per il sig. lupogrigio1953

eccomi qua sig.lupogrigio1953, sono tornato per rispondere alla sua pregiata missiva, dalla quale si intuisce che lei è una persona seria, riflessiva ed equilibrata.

Premetto che per meglio rispondere ad ogni sua osservazione ho risposto "in blu" alla sua lettera "in Nero"

Cominciamo.

 

E’ molto tempo che avrei voluto chiarire l’epiteto (“id iota”) che ti riservai in una certa occasione. In effetti  il titolo in questione era destinato a un tuo commento, non certo alla tua persona e mai mi sarei permesso, a mio modo di vedere il mio commento non è affatto idi.ota. Prendo atto di questa precisazione, ma come vede, al suo commento si sono associati altre tre persone con l’unico intento di offendere la mia persona esattamente come non mi sono mai permesso con nessun altro, tranne con chi palesemente vuole offendere. Questo le fa onore. E’ lo stesso comportamento che adottavo anch’io, ma purtroppo ho dovuto cambiare idea e mi sono adattato a rispondere a tono con chi offende per abitudine e ne va addirittura orgoglioso In quella occasione fosforo 311 fece un commento anche peggiore del tuo, solo che con lui fui più chiaro nel far capire che mi riferivo solo a quel suo commento. Con te il mio commento fu piuttosto infelice (mai sentito dire che non tutte le ciambelle riescono col buco?). Avrei voluto e dovuto chiarire, solo che tu sei andato più veloce degli eventi, dimostrando che in fondo in fondo il tuo comportamento un po’ lo meritava. Mi sta dicendo  che per non meritare di essere definito *** avrei dovuto attendere? Oh bella e per quanto tempo? Già il tuo nickname sembra fatto apposta per irridere gli altri utenti, e molti tuoi commenti sono in polemica con qualcuno, sempre nella stessa direzione. Pensi che quando ho adottato il mio nick ero indeciso tra “snifsnif,snif” da piagnone e “ahaha,ha” irridente fin che si vuole, ma adatto anche per una bella risata. Sapendo in anticipo che una risata che termina in “a” poteva essere scambiata da qualche “normodotato” per una risata femminile, avrei potuto scegliere “ohoho.ho” un tipo di risata baritonale da bonaccione, ma ormai è andata così e così rimane. Il resto lo ha fatto il tuo modo di commentare, senza mostrare da che parte sei, comportamento che favorisce il lanciare il sasso nascondendo la mano. Il commento è un fatto soggettivo e se il fatto da commentare è un fatto positivo per chi commenta, che provenga da ideologia dx o sx rimane un fatto positivo. Per esempio, io personalmente, pur avendo letto una certa quantità dei tuoi commenti, l’unica cosa che sono riuscito a capire è che sei in polemica con Mark (il pisano), ma non ho capito quali sono le tue idee politiche (visto che sei un assiduo frequentatore della pagina della “Politica”); nemmeno io ho capito da che parte sta lei, appunto causa poca frequentazione. Spero abbia almeno capito da che parte sta mark il pisano, noto vuotatore di pitali leopoldini. mai capito per chi simpatizzi o voti, tipico comportamento di chi “ha sempre ragione”. Ora la ragione o il torto in questa vita non sono sempre da una parte o dall’altra, mentre tu sei di quelle persone che, appunto, “non ha mai torto”. E qui si sbaglia di brutto. Comunque mi può sempre spiegare  perché e cosa l’ha fatta arrivare a questa conclusione, in modo che, se la sua spiegazione è convincente, io possa migliorare. Poi, se permette: ha individuato qualcun altro che “non ha mai torto” o sono solo io?

Ricapitolando: la tua persona non merita appellativi offensivi, ma il tuo comportamento (nel commentare qui, di altro non ho elementi per dire alcunché) è quanto meno disdicevole. Anche in questo caso, le sarò grato,se mi  spiegherà cosa c’è di disdicevole nel difendersi vigorosamente e costantemente dalle diffamazioni, dalle insinuazioni e dagli insulti

 

Po fai tu, eh. Certo che devo fare io, non posso pretendere che lo facciano altri per me

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

21 messaggi in questa discussione

13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Comunque mi può sempre spiegare  perché e cosa l’ha fatta arrivare a questa conclusione, in modo che, se la sua spiegazione è convincente, io possa migliorare.

Alla data odierna si contano più di 21.000 buone ragioni che possano giustificare la conclusione di lupogrigio1953. Spero mi sia perdonata la brutale franchezza.

Se non mi sarà perdonata la brutale franchezza allora non saprò come farle capire la straordinaria vastità del grande ca_z_ zo che me ne frega.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

eccomi qua sig.lupogrigio1953, sono tornato per rispondere alla sua pregiata missiva, dalla quale si intuisce che lei è una persona seria, riflessiva ed equilibrata.

Premetto che per meglio rispondere ad ogni sua osservazione ho risposto "in blu" alla sua lettera "in Nero"

Cominciamo.

 

E’ molto tempo che avrei voluto chiarire l’epiteto (“id iota”) che ti riservai in una certa occasione. In effetti  il titolo in questione era destinato a un tuo commento, non certo alla tua persona e mai mi sarei permesso, a mio modo di vedere il mio commento non è affatto idi.ota. Prendo atto di questa precisazione, ma come vede, al suo commento si sono associati altre tre persone con l’unico intento di offendere la mia persona esattamente come non mi sono mai permesso con nessun altro, tranne con chi palesemente vuole offendere. Questo le fa onore. E’ lo stesso comportamento che adottavo anch’io, ma purtroppo ho dovuto cambiare idea e mi sono adattato a rispondere a tono con chi offende per abitudine e ne va addirittura orgoglioso In quella occasione fosforo 311 fece un commento anche peggiore del tuo, solo che con lui fui più chiaro nel far capire che mi riferivo solo a quel suo commento. Con te il mio commento fu piuttosto infelice (mai sentito dire che non tutte le ciambelle riescono col buco?). Avrei voluto e dovuto chiarire, solo che tu sei andato più veloce degli eventi, dimostrando che in fondo in fondo il tuo comportamento un po’ lo meritava. Mi sta dicendo  che per non meritare di essere definito *** avrei dovuto attendere? Oh bella e per quanto tempo? Già il tuo nickname sembra fatto apposta per irridere gli altri utenti, e molti tuoi commenti sono in polemica con qualcuno, sempre nella stessa direzione. Pensi che quando ho adottato il mio nick ero indeciso tra “snifsnif,snif” da piagnone e “ahaha,ha” irridente fin che si vuole, ma adatto anche per una bella risata. Sapendo in anticipo che una risata che termina in “a” poteva essere scambiata da qualche “normodotato” per una risata femminile, avrei potuto scegliere “ohoho.ho” un tipo di risata baritonale da bonaccione, ma ormai è andata così e così rimane. Il resto lo ha fatto il tuo modo di commentare, senza mostrare da che parte sei, comportamento che favorisce il lanciare il sasso nascondendo la mano. Il commento è un fatto soggettivo e se il fatto da commentare è un fatto positivo per chi commenta, che provenga da ideologia dx o sx rimane un fatto positivo. Per esempio, io personalmente, pur avendo letto una certa quantità dei tuoi commenti, l’unica cosa che sono riuscito a capire è che sei in polemica con Mark (il pisano), ma non ho capito quali sono le tue idee politiche (visto che sei un assiduo frequentatore della pagina della “Politica”); nemmeno io ho capito da che parte sta lei, appunto causa poca frequentazione. Spero abbia almeno capito da che parte sta mark il pisano, noto vuotatore di pitali leopoldini. mai capito per chi simpatizzi o voti, tipico comportamento di chi “ha sempre ragione”. Ora la ragione o il torto in questa vita non sono sempre da una parte o dall’altra, mentre tu sei di quelle persone che, appunto, “non ha mai torto”. E qui si sbaglia di brutto. Comunque mi può sempre spiegare  perché e cosa l’ha fatta arrivare a questa conclusione, in modo che, se la sua spiegazione è convincente, io possa migliorare. Poi, se permette: ha individuato qualcun altro che “non ha mai torto” o sono solo io?

Ricapitolando: la tua persona non merita appellativi offensivi, ma il tuo comportamento (nel commentare qui, di altro non ho elementi per dire alcunché) è quanto meno disdicevole. Anche in questo caso, le sarò grato,se mi  spiegherà cosa c’è di disdicevole nel difendersi vigorosamente e costantemente dalle diffamazioni, dalle insinuazioni e dagli insulti

 

Po fai tu, eh. Certo che devo fare io, non posso pretendere che lo facciano altri per me

 

 
  •  

Risponderò solo ad alcuni punti perché non voglio che diventi una telenovela, anche in ragione del fatto che voglio limitare il tempo che trascorro qui, a scapito di altre cose che devo fare. Quindi se lo scambio di commenti dovesse diventare troppo numeroso, ad un certo punto non replicherò più.
Il comportamento “id iota” (riferito limitatamente a quanto succede in questa pagina di politica) per me è quello in cui non c’è un dialogo costruttivo, teso ad arrivare a delle conclusioni in cui noi siamo i cittadini e i nostri politici di riferimento siano al nostro servizio e facciano i nostri interessi di cittadini tutti, ma solo un mero scambio di accuse fini a se stesse. Non l’interesse di una parte di noi, ma, appunto, di tutti. Faccio un esempio: il politico che “difende” (dice che  difende) solo gli imprenditori sta vendendo fuffa; il politico che “difende” (dice che  difende) solo gli operai sta vendendo fuffa. E voi tutti dietro a sostenerli sempre, comunque e quantunque. Nel mio precedente commento ho spiegato che la ragione e il torto non sono sempre da una parte o dall’altra, ma ce ne sono un po’ di qua e un po’ di là. Circa la reciproca polemica che hai con “il pisano”, e che ormai affonda le sue radici nella notte dei tempi, giunti a questo punto della storia, non si sa più chi abbia torto e chi abbia ragione, se è nato prima l’uovo o la gallina. Al massimo in proposito ho un piccolo indizio, che pure non è la classica pistola fumante quanto a prova: nel link che propongo hai tirato in ballo il pisano senza che lui ti avesse provocato e neppure replicato: https://forum.virgilio.it/argomento/114047-sciopero-degli-utenti/
Ma torniamo alla politica. Tua affermazione: “nemmeno io ho capito da che parte sta lei“. Non serve una scienza e non è una vergogna se dico che sono renziano; ho le mie motivazione e i miei perché nel considerarmi tale, ma come ho scritto altre volte e ripeto ora, non voglio parlare di politica, visto che per farlo si arriverebbe alle conclusioni che ho descritto sopra. Bada bene, non ho detto “si potrebbe arrivare”, ma “si arriverebbe”. Invece non ho capito qual è il tuo partito di riferimento, quello al quale dai il tuo voto.
Ora parlo di politica per la prima e ultima volta qui:
Oggi mi sono imbattuto in una trasmissione tv, “Mi manda RAI3” in cui c’erano dei risparmiatori che avevano comprato dei Buoni Postali ed hanno scoperto che gli stessi sono finiti in prescrizione (dopo soli 10 anni) e gli acquirenti di questi buoni hanno perso sia gli interessi, sia il capitale. Volete proprio parlare di politica? Cercate in formazioni su quali partiti hanno votato una simile sch ifezza. Cercate e pubblicate anche quale Presidente della Repubblica firmò una tale por cheria. 

 

Modificato da lupogrigio1953

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Nel caso in cui i buoni siano privi di indicazione del numero di serie, dei rendimenti e della scadenza, il termine di prescrizione non può ritenersi maturato e pertanto i relativi possessori hanno diritto al rimborso.

 

(Avv. Silvia Vitale)

(Avv. Vincenzo Vitale)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per sua conoscenza sig lupo grigio, la diatriba tra me e la ridicola pisana è iniziata quando la ridicola mi ha insultato per aver messo un mi piace al sig fosforo.

Che lei fosse renziano lo avevo immaginato quando ha scritto "idio ta" sul mio intervento, io sono rimasto nel partito da cui è uscito Leopoldino.

Buonaserata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Alla data odierna si contano più di 21.000 buone ragioni che possano giustificare la conclusione di lupogrigio1953. Spero mi sia perdonata la brutale franchezza.

Se non mi sarà perdonata la brutale franchezza allora non saprò come farle capire la straordinaria vastità del grande ca_z_ zo che me ne frega.

Le posso dire in un orecchio, in modo che altri non sentano, che di quello che ha appena detto non me frega un caxzo, sig lucertolona?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

 

Nel caso in cui i buoni siano privi di indicazione del numero di serie, dei rendimenti e della scadenza, il termine di prescrizione non può ritenersi maturato e pertanto i relativi possessori hanno diritto al rimborso.

 

(Avv. Silvia Vitale)

(Avv. Vincenzo Vitale)

E questo, con buona pace dei 2 avvocati citati, semplicemente non è vero. Per quelli senza data (ma credo anche per gli altri) dovrebbe essere stato fornito al momento della sottoscrizione un modulo denominato "FAI" (o qualcosa del genere, potrei sbagliarmi riguardo alle lettere) in cui sono riportate le condizioni (interesse annuo, scadenza, ecc)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Per sua conoscenza sig lupo grigio, la diatriba tra me e la ridicola pisana è iniziata quando la ridicola mi ha insultato per aver messo un mi piace al sig fosforo.

Che lei fosse renziano lo avevo immaginato quando ha scritto "idio ta" sul mio intervento, io sono rimasto nel partito da cui è uscito Leopoldino.

Buonaserata

Bene. Per il PD ci ho votato da quando è stato costituito.

Ma tornando alla prescrizione di questi Buoni, dov'era il PD quando è stata messa in piedi questa vera e propria truffa ai danni dei cittadini? Non è stato il PD a fare la legge? Bene, allora sarà stato il centro-destra. E in questo caso il PD non avrebbe dovuto scatenare l'inferno? La realtà è che abbiamo a che fare con un'accozzaglia, tutti d'accordo per truffare la povera gente. O è stato il PD ad approvare la legge? Allora perché il centro-destra, Salvini e Meloni compresi, non hanno scatenato l'inferno? Voi qui vi accapigliate e intanto i vostri (anche miei) politici di riferimento vi (ci) stanno truffando. 

Non si tratta più di litigare tra di noi per stabilire chi ha torto o ragione, ma di continuare ad accapigliarsi per gli uni o per gli altri che intanto, tutti insieme e appassionatamente, ci stanno portando alla fame.

Comunque il Leopoldino, anziché organizzare quella truffa, a me e a molti altri Italiani che con sudore hanno comprato la propria casa ha tolto almeno l'IMU. E mi ha dato pure "la mancetta elettorale" di 960 Euro/anno, che prima non era vero, poi che era solo una mancetta elettorale, poi che avrebbero tolto gli assegni familiari, poi che quegli 80 Euro mensili sarebbero stati tolti.

Informatevi su chi ha organizzato la truffa della prescrizione dei Buoni Postali. Per quanto mi riguarda cercherò di farlo a mia volta, ma ci fosse uno straccio di giornalista che informi i cittadini di questa e altre cose. E noi ad accapigliarci per loro.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Alla data odierna si contano più di 21.000 buone ragioni che possano giustificare la conclusione di lupogrigio1953. Spero mi sia perdonata la brutale franchezza.

Se non mi sarà perdonata la brutale franchezza allora non saprò come farle capire la straordinaria vastità del grande ca_z_ zo che me ne frega.

Le posso dire in un orecchio, in modo che altri non sentano, che di quello che ha appena detto non me frega un caxzo, sig lucertolona?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Tribunale di Termini Imerese ribalta i principi di prescrizione.

Poste Italiane deve rispettare i doveri di trasparenza  di informazione nel collocamento dei F. P.

Poste Italiane deve rispettare i doveri di trasparenza di informazione nel collocamento dei buoni fruttiferi postali in mancanza non può opporre il decorso del termine prescrizione alla richiesta di rimborso dei buoni. Ad affermarlo è il Tribunale di Termini Imerese che con una recentissima sentenza, datata 20/05/2020, ha disorientato il constante l’orientamento giurisprudenziale che si è spesso espresso in senso contrario.

La vicenda

I sottoscrittori di buoni fruttiferi chiedevano all’Ufficio di Poste Italiane presso il quale avevano acquistato i titoli il loro rimborso che non li veniva loro concesso per il decorso del termine prescrizionale.

 

I buoni in questione si presentavano privi di indicazione del numero di serie, dei rendimenti e della scadenza, l’unica indicazione era la dicitura “buono fruttifero postale a termine”. Ciò in spregio alla disciplina per essi operante, secondo cui, al momento della sottoscrizione, sui buoni va apposta una etichetta con un timbro contenente l’aggiornamento delle condizioni ed il termine di scadenza del titolo ovvero vanno consegnati, al momento della emissione, ai sottoscrittori dei fogli informativi sulle condizioni di emissione e di rimborso dei medesimi.

Dunque i titolari dei buoni, agivano in giudizio per vedersi riconosciuto il rimborso delle somme portate sui buoni fruttiferi,  oltre agli interessi legali decorrenti dalla sottoscrizione.

Si costituiva in giudizio Poste Italiane rappresentando che i Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti dagli attori, emessi nell’anno 2001, appartenevano, a tutti gli effetti, alla serie “AA1” tipologia “a termine” istituita con DM Tesoro 19 dicembre 2000 della durata di sei anni e che gli obblighi d’informazione e comunicazione erano stati puntualmente assolti attraverso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei provvedimenti inerenti i Buoni Postali Fruttiferi (decreti di emissione) e dunque con modalità idonee ad informare e tutelare il risparmiatore, ove erano indicate le caratteristiche del titolo, nonché ogni altro elemento ritenuto necessario.

La questione

La questione che viene posta al giudicante è se in caso di violazione dei principi di buona fede e correttezza, trascorsi i termini previsti per la prescrizione, i sottoscrittori dei BFP hanno diritto o meno al rimborso degli stessi. In particolare nel caso in cui i titolari dei buoni al momento dell’acquisto non sono posti in condizione di conoscere la scadenza dei titoli.

I motivi della decisione

Il Tribunale di Termini Imerese ha rigettato l’eccezione di prescrizione sollevata da Poste Italiane, ritenendo che  poiché i buoni non riportano “indicazioni, a stampa o apposte con timbri, circa la durata e, quindi, circa il termine di scadenza, costituente, come è noto, il dies a quo della prescrizione del diritto al rimborso, né, essendo stato consegnato agli attori, al momento della loro sottoscrizione, alcun foglio informativo, avendo l’intermediario solo prodotto un avviso generale alla clientela con il quale quest’ultima veniva invitata al controllo della scadenza dei propri buoni (circostanza quest’ultima che non può essere sufficiente a ritenere assolto l’obbligo personale di informazione di cui sopra)” non è possibile ritenere dalla documentazione prodotta che  l’intermediario abbia, in sede di sottoscrizione, adempiuto ai doveri di trasparenza e di informazione imposti dalla  normativa di riferimento e soprattutto a quella di render noto la data di scadenza del titolo.

Pertanto il Tribunale ha affermato che  “i ricorrenti sono stati messi nelle condizioni di esercitare tempestivamente il loro diritto al rimborso” avuto riguardo anche al “principio per cui la prescrizione inizia a decorrere da quando si è a conoscenza della possibilità di esercitare il proprio diritto. Principio codificato nell’art. 2935 c.c., il quale espressamente dispone che “la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere”. Il che impedisce di considerare come trascorso il termine di prescrizione” .

Decisione

Il Tribunale ha quindi condannato Poste Italiane a rimborsare agli attori le somme riportate nei buoni fruttiferi in loro possesso oltre  interessi di legge dalla data della sottoscrizione sino al soddisfo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Il Tribunale di Termini Imerese ribalta i principi di prescrizione.

Poste Italiane deve rispettare i doveri di trasparenza  di informazione nel collocamento dei F. P.

Poste Italiane deve rispettare i doveri di trasparenza di informazione nel collocamento dei buoni fruttiferi postali in mancanza non può opporre il decorso del termine prescrizione alla richiesta di rimborso dei buoni. Ad affermarlo è il Tribunale di Termini Imerese che con una recentissima sentenza, datata 20/05/2020, ha disorientato il constante l’orientamento giurisprudenziale che si è spesso espresso in senso contrario.

La vicenda

I sottoscrittori di buoni fruttiferi chiedevano all’Ufficio di Poste Italiane presso il quale avevano acquistato i titoli il loro rimborso che non li veniva loro concesso per il decorso del termine prescrizionale.

 

I buoni in questione si presentavano privi di indicazione del numero di serie, dei rendimenti e della scadenza, l’unica indicazione era la dicitura “buono fruttifero postale a termine”. Ciò in spregio alla disciplina per essi operante, secondo cui, al momento della sottoscrizione, sui buoni va apposta una etichetta con un timbro contenente l’aggiornamento delle condizioni ed il termine di scadenza del titolo ovvero vanno consegnati, al momento della emissione, ai sottoscrittori dei fogli informativi sulle condizioni di emissione e di rimborso dei medesimi.

Dunque i titolari dei buoni, agivano in giudizio per vedersi riconosciuto il rimborso delle somme portate sui buoni fruttiferi,  oltre agli interessi legali decorrenti dalla sottoscrizione.

Si costituiva in giudizio Poste Italiane rappresentando che i Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti dagli attori, emessi nell’anno 2001, appartenevano, a tutti gli effetti, alla serie “AA1” tipologia “a termine” istituita con DM Tesoro 19 dicembre 2000 della durata di sei anni e che gli obblighi d’informazione e comunicazione erano stati puntualmente assolti attraverso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei provvedimenti inerenti i Buoni Postali Fruttiferi (decreti di emissione) e dunque con modalità idonee ad informare e tutelare il risparmiatore, ove erano indicate le caratteristiche del titolo, nonché ogni altro elemento ritenuto necessario.

La questione

La questione che viene posta al giudicante è se in caso di violazione dei principi di buona fede e correttezza, trascorsi i termini previsti per la prescrizione, i sottoscrittori dei BFP hanno diritto o meno al rimborso degli stessi. In particolare nel caso in cui i titolari dei buoni al momento dell’acquisto non sono posti in condizione di conoscere la scadenza dei titoli.

I motivi della decisione

Il Tribunale di Termini Imerese ha rigettato l’eccezione di prescrizione sollevata da Poste Italiane, ritenendo che  poiché i buoni non riportano “indicazioni, a stampa o apposte con timbri, circa la durata e, quindi, circa il termine di scadenza, costituente, come è noto, il dies a quo della prescrizione del diritto al rimborso, né, essendo stato consegnato agli attori, al momento della loro sottoscrizione, alcun foglio informativo, avendo l’intermediario solo prodotto un avviso generale alla clientela con il quale quest’ultima veniva invitata al controllo della scadenza dei propri buoni (circostanza quest’ultima che non può essere sufficiente a ritenere assolto l’obbligo personale di informazione di cui sopra)” non è possibile ritenere dalla documentazione prodotta che  l’intermediario abbia, in sede di sottoscrizione, adempiuto ai doveri di trasparenza e di informazione imposti dalla  normativa di riferimento e soprattutto a quella di render noto la data di scadenza del titolo.

Pertanto il Tribunale ha affermato che  “i ricorrenti sono stati messi nelle condizioni di esercitare tempestivamente il loro diritto al rimborso” avuto riguardo anche al “principio per cui la prescrizione inizia a decorrere da quando si è a conoscenza della possibilità di esercitare il proprio diritto. Principio codificato nell’art. 2935 c.c., il quale espressamente dispone che “la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere”. Il che impedisce di considerare come trascorso il termine di prescrizione” .

Decisione

Il Tribunale ha quindi condannato Poste Italiane a rimborsare agli attori le somme riportate nei buoni fruttiferi in loro possesso oltre  interessi di legge dalla data della sottoscrizione sino al soddisfo.

In merito alla prescrizione dei Buoni Postali privi della scadenza occorrerebbe in primis prendere a calci nel sederei l partito, o i partiti, che hanno varato una simile indecenza. Senza passare sotto silenzio chi politicamente era dall’altra parte, ma ha fatto finta di non vedere. Come ho già scritto in precedenza si trattava di un’accozzaglia.
Ma per rispondere nel merito al tuo commento, dimenticando quindi per il momento le considerazioni politiche, riguardo alla prescrizione dei Buoni si possono verificare 4 casi, premettendo che ad accompagnare i Buoni stessi DEVE esserci un modulo chiamato FIA (Foglio Informativo Analitico):
1)  Il FIA non c’è perché sono sbagliate le procedure, le quali proprio non lo prevedevano.
2)  Il modulo FIA non c’è perché qualcuno, per negligenza, non lo ha previsto, e quindi non ha una copia controfirmata dal cliente, nonostante le procedure lo  prevedessero.
3)  Il modulo FIA è stato compilato correttamente e controfirmato dal cliente, ma allo stesso non è stata consegnata la sua copia (per dimenticanza o negligenza di quel singolo impiegato).
4)  Il modulo FIA è stato compilato correttamente e controfirmato dal cliente, e allo stesso è stata consegnata anche la sua copia.
Nei casi 3 e 4 non ti salva neanche la penicillina e non c’è tribunale che ti possa dare ragione: hai torto e hai perso il tuo capitale investito. Nei casi 1 e 2 (non credo molti) è evidente che il cliente ha tutto il diritto di vedersi risarcito, non avendo Poste Italiane rispettato i doveri di trasparenza stabiliti dalle normative.
Rimane da stabilire chi c’era al governo (e all’opposizione) quando fu varata una simile indecenza. Non si tratta dello Stato che come al solito cerca i soldi di cui ha bisogno, ma di una vera truffa ai danni dei risparmiatori che, con l’inganno, si vedono derubati dei propri risparmi. Poi sicuramente sarà pure tutto perfettamente legale, ma politicamente parlando E’ UNA TRUFFA.
Ora con il pisano puoi fare tutte le polemiche che ti pare, ma, come tutti, devi fare i conti tra cosa è un comportamento da cog lione (visto che non vogliamo parlare di comportamento id iota) e cosa non lo è o lo è di meno: da un lato hai un’accozzaglia che si è accordata per far passare un decreto il 19-12-2000 (stando a quanto scritto su uno dei Buoni che ho), quando si era tutti impegnati con il rito dei regali e le spese di Natale; e dall’altra hai un Renzi che a 10 milioni di lavoratori ha dato 80 Euro/mese, più ha eliminato l’IMU sulla prima casa, per un totale di circa 1200 Euro anno (almeno nel mio caso), e soprattutto senza massacrare i conti pubblici. Ora dimmi è più un comportamento da cog lioni il primo caso o il secondo? Ma tranquillo, non ti voglio mettere in imbarazzo, ho previsto anche la domanda di riserva: in merito, e limitatamente, a questi fatti, quale comportamento sarebbe da cog lioni e quali invece non lo sarebbe?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig lupogrigio1953 ho la sensazione che si sia fatto truffare dalle Poste.  Sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Sig lupogrigio1953 ho la sensazione che si sia fatto truffare dalle Poste.  Sbaglio?

Sbagli!

Ho 2 buoni (per la verità sono di mia moglie alla quale alcuni parenti danarosi che vivono in Belgio le hanno fatto un regalo) con la serie: B15 e il modulo FIA nel quale è riportata una "scaletta" ventennale di interessi (con aumento progressivo degli stessi). L'emissione è di Gennaio 2006, quindi ci siamo dentro per altri circa 5 anni. Mi risulta che ne esistano con serie: A e in questo caso la prescrizione dovrebbe scattare dopo solo 10 anni.

Ma il punto non è questo. Il punto è che qui facciamo la guerra tra di noi per difendere chi ci sta truffando (sempre politicamente parlando, ma la cosa non è meno grave).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non me ne intendo di investimenti, so solo che ci sono vari gradi di rischio.

Io non farei mai investimenti dove potrei rimetterci pure il capitale.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Non me ne intendo di investimenti, so solo che ci sono vari gradi di rischio.

Io non farei mai investimenti dove potrei rimetterci pure il capitale.

 

 

Qui da me ora c'è il sole, ma stamattina per circa mezz'ora sembrava quasi che volesse piovere. Poi è successo che è cambiato il vento e ha spazzato via le nuvole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Qui da me ora c'è il sole, ma stamattina per circa mezz'ora sembrava quasi che volesse piovere. Poi è successo che è cambiato il vento e ha spazzato via le nuvole.

Nibali è caduto ancora.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Per sua conoscenza sig lupo grigio, la diatriba tra me e la ridicola pisana è iniziata quando la ridicola mi ha insultato per aver messo un mi piace al sig fosforo.

Che lei fosse renziano lo avevo immaginato quando ha scritto "idio ta" sul mio intervento, io sono rimasto nel partito da cui è uscito Leopoldino.

Buonaserata

 Bene !!  Immagino che la Sanchina non avrà nessuna difficoltà a dimostrare , con conseguente esposizione visiva di  🐪. di quel che asserisce e che , secondo lei , dovrebbe essere la prova provata , qualcuno la chiama la pezza di appoggio , che l’inizio di quel che concerne la “diatriba “ dipenda da un mio insulto nei suoi confronti perché avrebbe messo un 👍, ad un post del Cazzaro . Bene , anzi benissimo !! . Ora , però , vorrei esporre pure io la mia versione che si differenzia in modo sostanziale da quella esposta dalla servetta . Eccola : Non escludo affatto di aver pesantemente insultato la Sanchina perché quest’ultima ha messo un 👍 ad un post di Fosforuccio . Direi che fin qui la ricostruzione mi trova d’accordo. Dirò di più !!! Lo confermo !! Insomma , quella volta ho avuto la stessa ed identica reazione a quella che il Lupo Grigio ha avuto nei confronti della forumista ridente,  definendola idio ta perché come fece all’epoca , ha messo il like al Cazzaro che “ adombrava “ e dava quasi per scontato , che i proiettili , il Leopoldino , per passare da vittima e suscitare un dibattito che lo riguardasse , vistosi in calo nei sondaggi , se li fosse mandati da solo . Il realtà , la versione e’ completamente diversa . La diatriba nasce quando , dopo le politiche del 2018 , con il M5s vincitore ed il Cazzaro ai limiti dell’*** , lo stesso Pulcinella partenopeo , ebbro di gioia , inizia a fare post su post dove quello che lui ha chiamato spesso : Il Tapptaro , Il venditore di pentole , il Caudillo di Rignano , il Renzie di Firenze , il nipotino piu scemo di Berlusconi etc etc . Rispondo da par mio al Cazzaro , ma , nel contempo , noto una incredibile messa di 👍 verso il borioso campano . Preso dalla curiosità di chi poteva essere un suo sodale complice al punto che il like veniva a lui rivolto anche se nei confronti di Renzi venivano sparse enormi put ta nate , mi accorgo che il 90% circa di quei 👍, sono della Sanchina. Nel dire che sono d’accordo con Lupo quando asserisce che la Sancha ridente fa la furbastra e, con lo scopo di poter arrogarsi il titolo platonico di vincente sempre e comunque , mi ricordo che ci fu una volta , solo quella , che disse di “gravitare” a sx e più precisamente nel PD . Ne presi atto e tutto finì li !! Se non che , e precisamente al momento in cui doveva nascere il governo del dopo elezioni ,  la Sanchina , non solo non si limita più ai like al Cazzaro che ovviamente spara a zero sul PD che non intende , con Renzi segretario , governare con i 5 stelle , ma il “manforte “ assume sempre di più veri e propri vergognosi ed immotivate sequele di offese non più tramite like ma con veri post diretti e/o espressi all’interno di discussioni altrui . Ovviamente , essendo io la “controparte “ primaria del Cazzaro napoletano, ecco che la Sanchina inizia ad “intrufolarsi “ tra un post e l’altro tra me ed il Cazzaro . Ovviamente sta sempre dalla parte del Pulcinella coniando pure il termine di “ Leopoldino “ che , per carità , potrebbe pure essere un nomignolo scherzoso , ma che , inserito in un contesto verbale politico , la Sanchina che si credeva ed ancora su crede furbastra , lo “imponeva “ a mo’ di scherno . Dalle mie parti si dice ;” A presa di  ‘ulo.  Ovviamente se politicamente difendo Renzi dagli attacchi del Cazzaro , lo difendo pure anche con gli altri  attaccanti . In questo caso la Sanchina . La quale la butta sull’ironico in un continuo crescendo che quello di Rossini sembra uno spartito da primo corso musicale . Ma mica finisce lì !!! Seeee!! Ed allora ecco che la Sanchina inizia sempre più a vantarsi di essere sempre stata in prima linea contro Renzi . Sin dai tempi del Referendum ...!! Ecco che a quel punto le chiedo come sia possibile riversare addosso a quello che fino a poco tempo prima era stato il Segretario del suo partito , una sequela di offese miste a frasi ironiche verso lo stesso e con il chiaro scopo di denigrarlo anche molto di più di quel che meritava . La risposta della Sancha non si fa attendere e mette in piazza la sua vera natura . Ci “ confessa “ di averlo sempre combattuto , di promuove sul campo come Archibugiatrice capo rivendicando il merito di avergli sparato sul Kukulo , centinaia di pallettoni con il sale . E poi ancora e poi ancora e poi ...ancora !!  Ora , siccome ho più volte affermato che per come sono fatto io , non accetto ne’ tantomeno offro l’altra guancia cristianamente , ho incominciato a rispondere . L’ho fatto sempre da solo anche quando , spessissimo , ho “combattuto “ contro i 2 campioni , l’altro e’ il Cazzaro , che all’unisono , pugnavano . Ma con una grande differenza fa questi due pigmei : Dando sempre spazio e conto delle difese e mai sottraendolo a quello che dovrebbe essere un confronto sul web . Poi , e’ chiaro , che anche io , verbalmente ho le mie colpe . Ma per reazione !! Come nel calcio c’è chi fa un fallaccio e chi lo subisce . Tutti e due vanno puniti con la squalifica, ma , il giudice , commina pene diverse perche’ diverse sono i fatti in specie che si sono verificati in campo . Termino scusandomi per la lunghezza del post e consapevole che questo tipo di comportamento e di linguaggio e’ quello più lontano possibile dalla mia natura . Se discutendo con simili personaggi tiro fuori il peggio di me , come ho scritto su un altro post , dovrò prendere , seriamente, la decisione di ignorare . Ora ho chiuso . Ho chiuso senza la pretesa che la mia versione dei fatti possa  essere  presa come la Bibbia . Ma e’ la mia e chi vorrà confrontarla con quella della “controparte “ potrà farlo ed , in piena coscienza , farsi una sua opinione. Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, mark222220 ha scritto:

 Bene !!  Immagino che la Sanchina non avrà nessuna difficoltà a dimostrare , con conseguente esposizione visiva di  🐪. di quel che asserisce e che , secondo lei , dovrebbe essere la prova provata , qualcuno la chiama la pezza di appoggio , che l’inizio di quel che concerne la “diatriba “ dipenda da un mio insulto nei suoi confronti perché avrebbe messo un 👍, ad un post del Cazzaro . Bene , anzi benissimo !! . Ora , però , vorrei esporre pure io la mia versione che si differenzia in modo sostanziale da quella esposta dalla servetta . Eccola : Non escludo affatto di aver pesantemente insultato la Sanchina perché quest’ultima ha messo un 👍 ad un post di Fosforuccio . Direi che fin qui la ricostruzione mi trova d’accordo. Dirò di più !!! Lo confermo !! Insomma , quella volta ho avuto la stessa ed identica reazione a quella che il Lupo Grigio ha avuto nei confronti della forumista ridente,  definendola idio ta perché come fece all’epoca , ha messo il like al Cazzaro che “ adombrava “ e dava quasi per scontato , che i proiettili , il Leopoldino , per passare da vittima e suscitare un dibattito che lo riguardasse , vistosi in calo nei sondaggi , se li fosse mandati da solo . Il realtà , la versione e’ completamente diversa . La diatriba nasce quando , dopo le politiche del 2018 , con il M5s vincitore ed il Cazzaro ai limiti dell’*** , lo stesso Pulcinella partenopeo , ebbro di gioia , inizia a fare post su post dove quello che lui ha chiamato spesso : Il Tapptaro , Il venditore di pentole , il Caudillo di Rignano , il Renzie di Firenze , il nipotino piu scemo di Berlusconi etc etc . Rispondo da par mio al Cazzaro , ma , nel contempo , noto una incredibile messa di 👍 verso il borioso campano . Preso dalla curiosità di chi poteva essere un suo sodale complice al punto che il like veniva a lui rivolto anche se nei confronti di Renzi venivano sparse enormi put ta nate , mi accorgo che il 90% circa di quei 👍, sono della Sanchina. Nel dire che sono d’accordo con Lupo quando asserisce che la Sancha ridente fa la furbastra e, con lo scopo di poter arrogarsi il titolo platonico di vincente sempre e comunque , mi ricordo che ci fu una volta , solo quella , che disse di “gravitare” a sx e più precisamente nel PD . Ne presi atto e tutto finì li !! Se non che , e precisamente al momento in cui doveva nascere il governo del dopo elezioni ,  la Sanchina , non solo non si limita più ai like al Cazzaro che ovviamente spara a zero sul PD che non intende , con Renzi segretario , governare con i 5 stelle , ma il “manforte “ assume sempre di più veri e propri vergognosi ed immotivate sequele di offese non più tramite like ma con veri post diretti e/o espressi all’interno di discussioni altrui . Ovviamente , essendo io la “controparte “ primaria del Cazzaro napoletano, ecco che la Sanchina inizia ad “intrufolarsi “ tra un post e l’altro tra me ed il Cazzaro . Ovviamente sta sempre dalla parte del Pulcinella coniando pure il termine di “ Leopoldino “ che , per carità , potrebbe pure essere un nomignolo scherzoso , ma che , inserito in un contesto verbale politico , la Sanchina che si credeva ed ancora su crede furbastra , lo “imponeva “ a mo’ di scherno . Dalle mie parti si dice ;” A presa di  ‘ulo.  Ovviamente se politicamente difendo Renzi dagli attacchi del Cazzaro , lo difendo pure anche con gli altri  attaccanti . In questo caso la Sanchina . La quale la butta sull’ironico in un continuo crescendo che quello di Rossini sembra uno spartito da primo corso musicale . Ma mica finisce lì !!! Seeee!! Ed allora ecco che la Sanchina inizia sempre più a vantarsi di essere sempre stata in prima linea contro Renzi . Sin dai tempi del Referendum ...!! Ecco che a quel punto le chiedo come sia possibile riversare addosso a quello che fino a poco tempo prima era stato il Segretario del suo partito , una sequela di offese miste a frasi ironiche verso lo stesso e con il chiaro scopo di denigrarlo anche molto di più di quel che meritava . La risposta della Sancha non si fa attendere e mette in piazza la sua vera natura . Ci “ confessa “ di averlo sempre combattuto , di promuove sul campo come Archibugiatrice capo rivendicando il merito di avergli sparato sul Kukulo , centinaia di pallettoni con il sale . E poi ancora e poi ancora e poi ...ancora !!  Ora , siccome ho più volte affermato che per come sono fatto io , non accetto ne’ tantomeno offro l’altra guancia cristianamente , ho incominciato a rispondere . L’ho fatto sempre da solo anche quando , spessissimo , ho “combattuto “ contro i 2 campioni , l’altro e’ il Cazzaro , che all’unisono , pugnavano . Ma con una grande differenza fa questi due pigmei : Dando sempre spazio e conto delle difese e mai sottraendolo a quello che dovrebbe essere un confronto sul web . Poi , e’ chiaro , che anche io , verbalmente ho le mie colpe . Ma per reazione !! Come nel calcio c’è chi fa un fallaccio e chi lo subisce . Tutti e due vanno puniti con la squalifica, ma , il giudice , commina pene diverse perche’ diverse sono i fatti in specie che si sono verificati in campo . Termino scusandomi per la lunghezza del post e consapevole che questo tipo di comportamento e di linguaggio e’ quello più lontano possibile dalla mia natura . Se discutendo con simili personaggi tiro fuori il peggio di me , come ho scritto su un altro post , dovrò prendere , seriamente, la decisione di ignorare . Ora ho chiuso . Ho chiuso senza la pretesa che la mia versione dei fatti possa  essere  presa come la Bibbia . Ma e’ la mia e chi vorrà confrontarla con quella della “controparte “ potrà farlo ed , in piena coscienza , farsi una sua opinione. Saluti 

Per carità non voglio entrare nella vostra guerra. Non perché avrei problemi a partecipare a qualche guerra, ma solo perché tanto è un dialogo tra sordi e non porta a nulla di costruttivo. Quando, nel migliore dei casi, come è successo qui, parli con qualcuno e questi ti cambia discorso, una pratica che mettevo in atto quando in prima o seconda elementare (non ricordo bene) mi chiedevano se avessi fatto i compiti, allora capisci che è meglio allontanarsi almeno per non buttare del tempo. Dedicarci del tempo sarebbe ancora accettabile, ma buttarlo, francamente non ne vale la pena. Se in passato mi scappò un "id iota", non cerco di ottenere una giustificazione che non ho, ma neanche serve una chissà quale scienza per capire che ci sono persone con le quali non puoi pareggiare (una volta potresti avere ragione e un'altra potresti avere torto); no, costoro magari arrivano a cambiare discorso, ma mai riconosceranno di avere torto e che altri, almeno una sola volta, abbiano ragione. Ecco spiegato il motivo per cui, pur piacendomi dialogare di politica, qui evito di farlo. Tranne il caso, come questo, in cui vengo coinvolto con ogni mezzo e perdo la pazienza. E sinceramente ne ho in quantità che sono costretto a razionare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non le resta che dimostrare le balle che ha scritto, ridicola pisana.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lupo Grigio , Capisco perfettamente il concetto che hai espresso . Non intendevo affatto tirarti per la giacca perché tantissime altre volte hai espresso la motivazione del perché ti tiri fuori da ogni discussione politica . Era solo una mia necessità di dare anche la mia versione che , se sarebbe mancata , avrebbe avallato l’unica che era stata espressa e , così , poteva essere accettata e derubricata giusta in assenza della mia.

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Lupo Grigio , Capisco perfettamente il concetto che hai espresso . Non intendevo affatto tirarti per la giacca perché tantissime altre volte hai espresso la motivazione del perché ti tiri fuori da ogni discussione politica . Era solo una mia necessità di dare anche la mia versione che , se sarebbe mancata , avrebbe avallato l’unica che era stata espressa e , così , poteva essere accettata e derubricata giusta in assenza della mia.

La discussione era già in uno stadio piuttosto avanzato prima del tuo intervento.

Comunque ora è giunto il momento che mi io mi tiri fuori da qui visto che con qualche interlocutore è inutile ogni tentativo di ragionamento.

Saluti e buon proseguimento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non le resta che dimostrare le balle che ha scritto, ridicola pisana.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963