel corso di questa settimana, le famiglie, preoccupate per le violenze, hanno organizzano una manifestazione pacifica nei pressi del carcere. Ma all’interno si respira un’aria gelida e qualche agente continua il gioco al massacro psicologico: «Avete anche il coraggio di far venire le vostre famiglie? Non vi è bastato?». 

 

 

In questo video un detenuto racconta, attraverso una telefonata, le violenze di questi giorni al carcere di Santa Maria Capua Vetere

Mattanze di questo tipo, in stile scuola Diaz, servono a (ri)stabilire un rapporto di dominio: svuotare il corpo di ogni difesa fisica e mentale, colpire la persona fino a suscitare un sentimento di vergogna verso se stessi. Di fronte al deflagrare di quest’energia cinetica bisogna essere nudi: è il modo migliore per rendere docile un corpo che ha mostrato segni di insubordinazione. In questi giorni sono stati presentati alcuni esposti alla Procura della Repubblica (solo Antigone ne ha già depositai tre, in diversi penitenziari del paese) che dovrà accertare cosa è successo nel carcere casertano.

La tensione nel frattempo, anche quella della polizia penitenziaria, si trasforma di continuo in atti di forza, soprattutto quando non si hanno direttive per fronteggiare la crisi. Il virus viaggia velocemente e la direzione sanitaria cerca di stargli dietro. È tuttavia difficile, perché i detenuti sono tanti e in alcune sezioni sono ammassati in clamoroso sovrannumeroOggi i contagi nel carcere di Santa Maria sono arrivati a quattro e un intero piano di una sezione è stato isolato.

Se il sistema sta svelando un’altra falla, dopo gli ospedali e le case di cura, è anche vero che esiste una differenza tra il carcere e gli altri ambienti. Nei nosocomi e nelle RSA, finanche in alcune fabbriche (tutto pur di non interrompere le linee di produzione) si stanno predisponendo – dopo centinaia di morti tra pazienti, medici, infermieri e vigili del fuoco – misure di sicurezza per arginare il contagio. Nelle carceri si guarda il sistema implodere senza prendere alcuna decisione. La mattanza di Santa Maria ne è la dimostrazione e poiché il carcere è uno spazio di guerra, la possibilità di usare in ogni momento delle strategie per indebolire o neutralizzare una delle parti è all’ordine del giorno.

“Gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano davanti a lui. Dopo essersi fatti beffe di lui, lo spogliarono della porpora e gli fecero indossare le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo (Mc 15,16-20)”. Adesso è necessario monitorare le persone che sono ancora recluse, per evitare che il massacro continui. (luigi romano)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ma Statte zitta idio ta !! Parli e parli e non sai un caz.z.o di niente . La cosa era risaputa già da un anno e quasi mezzo . Vi era stata già una interrogazione parlamentare ed alcuni quotidiani avevano dato la notizia !! Quindi astieniti nel rammentarci che sei la sorella infinitamente meno intelligente di tuo fratello disturbato . C’è stata una mattanza solo paragonabile a quella della Diaz di Genova e sia Giuseppi che Dj Fofo ‘ non solo non hanno spiaccicato una parola , ma non hanno ritenuto nemmeno di inviare gli Ispettori ad indagare .  Ed il Cazzaro Napoletano , oltre a chiedere giustamente punizioni esemplari per quegli agenti , se fosse una persona seria ma non lo e’ , dovrebbe “scagliarsi” contro il PDC ed il Ministro della Giustizia dell’epoca che sapevano ed hanno taciuto . 

 
11 Aprile 2020

Il carcere di Santa Maria Capua Vetere e la mattanza della settimana santa

lsdc_scugnizzo_red-e1545083900165-1024x7 (disegno di sam3)

 

Le violenze si svolgono secondo modelli già visti: ad alcuni detenuti vengono tagliati barba e capelli, vengono spogliati e pestati con manganelli, pugni e calci su tutto il corpo. Il racconto di queste torture non sembra fermarsi, perché alcuni familiari sostengono che i pestaggi continuino anche ora. Nel corso di questa settimana, le famiglie, preoccupate per le violenze, hanno organizzano una manifestazione pacifica nei pressi del carcere. Ma all’interno si respira un’aria gelida e qualche agente continua il gioco al massacro psicologico: «Avete anche il coraggio di far venire le vostre famiglie? Non vi è bastato?». 

 

 

In questo video un detenuto racconta, attraverso una telefonata, le violenze di questi giorni al carcere di Santa Maria Capua Vetere

Mattanze di questo tipo, in stile scuola Diaz, servono a (ri)stabilire un rapporto di dominio: svuotare il corpo di ogni difesa fisica e mentale, colpire la persona fino a suscitare un sentimento di vergogna verso se stessi. Di fronte al deflagrare di quest’energia cinetica bisogna essere nudi: è il modo migliore per rendere docile un corpo che ha mostrato segni di insubordinazione. In questi giorni sono stati presentati alcuni esposti alla Procura della Repubblica (solo Antigone ne ha già depositai tre, in diversi penitenziari del paese) che dovrà accertare cosa è successo nel carcere casertano.

La tensione nel frattempo, anche quella della polizia penitenziaria, si trasforma di continuo in atti di forza, soprattutto quando non si hanno direttive per fronteggiare la crisi. Il virus viaggia velocemente e la direzione sanitaria cerca di stargli dietro. È tuttavia difficile, perché i detenuti sono tanti e in alcune sezioni sono ammassati in clamoroso sovrannumeroOggi i contagi nel carcere di Santa Maria sono arrivati a quattro e un intero piano di una sezione è stato isolato.

Se il sistema sta svelando un’altra falla, dopo gli ospedali e le case di cura, è anche vero che esiste una differenza tra il carcere e gli altri ambienti. Nei nosocomi e nelle RSA, finanche in alcune fabbriche (tutto pur di non interrompere le linee di produzione) si stanno predisponendo – dopo centinaia di morti tra pazienti, medici, infermieri e vigili del fuoco – misure di sicurezza per arginare il contagio. Nelle carceri si guarda il sistema implodere senza prendere alcuna decisione. La mattanza di Santa Maria ne è la dimostrazione e poiché il carcere è uno spazio di guerra, la possibilità di usare in ogni momento delle strategie per indebolire o neutralizzare una delle parti è all’ordine del giorno.

“Gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano davanti a lui. Dopo essersi fatti beffe di lui, lo spogliarono della porpora e gli fecero indossare le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo (Mc 15,16-20)”. Adesso è necessario monitorare le persone che sono ancora recluse, per evitare che il massacro continui. (luigi romano)

Ah , dimenticavo!! L’interrogazione parlamentarw ...!! La Sanchina non sa unasega e parla ...parla ...parla !! Ma parla con le vacche, vai !! Che forse vi capite . https://www.facebook.com/RiccardoMagiRadicali/videos/666790803969707/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma certo che la cosa era risaputa da un anno e mezzo ridicola boccuccia di rosa pisana, infatti lei un anno e mezzo fa non ha perso l'occasione per parlarne😂😂😂😂😂.

Stranamente gli italiani sono venuti a saperlo ultimamente, a parte quelli del condominio a tre corpi in viale delle Piagge di Pisa, da lei prontamente informati.

Bene ora ci informi pure::

1) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino e nessun altro a volere Draghi a capo del governo?

2) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere Mattarella a nominare Draghi a capo del governo?

3) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere Draghi ad accettare l'incarico di guidare il consiglio dei ministri?

4) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere gli altri partiti ad accettare Draghi come primo ministro?

5) è in grado di spiegare come Leopoldino impedirà alle destre di andare al governo?

E non dimentichi la monolaurea, quella che la fa sorridere pensando a me che spalo le kakke di giovenca come lei, mentre tiene stretta stretta la manona di Alessandro.

Buona giornata ridicola pisana 222256 volte idi-ota.

PS: scommettiamo che questa volta nel rispondermi supera se stessa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ma certo che la cosa era risaputa da un anno e mezzo ridicola boccuccia di rosa pisana, infatti lei un anno e mezzo fa non ha perso l'occasione per parlarne😂😂😂😂😂.

Stranamente gli italiani sono venuti a saperlo ultimamente, a parte quelli del condominio a tre corpi in viale delle Piagge di Pisa, da lei prontamente informati.

Bene ora ci informi pure::

1) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino e nessun altro a volere Draghi a capo del governo?

2) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere Mattarella a nominare Draghi a capo del governo?

3) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere Draghi ad accettare l'incarico di guidare il consiglio dei ministri?

4) è in grado di dimostrare che è stato Leopoldino a convincere gli altri partiti ad accettare Draghi come primo ministro?

5) è in grado di spiegare come Leopoldino impedirà alle destre di andare al governo?

E non dimentichi la monolaurea, quella che la fa sorridere pensando a me che spalo le kakke di giovenca come lei, mentre tiene stretta stretta la manona di Alessandro.

Buona giornata ridicola pisana 222256 volte idi-ota.

PS: scommettiamo che questa volta nel rispondermi supera se stessa?

Ma stai zitta idio ta per 10 !! Io mica ero tenuto a saperlo, inbexcille per 10 !! Il pdc si e pure il ministro della giustizia . Sienteme amme’, idio ta ed imbexcille per 10 : non c’è bisogno che tutti i giorni devi dimostrarci di quale alta levatura intellettiva  sia provvisto tuo fratello disturbato più di te . Vabbene che sei ambiziosa e ti poni l’obbiettivo sempre più difficile da raggiungere , ma ora sballi come a sette e mezzo. Lo sappiamo , stai tranquilla .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si si, la ridicola pisana si è superata.

Prima dice che io ero ignorante e ora dice che lei non era tenuta a saperlo.

Pirlonaaaaa,!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Come fai a vivere senza cervello? Giovedì sarò Santa Maria Capua Vetere per portare la solidarietà a donne uomini della Polizia Penitenziaria che lavorano in condizioni difficili e troppo spesso inaccettabili. La Lega sarà sempre dalla parte delle Forze dell'Ordine. Bedda Matrix"

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963