Bella ciao inno nazionale!

Inviata (modificato)

Ultimamente Enrico Letta, come ha notato anche Massimo Fini sul Fatto, dice (finalmente) qualcosa di sinistra. Bene, anche se lo fa nel suo stile, cioè timidamente, democristianamente. Non è uno incline a chiudere il pugno, né tanto meno a batterlo sul tavolo. Per es. la sua timida proposta di una piccola patrimoniale sulle grandi eredità (il 20%, ma solo sulla parte eccedente 5 milioni) è stata liquidata con sufficienza e arroganza da Draghi. Uno di sinistra, ma serio, avrebbe minacciato di uscire dalla maggioranza, Enrichetto ha abbozzato. Ora propone, tenetevi forte, nientemeno che di imporre nelle cerimonie ufficiali del 25 aprile l'esecuzione di Bella ciao dopo l'inno di Mameli. Proposta del tutto logica, visto che questa canzone è l'inno della Resistenza ed è diventata, di fatto, l'inno degli oppressi e dei resistenti di mezzo mondo. La conoscono e la cantano perfino in Iraq. I giornalacci della destraccia hanno reagito in modo scomposto, come se fosse una cosa da regime nordcoreano. E invece è una proposta logica e minimalista, limitata alla sola data del 25 aprile, sostenuta perfino dai renziani (insieme ai 5s e Leu) ai quali deve essere sembrata ottima per  fare un poco di redwashing nella loro inarrestabile deriva destrorsa. Diciamo subito che Bella ciao non è una canzone di sinistra, non è Bandiera rossa, è una canzone di libertà e di amore, cose non certo esclusive della sinistra. Quindi potrebbe benissimo, ed è la mia proposta, sostituire l'inno di Mameli. Inno vecchio di quasi 2 secoli, dal testo retorico e ampolloso (chi di voi se lo ricorda a memoria?), che ormai ha fatto il suo tempo. Tra l'altro il testo inneggia a un certo Scipione come se fosse un eroe nazionale. E invece era un invasore e un colonizzatore dell'antica Roma, che depredò e rase al suolo una delle più grandi città dell'antichità, riducendo in schiavitù tutti i suoi abitanti. Per spirito imperialista, ma soprattutto per vendetta dato che la città non era più ostile. E che finì i suoi giorni in esilio volontario (Ingrata patria non avrai le mie ossa!) per l'accusa di peculato. Il testo dell'inno di Mameli ha un chiaro sapore militaresco e tendenzialmente destrorso, inidoneo a rappresentare una nazione che ripudia la guerra. Non è certo un caso che il titolo ufficiale dell'inno, Fratelli d'Italia, sia stato scelto come denominazione da un partito xenofobo di estrema destra. Dunque mandiamo in soffitta il vecchio e superato Mameli e adottiamo il ben più popolare, emozionante e rappresentativo inno di libertà e di amore della Resistenza partigiana. 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

Urka Cazzaro . Mi trovi pure d’accordo e questo sì che e’ paragonabile ad un miracolo . Però c’è un però !! Anzi due però !! A parte la lezioncina di storia su  Scipione  che hai voluto impartire al forum , ma che non voglio contare , il primo e’ quello di quando affermi “che la cosa e” sostenuta perfino dai Renziani insieme al M5S e LeU”.  Razza di idio ta!! E perché i Renziani,  che sono una componente di sx ma di una sx molto ma molto più intelligente , democratica ed europeista di quella che piace a te e che invece e’ stata sconfitta dalla storia, non avrebbero dovuto sostenere la proposta ?? Vuoi vedere , idiotoide , che non ti riuscirà spiegarcelo . Nel frattempo , e vengo al secondo però , sei il solito falsario !! Visto che ti sei meravigliato dei Renziani , perché non hai detto di quanti grillini hanno firmato quella proposta ??  Strano che te sempre informatissimo e con il cuore a cinquestellina non lo sappia . Te lo dico io , allora .... 1 (uno ).  Meno dei Renziani , sai ?? Quei renziani di cui ti meravigliavi , sai ancora ?? E dei tuoi amici del mo vi mento , non dici niente , eh ?? Impostore !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Calma calma, ridicola marketta pisana, sembra che anche quella sx molto molto intelligente stia per essere sconfitta dalla storia tre giorni dopo essere nata.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mhmhmhmhmhm, Sanchina !! Credo che sembrare od essere non sia la stessa cosa . Te che dici , riottosetta puledrina da monta ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tempo al tempo, slappatrice di pudenda sul lung'Arno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei far presente anche che "bella ciao" nasce come vanto delle mondine.

"....e verrà il giorno che tutte quante lavoreremo in libertà...."

Se si apre, questa era l'interpretazione di Milva.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://video.corriere.it/spettacoli/milva-canta-bella-ciao/94c82f16-a593-11eb-b4a7-7f4ff69d1a5d&ved=2ahUKEwi5n8aw6YXxAhWBHOwKHR3UAZ0Q3ywwAnoECAUQAg&usg=AOvVaw2NXxkmYWMD1wRuxnc4GItF&cshid=1623079570384

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

Vorrei far presente anche che "bella ciao" nasce come vanto delle mondine.

"....e verrà il giorno che tutte quante lavoreremo in libertà...."

Se si apre, questa era l'interpretazione di Milva.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://video.corriere.it/spettacoli/milva-canta-bella-ciao/94c82f16-a593-11eb-b4a7-7f4ff69d1a5d&ved=2ahUKEwi5n8aw6YXxAhWBHOwKHR3UAZ0Q3ywwAnoECAUQAg&usg=AOvVaw2NXxkmYWMD1wRuxnc4GItF&cshid=1623079570384

Magnifica interpretazione dell'indimenticabile Milva. E si rivede sempre con simpatia il compianto Corrado. Personaggi di un'Italia che non c'è più, un'Italia a mio avviso migliore di questa.

Cui apparteneva anche Guglielmo Epifani che ci ha lasciato oggi a 71 anni. Ricordiamo il milione di lavoratori che nel 2002, da segretario della CGIL, Guglielmo portò in piazza a difendere l'articolo 18 contro la riformaccia di Berlusconi. 13 anni dopo, un popolo ormai nuovamente calpesto e deriso come nei secoli peggiori, non ebbe il coraggio di scendere in piazza contro l'analoga riformaccia di un vergognoso traditore della sinistra. 

Colgo l'occasione per correggere un mio grave errore nel post iniziale. Si fa spesso confusione in rete (ma questa non è una giustificazione) tra i due Scipioni: Publio Cornelio Scipione, detto l'Africano, e Publio Cornelio Scipione Emiliano, detto l'Africano minore. Fu quest'ultimo a radere al suolo Cartagine nel 146 a.C. Mentre l'Africano maggiore fu colui che sconfisse Annibale a Zama, in Numidia, nel 202 a.C., ponendo fine alla seconda guerra punica. In precedenza aveva assediato e conquistato la città di Nuova Cartagine in Spagna (l'odierna Cartagena), all'epoca colonia punica, e questo contribuisce alla confusione. Ma l'Africano maggiore fu molto più umano del suo quasi omonimo nei confronti degli sconfitti. Ebbene, lo Scipio dell'inno di Mameli (1847) è sicuramente l'Africano maggiore, e la Vittoria, creata da Dio schiava di Roma, fa implicito riferimento per l'appunto alla vittoria di Zama come auspicio per la vittoria dell'Italia nella prima guerra di indipendenza (1848/49). Che poi però fu vinta dall'Austria. Riporto l'intera strofa: 

Fratelli d'Italia 

L'Italia s'è desta,

Dell'elmo di Scipio 

S'è cinta la testa.

Dov'è la Vittoria?

Le porga la chioma

Ché schiava di Roma

Iddio la creò. 

Il verso "Le porga la chioma" fa riferimento a un'usanza dell'antica Roma: alle schiave venivano tagliati i capelli. Questo verso oggi appare francamente un po' stonato in un inno nazionale di un paese dove le donne non sono schiave e hanno pari dignità e diritti. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cazzaro , dopo le caga te sull’articolo 18 , ci sapresti dire pure il numero di scarpe di Scipione l’Africano ed a cosa era allergico lo Scipione Emiliano detto il minore. Stai tranquillo Cazzaro . Il forum , tutto , per evitare di farti fare una brutta figura , si era accorto del tuo scambio di persone tra i due Afticani, e , sinceramente , anche per averci ricordato che alle schiave venivano tagliati i capelli presso la Romanae  Domus Di Carmitillae Pretuzziellus ma , data l’importanza del fatto in se per se , era rimasto in silenzio nella speranza che tu ti accorgessi del tuo errore e che tu rimediassi . Grazie , gigantesco Cazzaro . Senza uno strabordante borioso e presuntuoso idio ta come te , il forum non potrebbe sopravvivere . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Suvvia ridicola marketta pisana, tutto il forum aveva capito che lei non aveva mai sentito parlare di Scipione Emiliano.

Se ne avesse sentito parlare, non avrebbe aspettato un secondo per ," bastonare" il sig fosforo.

Quindi si metta a cuccia e stia buonina, mi saluti il marito Alessandro e per farci capire che lei è una persona sincera riproduca qui la sua monolaurea.

Madoooooo.....che buffona!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Estigrandissimicaxxi!

Bella ciao, mica "Va' pensiero".

Se non altro trattasi di testo elementare, che potrà essere imparato perfino dal fratello down diversamente abile di Sanchino Risata.

Quasi dimenticavo: vale il caso di sottolineare che per l'ennesima volta il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha detto una cosa e poi l'esatto contrario.

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 prima vaneggia a proposito di

un certo Scipione come se fosse un eroe nazionale. E invece era un invasore e un colonizzatore dell'antica Roma, che depredò e rase al suolo una delle più grandi città dell'antichità, riducendo in schiavitù tutti i suoi abitanti. Per spirito imperialista, ma soprattutto per vendetta dato che la città non era più ostile. E che finì i suoi giorni in esilio volontario (Ingrata patria non avrai le mie ossa!) per l'accusa di peculato. Il testo dell'inno di Mameli ha un chiaro sapore militaresco e tendenzialmente destrorso, inidoneo a rappresentare una nazione che ripudia la guerra.

Successivamente il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 scrive

si fa spesso confusione in rete (ma questa non è una giustificazione) tra i due Scipioni: Publio Cornelio Scipione, detto l'Africano, e Publio Cornelio Scipione Emiliano, detto l'Africano minore. Fu quest'ultimo a radere al suolo Cartagine nel 146 a.C. Mentre l'Africano maggiore fu colui che sconfisse Annibale a Zama, in Numidia, nel 202 a.C., ponendo fine alla seconda guerra punica. In precedenza aveva assediato e conquistato la città di Nuova Cartagine in Spagna (l'odierna Cartagena), all'epoca colonia punica, e questo contribuisce alla confusione. Ma l'Africano maggiore fu molto più umano del suo quasi omonimo nei confronti degli sconfitti. Ebbene, lo Scipio dell'inno di Mameli (1847) è sicuramente l'Africano maggiore, e la Vittoria, creata da Dio schiava di Roma, fa implicito riferimento per l'appunto alla vittoria di Zama come auspicio per la vittoria dell'Italia nella prima guerra di indipendenza (1848/49). 

Il fratello down diversamente abile di Sanchino Risata incassa l'ennesima figura da g_e_nio e sentitamente ringrazia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Finchè la barca va… lasciala andare finchè la barca va… tu non frenare -  Facciabuco.com

 

questo è il solo ed unico inno che funziona

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Suvvia ridicola marketta pisana, tutto il forum aveva capito che lei non aveva mai sentito parlare di Scipione Emiliano.

Se ne avesse sentito parlare, non avrebbe aspettato un secondo per ," bastonare" il sig fosforo.

Quindi si metta a cuccia e stia buonina, mi saluti il marito Alessandro e per farci capire che lei è una persona sincera riproduca qui la sua monolaurea.

Madoooooo.....che buffona!

 

Urka Sanchina . Alla fine sembrerebbe proprio che l’unica che non ha capito la differenza sciue sciue del Cazzaro di Napoli circa i 2 Scipioni sei stata te  . Differenza che avrebbe capito pure tuo fratello . Comunque io bastono come giustamente hai ricordato, mentre te hai provveduto ad autobastonarti da sola . Non c’è male , Sanchina , non c’è male !! Sicura che tuo fratelllo avrebbe fatto peggio di te ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark222220 ha scritto:

Urka Sanchina . Alla fine sembrerebbe proprio che l’unica che non ha capito la differenza sciue sciue del Cazzaro di Napoli circa i 2 Scipioni sei stata te  . Differenza che avrebbe capito pure tuo fratello . Comunque io bastono come giustamente hai ricordato, mentre te hai provveduto ad autobastonarti da sola . Non c’è male , Sanchina , non c’è male !! Sicura che tuo fratelllo avrebbe fatto peggio di te ?? 

Mio fratello avrebbe fatto sicuramente meglio di lei, ridicola marketta pisana e del koglione squamato, lui, mio fratello, aveva una testa che funzionava meglio della vostra.

Provi a farci vedere fino a che punto ha funzionato la sua zucca, ci faccia vedere la sua monolaurea in storia antica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Per i fratelli meloni Bella Ciao è divisiva. Come no: divide i fascisti dagli antifascisti.
Avanti tutta con BELLA CIAO.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se non altro trattasi di testo elementare, che potrà essere imparato perfino dal fratello down diversamente abile di Sanchino Risata.

xxxxxxxxxxxx 

se "bella ciao" l'ha imparata pure lei, koglione squamoso, stiamo tranquilli può impararla anche sua figlia.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutti in coro !!! quel mazolin di fiori che vien dalla montagnaaa....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Tutti in coro !!! quel mazolin di fiori che vien dalla montagnaaa....

oppure ... signore delle cime .... (la canzone del Piave per noi Veneti).  

ancora meglio .... finchè la barca va ... tu non frenare   (vedere fotografia).-  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963