CHE DRAGHI ! SI LICENZIA

Governo dei  migliori. maldestri   chiaramente.

Libertà di licenziare e appalti senza regole.
È la linea della Confindustria e della Lega.
Tutto sulle spalle e contro le lavoratrici e i lavoratori.
Alla faccia dell’interesse generale del paese!

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "VOGLIONO APPALTI SENZA REGOLE VOGLIONO LICENZIARE I LAVORATORI @SindacatoPensionatiCGIL"

Modificato da pm610
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Ma del c.d. ministro della transizione ECOLOGICA che vuole tornare al NUCLEARE ne vogliamo parlare? il governo dei "migliori".

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai troppo ragione, Los. Il governo dei peggiori, nato in seguito a una congiura ordita dai poteri forti, non poteva che mettersi al servizio dei peggiori poteri forti.

Confindustria, che si ingrassava a volontà con il governo Renzi, ma non con il fatturato bensì con il Jobs Act, le decontribuzioni e il taglio dell'IRES, è dimagrita con il governo Conte, con la crisi pandemica e il blocco dei licenziamenti. Ora vuole tornare a ingrassarsi a volontà. Prima i licenziamenti (in modo che a dimagrire siano i licenziati) poi la gran mangiatoia dei fondi europei con appalti e subappalti senza troppi controlli. Al popolo bue andranno le briciole, ma sufficienti per illuderlo un po': il tempo di preparare il disastro finale. Il cui quadro comincia a delinearsi: riformacce neoliberiste à gogo e a suon di decreti del governo, dopodiché il banchiere sarà premiato col Quirinale dove farà l'esatto contrario, cioè farà la bella statuina, mentre uno tra Salvini e Meloni spadroneggerà a palazzo Chigi. Un inferno, Los! Una pandemia al cubo! Forse non ci resta che sperare in un altro miracolo di (san) Giuseppi. 

Intanto, il cosiddetto ministro della Transizione Ecologica si conferma a mio avviso il peggiore ministro del governo dei peggiori. Aveva già rilasciato autorizzazioni per alcune trivelle ad aprile, ora ne sblocca altre senza aspettare il Pitesai (il piano nazionale sulle aree di ricerca da approvare entro il 30 settembre). Ci parla dell'idrogeno blu mentre il governo precedente puntava solo all'idrogeno verde. Ma non ha alcun senso ecologico produrre idrogeno "sporco", cioè derivato dagli idrocarburi, e poi mettere la spazzatura (cioè la CO2) sotto il letto (cioè sotto terra in eredità alle future generazioni). Ci parlava della faraonica, costosissima e per ora fantomatica fusione nucleare, che non sarà mai pronta per il 2050, anno in cui dovremo raggiungere le net-zero emissions, quindi che senso ha buttare miliardi nella fusione? Ora ci parla dei mini-reattori nucleari. Che poi tanto mini non sono (oltre 300 MW e 1 miliardo di euro di costo) ma il ministro ci dice che l'UE potrebbe addirittura far passare il mini-nucleare come fonte green (su pressione di paesi nuclearisti come la Francia). La cosa paradossale è che questo ministro è stato raccomandato da Grillo! Casaleggio si rivolta nella tomba! Se ci fossero ancora lui e Di Battsta, sono sicuro che oggi il Movimento presenterebbe una mozione di sfiducia contro il ministro Cingolani. 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i lavoratori votano...hanno quello che si meritano....:(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963