Mariolino non vuole aumentare le tasse ai ricchi, cioè a quelli come lui

Le facce di bronzo non mi sono mai piaciute: ancora non mi capacito quando ripenso alla risposta indecente data da Draghi a Enrico Letta che proponeva di tassare le eredità sopra i 5 milioni per ricavarne un bonus per i diciottenni. Mariolino disse che questo non è il momento di prendere soldi dagli italiani ma di darglieli. Risposta non solo inappropriata e indecente ma populistica e truffaldina. Letta non chiedeva di aumentare le tasse agli italiani ma solo a quei rarissimi fortunati che ereditano patrimoni plurimilionari. Quindi Draghi ha barato: ha tirato in ballo il popolo intero per proteggere una piccolissima minoranza di privilegiati. Atteggiamento tipico dei populisti della peggiore specie, quelli che blandiscono il popolo a chiacchiere per poi metterglielo in quel posto nei fatti. Dunque, secondo il ricco banchiere in pensione dorata, non bisogna aumentare le  tasse ai ricchi perché bisogna aiutare i poveri. Le cose stanno esattamente al contrario. Per aiutare i poveri è necessario aumentare le tasse ai ricchi. Il precedente e stupido paradosso draghiano fa il paio con quell'altro che vi raccomando: per stimolare la crescita e l'occupazione bisogna sbloccare i licenziamenti. Tornando alla tassa di successione per i ricchi, in Italia sarebbe necessario e sacrosanto un aumento anche se non ci fossero la crisi e la pandemia. Alessandro Robecchi ha pubblicato ieri sul FQ le aliquote vigenti in Europa per la tassa di successione sui patrimoni sopra i 5 milioni di euro. In Germania è il 30%, in Spagna il 34%, in Gran Bretagna il 40%, in Francia il 45%. E sapete qual è l'aliquota nel paese di Pulcinella e dei figli di papà: è il 4%, VERGOGNA! E sapete a quanto la voleva alzare Letta? Al 20%, ma attenzione: il 20% solo sull'eventuale parte eccedente la soglia dei 5 milioni. Praticamente un brodino, nello stile di Letta, cioè, che è un moderato, un ex Dc, e non ha mai avuto un cuor di leone. Se lo avesse avuto, dopo quella rispostaccia assurda e per lui umiliante, sarebbe banalmente uscito dalla maggioranza.   

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

I cavoli cambiano ma i c-u-l-i sono sempre gli stessi , quando si parla di riforme bisogna pensare che sono solo e solamente delle incaprettature  diamo sostegno ai banche cosi dopo loro possono portare i loro capitali all'estero per minare l'economia italiana 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963