Buongiorno a tutti, sono uno studente universitario e mi trovo in un periodo un po’ particolare, per questo mi servono dei consigli.

Ho iniziato a lavorare la sera in cucina, per riuscire a guadagnare qualcosa mentre studio, ma in questi giorni di lavoro stanno venendo a galla non pochi problemi. Infatti il fatto di dover lavorare la sera non mi fa concentrare durante il giorno, durante le lezioni e gli studi, proprio per il continuo pensiero ed ansia del lavoro serale. Ora veramente non so che fare, se provare ad andare avanti senza farci caso ma rischiando di stare indietro con lo studio e gli esami, oppure rinunciare subito al lavoro per immergermi solo nello studio. 

Inoltre va a pesarmi molto il fatto che fare quel lavoro non mi piace per nulla, sono più una persona da ufficio e tranquillità (e per questo studio).

Consigli sulla base di esperienze?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Il 24/4/2021 in 13:21 , mario45550 ha scritto:

Buongiorno a tutti, sono uno studente universitario e mi trovo in un periodo un po’ particolare, per questo mi servono dei consigli.

Ho iniziato a lavorare la sera in cucina, per riuscire a guadagnare qualcosa mentre studio, ma in questi giorni di lavoro stanno venendo a galla non pochi problemi. Infatti il fatto di dover lavorare la sera non mi fa concentrare durante il giorno, durante le lezioni e gli studi, proprio per il continuo pensiero ed ansia del lavoro serale. Ora veramente non so che fare, se provare ad andare avanti senza farci caso ma rischiando di stare indietro con lo studio e gli esami, oppure rinunciare subito al lavoro per immergermi solo nello studio. 

Inoltre va a pesarmi molto il fatto che fare quel lavoro non mi piace per nulla, sono più una persona da ufficio e tranquillità (e per questo studio).

Consigli sulla base di esperienze?

Che consigli possiamo darti noi che, se ci trovassimo nella stessa tua situazione, faremmo la stessa tua fatica a decidere qualcosa!?

A grandi linee, intanto valuterei se la scelta della facoltà ha più  o meno sbocchi lavorativi e, non meno importante, se ti piace veramente quella che hai scelto. Se, per esempio, hai scelto tipo scienza della comunicazione o lingue orientali, per come la vedo io, è meglio fare il cuoco. In linea di massima mi butterei su materie scientifiche. Se hai scelto informatica, l'università non è così indispensabile: ti darebbe una marcia in più, ma otterresti quasi gli stessi risultati con le centinaia di corsi online che ci sono.

Insomma, se hai scelto qualcosa di veramente valido (es: matematica, fisica, ingegneria elettronica...) e puoi permetterti di lasciare il lavoro, fallo; diversamente rischi di fare una grande fatica per una laurea che non ne vale la pena. Mio figlio, per esempio, si laureò in economia e finanza; è stata una fatica inutile perché non gli è servita a nulla ed ha dovuto ripiegare su altre soluzioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963