Il razzo cinese e il razzo italiano

Inviata (modificato)

Signori, un razzo cinese di rientro nell'atmosfera è in caduta libera. Non è detto che si disintegri per attrito, alcuni detriti pesantini potrebbero finire al suolo. Nel caso non toccateli e non avvicinatevi a meno di 20 mt. Ma soprattutto, la Protezione Civile raccomanda di tapparsi in casa per questa notte (no problem: c'è il coprifuoco) e di dormire lontani dalle finestre. C'è una remota possibilità che il razzo precipiti sull'Italia, dal Lazio in giù.  

https://www.corriere.it/cronache/21_maggio_08/razzo-cinese-cadra-poco-la-mezzanotte-ancora-incerto-luogo-rientro-nell-atmosfera-daceaf1a-af72-11eb-88d7-96131257b1d6.shtml

Quello che però è certo è che un razzo italiano, lungo 1 metro e 96 per 96 kg, si è abbattuto sulla capitale spagnola. Dove ha raggiunto, contro ogni pronostico, la finale di uno dei più importanti tornei di tennis del mondo: l'ATP1000 di Madrid. Un'edizione quest'anno degna di un Grande Slam con in campo 8 dei primi 10 della classifica mondiale. Ebbene, Matteo Berrettini domani affronterà sul campo centrale (dedicato al mitico Manolo Santana) il tedesco di origini russe Alexander Zverev. Un giocatore formidabile, dai mezzi fisici e tecnici  straripanti, uno che quando è in forma è quasi ingiocabile, e purtroppo a Madrid Zverev è in formissima. Ha distrutto il n.2 del mondo Nadal, padrone di casa, e il n.4 Thiem. Ovvero i due finalisti del 2019 al Roland Garros, e non so se mi spiego.  Zverev è n.6 del mondo, Berrettini è n.10 ma con i punti guadagnati salirà al n.9 lunedì, un solo gradino sotto il suo best ranking e sotto sua altezza reale Roger Federer! Matteo non è certo al meglio della condizione. Per la prima volta quest'anno ha trovato due settimane di fila senza problemi fisici ed ha vinto Belgrado e raggiunto la finale a Madrid. Per farlo ha superato due assoluti specialisti della terra rossa, il cileno Garin (vincitore sul n.3 Medvedev) e il norvegese Ruud (vincitore sul n.5 Tsitsipas). Zverev è di gran lunga il favorito, ma Berrettini lo ha già sconfitto al Foro Italico e ha un grande cuore. 

FORZA MATTEO (BERRETTINI) !

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

geometra..non parlare della cina con un  tono  di  disprezzo...si potrebbero offendere le comunita' presenti in italia....e come  con quell'altro regalo che i cinesi ci hanno fatto una anno e mezzo fa...anche questo potenziale regalo sia il benvenuto!! offrire  un aperitivo..come appunto hanno fatto quelli della tua frangia politica e le sx!!Ps.grazie pe r iconsigli "utoili...ma vorrei ricordarti che tapparsi in casa in questi frangenti è pressocchè inutile..vista la velocita' che  i detriti incandescenti viaggiano,se ti cade nel tetto,ti porta al piano terra in un nanosecondo!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

la caduta del razzo cinese ''lunga marcia'' e' prevista nelle prime ore di  domenica 9 maggio... - Dagospia

pericolo cinese

dopo il virus arrivano i razzi

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

geometra..non parlare della cina con un  tono  di  disprezzo...si potrebbero offendere le comunita' presenti in italia....e come  con quell'altro regalo che i cinesi ci hanno fatto una anno e mezzo fa...anche questo potenziale regalo sia il benvenuto!! offrire  un aperitivo..come appunto hanno fatto quelli della tua frangia politica e le sx!!Ps.grazie pe r iconsigli "utoili...ma vorrei ricordarti che tapparsi in casa in questi frangenti è pressocchè inutile..vista la velocita' che  i detriti incandescenti viaggiano,se ti cade nel tetto,ti porta al piano terra in un nanosecondo!!!

Se leggi con attenzione scopri che non ho affatto criticato la Cina nel mio post. I detriti spaziali (o spazzatura spaziale) in orbita intorno alla Terra sono milioni. Sono molto pericolosi per gli altri satelliti e i più grossi sono potenzialmente pericolosi per il traffico aereo e anche per le nostre teste perché un giorno o l'altro finiranno per cadere. L'ONU ha dovuto creare un'apposita agenzia che si occupa di questo serio problema. La maggioranza di questi rottami è di origine americana, europea e russa. Ma danno un contributo anche Cina, India e altri paesi che hanno lanciato satelliti, missili e simili. Nel 2025 l'ESA lancerà una specie di scopa spaziale, un satellite munito di una rete per catturare detriti. Costerà un centinaio di milioni. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Berrettini è n.10 ma con i punti guadagnati salirà al n.9 lunedì, un solo gradino sotto il suo best ranking e sotto sua altezza reale Roger Federer!

Sua Altezza Reale ha quindici anni più del Panatta del XXI secolo. Giusto per mettere le cose nella corretta prospettiva.

Detto questo, mi sembra di ricordare che i due si sono incontrati a Wimbledon due anni fa. Il campo ha certificato che i gradini che li separavano erano una trentina (more or less). BFODIDSAT

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che al Cazzaro si e’ rizzato il pipino per l’approdo in finale di Berrettini . Bene !! Necessitano alcune spiegazioni : Vorrei far presente che invece di essere di fronte al Razzo Italiano , siamo di fronte ad un peto italiano . Riavvolgiamo il nastro e facciamo un po’ di cronistoria : il razzo passa direttamente al secondo turno evitando il primo . Al secondo incontra il numero 36 nel ranking che , come già detto , vale,  molto più no che si , oltre la cinquantesima posizione . Al terzo incontra un “ disperato “ che e’ collocato al 77 esimo posto del Ranking . Al quarto quello posizionato al 27esimo ed al quinto quello posizionato al 25esimo e , peraltro,  battuti con non poche difficoltà . Di fatto oggi sarà la prima partita vera visto che fronteggerà il tennista posizionato al quarto posto del ranking . Se vincerà dimostrerà che il cambio dello sciamano ha dato i suoi frutti sennò sarà il solito Berretto . Altro che Razzo Berretto.                            P.S. Faccio altresì presente che la fortuna ha pure giocato un ruolo importante a vantaggio di Berrettini in quanto il favorito nonché numero 2 , Nadal ed il numero 5 Tsitpitas sono stati inopinatamente  eliminati strada facendo da due carneadi . Qualche volta capita . Come capita che una volta ogni 20 anni l’Ascoli batta la Juventus ed il Crotone batta ogni 30 l’Inter. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, mark222220 ha scritto:

Vedo che al Cazzaro si e’ rizzato il pipino per l’approdo in finale di Berrettini . Bene !! Necessitano alcune spiegazioni : Vorrei far presente che invece di essere di fronte al Razzo Italiano , siamo di fronte ad un peto italiano . Riavvolgiamo il nastro e facciamo un po’ di cronistoria : il razzo passa direttamente al secondo turno evitando il primo . Al secondo incontra il numero 36 nel ranking che , come già detto , vale,  molto più no che si , oltre la cinquantesima posizione . Al terzo incontra un “ disperato “ che e’ collocato al 77 esimo posto del Ranking . Al quarto quello posizionato al 27esimo ed al quinto quello posizionato al 25esimo e , peraltro,  battuti con non poche difficoltà . Di fatto oggi sarà la prima partita vera visto che fronteggerà il tennista posizionato al quarto posto del ranking . Se vincerà dimostrerà che il cambio dello sciamano ha dato i suoi frutti sennò sarà il solito Berretto . Altro che Razzo Berretto.                            P.S. Faccio altresì presente che la fortuna ha pure giocato un ruolo importante a vantaggio di Berrettini in quanto il favorito nonché numero 2 , Nadal ed il numero 5 Tsitpitas sono stati inopinatamente  eliminati strada facendo da due carneadi . Qualche volta capita . Come capita che una volta ogni 20 anni l’Ascoli batta la Juventus ed il Crotone batta ogni 30 l’Inter. 

Il cazzaro incompetente pisano insiste nel parlare di tennis in una mia discussione (sebbene non glielo prescriva il medico), materia che conosce quanto la topologia algebrica. Pertanto, mi tocca nuovamente e agevolmente sbugiardarlo.

Ammesso di diritto al secondo turno del torneo ATP1000 di Madrid, come tutte le prime 8 teste di serie, Berrettini non ha incontrato il n.36 del mondo bensì il n.28 Fabio Fognini. Il quale non ha bisogno di presentazioni: è uno dei più forti tennisti italiani di sempre e uno dei migliori specialisti dell’ultimo decennio sulla terra battuta. Appena due anni fa Fabio trionfava nel prestigioso Rolex-Masters di Montecarlo, dopo avervi sconfitto Nadal (vincitore di ben 11 edizioni) e si issava al n.9 del ranking. Va detto che Berrettini non ha accusato minimamente l’emozione del derby e ha vinto in due set senza concedere neppure una sola palla break. Al turno successivo Matteo ha superato il n.77, e qui il cazzaro stranamente ci azzecca, ma ignora che l’argentino Delbonis sul rosso vale molto più della sua classifica. Infatti, nei turni precedenti aveva eliminato il n.37 Ramos-Vinolas e il fortissimo spagnolo Carreno Busta, n.12 del mondo. Con ciò Delbonis ha guadagnato 10 posizioni: da lunedì sarà n.67 e parteciperà agli Internazionali d’Italia di Roma avendo superato brillantemente le qualificazioni. Nei quarti di finale Berrettini ha sconfitto non il n.27, come scrive il cazzaro, ma il n.25 del mondo, il cileno Garin. Un giocatore in forte ascesa e un altro temibile specialista dei campi rossi. Basta pensare che negli ottavi il cileno aveva buttato fuori dal torneo la testa di serie n.2, nonché n.3 del mondo, il formidabile russo Danil Medvedev, vincitore delle ATP Finals in novembre e finalista agli Australian Open in febbraio. Ma per il cazzaro pisano Garin è un "carneade". Berrettini ha iniziato il match molto contratto e ha perduto il primo set. Sotto di un break anche nel secondo, ha tirato fuori il carattere dei campioni: è salito in cattedra imponendo la forza devastante del suo servizio e del suo dritto, inanellando ben 11 games consecutivi e coronando la rimonta con un bagel strepitoso. Da lunedì Garin sale al n.22 del ranking. In semifinale ancora un avversario sconosciuto ai profani come il pisano ma durissimo per Berrettini che, ricordiamolo sempre all'incompetente, non è uno specialista della terra rossa e predilige le superfici veloci. Il norvegese Casper Ruud, non n.25 bensì n.22, altro "carneade" secondo il cazzaro ma capace di eliminare il fuoriclasse greco Stefanos Tsitsipas, che qualcuno (non io) considera l’erede di Federer, n.5 del mondo e fresco trionfatore a Montecarlo. In questo caso il match non ha avuto storia: Berrettini ha regolato Ruud con un periodico 6-4 senza concedergli neppure un break point. Il vichingo può consolarsi con il suo best ranking: da lunedì sarà n.16.

Intanto Berrettini e Zverev sono scesi in campo per la finale. In palio per Matteo il primo ATP1000 della carriera e un premio di 316.000 euro per il vincitore (ma i 188.000 del finalista li ha già in tasca). Purtroppo per lui questa è un'edizione dal livello tecnico altissimo (presenti 8 dei primi 10 giocatori del mondo) ma un po’ in austerità. Nel 2020 il torneo fu cancellato per la pandemia, nel 2019 il vincitore (Djokovic) intascò 1,2 milioni di euro, il finalista (Tsitsipas) 600.000. Ma i campioni non giocano solo per i soldi. In bocca al lupo, Matteo! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

8 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Sua Altezza Reale ha quindici anni più del Panatta del XXI secolo. Giusto per mettere le cose nella corretta prospettiva.

Detto questo, mi sembra di ricordare che i due si sono incontrati a Wimbledon due anni fa. Il campo ha certificato che i gradini che li separavano erano una trentina (more or less). BFODIDSAT

Ti informo che Federer non occupa l'ottavo posto del ranking, posizione per lui anomala, a causa di un fisiologico declino dovuto all'età (compirà 40 anni in agosto). Bensì a causa di due interventi chirurgici al ginocchio subiti nel 2020 che lo hanno tenuto lontano dai campi per 14 mesi. È rientrato nel marzo scorso al torneo di Doha, sconfitto nei quarti dal georgiano Basilashvili dopo avere fallito un match point, poi non ha più giocato.

Due anni fa a Wimbledon Berrettini superò i primi tre turni (che per un italiano è già un impresa) prima di subire una severa e memorabile lezione dallo Swiss Maestro. Va detto che un Federer in giornata è ingiocabile sull'erba per quasi tutti, ma probabilmente Berrettini pagò anche lo scotto dell'inesperienza e dell'emozione. Era reduce dalla vittoria nel torneo di Stoccarda e dalla semifinale ad Halle, ambedue sull'erba. Fu molto onesto e sportivo nell'ammettere la superiorità dell'avversario. Al momento di stringergli la mano disse a Federer: "Quanto ti devo per la lezione?".   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ti informo che Federer non occupa l'ottavo posto del ranking, posizione per lui anomala, a causa di un declino dovuto all'età (compirà 40 anni in agosto). Bensì a causa di due interventi chirurgici al ginocchio subiti nel 2020 che lo hanno tenuto lontano dai campi per 14 mesi. È rientrato nel marzo scorso al torneo di Doha, sconfitto nei quarti dal georgiano Basilashvili dopo avere fallito un match point, poi non ha più giocato.

 

Solo per informare gli astanti del Forum che , nel 2020 , a causa del COVID , la stagione tennistica e’ stata sospesa per tutti e non solo per Federer . Tanto dovevo e con l’occasione ringrazio chi legge . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Dunque Matteo non ce l'ha fatta a Madrid, ma è caduto in finale a testa alta. Avevo scritto che avevo visto uno Zverev al top della forma, di sicuro al livello più alto da lui espresso in carriera su questa superficie, mentre a Berrettini mancava ancora un po' di condizione dopo i due mesi di stop per l'infortunio patito in Australia. Ebbene, il tedesco ha dovuto sudare ben più del previsto (2 ore e 40 minuti) per portare a casa il prestigioso titolo. Il romano gli ha strappato un primo set pazzesco, l'unico ceduto da Zverev in tutto il torneo, e ha continuato a giocare alla pari per oltre metà del secondo set, poi, al primo leggero calo fisico e dopo uno sfortunato doppio fallo che è costato il break, l'ex n.3 del mondo ha preso il sopravvento. D'altra parte 9 partite in due settimane sulla terra battuta sono davvero tante per un giocatore della stazza di Berrettini e in ritardo di preparazione. Resta l'impressione, chiarissima, della prima ora e mezza in cui l'azzurro ha confermato di poter attingere un livello di gioco in forza del quale nessun traguardo può considerarsi a lui precluso. A partire dagli Internazionali d'Italia di Roma in cui debutterà martedì (contro un avversario ostico), anche se i campi del Foro Italico sono più lenti di quelli di Belgrado e Madrid e di conseguenza meno adatti al gioco di Matteo. Una curiosità per concludere. Poco fa, digitando su Google la parola "Matteo", il motore di ricerca mi ha elencato ovviamente la lista dei Matteo più popolari. Al primo posto c'era Berrettini, davanti a Salvini e a Renzi...

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, mark222220 ha scritto:

Solo per informare gli astanti del Forum che , nel 2020 , a causa del COVID , la stagione tennistica e’ stata sospesa per tutti e non solo per Federer . Tanto dovevo e con l’occasione ringrazio chi legge . 

Completo l'informazione precisando che la stagione 2020 ha subito a causa del Covid una sospensione di circa 5 mesi e mezzo, a partire dalla seconda settimana di marzo per riprendere nell'ultima settimana di agosto. In pratica sono saltati i tornei europei sulla terra battuta e l'intera stagione sull'erba, ma il Roland Garros è stato recuperato a ottobre quindi l'unico torneo del Grande Slam non disputato è stato quello di Wimbledon.  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come era facilmente prevedibile , ed io , “modestamente “ ( parola presa volutamente in prestito da quel modestone del Cazzaro napoletano m) l’avevo previsto , appena Berretto ha smesso di giocare e di vincere ( con alcuni con fatica) che gravitano dal 26 esimo al 77 esimo gradino del ranking , ed ha incontrato un giocatore “vero” di tennis e che occupa il sesto posto del ranking , ha fatto l’unica cosa che poteva fare : Perdere . E non date retta al Cazzaro di Napoli quando dice che e’ stata una vittoria striminzita . E’ stata invece una vittoria netta , una vittoria dove la differenza di classe e di varietà di colpi si e’ vista tutta . Il “razzo italiano “ si e’ fermato , moltopoco onorevolmente ,  a Eboli . Luogo in cui  si fermò pure Cristo . Sono quindi risibili le affermazioni del Cazzaro così come e’ molto risibile la dichiarazione del Pulcinella partenopeo , che derubrica a “ sfortunato “ un doppio fallo al servizio ( la letteratura tennistica lo definisce un errore , nda). Sempre a proposito di dichiarazioni risibili , lo e’ altrettanto il “pazzesco “ che la marionetta applica al primo set di Berretto. Cosa ci sia  di “pazzesco “ in una vittoria di un set ottenuta a tie break lo sanno solo i frequentatori del Barber Shop University sotto l’egida del chiarissimo Prof Fosforo , per gli amici , il Cazzaro Napoletano . Il Cazzaro , infine , mette già le mani avanti visto che oggi inizierà il torneo degli Internazionali D’Italia , dicendo , purtroppissimo per lui da nessuno confermato, che la terra rossa non di addice alle caratteristiche di Berretto. Il Cazzaro si immedesima nel grande Ubaldo Scanagatta e/o Rino Tommasi pensando di poter esprimere un giudizio da esperto ( che non e’ e quindi non in grado di valutare , nda) . Mette le mani avanti perché la sua affermazione nasconde la sua vera indole per chi la pronuncia : quella di tentare di fare il furbetto napoletano . Se Berretti uscirà presto dal tabellone , il Cazzaro di Napoli avrà pronta la “giustificazione” dell’evento negativo , al contrario , invece , sempre il Pulcinella partenopeo , potrà aumentare il valore dell’impresa con un “ nonostante che la terra rossa non sia una superficie a lui congeniale ......Infine mi sia consentito , a corollario di queste mie parole , che volutamente esprimo per il senso di profonda pena mista ad ilarità che mi assale ogni qualvolta il Cazzaro si pone sul podio dei boriosi e con la strompiaggine dei meno che mediocri , quando termina il suo “de profundis” Berrettiniano, quando affermando che,  nella lista dei “Matteo più popolari “ ricavata da Google ,  il Matteo dalla faccia onesta e pulita , quello che incarna e difende tutti gli italiani onesti che pagano le tasse , e’ al primo posto davanti ad altri due Matteo politici . Scusate , vado a ridere in attesa che intervenga nel post anche la Sanchina che pure e’ una grande esperta di palle . Quelle che ingoia “viaggiando “ sempre e comunque , a bocco (na) aperta . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si confonde sempre ridicola marketta pisana, la vera esperta è lei.

E lei che gli "amici" aspettano ansiosi, perché è lei  che slingua ed ingoia, risputa e ringoia nuovamente, i gioielli dei suoi ammiratori, i quali straniti non resta che fare fuoco ai fuochi artificiali che a lei piacciono tanto.

Io molto più modestamente, usando parole sue, devo dedicarmi alla kakka delle mucche,

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963