Ma l'italia è un paese laico?

La Santa Sede ha chiesto "informalmente" al governo italiano di modificare il disegno di legge contro l'omofobia. Letta: "Pronti al dialogo sui nodi". Ostellari: "Sediamoci per confronto"
Interessi economici ma soprattutto un potere secolare, tentacolare, che la chiesa cattolica romana - di quell'antico impero che vuol rappresentare - non vuol proprio mollare sulle istituzioni d'Italia.

Articolo ANSA: Ddl Zan, Draghi: 'L'Italia è uno Stato laico, rispettate tutte le garanzie'

La nota della segreteria Vaticana © ANSA

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Per vincent26294

 

Spero che la sua domanda sia retorica ‘ché tutto ciò che accade in Italia 
dimostra la nostra finta laicità. In un paese laico, come in Francia, qualsiasi simbolo religioso non può essere presente in un luogo pubblico, mentre qui da noi un’annunciatrice della TV pubblica – Canale 2 -sciorina crocifissi, fra l’altro vezzosamente intonati con i suoi vestiti. A proposito di crocifissi l’iconografia imperante è falsa


 
(La crocifissione, riservata all'inizio soltanto agli schiavi, in seguito venne estesa anche ai disertori ed ai sovversivi che causavano disordini tendenti a destabilizzare le istituzioni dello Stato. Come conseguenza la provincia romana dove maggiormente venne applicata la crocifissione fu la Palestina a causa delle continue rivolte promosse dal Partito Nazionalista Giudaico. Stando a quanto risulta da documenti riguardanti l'era messianica, anche se non è affermato in maniera chiara ed esplicita, la crocifissione fu ulteriormente semplificata riducendo la forca ad un semplice palo per eliminare la difficoltà che comportava la ricerca di un ramo forcuto quando le crocifissioni erano numerose, come avvenne nella rivolta contro Erode che comportò 2000 esecuzioni e nella guerra giudaica in cui le crocifissioni, arrivando ad una media di 500 al giorno, dovettero a un certo punto essere sospese, secondo quanto dice Giuseppe Flavio, per mancanza di legno.

Come sia stato crocefisso Cristo poco c'interessa, anche se negli Atti degli apostoli, stando a quanto viene fatto asserire allo stesso Paolo di Tarso, venne legato ad un palo (stauros). Una cosa comunque è certa: non fu fissato ad una croce come quella che ci mostra la Chiesa, e tanto meno furono usati dei chiodi dal momento che questi sono da escludersi nella maniera più assoluta sia perché mai nominati nella storia delle crocifissioni e sia perché il loro uso non avrebbe avuto nessuna giustificazione essendo le braccia legate con una corda e i piedi appoggiati al suolo. Soltanto il cinismo dei preti, quel cinismo che hanno dimostrato nelle torture operate nelle inquisizioni, poteva aggiungere ad un supplizio già tanto atroce un'ulteriore sofferenza!

La croce latina che la Chiesa sostiene essere stata utilizzata per la crocifissione di Gesù era del tutto ignorata dai romani esistendo in quell'epoca soltanto due tipi di croce, la croce a X e la croce, detta greca, a forma di + costituita da quattro vettori di uguale lunghezza. La prima apparizione di quella che fu poi chiamata la croce latina, cioè la croce avente il vettore inferiore più lungo degli altri, la troviamo nella liturgia cristiana soltanto alla fine del IV secolo e senza il Cristo crocefisso sopra.

Quando negli anni 160 uscirono i primi vangeli canonici, i loro redattori, lontani ancora dal concepire la croce latina, trattarono la crocefissione di Cristo nel sottinteso che essa fosse stata eseguita secondo il sistema da tutti conosciuto che era quello basato su un patibolum appoggiato su due "stipes" terminanti a forcina. Le prime croci con il Cristo crocefisso sopra, apparse soltanto alla fine del V secolo, oltre ad avere una struttura a forma di T, presentavano un Gesù non inchiodato ma legato e con il volto rivolto al cielo in una espressione gioiosa. Questa espressione esultante che esprimeva ancora quel concetto esseno che voleva che si affrontasse la morte sorridendo davanti ai carnefici, fu trasformata in un atteggiamento di dolore allorché i teologi cristiani decisero di mettere in risalto le sofferenze patite da Gesù, quelle sofferenze che se precedentemente non erano state prese in considerazione ciò era dipeso dal fatto che fino ad allora la Chiesa aveva ancora seguito il concetto dei Culti dei Misteri che facevano dipendere la salvezza delle persone non dal sacrificio e dalle sofferenza patite dal Soter prima di essere ucciso ma esclusivamente dalla sua resurrezione. Fu in seguito a questa decisione, presa certamente per conquistare le masse attraverso l'emotività che poteva produrre il dolore, che i costruttori di questa nuova religione decisero di trapassare le mani e i piedi del loro salvatore e gli fecero reclinare la testa sotto un'espressione di estrema sofferenza come risulta dalle pitture della prima metà del VI secolo.)
A parte la finzione, è evidente che il nostro non è uno stato laico, basta vedere le false rappresentazione della crocifissione che sono presenti nelle scuole e negli edifici pubblici come i tribunali ed altri Per inciso il penultimo capo di governo italiano. Conte, era ed è un devoto di P A D R E P I O, un vecchio
f a s c i s t a  descritto da GUARINO MARIO: BEATO IMPOSTORE Controstoria di Padre Pio Kaos edizioni 1999.
La TV non fa passare un solo giorno senza aflliggerci con le inutili frasi di dispiacere del sig. Bergoglio, frasi che non hanno fermato nessuno dei massacri che le persone continuano a commettere sotto gli occhi di una divinità onnipotente ed infinitamente buona!
Si noti che, ad eccezione di sporadiche apparizioni, tra l’altro su Youtube, di non credenti come Odifreddi, parlano solo i preti di qualunque livello gerarchico, senza alcun contraddittorio, cosa degna di uno stato totalitario, almeno alla TV di stato e comunque quasi in tutte le televisioni, anche quelle private.
C’è poco da sperare se ancora c’è chi crede nella storiella della  S A C R A  S I N D O N E, che è stato dimostrato essere un falso (fra il 1213-1243 circa), e se c’è ancora chi va a Lourdes o altrove per ricevere un miracolo (tra l’altro tutti gli altri non ne sono evidentemente degni, anche se percorrono 10 chilometri in ginocchi implorando una grazia). I miracoli avvengono anche senza religione. Leggere:


                                                                    Bufala di Lourdes


Quanto al "fenomeno Lourdes", l'affare in centocinquant'anni ha portato nella cittadina dei Pirenei un numero imprecisato, ma vicino ai trecento milioni, di fedeli. di questi, almeno una ventina di milioni erano malati di varia gravità, ma soltanto 66 hanno ufficialmente (nel senso della chiesa) ricevuto il miracolo della guarigione. Dunque una percentuale di uno su 300.000, nettamente inferiore a quella delle remissioni spontanee delle malattie croniche, cancro compreso, che è di circa uno su 10.000. Detto altrimenti, i malati guariscono miracolosamente, cioè inspiegabilmente, trenta volte di più se stanno a casa che se vanno a Lourdes!
Altra m a s c a l z o n a t a è  l'insegnamento - indottrinamento - della religione cristiana nelle scuole - fra l'altro i/le prof. vengono nominati/e dal vaticano, ma pagati da tutti noi!
Ebbene si: l’Italia non è uno stato laico: io la definisco Italia vaticana, viste le ingerenze, a tutti i livelli, che i preti ogni minuto attuano nei confronti di uno stato straniero, cioè l’Italia.

P.S. Strana la conversione di un politico italiano che se ne va in giro con rosari e crocifissi,
a m m e n n i c o l i da lui sino a poco tempo fa ignorati!!

Crux.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Provate a documentarvi su certe religioni “recenti” create da certi disegnatori, vignettisti, futuristi … di giornalini di fantascienza. Oppure sulla strage Il 18 novembre 1978, circa mille persone, seguaci della congregazione religiosa del «Tempio del Popolo», si suicidarono in massa nella loro comune di Jonestown, nella giungla della Guyana, bevendo un cocktail al cianuro, secondo gli ordini del loro capo, il reverendo Jim Jones. Oppure sulla recente (per noi europei) invasione di burquiste e loro seguaci.   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di interrompere il vostro discorso, più che giusto, la chiesa cattolica romana, va scritta minuscolo perché non ha nulla di chiesa, assemblea. 

Quel personaggio che la chiesa porta in giro in croce non è un Giudeo ma un uomo affemminato occhi azzurri capelli lunghi barba incolta, un tipico europeo. 

Giuda dovette baciarlo affinché le guardie lo riconoscessero perché non aveva nulla di diverso dei suoi concittadini. 

Luca 22:48

E Gesù gli disse: «Giuda, tradisci il Figlio dell'uomo con un bacio?».

Isaia 53

Egli è venuto su davanti a lui come un ramoscello, come una radice da un arido suolo. Non aveva figura né bellezza da attirare i nostri sguardi, né apparenza da farcelo desiderare. 3 Disprezzato e rigettato dagli uomini, uomo dei dolori, conoscitore della sofferenza, simile a uno davanti al quale ci si nasconde la faccia, era disprezzato, e noi non ne facemmo stima alcuna. 4 Eppure egli portava le nostre malattie e si era caricato dei nostri dolori; noi però lo ritenevamo colpito, percosso da DIO ed umiliato. 5 Ma egli è stato trafitto per le nostre trasgressioni, schiacciato per le nostre iniquità; 

Concordo anche con il palo

È così pure con tutti i preti e tutti quelli che usano tonache bianche rosse marroni e tutto altro per fare i "santi" ma rubano la vita al prossimo insegnando dottrine di demoni e non la Verità che sta nella bibbia. 

Ogni tanto discutere con impegno 

 

Grazie a voi 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che era retorica, una battuta all'articolo trasmesso dall'agenzia ANSA, come si può permettere un monsignore della chiesa cattolica romana di mandare una lettera, anche se non in modo non ufficioso, chiedendo al parlamento italiano di fare modifiche a una legge in procinto di essere dichiarata tale, solo perché a loro, quelli della chiesa cattolica romana, non sta a ***. Dulcis in fondu, alcuni parlamentari italiani sono tutti pronti al dialogo, come se il presidente d'Italia avesse detto: tale legge non può essere approvata non essendo costituzionale. Invece no, ha parlato il papa anche se in modo indiretto e tutti si sono prostrati a baciargli la mano.

La mia domanda era una battuta, si, ma mi sa che non proprio invero tale situazione sia alla fin fine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La tua domanda è che non sai quello che scrivi e quello che capisci. 

La chiesa cattolica romana é quella che comanda il mondo, vatti ha leggere la storia, 

Le leggi le fanno gli uomini e ogni legge si può cambiare, credete alle favole umane. 

 

Infatti non avete avuto il coraggio di ammettere o sentire quello che ho scritto

Le leggi umane non si possono cambiare? Che ridere 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

lagraziaviva dice:
                                           Mi permetto di interrompere il vostro discorso, più che giusto, la chiesa cattolica romana, va scritta minuscolo perché non ha nulla di chiesa, assemblea.  Etc etc.
C'è una frase che puzza di omofobia:
                      
Da lagraziaviva: Quel personaggio che la chiesa porta in giro in croce non è un Giudeo ma un uomo affemminato (c'è una emme di troppo: può sfuggire a chiunque) occhi azzurri capelli lunghi barba incolta, un tipico europeo (perché i tipici europei sono tutti biondi ed hanno la barba incolta?).
A parte l'osservazione di per sé giusta secondo cui Gesù era ebreo, di religione ebrea, e molto probabilmente scuro di carnagione ed analfabeta (non è che una ipotesi) - non ha lasciato nemmeno un rigo - facendo supporre a molti che non sia mai esistito, infatti la quasi totalità delle fonti per quanto lo riguarda è di origine cristo-paoliana e seguito e circa i suoi presunti detti non v'è traccia nelle opere di storici non cristiano-paoliani che vivevano durante la sua presunta vita ed i miracoli avidentemente impossibili - camminare sulle acque?, moltiplicare i pani ed i pesci(?), tramutare l'acqua in vino (non male come idea, ma che vino era bianco, nero o rosato?)  e così inventando.
                                         

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963