Secondo voi il nuovo governo dovrà abolire questa legge?

Giusta una legge che limiti l'uso della plastica, ma se sei costretto a imbustare l'insalata e la busta è biodegradabile perché penalizzarla? e se io sono un ecologista della prima ora (modo simbolico di parlare) e mi porto da casa una busta mia da riutilizzare perché non lo posso fare?

http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2018/01/02/news/frutta-carne-pesce-ora-si-pagano-i-sacchetti-bio-1.16302787

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

23 messaggi in questa discussione

40 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Giusta una legge che limiti l'uso della plastica, ma se sei costretto a imbustare l'insalata e la busta è biodegradabile perché penalizzarla? e se io sono un ecologista della prima ora (modo simbolico di parlare) e mi porto da casa una busta mia da riutilizzare perché non lo posso fare?

http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2018/01/02/news/frutta-carne-pesce-ora-si-pagano-i-sacchetti-bio-1.16302787

Te che ne pensi ?? La abolirà o meno ?? Dopodiché ti chiedo : Hai mai provato a sederti in un ristorante e portarti da casa il cibo  che , nel ristorante , vuoi consumare ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, mark25252 ha scritto:

Hai mai provato a sederti in un ristorante e portarti da casa il cibo  che , nel ristorante , vuoi consumare ??

No, non i è mai capitato di andare al ristorante e portarmi via gli avanzi, però mi capita ogni settimana di andare al supermercato, mi porto due buste di stoffa e dopo che ho passato la cassa la spesa la metto li;  ovviamente quello che ho preso al reparto frutta,  insalata, mele e cose simili le metto (dopo avere indossato i guanti) -si pagheranno anche quelli?..  la frutta -   dicevo -  prima di metterla sulla bilancia che stampa lo scontrino con il codice a barre  la metto negli appositi sacchettini trasparenti biodegradabili...  che senso ha una legge che impone di pagare una tassa  su questi sacchetti? avrebbe senso se fosse utile per scoraggiarne l'uso, ma come fate a mettere l'insalata sulla bilancia senza il sacchetto?  attaccate il codice a barre direttamente sull'insalata?  

E' una legge sbagliata, non so se il futuro governo avrà il tempo per modificarla.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

No, non i è mai capitato di andare al ristorante e portarmi via gli avanzi, però mi capita ogni settimana di andare al supermercato, mi porto due buste di stoffa e dopo che ho passato la cassa la spesa la metto li;  ovviamente quello che ho preso al reparto frutta,  insalata, mele e cose simili le metto (dopo avere indossato i guanti) -si pagheranno anche quelli?..  la frutta -   dicevo -  prima di metterla sulla bilancia che stampa lo scontrino con il codice a barre  la metto negli appositi sacchettini trasparenti biodegradabili...  che senso ha una legge che impone di pagare una tassa  su questi sacchetti? avrebbe senso se fosse utile per scoraggiarne l'uso, ma come fate a mettere l'insalata sulla bilancia senza il sacchetto?  attaccate il codice a barre direttamente sull'insalata?  

E' una legge sbagliata, non so se il futuro governo avrà il tempo per modificarla.

Non ci siamo capiti .  Non intendevo andare al ristorante e portare via gli avanzi del cibo fornito dal ristorante e non consumato . Intendevo sedersi in un ristorante e consumare il cibo che ti porti da casa direttamente . Per il resto ho capito : per te e’ una legge sbagliata e da abolire . Per me invece e’ giusta ed il fatto che in tutta Europa e’ già in vigore senza che nessuno apra bocca per contestarla e’ indicativo . Nessuno ti vieterà di mettere nelle tue borse personali quel  che acquisti dentro il supermercato . Ma lo fai fuori !! Quel che esce dal supermercato e’ giusto , anche e soprattutto per motivi igienici , che sia regolarmente chiuso ed imbustato negli appositi contenitori . Se questo inciderà per lo 0,0001 sulla spesa e’ facilmente recuperabile in altri comparti più costosi. Per il cittadino e per la collettività tutta . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

E' una legge sbagliata, non so se il futuro governo avrà il tempo per modificarla.

la legge è giusta. E' sbagliato vietarne l'uso più volte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

la legge è giusta. E' sbagliato vietarne l'uso più volte.

Non sono d'accordo. Ritengo giusta la legge e il divieto di usare le buste più volte, per igiene e sicurezza, perchè portare da casa buste già usate potrebbe procurare contaminazione del cibo. Ricordo che non si tratta di pasta in scatola o di detersivo, ma di frutta fresca e verdura fresca. Se succede qualcosa e qualcuno si sente male, chi si prende la responsabiità?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Non sono d'accordo. Ritengo giusta la legge e il divieto di usare le buste più volte, per igiene e sicurezza, perchè portare da casa buste già usate potrebbe procurare contaminazione del cibo. Ricordo che non si tratta di pasta in scatola o di detersivo, ma di frutta fresca e verdura fresca. Se succede qualcosa e qualcuno si sente male, chi si prende la responsabiità?

Scusate signori, ma fino a due giorni fa cosa succedeva? nessuno si portava da casa le buste per l'insalata, tutti usavano quelle  monouso del supermercato e nessuno si sognava di farle pagare, è un ennesimo balzello.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Se vado dal verdummaio ora, la busta o l'incarto è compreso nel prezzo o pure lì mi tocca portare una busta che si può riutilizzare da casa?

Tanti auguri a Lupogrigio e rosarossa di Buon Anno!

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Non sono d'accordo. Ritengo giusta la legge e il divieto di usare le buste più volte, per igiene e sicurezza, perchè portare da casa buste già usate potrebbe procurare contaminazione del cibo. Ricordo che non si tratta di pasta in scatola o di detersivo, ma di frutta fresca e verdura fresca. Se succede qualcosa e qualcuno si sente male, chi si prende la responsabiità?

signora ariafresca, se oggi riempio un sacchetto di arance e domani ritorno al supermercato con lo stesso sacchetto e lo riempio di mele, mo sa dire che azione antiigienica compio? E non le sembra che meno sacchetti si usano meno si inquina?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

problema presto risolvibile: ki firma il curioso provvedimento basta ne spieghi il motivo all'ignaro utente affinké nn sia costretto porsi quesiti ed annessi dubbi angoscianti del tipo "i sakkettini della frutta al spmkt vengono fatti pagare poiké qualcuno deve incassare molto di + datosi illegale adoperare quelli usati il giorno precedente ergo fruibili solo x buttare la spazzatura?" ke, se espressi in pubblico, potrebbero spedirlo nelle patrie galere. semplice ed indolore noo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi sembra chiaro che questa è una nuova tassa sotto falso nome.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

signora ariafresca, se oggi riempio un sacchetto di arance e domani ritorno al supermercato con lo stesso sacchetto e lo riempio di mele, mo sa dire che azione antiigienica compio? E non le sembra che meno sacchetti si usano meno si inquina?

signor ahahah, se lei ci mette un giorno le arance e il giorno dopo le mele, non ci sarebbe nessun problema. Ma se lei ci mette qualche sostanza che magari fa male, inavvertitamente o inconsapevolmente, e contamina le mele, e magari poi si sente male, ci va di mezzo il supermercato.  E' un po' il motivo per cui lei non si può portare nel ristorante una torta fatta in casa. Ha mai provato?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ariafresca123 ha scritto:

signor ahahah, se lei ci mette un giorno le arance e il giorno dopo le mele, non ci sarebbe nessun problema. Ma se lei ci mette qualche sostanza che magari fa male, inavvertitamente o inconsapevolmente, e contamina le mele, e magari poi si sente male, ci va di mezzo il supermercato.  E' un po' il motivo per cui lei non si può portare nel ristorante una torta fatta in casa. Ha mai provato?

mi perdoni signora aria fresca, per quale motivo dovrei usare un sacchetto nel quale ho messo delle sostanze inquinanti, se il giorno dopo intendo usarlo per metterci le mele? Non le sembra che l'unico a rimetterci sarei io?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Non sono d'accordo. Ritengo giusta la legge e il divieto di usare le buste più volte, per igiene e sicurezza, perchè portare da casa buste già usate potrebbe procurare contaminazione del cibo. Ricordo che non si tratta di pasta in scatola o di detersivo, ma di frutta fresca e verdura fresca. Se succede qualcosa e qualcuno si sente male, chi si prende la responsabiità?

scusa Ariafresca ma la verdura la lavo sempre prima di usarla sia essa posta in un sakketto nuovo appena pagato ke in quello pagato ed usato ieri...  volendo maggior igiene, OK lavare accuratamente uva, frutti di bosco e altri frutti di cui si consuma la buccia e,  x maggior sicurezza, lavare anke frutta da sbucciare.  nn vedo quale pericolo si corra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

mi perdoni signora aria fresca, per quale motivo dovrei usare un sacchetto nel quale ho messo delle sostanze inquinanti, se il giorno dopo intendo usarlo per metterci le mele? Non le sembra che l'unico a rimetterci sarei io?

Giusto, ma se io avessi un supermercato, potrei fidarmi ciecamente dei miei ***? Potrei assumermi la responsabilità delle loro azioni?

Come per il ristorante..se mi faccio la torta in casa la faccio con materie buone  e ben conservate, visto che è per me, ma il ristorante cosa ne sa? Se mi sento male il ristorante ci va di mezzo e quindi fa bene a tutelarsi, lo stesso vale per il supermercato. Non mi sembra una cosa atroce.

Lei si fiderebbe per esempio di uno come director?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

mi perdoni signora aria fresca, per quale motivo dovrei usare un sacchetto nel quale ho messo delle sostanze inquinanti, se il giorno dopo intendo usarlo per metterci le mele? Non le sembra che l'unico a rimetterci sarei io?

Giusto, ma se io avessi un supermercato, potrei fidarmi ciecamente dei miei ***? Potrei assumermi la responsabilità delle loro azioni?

Come per il ristorante..se mi faccio la torta in casa la faccio con materie buone  e ben conservate, visto che è per me, ma il ristorante cosa ne sa? Se mi sento male il ristorante ci va di mezzo e quindi fa bene a tutelarsi, lo stesso vale per il supermercato. Non mi sembra una cosa atroce.

Lei si fiderebbe per esempio di uno come director?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

proprio sicuri ke la busta nuova sia una tutela x il spmkt? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/1/2018 in 17:30 , ariafresca123 ha scritto:

Giusto, ma se io avessi un supermercato, potrei fidarmi ciecamente dei miei ***? Potrei assumermi la responsabilità delle loro azioni?

Come per il ristorante..se mi faccio la torta in casa la faccio con materie buone  e ben conservate, visto che è per me, ma il ristorante cosa ne sa? Se mi sento male il ristorante ci va di mezzo e quindi fa bene a tutelarsi, lo stesso vale per il supermercato. Non mi sembra una cosa atroce.

Lei si fiderebbe per esempio di uno come director?

Signora ariafresca mi perdoni, ha mai notato quante persone si recano al supermercato con la propria borsa della spesa? Ha mai notato i commessi fare osservazioni al rigurado? Io credo proprio di no.

Per quanto riguarda la torta fatta in casa, il ristorante si oppone per il semplice motivo che per lui sarebbe un mancato guadagno. Provi a portare al ristorante delle bottiglie di vino ben sigillate da abbinare al menù che avrà ordinato e vedrà che il ristoratore (salvo sia un suo amico) si  opporrà anche per quelle, non per timore che lei si possa sentir male appena esce dalla struttura, ma solo ed esclusivamente perchè rinuncerebbe a quella parte di reddito che ottiene vendendo  le proprie bottiglie di vino. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La facciamo finita di dire *** ?? La facciamo finita di fare i complottisti da tastiera ?? La norma non te la cambia nessuno . Chiaro ?? Ed allora informati come ho fatto io imve di spargere *** un tanto al chilo . Chi ama la verità invece può verificare che:

- l’obbligo deriva da una direttiva comunitaria 
- la procedura d’infrazione era stata già aperta ed abbiamo evitato la multa all’Italia
- Infine, la plastica è un grosso problema poiché avvelena l’ambiente e dobbiamo diminuirne l’uso. 
- La contestazione del recepimento di questa direttiva europea significa poi non lamentarsi per l’inquinamento e per i danni che ne derivano....perché con la commozione e l’indignazione davanti alle immagini di fiumi e laghi mari e montagne pieni di plastica il problema dell’inquinamento non si risolve. Serve impegno e responsabilità 

Qui i link della direttiva, Legambiente spiega perché devono essere a pagamento e l’elenco delle procedure  d’infrazione aperte tra cui anche quella sulla plastica 

https://www.insic.it/Tutela-ambientale/Notizie/In-Gazzetta-UE-la-direttiva-sulla-riduzione-dei-bioshopper/ebbf44d5-9846-4127-8167-296643d8c190

https://www.legambiente.it/contenuti/comunicati/dal-1-gennaio-al-bando-le-buste-di-plastica-alimenti-l

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi perdoni signor mark,

diminuire lo spargimento di plastica nell'ambiente è cosa buona e giusta, mi spiega allora perchè non posso riusare il sacchetto di plastica biodegradabile? Meno ne uso meno ho la possibilità di inquinare, mi sembra.

Mi spiega perchè ci sono ancora una infinità di contenitori di plastica e di polistirolo in cui sono avvolti i generi alimentari?

Mi spiega perchè n° 5 viti o n° 5 rondelle devono essere rinchiuse in un contenitore di plastica delle dimensioni di cm 5x3x2? 

Mi spiega perchè le bottiglie di acqua minerale non sono tutte da un litro e mezzo o più?

Mi spiega come mai una famiglia produce come minimo una borsa  (di plastica?) al giorno di pattume da buttare al macero o riciclare?

Forse che i nostri politici europei o italiani che siano, non conoscono queste realtà, ma conoscono solo quella dei sacchetti da ortofrutta?

E  questi sacchetti, il cui costo era comunque calcolato tra le spese generali dell'imprenditore e comunque riversato sui ***, perchè deve ora essere evidenziato sullo scontrino? Forse per scontare tale costo dalla merce in vendita? Per calcolare quanti sacchetti, (ora biodegradabili) vengono venduti? Per calcolare l'iva che i governi incasseranno senza farli sembrare una ulteriore tassa?

Me lo spieghi signor mark, me lo spieghi.

Fermo restando l'ottimo motivo della riduzione di materie inquinanti (ma comunque riciclabili), al posto suo, invece che prendere le difese dei politicanti europei o italiani che siano, mi unirei alle voci di protesta che sorgono in questo ed in altri forum.  Ma questa è solo una mia opinione!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

19 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

mi perdoni signor mark,

diminuire lo spargimento di plastica nell'ambiente è cosa buona e giusta, mi spiega allora perchè non posso riusare il sacchetto di plastica biodegradabile? Meno ne uso meno ho la possibilità di inquinare, mi sembra.

Mi spiega perchè ci sono ancora una infinità di contenitori di plastica e di polistirolo in cui sono avvolti i generi alimentari?

Mi spiega perchè n° 5 viti o n° 5 rondelle devono essere rinchiuse in un contenitore di plastica delle dimensioni di cm 5x3x2? 

Mi spiega perchè le bottiglie di acqua minerale non sono tutte da un litro e mezzo o più?

Mi spiega come mai una famiglia produce come minimo una borsa  (di plastica?) al giorno di pattume da buttare al macero o riciclare?

Forse che i nostri politici europei o italiani che siano, non conoscono queste realtà, ma conoscono solo quella dei sacchetti da ortofrutta?

E  questi sacchetti, il cui costo era comunque calcolato tra le spese generali dell'imprenditore e comunque riversato sui ***, perchè deve ora essere evidenziato sullo scontrino? Forse per scontare tale costo dalla merce in vendita? Per calcolare quanti sacchetti, (ora biodegradabili) vengono venduti? Per calcolare l'iva che i governi incasseranno senza farli sembrare una ulteriore tassa?

Me lo spieghi signor mark, me lo spieghi.

Fermo restando l'ottimo motivo della riduzione di materie inquinanti (ma comunque riciclabili), al posto suo, invece che prendere le difese dei politicanti europei o italiani che siano, mi unirei alle voci di protesta che sorgono in questo ed in altri forum.  Ma questa è solo una mia opinione!

Come perché ?? Come tutte queste domande ?? Perché c’era da favorire l’amica di Renzi che deve essere conosciuta anche in tutta Europa se in tutti i Paesi Europei da ieri e’ entrata in vigore la stessa norma . Onestamente e seriamente , non lo so . L’unica domanda a cui penso di poter rispondere e’ wuella Di natura fiscale . Giustamente il costo del sacchetto va scorporato da quello della merce che contiene . I prezzi dei prodotti in vendita sono , sugli scontrini , al netto dell’imposta Iva che però varia da prodotto a prodotto . Quindi ci sarebbero due imposte IVA diverse  di cui una sarebbe il sacchetto . Se non scindi le cose diventa un guazzabuglio inestricabile . Credo almeno sia per questo .      PS . mi scusi  Sig/Sig.ra Ahaha.ha potrebbe, visto che e’ una persona informata , notiziarmi sulle proteste che in queste ore si stanno svolgendo in tutta Europa ?? 

Modificato da mark25252

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, mark25252 ha scritto:

Se non scindi le cose diventa un guazzabuglio inestricabile . Credo almeno sia per questo .

Allora spieghiamoci meglio; il modo in cui la norma è stata applicata in Italia è una libera interpretazione delle norme Europee fatta dai nostri governanti?  se è così allora è chiaro che abbiamo governanti che non sanno quello che fanno, se invece è l'Europa che vuole che sia proprio così allora si da ragione a chi vede nell'Europa un agglomerato di burocrati che fanno norma assurde (penalizzano i sacchetti biodegradabili  e non vedono il polistirolo delle confezioni) e giustamente sono contrari a questo tipo di Europa (se gli elettori Inglesi hanno votato come hanno votato è anche per queste cose)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Signora ariafresca mi perdoni, ha mai notato quante persone si recano al supermercato con la propria borsa della spesa? Ha mai notato i commessi fare osservazioni al rigurado? Io credo proprio di no.

Per quanto riguarda la torta fatta in casa, il ristorante si oppone per il semplice motivo che per lui sarebbe un mancato guadagno. Provi a portare al ristorante delle bottiglie di vino ben sigillate da abbinare al menù che avrà ordinato e vedrà che il ristoratore (salvo sia un suo amico) si  opporrà anche per quelle, non per timore che lei si possa sentir male appena esce dalla struttura, ma solo ed esclusivamente perchè rinuncerebbe a quella parte di reddito che ottiene vendendo  le proprie bottiglie di vino. 

Ma cosa dice??????? Guardi che nessun ristorante si oppone al portare la torta da casa, se la torta è acquistata in pasticceria, nonostante il mancato guadagno, come dice lei. Se invece è fatta in casa non si può portare. Lo stesso vale per i dolci da portare nelle scuole per festeggiare i compleanni. Si informi meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Signora ariafresca mi perdoni, ha mai notato quante persone si recano al supermercato con la propria borsa della spesa? Ha mai notato i commessi fare osservazioni al rigurado? Io credo proprio di no.

Per quanto riguarda la torta fatta in casa, il ristorante si oppone per il semplice motivo che per lui sarebbe un mancato guadagno. Provi a portare al ristorante delle bottiglie di vino ben sigillate da abbinare al menù che avrà ordinato e vedrà che il ristoratore (salvo sia un suo amico) si  opporrà anche per quelle, non per timore che lei si possa sentir male appena esce dalla struttura, ma solo ed esclusivamente perchè rinuncerebbe a quella parte di reddito che ottiene vendendo  le proprie bottiglie di vino. 

Ma cosa dice??????? Guardi che nessun ristorante si oppone al portare la torta da casa, se la torta è acquistata in pasticceria, nonostante il mancato guadagno, come dice lei. Se invece è fatta in casa non si può portare. Lo stesso vale per i dolci da portare nelle scuole per festeggiare i compleanni. Si informi meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora