sostegno per le partite iva bis:altra presa per il k***

Con il Dl Sostegni bis aumentano i destinatari degli aiuti a fondo perduto, almeno così parrebbe. L’articolo 1 esordisce così: “Al fine di sostenere gli operatori economici colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19, è riconosciuto un ulteriore contributo a fondo perduto a favore di tutti i soggetti che hanno la partita Iva attiva alla data di entrata in vigore del presente decreto”. L’incipit fa ben sperare ma il diavolo si nasconde nei dettagli. Il comma 8 del medesimo articolo spegne gli entusiasmi. In esso, infatti, si specifica che: “Il contributo spetta a condizione che l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30 per cento rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020”.

Poche righe che bastano per farci tornare con i piedi per terra. In pratica, l’indennizzo è basato su ciò che è avvenuto nel 2019.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963