CORAGGIO ITALIA . l'assembramento

E' arrivato un' altro  baraccone politico, chissà dove vogliono arrivare questi...leggi qui

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Più che uno squillare di trombe, per il nuovo partito di Toti & C. mi sento di emettere un fragoroso pernacchio. Ovviamente in segno di incoraggiamento:

Coraggio Italia! PRRRRRRRR!!!

I berluscones cominciano prima del tempo a sentirsi orfani di nonno Silvio ma naturalmente non sanno fare di meglio che scopiazzarlo. Che sottile differenza c'è tra Coraggio Italia e Forza Italia? Boh. D'altra parte un simile maestro, impunito inventore della tv spazzatura, non poteva che allevare mentecatti. Prevedo che le prossime formazioni neo-berlusconiane si chiameranno Avanti Italia! e In Bocca al Lupo Italia! I sostenitori di quest'ultima saranno chiamati lupacchiotti d'Italia. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, pm610 ha scritto:

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Ma a sinistra non si chiedono mai perché quando qualcuno trasloca dal m5s non passa mai al Pd o a Leu? Sempre a destra vanno... Strano no? no?"

Non è sempre così, Los. Per esempio, Nicola Morra e altri sono passati al gruppo Misto senza vendersi a nessuno. Qualche giorno fa leggevo di un consigliere comunale catanese passato dal M5s al Pd. Ma in linea di massima hai ragione e questo travaso a destra di eletti grillini (dove per destra intendo anche Iv) ha alcune precise spiegazioni.

Prima di tutto, chi si vende ha bisogno di un compratore. E, come è noto, il mercato delle vacche parlamentari è una cosa che riguarda quasi esclusivamente la destra. Per non parlare di Iv che è un partito di soli transfughi. Naturalmente non è detto che ci sia una compravendita nel senso classico. Scommetterei che casi del genere ci sono stati, e non pochi, ma per lo più si tratta di promesse di rielezione e di favori e vantaggi vari che attirano il parlamentare "in vendita". Molti grillini sono al secondo mandato e tutti i grillini sono obbligati a tagliarsi lo stipendio, quindi sono adescabili più facilmente di altri. Tieni conto che anche gli eletti del Pd sono tenuti a versare al partito una discreta somma. Quindi, chi tradisce per soldi ha poco interesse nel passare dal M5s al Pd. Ci può essere chi cambia casacca con serie e valide motivazioni ideali o politiche, ma per lo più questa scelta è associata a spregiudicatezza, gretto opportunismo, egoismo, scarso senso etico, scarso rispetto per l'elettore. Cos'altro si può dire di un eletto nel M5s che passa a Berlusconi. O addirittura a Renzi? E dove sono più concentrate, nella politica italiana, la spregiudicatezza, l'opportunismo e l'egoismo elevato fino all'egolatria? Nella destra (Renzi incluso). E chi è che in Italia usa il popolo, l'elettore, non come fine ma come mezzo per conquistare poltrone e potere? Soprattutto la destra (Renzi incluso).

C'è anche qualche caso estremo di ex grillini fanatici, tipo no euro, no vax e simili. Questi prima o poi capiscono che il Movimento è troppo serio per loro ed emigrano quasi naturalmente verso Salvini. Purtroppo tra gli eletti del M5s, perfino a livello di parlamento nazionale, questa componente c'è, per quanto esigua. Ed è dovuta alla ben nota e paurosa inadeguatezza dei criteri di selezione dei candidati. Questo è uno dei primi punti cui Conte dovrà mettere mano. Ho partecipato a due o tre meeting grillini, come ospite invitato o come semplice curioso, e ho trovato per lo più giovani intelligenti e istruiti, come pure anziani desiderosi di aggiornarsi nelle tecnologie digitali e nei temi ambientali. Ma mi sono imbattuto pure in qualche fanatico ignorante. Una volta incontrai un granitico assertore della cd. fusione nucleare fredda, da lui ritenuta l'unica plausibile transizione ecologica per il pianeta. Con molta fatica riuscii a convincerlo (o quasi) che nemmeno la fusione calda ci darà la svolta green, figuriamoci quella fredda che è poco più di un'idiozia pseudoscientifica. In un'altra occasione incappai addirittura in un terrapiattista. Prima pensavo che fosse solo leggenda metropolitana, e invece queste persone esistono davvero! Nel XXI secolo! Gli illustrai pazientemente, anche servendomi di penna e carta, tutta serie di fatti sperimentali ed evidenze matematiche e geometriche per cui la Terra non può essere piatta ma deve essere per forza sferica. Ebbene, non cavai un ragno dal buco. Quel signore restò fermo come un masso sulla sua idea balzana. Aveva ragione Einstein: è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. In seguito ho saputo che quel terrapiattista è uscito dal Movimento. Simili soggetti è molto meglio perderli che trovarli.

Mentre è in effetti raro vedere transfughi dal M5s al Pd. Ho già fornito una spiegazione, un'altra potrebbe essere questa. Se escludiamo i grillini opportunisti attirati dalla destraccia, gli altri sono essenzialmente di sinistra. È vero che rifiutano ogni collocazione negli schemi tradizionali, ma - come sottolineano tutti i più esperti osservatori e studiosi del Movimento, da Travaglio al prof. De Masi - il M5s di fatto è una formazione politica di sinistra. Anche se lo era di più prima di aderire al governo Draghi. Direi ben più a sinistra del Pd su tutti i temi, eccetto l'immigrazione e qualche tema etico. Il reddito di cittadinanza avrebbe dovuto farlo (da un pezzo) la sinistra, e invece l'ha fatto il M5s. Il salario minimo dovrebbe chiederlo il Pd, e invece lo chiede il M5s. I grandi evasori in galera dovrebbe chiederli la sinistra e invece li chiede il M5s.  La revoca della concessione e la nazionalizzazione di Autostrade doveva chiederle il Pd e invece le chiedeva il M5s. Mentre il Pd e sigle precedenti hanno fatto solo privatizzazioni. Mi correggo: hanno fatto anche la nazionalizzazione temporanea (dei debiti) della loro banca senese decotta. Qualche grillino ha spezzato una lancia per i palestinesi oppressi, i leader del Pd sono andati in piazza con quelli della destraccia a manifestare per l'oppressore sionista. E allora, caro Los, perché mai un grillino dovrebbe diventare pidino? 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

5 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Non è sempre così, Los. Per esempio, Nicola Morra e altri sono passati al gruppo Misto senza vendersi a nessuno. Qualche giorno fa leggevo di un consigliere comunale catanese passato dal M5s al Pd. Ma in linea di massima hai ragione e questo travaso a destra di eletti grillini (dove per destra intendo anche Iv) ha alcune precise spiegazioni.

Prima di tutto, chi si vende ha bisogno di un compratore. E, come è noto, il mercato delle vacche parlamentari è una cosa che riguarda quasi esclusivamente la destra. Per non parlare di Iv che è un partito di soli transfughi. Naturalmente non è detto che ci sia una compravendita nel senso classico. Scommetterei che casi del genere ci sono stati, e non pochi, ma per lo più si tratta di promesse di rielezione e di favori e vantaggi vari che attirano il parlamentare "in vendita". Molti grillini sono al secondo mandato e tutti i grillini sono obbligati a tagliarsi lo stipendio, quindi sono adescabili più facilmente di altri. Tieni conto che anche gli eletti del Pd sono tenuti a versare al partito una discreta somma. Quindi, chi tradisce per soldi ha poco interesse nel passare dal M5s al Pd. Ci può essere chi cambia casacca con serie e valide motivazioni ideali o politiche, ma per lo più questa scelta è associata a spregiudicatezza, gretto opportunismo, egoismo, scarso senso etico, scarso rispetto per l'elettore. Cos'altro si può dire di un eletto nel M5s che passa a Berlusconi. O addirittura a Renzi? E dove sono più concentrate, nella politica italiana, la spregiudicatezza, l'opportunismo e l'egoismo elevato fino all'egolatria? Nella destra (Renzi incluso). E chi è che in Italia usa il popolo, l'elettore, non come fine ma come mezzo per conquistare poltrone e potere? Soprattutto la destra (Renzi incluso).

C'è anche qualche caso estremo di ex grillini fanatici, tipo no euro, no vax e simili. Questi prima o poi capiscono che il Movimento è troppo serio per loro ed emigrano quasi naturalmente verso Salvini. Purtroppo tra gli eletti del M5s, perfino a livello di parlamento nazionale, questa componente c'è, per quanto esigua. Ed è dovuta alla ben nota e paurosa inadeguatezza dei criteri di selezione dei candidati. Questo è uno dei primi punti cui Conte dovrà mettere mano. Ho partecipato a due o tre meeting grillini, come ospite invitato o come semplice curioso, e ho trovato per lo più giovani intelligenti e istruiti, come pure anziani desiderosi di aggiornarsi nelle tecnologie digitali e nei temi ambientali. Ma mi sono imbattuto pure in qualche fanatico ignorante. Una volta incontrai un granitico assertore della cd. fusione nucleare fredda, da lui ritenuta l'unica plausibile transizione ecologica per il pianeta. Con molta fatica riuscii a convincerlo (o quasi) che nemmeno la fusione calda ci darà la svolta green, figuriamoci quella fredda che è poco più di un'idiozia pseudoscientifica. In un'altra occasione incappai addirittura in un terrapiattista. Prima pensavo che fosse solo leggenda metropolitana, e invece queste persone esistono davvero! Nel XXI secolo! Gli illustrai pazientemente, anche servendomi di penna e carta, tutta serie di fatti sperimentali ed evidenze matematiche e geometriche per cui la Terra non può essere piatta ma deve essere per forza sferica. Ebbene, non cavai un ragno dal buco. Quel signore restò fermo come un masso sulla sua idea balzana. Aveva ragione Einstein: è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. In seguito ho saputo che quel terrapiattista è uscito dal Movimento. Simili soggetti è molto meglio perderli che trovarli.

Mentre è in effetti raro vedere transfughi dal M5s al Pd. Ho già fornito una spiegazione, un'altra potrebbe essere questa. Se escludiamo i grillini opportunisti attirati dalla destraccia, gli altri sono essenzialmente di sinistra. È vero che rifiutano ogni collocazione negli schemi tradizionali, ma - come sottolineano tutti i più esperti osservatori e studiosi del Movimento, da Travaglio al prof. De Masi - il M5s di fatto è una formazione politica di sinistra. Anche se lo era di più prima di aderire al governo Draghi. Direi ben più a sinistra del Pd su tutti i temi, eccetto l'immigrazione e qualche tema etico. Il reddito di cittadinanza avrebbe dovuto farlo (da un pezzo) la sinistra, e invece l'ha fatto il M5s. Il salario minimo dovrebbe chiederlo il Pd, e invece lo chiede il M5s. I grandi evasori in galera dovrebbe chiederli la sinistra e invece li chiede il M5s.  La revoca della concessione e la nazionalizzazione di Autostrade doveva chiederle il Pd e invece le chiedeva il M5s. Mentre il Pd e sigle precedenti hanno fatto solo privatizzazioni. Mi correggo: hanno fatto anche la nazionalizzazione temporanea (dei debiti) della loro banca senese decotta. Qualche grillino ha spezzato una lancia per i palestinesi oppressi, i leader del Pd sono andati in piazza con quelli della destraccia a manifestare per l'oppressore sionista. E allora, caro Los, perché mai un grillino dovrebbe diventare pidino? 

 

 

 

 

Ma  anche  dal gruppo misto  poi  sono passati a  dx e  se  qualcuno  è  rimasto nel  misto  comunque  ha  tradito il principio  grullesco o  ci  stai  o te  ne vai a  casa  ( fuori  dai co  joni  diceva  il patriarca ) ed  hai pienamente   ragione perchè  mai a  sx   quando  è noto  che  sono   maldestri.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

6 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Non è sempre così, Los. Per esempio, Nicola Morra e altri sono passati al gruppo Misto senza vendersi a nessuno. Qualche giorno fa leggevo di un consigliere comunale catanese passato dal M5s al Pd. Ma in linea di massima hai ragione e questo travaso a destra di eletti grillini (dove per destra intendo anche Iv) ha alcune precise spiegazioni.

Prima di tutto, chi si vende ha bisogno di un compratore. E, come è noto, il mercato delle vacche parlamentari è una cosa che riguarda quasi esclusivamente la destra. Per non parlare di Iv che è un partito di soli transfughi. Naturalmente non è detto che ci sia una compravendita nel senso classico. Scommetterei che casi del genere ci sono stati, e non pochi, ma per lo più si tratta di promesse di rielezione e di favori e vantaggi vari che attirano il parlamentare "in vendita". Molti grillini sono al secondo mandato e tutti i grillini sono obbligati a tagliarsi lo stipendio, quindi sono adescabili più facilmente di altri. Tieni conto che anche gli eletti del Pd sono tenuti a versare al partito una discreta somma. Quindi, chi tradisce per soldi ha poco interesse nel passare dal M5s al Pd. Ci può essere chi cambia casacca con serie e valide motivazioni ideali o politiche, ma per lo più questa scelta è associata a spregiudicatezza, gretto opportunismo, egoismo, scarso senso etico, scarso rispetto per l'elettore. Cos'altro si può dire di un eletto nel M5s che passa a Berlusconi. O addirittura a Renzi? E dove sono più concentrate, nella politica italiana, la spregiudicatezza, l'opportunismo e l'egoismo elevato fino all'egolatria? Nella destra (Renzi incluso). E chi è che in Italia usa il popolo, l'elettore, non come fine ma come mezzo per conquistare poltrone e potere? Soprattutto la destra (Renzi incluso).

C'è anche qualche caso estremo di ex grillini fanatici, tipo no euro, no vax e simili. Questi prima o poi capiscono che il Movimento è troppo serio per loro ed emigrano quasi naturalmente verso Salvini. Purtroppo tra gli eletti del M5s, perfino a livello di parlamento nazionale, questa componente c'è, per quanto esigua. Ed è dovuta alla ben nota e paurosa inadeguatezza dei criteri di selezione dei candidati. Questo è uno dei primi punti cui Conte dovrà mettere mano. Ho partecipato a due o tre meeting grillini, come ospite invitato o come semplice curioso, e ho trovato per lo più giovani intelligenti e istruiti, come pure anziani desiderosi di aggiornarsi nelle tecnologie digitali e nei temi ambientali. Ma mi sono imbattuto pure in qualche fanatico ignorante. Una volta incontrai un granitico assertore della cd. fusione nucleare fredda, da lui ritenuta l'unica plausibile transizione ecologica per il pianeta. Con molta fatica riuscii a convincerlo (o quasi) che nemmeno la fusione calda ci darà la svolta green, figuriamoci quella fredda che è poco più di un'idiozia pseudoscientifica. In un'altra occasione incappai addirittura in un terrapiattista. Prima pensavo che fosse solo leggenda metropolitana, e invece queste persone esistono davvero! Nel XXI secolo! Gli illustrai pazientemente, anche servendomi di penna e carta, tutta serie di fatti sperimentali ed evidenze matematiche e geometriche per cui la Terra non può essere piatta ma deve essere per forza sferica. Ebbene, non cavai un ragno dal buco. Quel signore restò fermo come un masso sulla sua idea balzana. Aveva ragione Einstein: è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. In seguito ho saputo che quel terrapiattista è uscito dal Movimento. Simili soggetti è molto meglio perderli che trovarli.

Mentre è in effetti raro vedere transfughi dal M5s al Pd. Ho già fornito una spiegazione, un'altra potrebbe essere questa. Se escludiamo i grillini opportunisti attirati dalla destraccia, gli altri sono essenzialmente di sinistra. È vero che rifiutano ogni collocazione negli schemi tradizionali, ma - come sottolineano tutti i più esperti osservatori e studiosi del Movimento, da Travaglio al prof. De Masi - il M5s di fatto è una formazione politica di sinistra. Anche se lo era di più prima di aderire al governo Draghi. Direi ben più a sinistra del Pd su tutti i temi, eccetto l'immigrazione e qualche tema etico. Il reddito di cittadinanza avrebbe dovuto farlo (da un pezzo) la sinistra, e invece l'ha fatto il M5s. Il salario minimo dovrebbe chiederlo il Pd, e invece lo chiede il M5s. I grandi evasori in galera dovrebbe chiederli la sinistra e invece li chiede il M5s.  La revoca della concessione e la nazionalizzazione di Autostrade doveva chiederle il Pd e invece le chiedeva il M5s. Mentre il Pd e sigle precedenti hanno fatto solo privatizzazioni. Mi correggo: hanno fatto anche la nazionalizzazione temporanea (dei debiti) della loro banca senese decotta. Qualche grillino ha spezzato una lancia per i palestinesi oppressi, i leader del Pd sono andati in piazza con quelli della destraccia a manifestare per l'oppressore sionista. E allora, caro Los, perché mai un grillino dovrebbe diventare pidino? 

 

 

 

 

Ma senti senti “Le Cauzeur “  come si alza sui pedali , come si avvinazza di tutto punto . Ma te guarda un po’ che bella fotografia fa di coloro che passano da un gruppo ad un altro in modo , spesso sciovinista . Una cosa che non sembra più “ en passant”ma che sempre più ha preso piede nel mondo politico italiano . Il Cazzaro , giustamente si indigna , ma dopo aver inserito almeno 2/3 nel discorso la sua ossessione ( lo ripeto : per me gli ha penetrato la moglie nda) Renzi , si inerpica in in trikilometrico post e, udite udite , ad un certo punto , testualmente , afferma :” Chi si vende , prima di tutto , ha bisogno di un compratore . E , come e’ noto , il mercato delle vacche parlamentari e’ una cosa che riguarda quasi esclusivamente la destra “.  Urka !!  Mi sembrerebbe di capire , magari mi sbaglio , che ciò potrebbe essere rapportato al mondo della prostituzione. Per esempio : “se non ci fossero coloro che vanno a tro ie , le tro ie esisterebbero “. Ma superiamo l’aspetto prettamente morboso e concentriamoci sulle parole che il Cazzaro ha testualmente pronunciato dal rigo sesto al rigo ottavo del suo post . Con la mia normale quantità di comprensione , le parole del Pulcinella partenopeo , vengono interpretate in un solo modo possibile , e sarebbe :” Huaglio’ , si nun ci stanno quell’ommiemerda di aggio vuol compra’ , nun ce sarebbe nisciuno ca si vende”.  Traduco in Italiano : Se non ci fossero quegli stron zi che vogliono comprare parlamentari , non ci sarebbero nemmeno i parlamentari che si venderebbero .  Ed allora , se la mia interpretazione fosse giusta e condivisa dai forumisti ( quelli seri eh ?  Sennò il Cazzaro si adira , nda) , mi chiedo e chiedo :” ma quando 3/4 mesi fa Giuseppi alias l’uomo inviato dalla Provvidenza Divina , apri’ le danze e monto’ i banchetti del mercato per comprare tutti quei Parlamentari di altri schieramenti  allo scopo di rintuzzare i colpi ed i fendenti con i quali Renzi lo colpiva ripetutamente fino al KO finale , che caz.z.o di mercato era ?? Secondo l’interpretazione del Cazzaro , sono e siamo ( solo gli onesti , però ) autorizzati a dire che Giuseppi e’ un ommemmerda perché pur di continuare a fare il PDC facendo fuori Renzi , acquistava le mele da Mastella  , le pere dai responsabili , il vino dalla Sora Renata Polvetini , il pane dalla capa delle Olgettine , il latte dagli ex grillini che avevano abbandonato il movimento ed il formaggio da un prestito con diritto di riscatto dal PD.  Detto che potrebbe pure essere che quel che ho appena citato faccia parte di un sogno e che un sogno era ed un sogno rimane perché mai una cosa del genere si e’ verificata , ma nel caso fosse vera , visto che certe cosucce le fa quasi esclusivamente la destra , lo posso dire che Giuseppi e’ quasi esclusivamente di destra e che allora , il nuovo movimento che andrà a dirigere sia quasi esclusivamente di destra ?? E poi , visto che il Cazzaro ha voluto nella discussione inserire Italia Viva definendola un partito di destra ( scusate , mi viene da ridere), perché nessun parlamentare di IV si dichiarò favorevole allo scambio e si mise sul banchetto per essere acquistato ??  Cari forumisti ( seri ) siano sempre lì . Per il Cazzaro di Napoli , la stessa identica cosa assume un significato diverso a seconda di chi la compie . Faccio un’altra domanda :” Durante il mercato delle vacche del suo idolo Conte , avete mai letto un (1) post , neanche di tre righe dove il Pulcinella si scaglia contro acquirenti e merce ?? Non vi affannate troppo con la memoria . Ve lo dico io : Nemmeno uno !!!! E sapete perché ?? Perché avrebbe dovuto scagliarsi contro Conte e gli scappati da casa . E ve ne dico un’altra sulla quale ci potreste scommettere : Ora il Cazzaro fa l’uomo onesto e tutto di un pezzo . Fa vedere tutto l’onore che lo avvolge in un abbraccio che e’ precluso ai disonesti che non lo meritano . Sientite a me : Al tempo di quando Conte faceva il sensale  tra i parlamentari , in silenzio , il Cazzaro napoletano faceva  il tifo più sfegatato affinché la compravendita si realizzasse . Ed avrebbe mazzolato Renzi che quel gigante ed onestuomo di Conte lo aveva spazzato via . Purtroppissimo e per fortuna di tutti noi ( onesti e meno onesti ) e’ successo l’inverso . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

con le entrate danarose e la facilità con cui si indottrinano molti elettori è una manna per molti...guarda grillo e la casaleggio....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963