TSITSIPAS vs. LAPIPPAS 7-6 6-2

Signori, avete presente il razzo italiano lungo 1,96 metri per 96 chilogrammi di peso che aveva preso a volare su Roma?

Nella giornata di ieri si è spiaccicato al suolo per opera dell'artiglieria greca.

In realtà non era difficile prevedere che anche questa volta il Panatta del XXI secolo avrebbe dimostrato i suoi limiti fisici e mentali, a dispetto del mental coach (!) che Lapippas si pregia di tenere sul libro paga.

Per completezza di informazione deve essere detto che stavolta l'INGV non ha rilevato il minimo flusso di seccia sull'asse Napoli-Roma. I VENTI errori inanellati da Lapippas, che non si vedono nemmeno sul campo del circolo Endas "Aniello Capuozzo" di Battipaglia, sono tutta opera del Matteo che piace agli italiani (seri), riguardo al quale il cazzaro seriale fosforo31 si era sperticato in lodi: una grande promessa.

Il medesimo cazzaro seriale fosforo31 prevedeva un futuro luminoso per questo giovane romano nel quale è possibile vedere l'umiltà e la tenacia che in altri tempi hanno fatto grande l'Italia, non solo nello sport.

Il cazzaro seriale fosforo31 ha immediatamente formulato diverse ipotesi che giustificherebbero la caporettiana disfatta di Lapippas:

1 - Tsitsipas è l'erede di Federer

2 - Lapippas era più affaticato di Tsitsipas

3 - otto partite in dieci giorni sono un notevole impegno per tutti

4 - un clamoroso errore arbitrale avrebbe condizionato psicologicamente Lapippas per tutto il secondo

5 - il sole negli occhi.

A completamento dell'autorevole analisi del cazzaro seriale fosforo31 aggiungerei:

6 - lo sfavorevole transito di Giove nella costellazione del Cinghiale, con Mercurio che fa l'occhiolino a Venere

7 - una congiura pluto-giudaico-renzusconiana-massonica alla quale partecipa attivamente Leopoldino

8 - varie ed eventuali.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Post scriptum per Sancho Risata, che non mancherà di intervenire: in Italia nessuna legge impone di fare la figura del minus habens ogni giorno che Dio mette in terra  

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

17 messaggi in questa discussione

Sky sport

Berrettini eliminato da Tsitsipas agli ottavi degli Internazionali di tennis di Roma
INTERNAZIONALI
13 mag 2021 - 12:00
Claudio Barbieri

Finisce agli ottavi la corsa di agli Internazionali d'Italia di Matteo Berrettini: il romano ha ceduto 7-6, 6-2 al greco Stefanos Tsitsipas, che nei quarti di finale troverà il n°1 del mondo e campione in carica, Novak Djokovic. Questa sera non prima delle 19, Sonego affronta Thiem: diretta Sky Sport Uno

SONEGO-THIEM LIVE - LIVE: TUTTI I RISULTATI

CONDIVIDI:

Un doppio rimbalzo tradisce Matteo Berrettini, eliminato agli ottavi degli Internazionali d'Italia dopo la sconfitta 7-6, 6-2 contro Stefanos Tsitsipas, n° 5 del ranking e vincitore del Masters di Montecarlo. Il romano, nove del mondo, recrimina per una chiamata errata del giudice di sedia nel tie-break del 1° set, quando sul 5-3 per il greco, non vede un doppio rimbalzo della pallina. Dopo molte (pacate) proteste di Matteo, Tsitsipas chiude il parziale e spiana la strada al suo successo. Berrettini recrimina comunque anche per un tie-break non giocato all'altezza del primo set, quando aveva concesso appena un punto su 25 all'avversario nei suoi turni di battuta. Da quel momento l'azzurro ha pagato un po' di stanchezza, dopo il tour del force tra Belgrado e Madrid, cominciando a perdere sicurezza nei colpi e accumulando gratuiti (saranno 20 alla fine). Berrettini lascia a Tsitsipas la grande sfida nei quarti con Djokovic e può cominciare a pensare al Roland Garros, dove proverà a confermare quanto di buono fatto vedere dal suo rientro sulla terra rossa. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sport Mediaset 

Matteo Berrettini ha perso il tie-break contro Stefanos Tsitsipas con il risultato di 3-7 dopo un lungo testa a testa nel set iniziale. L'azzurro si è fatto rimontare da un vantaggio di 3-1 ed è stato penalizzato da un clamoroso errore arbitrale sul 3-5 per il greco: su una volée corta, infatti, la pallina tocca due volte la metacampo di Tsitsipas senza che il direttore di gara se ne accorga. Vibranti proteste di Berrettini, innervosito e deconcentrato dalla non-chiamata dell'arbitro.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ilsauro24ore ha scritto:

Signori, avete presente il razzo italiano lungo 1,96 metri per 96 chilogrammi di peso che aveva preso a volare su Roma?

Nella giornata di ieri si è spiaccicato al suolo per opera dell'artiglieria greca.

In realtà non era difficile prevedere che anche questa volta il Panatta del XXI secolo avrebbe dimostrato i suoi limiti fisici e mentali, a dispetto del mental coach (!) che Lapippas si pregia di tenere sul libro paga.

Per completezza di informazione deve essere detto che stavolta l'INGV non ha rilevato il minimo flusso di seccia sull'asse Napoli-Roma. I VENTI errori inanellati da Lapippas, che non si vedono nemmeno sul campo del circolo Endas "Aniello Capuozzo" di Battipaglia, sono tutta opera del Matteo che piace agli italiani (seri), riguardo al quale il cazzaro seriale fosforo31 si era sperticato in lodi: una grande promessa.

Il medesimo cazzaro seriale fosforo31 prevedeva un futuro luminoso per questo giovane romano nel quale è possibile vedere l'umiltà e la tenacia che in altri tempi hanno fatto grande l'Italia, non solo nello sport.

Il cazzaro seriale fosforo31 ha immediatamente formulato diverse ipotesi che giustificherebbero la caporettiana disfatta di Lapippas:

1 - Tsitsipas è l'erede di Federer

2 - Lapippas era più affaticato di Tsitsipas

3 - otto partite in dieci giorni sono un notevole impegno per tutti

4 - un clamoroso errore arbitrale avrebbe condizionato psicologicamente Lapippas per tutto il secondo

5 - il sole negli occhi.

A completamento dell'autorevole analisi del cazzaro seriale fosforo31 aggiungerei:

6 - lo sfavorevole transito di Giove nella costellazione del Cinghiale, con Mercurio che fa l'occhiolino a Venere

7 - una congiura pluto-giudaico-renzusconiana-massonica alla quale partecipa attivamente Leopoldino

8 - varie ed eventuali.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Post scriptum per Sancho Risata, che non mancherà di intervenire: in Italia nessuna legge impone di fare la figura del minus habens ogni giorno che Dio mette in terra  

Mi perdoni sig.lucertolona ma non c'è neppure una legge che impone di scrivere kagate per  cercare di ottenere un org asmo.

Provi piuttosto un metodo più naturale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi perdoni sig.lucertolona ma non c'è neppure una legge che impone di scrivere kagate per  cercare di ottenere un org asmo.

Provi piuttosto un metodo più naturale.

Egregio, ti ringrazio per gli interventi, ma è tempo perso discutere (su qualsiasi cosa) con chi non è mosso dalla conoscenza e dalla logica ma dal pregiudizio e dall'astio personale. Sai meglio di me che le mie ombrette (due che fino a pochi anni fa sembravano cane e gatto, ora sono affiatatissimi)  non capiscono un tubo di tennis e denigrano Berrettini solo per denigrare il sottoscritto. D'altra parte il nostro campione (nostro non degli odiatori e degli incompetenti), pur potendo accampare molte valide spiegazioni per la sconfitta, incluso un grave errore arbitrale (analogo a quelli per cui in certi sport si chiede addirittura la ripetizione del match), ha semplicemente riconosciuto la superiorità dell'avversario:

"È stato più bravo di me, sono felice di avere rivisto il pubblico al Foro Italico".

Si confermano l'esemplare sportività e correttezza di questo ragazzo, che come tutti i veri campioni lo è nel cuore e nel cervello prima che sul campo. D'altra parte, è appena il caso di ripetere ai due mentecatti che Stefanos Tsitsipas non è solo il n.5 del ranking ATP ufficiale ma è il n.1 della Race, cioè è il n.1 del mondo (con ampio distacco) per i risultati ottenuti nel 2021. Voglio anche aggiungere una considerazione generale che ho già fatto in passato. Siamo in tempo di pandemia e tutti gli sport ne risentono, il tennis non fa eccezione. Così vediamo spesso risultati molto strani e altalenanti. Per es. nel torneo femminile sono già state eliminate quasi tutte le prime teste di serie. Ieri Nadal si è salvato per il rotto della cuffia annullando due match point a Shapovalov, uno che sulla terra battuta sembrava destinato a fare solo la comparsa davanti a lui. Sempre ieri, Karatsev, di cui ho già parlato, dopo avere sconfitto nelle ultime due settimane il n.1 e il n.2 del mondo, si è fatto eliminare dal n.47 Opelka. Un tennista alto 2 metri e 11 che tira battute spaventose, ma il russo era sicuramente stanco. Mentre il nostro Sonego, giocatore valido e in bella crescita ma non un fuoriclasse, ha eliminato il n.4 del mondo Thiem, due volte finalista al Roland Garros. Il tennis è uno sport durissimo, specie su questa superficie, e la stagione non conosce soluzione di continuità. Non tutti si chiamano Borg, non tutti sono in grado di macinare tornei sulla terra battuta come rulli compressori. Domenica scorsa Berrettini era in finale a Madrid, torneo dello stesso livello di Roma, e ha lottato tre set con Zverev, martedì era già in campo al Foro Italico. Non gli si può buttare la croce per avere superato due turni (contro avversari difficili) e poi essere stato eliminato da Tsitsipas negli ottavi. Il quale Tsitsipas era stato eliminato pure lui negli ottavi a Madrid, dal norvegese Ruud, poi sconfitto nettamente da Berrettini.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Egregio, ti ringrazio per gli interventi, ma è tempo perso discutere (su qualsiasi cosa) con chi non è mosso dalla conoscenza e dalla logica ma dal pregiudizio e dall'astio personale. Sai meglio di me che le mie ombrette (due che fino a pochi anni fa sembravano cane e gatto, ora sono affiatatissimi)  non capiscono un tubo di tennis e denigrano Berrettini solo per denigrare il sottoscritto. D'altra parte il nostro campione (nostro non degli odiatori e degli incompetenti), pur potendo accampare molte valide spiegazioni per la sconfitta, incluso un grave errore arbitrale (analogo a quelli per cui in certi sport si chiede addirittura la ripetizione del match), ha semplicemente riconosciuto la superiorità dell'avversario:

"È stato più bravo di me, sono felice di avere rivisto il pubblico al Foro Italico".

Si confermano l'esemplare sportività e correttezza di questo ragazzo, che come tutti i veri campioni lo è nel cuore e nel cervello prima che sul campo. D'altra parte, è appena il caso di ripetere ai due mentecatti che Stefanos Tsitsipas non è solo il n.5 del ranking ATP ufficiale ma è il n.1 della Race, cioè è il n.1 del mondo (con ampio distacco) per i risultati ottenuti nel 2021. Voglio anche aggiungere una considerazione generale che ho già fatto in passato. Siamo in tempo di pandemia e tutti gli sport ne risentono, il tennis non fa eccezione. Così vediamo spesso risultati molto strani e altalenanti. Per es. nel torneo femminile sono già state eliminate quasi tutte le prime teste di serie. Ieri Nadal si è salvato per il rotto della cuffia annullando due match point a Shapovalov, uno che sulla terra battuta sembrava destinato a fare solo la comparsa davanti a lui. Sempre ieri, Karatsev, di cui ho già parlato, dopo avere sconfitto nelle ultime due settimane il n.1 e il n.2 del mondo, si è fatto eliminare dal n.47 Opelka. Un tennista alto 2 metri e 11 che tira battute spaventose, ma il russo era sicuramente stanco. Mentre il nostro Sonego, giocatore valido e in bella crescita ma non un fuoriclasse, ha eliminato il n.4 del mondo Thiem, due volte finalista al Roland Garros. Il tennis è uno sport durissimo, specie su questa superficie, e la stagione non conosce soluzione di continuità. Non tutti si chiamano Borg, non tutti sono in grado di macinare tornei sulla terra battuta come rulli compressori. Domenica scorsa Berrettini era in finale a Madrid, torneo dello stesso livello di Roma, e ha lottato tre set con Zverev, martedì era già in campo al Foro Italico. Non gli si può buttare la croce per avere superato due turni (contro avversari difficili) e poi essere stato eliminato da Tsitsipas negli ottavi. Il quale Tsitsipas era stato eliminato pure lui negli ottavi a Madrid, dal norvegese Ruud, poi sconfitto nettamente da Berrettini.

👍👍👍👍👍 Come le ho già detto sia il sig Lucertolona sia la ridicola boccuccia di rosa sono bastian contrario.

Con il sig Lucertolona non c'è niente da fare lui rimane bastian contrario comunque, con la ridicola boccuccia di rosa un tentativo si potrebbe fare, per esempio parlando bene di Leopoldino, dandole ragione quando dice che Conte è un avvocaticchio oppure esaltando la stessa ridicola pisana per la sua elevata intelligenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi perdoni sig.lucertolona ma non c'è neppure una legge che impone di scrivere kagate per  cercare di ottenere un org asmo.

Provi piuttosto un metodo più naturale.

Sanchina bella bella , ma davvero ?? Nonostante tutto , io non voglio arrendermi e lasciarti nella più completa ignoranza . No !! Non mi arrendo e non mi arrenderò!! Non e’ possibile che tu non capisca . Sarebbe già grave se tu facessi apposta a non capire . Sarebbe indubilmente gravissimo se tu non capissi sul serio . Allora provo a spiegarmi nel migliore dei modi possibile . Però ti chiedo di applicarti con grande attenzione sennò siamo punto ed a capo. Cara Sancha risata , qua non e’ in gioco nessun tipo di valutazione tecnica . Se lo e’ ha una percentuale bassa . Qua, in discussione , la stratosferica enfasi del Cazzaro di Napoli che , non contento di apparire un bulimico intenditore su tutto ciò che e’ in essere su tutto lo scibile umano , da altrettanto sullo sport e , come in questo caso , sul tennis . Io me lo ricordo bene e , almeno credo , pure il forumista Lelotto,  quando il Pulcinella partenopeo  porto’ l’argomento tennis/ Berrettini sul forum di politica  dal forum dedicato allo sport a quello della politica . Non essendo caga to da nessuno , il Cazzaro di Napoli sentiva l’estrema ed impellente necessità di volersi dichiarare maggior esperto “mondiale” pure di tennis . Evidentemente non si sentiva appagato e non ancora sazio di voler apparire, con le stesse modalità riguardanti , oltre naturalmente la politica , anche la letteratura , scienze economiche , filosofia , filologia romanza , linguistica, virologia , scacchi e tante altre cose . Per fare tuttocio’ , e quindi essere considerato come un fenomeno che non si spiega cosa ci stia a fare su un forum di questo genere , il Cazzaro deve avere come pezza di appoggio e di riferimento , un politico , un giornalista ,  un economista , un filosofo , un virologo , un sociologo etc etc . Questi rappresentano tuttocio’ che lui , dico il Cazzaro , eh , crede già di essere e non di rado , si considera un “ collega”di loro . Così ha fatto pure per il tennis e , come riferimento  , prese e mantiene il gradimento indefesso e totale del tennista Matteo Berrettini che , si stava affacciando alla ribalta . Ecco , da quel momento , Berrettini si e’ aggiunto  alla lista , per il Cazzaro , dei migliori nei campi sopracitati . Ma siccome Bufalari si diventa e non si nasce così , per il pulcinella campano e’ indispensabile,  come l’aria che respira , esaltarne in modo esagerato le doti che lui ritiene possiedono . Perché , in questo modo , magnificarne in modo stroppiante le relative qualità, significa attribuirsele anche a se stesso . Non capita di rado , tra quel che scrive , di non leggere “ modestamente come avevo già previsto tempo fa “ , oppure “ fortunatamente sapevo in anticipo cosa ne pensasse il ....”,  oppure “ lo sapevo perché alla stregua di ...... avevo già espresso lo stesso postulato di ...,” . Insomma , una esaltante auroparodia del più celebre”  lei non sa chi sono io ...”. E quindi , dateci in pasto riferimenti personali delle decine e decine di parenti illustri e/o eccellenti in un qualche ganglo vitale di costume , esprimendo solo il nome di battesimo senza il cognome per dare l’impressione ai forumisti di essere in confidenza e poterselo permettere, ecco che Travaglio diventa “Marco “ , così come Berrettini diventa “Matteo “ , Di Battista diventa “Alessandro “ , Di Maio diventa “Luigi”, Strada diventa “Gino “ , Montanari diventa “Tomaso”, Conte diventa “ il dono della divina provvidenza” , Scanzi  diventa “Andrea” , la Azzolina diventa  “ Lucia il miglior ministro della pubblica istruzione di sempre” mentre tutti gli altri , quelli a lui invisi , diventano L’impunito , il Caudillo , il Venditore di pentole , l’Oca , il Patetico , l’Incolta e così via e , tra una indigestione di ricottine e di pastiera , tra l’esaltazione dei cocktail anti COVID di sua moglie “grande nutrizionista di fama mondiale “, tra una chiassosa reprimenda ad un ragazzino con la mascherina abbassata , con un invito ad alzarsi in piedi e cantare l’inno nazionale per magnificare i sopracitati personaggi , ecco che , purtroppissimo per il Cazzaro , a fare le spese di tutticio’ entra di diritto , e per colpa del Pulcinella Partenopeo , anche Berrettini . E quasi tutti i normodotatihanno capito che “canzonando “ il razzo italiano di 1,95 , significa perculare non tanto Berrettini che e’ un buon giocatore bensi il Cazzaro . E quando dico “quasi “ tutti perché sembra che solo la Sanchina non lo abbia capito . Lo stesso Berrettini al quale io auguro , sinceramente , una buona carriera ma che , credete in me , non sarà mai un Top player come lo ha definito il peracottaro nonché menagramo Fosforuccio 311 ( volte ebe te ). Sarà un tennista che perderà , salvo rarissime volte , dai top player veri , ma sarà pure capace di perdere , invece spesso, da chi milita anche oltre il 30esimo posto del ranking . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.Ridicola boccuccia di rosa, 222220 volte idi ota, non so cosa le impedisca di capire, lei che è l'emblema dell'intelligenza e della cultura mondiale che le stesse accuse che rivolge al sig fosforo può rivolgerle anche a se stessa.

Lei infatti si pone sempre in un gradino più alto del signor fosforo.

Lei, ridicola boccuccia di rosa pisana non è affatto un fenomeno come può essere il sig fosforo, le è un vero patrimonio dell'umanità assolutamente da proteggere. Da se stessa.

Buon pomeriggio e mi saluti il marito Alessandro.

PS: Siamo sempre in attesa di vedere la sua monolaurea.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, mark222220 ha scritto:

Non essendo caga to da nessuno , il Cazzaro di Napoli sentiva l’estrema ed impellente necessità di volersi dichiarare maggior esperto “mondiale” pure di tennis . Evidentemente non si sentiva appagato e non ancora sazio di voler apparire, con le stesse modalità riguardanti , oltre naturalmente la politica , anche la letteratura , scienze economiche , filosofia , filologia romanza , linguistica, virologia , scacchi e tante altre cose .

Tra le tante altre cose non poteva mancare la teologia

https://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/rifondazione-chiesa-9

17 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

.Ridicola boccuccia di rosa, 222220 volte idi ota, non so cosa le impedisca di capire, lei che è l'emblema dell'intelligenza e della cultura mondiale che le stesse accuse che rivolge al sig fosforo può rivolgerle anche a se stessa.

Egregio Sancho Risata, il forumista mark525 è stato di una chiarezza unica. Le consiglio vivamente:

1 - di rileggere con la MASSIMA ATTENZIONE il post che inizia con Sanchina bella bella, ma davvero ?? Nonostante tutto, io non voglio arrendermi e lasciarti nella più completa ignoranza;

2 - di tenere in futuro un comportamento coerente con quanto è possibile dedurre dal post sopra specificato, evitando quindi di fare la figura dello scudiero non particolarmente sveglio della boria personificata.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Be' anche se non sono d'accordo con lei, vedo che ha ottenuto il plauso della ridicola boccuccia di rosa pisana 222220 volte idi ota.

E questo mi fa pensare che vi eccitate l'un l'altra.😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra di aver detto numerosissime volte di essere lontanissimo , politicamente , dalle idee del Sauro . Sono , però , infinitamente d’accordo con lui quando percula il Cazzaro di Napoli . Il motivo e’ molto semplice : lo fa in modo meraviglioso sia dal punto di vista “ estetico” e con il massimo dell’ironia possibile . E lo fa ribattendo colpo su colpo con argomentazioni giuste che hanno il potere di mandare in “frantumi “ la stroppiante e boriosa autostima del Pulcinella Partenopeo del quale mi immagino la sua espressione furente quando si rende conto di non essere un professore ordinario della Barber University di Carmine Petruzziello bensi un asinello da ultimo banco . Non devi quindi meravigliati del mio 👍. Per quanto riguarda la mia eccitazione posso giurarti che lo sono quando do e ricevo piacere fisico da una donna . Al contrario di te , del quale non e’ ancora chiaro il sesso a cui appartieni e che il tuo nickname non aiuta a scoprire . Ma di una cosa sono sicuro . Che  tu sia femmina oppure maschio , il risultato non cambia : per eccitarti devi solo e sempre ringraziare il pompiere di Caorle , Nane Bruscagin quando ti accapretta appoggiata alla mangiatoia di Susanna tua giovenca preferita . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda la mia eccitazione posso giurarti che lo sono quando do e ricevo piacere fisico da una donna.

xxxxxxxxxxx 

ridicola boccuccia di rosa pisana, nutro un sacco di dubbi che lei riesca a dare piacere fisico a una donna, ma penso invece che riesca ancora a fare resuscitare i gioielli dei frequentatori del lung'Arno, che, se l'hanno soprannominata boccuccia di rosa, un motivo preciso ci dev'essere.

Il motivo certamente non dipende dalla sua monolaurea che nessuno ha mai visto.

Buon pomeriggio e ossequi ad Alessandro.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Per quanto riguarda la mia eccitazione posso giurarti che lo sono quando do e ricevo piacere fisico da una donna.

xxxxxxxxxxx 

ridicola boccuccia di rosa pisana, nutro un sacco di dubbi che lei riesca a dare piacere fisico a una donna, ma penso invece che riesca ancora a fare resuscitare i gioielli dei frequentatori del lung'Arno, che, se l'hanno soprannominata boccuccia di rosa, un motivo preciso ci dev'essere.

Il motivo certamente non dipende dalla sua monolaurea che nessuno ha mai visto.

Buon pomeriggio e ossequi ad Alessandro.

 

 

 

Si si . Sanchina. Però noto che non hai trasmesso in forma completa la mia constatazione che ti ho dedicato . Lo faccio io per te 

“. Per quanto riguarda la mia eccitazione posso giurarti che lo sono quando do e ricevo piacere fisico da una donna . Al contrario di te , del quale non e’ ancora chiaro il sesso a cui appartieni e che il tuo nickname non aiuta a scoprire . Ma di una cosa sono sicuro . Che  tu sia femmina oppure maschio , il risultato non cambia : per eccitarti devi solo e sempre ringraziare il pompiere di Caorle , Nane Bruscagin quando ti accapretta appoggiata alla mangiatoia di Susanna tua giovenca preferita . “


 

 
  •  
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La sua constatazione è una di quelle kagate che le fuoriescono dalla boccuccia di rosa.

E qui sorge il dubbio del perché l'abbiamo chiamata boccuccia di rosa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Be' anche se non sono d'accordo con lei, vedo che ha ottenuto il plauso della ridicola boccuccia di rosa pisana 222220 volte idi ota.

E questo mi fa pensare che vi eccitate l'un l'altra.

Una curiosità. Potrebbe cortesemente dirmi quando è stata l'ultima volta che ha fatto la figura del normodotato?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Una curiosità. Potrebbe cortesemente dirmi quando è stata l'ultima volta che ha fatto la figura del normodotato?

Non ci crederà sig lucertolona, non le ho mai fatto questa domanda per non offenderla.

Non volevo fare capire ai compagni di forum che lei non è mai stato normodotato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Non ci crederà sig lucertolona, non le ho mai fatto questa domanda per non offenderla.

Alla domanda "potrebbe cortesemente dirmi quando è stata l'ultima volta che ha fatto la figura del normodotato?" ha risposto "non me lo ricordo".

Non si chiede come mai non riesce a ricordarlo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Alla domanda "potrebbe cortesemente dirmi quando è stata l'ultima volta che ha fatto la figura del normodotato?" ha risposto "non me lo ricordo".

Non si chiede come mai non riesce a ricordarlo?

Con questo  intervento sig lucertolona, lei dimostra ulteriormente di non essere normodotato.

Se lo fosse, capirebbe perché non le ho mai rivolto domande offensive nei suoi riguardi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963