Abbiamo un fuoriclasse che ci guida

Ed era l’ora !! Draghi e’ un gigante e non e’ affatto vero quel che dice di lui un poveraccio negletto qual e’ il Cazzaro di Napoli che definisce il suo intervento in Portogallo un coacervo di :” si , ma a patto che “ ,  “ vedremo se succederà e come e solo a quel momento vedremo il da farsi “.  Draghi , invece , dimostra di essere un peso massimo rispetto al peso mosca Giuseppi . Intanto sfatiamo subito la panzana del Cazzaro di Napoli che fa dire a Draghi una cosa totalmente opposta a quella che il Premier ha pronunciato . Stiamo parlando , ovviamente , della revoca delle licenze sui vaccini anti COVID . Draghi , a differenza di quel che afferma il Cazzaro napoletano , si e’ schierato con Joe Biden e contro Big Pharma . Di più , ha accusato Big Pharma di aver lucrato da molto tempo  e di restituire a chi ha bisogno , un po’ di quel tanto che ha ricevuto di fondi pubblici . E lo ha fatto sfidando dall’alto del suo enorme carisma , autorità e popolarità , Statisti come la Merkel e Macron e quindi Germania e Francia . Lui se lo può permettere a tutto vantaggio del nostro Paese . Non poteva di certo farlo un avvocaticchio pugliese privo di ogni tipo di competenza e di autorità . Draghi non c’ ha pensato un attimo ed ha squillato sotto il naso della Merkel e di Macron il campanello . In sintesi ha detto loro che c’e pure l’Italia e che l’accordo Franco Tedesco per tirare la locomotiva europea al fine di  ottenere vantaggi , con lui , non esiste più. Ed ha messo subito in atto la sua strategia che ha immediatamente scompaginato i loro piani. Quello di ottenere un intervento temporaneo e ben congegnato per sospendere la proprietà intellettuale sui vaccini . Ciò si può fare, a patto che sia accompagnato da uno sblocco delle esportazioni delle fiale anti-covid o loro componenti dai paesi che le producono, Usa e Gran Bretagna.  Quindi Draghi si smarca mentre gli altri leader sono intenti a frenare sulla proposta di Biden di una revoca delle licenze sui vaccini anti-covid. E lo fa  chiarendo di essere a favore dell’idea americana. Draghi si smarca soprattutto da Merkel, che con il suo NO , ha costretto gli altri europei a frenare gli entusiasmi sulla idea made in Usa. Questa mossa di Draghi ha immediatamente fatto “ barcollare”Macron che era ovviamente in sintonia con la Merkel e con la quale si era presentato al vertice con un bilaterale . E qui , quindi , che viene fuori la classe cristallina dell’ex governatore della BCE ed oggi premier italiano . Ed e’ proprio in virtù del ruolo che Draghi ha avuto in Europa , e quindi con le sue connessioni con gli USA che , tessendo la tela da fuoriclasse e non da serie C come Giuseppi , che sfila Macron alla Merkel rafforzando l’asse Atlantico con un pezzo importante dell’Europa qual e’ la Francia e non con la Germania che appoggia e si schiera con Big Pharma. Draghi , quindi , manifestando anche grandi doti politiche “acquisisce “ Macron dando in cambio  al Presidente Francese quel che su cui era già daccordo . Ovvero quello di allontanarsi sempre di più da Cina e Russia ed avvicinarsi maggiormente agli USA che avevano sempre visto con il fumo negli occhi l’accordo italiano con la Cina , denominato la via Della Seta , che , all’epoca , fortissimamente vollero due dilettanti allo sbaraglio che si chiamano Conte e Di Maio. Fenomenale , Geniale !!  Ciò consente a Draghi di abbandonare la sua iniziale indisponibilità a esportare i vaccini ai paesi poveri del Covax, posizione che aveva espresso al Consiglio Europeo di  marzo perché la campagna vaccinale nell’Ue arrancava più di oggi. E abbandona anche la prudenza che lo aveva contraddistinto giovedì, nel primo commento a caldo sulla proposta americana. Cari forumisti (seri ,  nda) qua siamo di fronte ad un gigante politico di statura internazionale  .  Roba da fare davvero ombra alla Merkel, anche perché giocata su una materia molto popolare come la condivisione della proprietà intellettuale sui brevetti. Ora , se fossi un idio ta come il Cazzaro  napoletano , dovrei chiedervi di alzarvi in piedi , cantare l’inno di Mameli con la mano destra sul cuore . Non lo faccio perché sono serio . Mi limito solo a ringraziare chi ha lottato duramente da  solo contro tutto e tutti e voluto questa persona come PDC , mandando a casa quel nanetto che c’era prima lui . Grazie  Matteo Renzi . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Manca la controprova, ridicola marketta pisana.

Oggi può dire tutto quello che vuole dei meriti o demeriti di Draghi e di Leopoldino, ma non può sostenere che con Conte sarebbe andata peggio.

È come dire di essere monolaureata, ma se non c'è la prova che lo dimostri, allora lei è, e rimane, solo una sci occa e ridicola marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah ecco ecco !! Quindi sarebbe come dire che te invece di ramazzare la popo’ delle giovenche , la mangi direttamente da insuperabile coprofaga !! Ci sta ... ci sta !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ah ecco ecco !! Quindi sarebbe come dire che te invece di ramazzare la popo’ delle giovenche , la mangi direttamente da insuperabile coprofaga !! Ci sta ... ci sta !! 

Ci sta?

Dimostri l' analogia tra la kakka che continuamente erutta e che ha appena eruttato qui sopra  con l'impossibilità di dimostrare che con Conte sarebbe stato peggio.

Ennesima dimostrazione delle sue infime capacità intellettive, ridicola marketta pisana.

Urge sostituzione crusca con almeno un neurone funzionante, mia regina.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963