IN Q.LO AGLI ITALIANI

9 messaggi in questa discussione

Andata. Ieri sera la destra ha dato l'ennesimo, pesante schiaffo al Paese: ha infine ridato il vitalizio a Formigoni.

Con 3 voti a favore (Lega e Forza Italia) e 2 contrari, la Commissione ha infatti deciso di riassegnargli il vitalizio che grazie alla delibera del Presidente Grasso era stato tolto a lui e a tutti i condannati in via definitiva. Il principio era sacrosanto: se sei condannato per corruzione, soldi dei contribuenti non ne prendi.

Questo principio è stato spazzato via. E nel nome della politica più lontana da ogni idea, anche vaga, di servizio al Paese e alla cittadinanza, è stata commessa un'ingiustizia degna di una società governata da un sistema ancien regime, dove un grosso pezzo della classe politica è evidentemente convinto di essere titolato a fare come gli pare e piace, in genere a spese dei lavoratori e in barba ad ogni minima questione morale.

Solo questo: vergogna. Perché altro non vi si può dire.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo la verità Los, qualche ingenuo poteva essersi illuso che il sontuoso vitalizio (con gli arretrati) prima o poi al corrotto lo avrebbero ridato, ma avrebbero anche avuto quel barlume di decenza e di pudore necessario per rinviare il vergognoso atto a tempi migliori, cioè a dopo la fine della pandemia e a quando la terribile crisi economica in corso si fosse un po' attenuata. Poveri ingenui!  Non conoscono le regole di ferro della Casta, non conoscono le facce di bronzo dei nostri politicanti, non conoscono il corrotto Formigoni. Questo signore ha governato la regione più ricca e popolosa d'Italia per 18 anni consecutivi ma iniziò la carriera in organico a due poteri ancora più forti: la Dc e Corruzione e Liberazione, pardon Comunione e Liberazione (infatti il corrotto condannato a 5 anni e 10 mesi fu liberato dal carcere dopo appena 5 mesi). Da democristiano questo signore faceva impallidire il napoletano Alfredo Vito, alias mister centomila preferenze. Infatti alle elezioni europee del 1984 di preferenze ne portò a casa ben 450mila. E da ciellino fu confermato per ben 4 volte consecutive alla guida della Regione Lombardia: caso unico nella storia. Ora immaginiamo gli agganci e le conoscenze di questo signore. Dove per conoscenze qui non intendo solo i rapporti con pezzi grossi della politica e del clero, ma anche conoscenze di fatti. Uno come Formigoni non può stare in carcere per troppo tempo e non può rinunciare al vitalizio. Altrimenti, chissà, potrebbe aprire la bocca... Mi ricordo la famosa e minacciosa frase di Dell'Utri: "Qua se parlo io..." Ma Dell'Utri qualche annetto di carcere se lo fece, benché malato. Probabilmente Formigoni, all'interno della Casta, sa più cose e quindi sta più in alto dell'ex braccio destro di Berlusconi.  

 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dire che sforza e lega difendono gli interessi di "certe persone" è superfluo, persone che vivono e guadagnano sostenedo degli inquisiti cosa altro possono fare?...piutosto chi non riesce ad arrivare alla fine del mese e continua a votarli, quello è il vero problema...:|

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qui ci vorrebbe l'intervento della ridicola boccuccia di rosa pisana, che è una sostenitrice della giustizia americana e delle sue prescrizioni, per tagliare la testa al toro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I RICCHI  NON  SI  DISTURBANO  O MEGLIO  SI DEVE  DARE   SIA  MAI....

A proposito della risposta di Draghi sulla proposta di una tassa sui patrimoni superiori al milione (milione) di euro (per finanziare un contributo di 10 mila euro per i giovani fino ai 18 anni). Lo schema serve a per capire chi sarebbe coinvolto... comunque era scontata la risposta (pensate poi se fosse parlato di una vera e propria patrimoniale)...

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Popolazione interessata dalla proposta tassazione di Enrico Letta E morto un tuo parente? NO SI Hai ereditato beni immobili dopo la sua morte? SI NO Rientri nell'1% della popolazione italiana più ricca? SI NO Voi siete qui LA PROPOSTA DITASSAZIONE DIENRICOLETTA RIGUARDA LA PROPOSTA TASSAZIONE ENRICO LETTANON RIGUARDA"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

188671771_4079927445383338_8056756131258833119_n.jpg?_nc_cat=110&ccb=1-3&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=60gHebUbdIoAX9gT5Ji&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=60657b05b1e02463cf234cc5fe516fc7&oe=60D03264

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'intero arco politico da Fratelli d'Italia ai renziani 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, barba e il seguente testo ""Tassiamo un po' di più i patrimoni e le successioni sopra il milione di euro?" "Tassiamo un po' di più chi prende uno stipendio da poco più di 1000€ perché è dipendente pubblico e con la pandemia è più ricco?" mgflip.com com"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963