salvini su open arms

“Non sono preoccupato, ho fatto quello che il mio lavoro e la Costituzione chiedono, difendere la Patria. Lo rifarei e lo rifarò se dovessi avere altri incarichi di Governo”, così Matteo Salvini dopo il rinvio a giudizio per il caso Open Arms.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

Mi spiega per favore come si difende la patria da quattro disperati disarmati, sig Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La Costituzione, la Patria. Il Capitone dovrebbe sciacquarsi la bocca 2 ore con il collutorio prima di pronunciare queste parole. Ma cosa ha difeso? La padania? Non ha difeso nessuno, se non la sua immagine di xenofobo. Non credo che andrà in galera - siamo nel paese di Pulcinella - ma spero che scatti la legge Severino e che questo signore si trovi un lavoro. Anche per risarcire la ong, i migranti e gli altri che si costituiranno parte civile e gli chiederanno un bel po' di quattrini. E non pretenda di farseli rateizzare in 80 anni senza interessi come i famosi 49 milioni di finanziamenti pubblici fatti sparire dal suo partito (in buona sostanza rubati). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chissà come è riuscito a farseli rateizzare in 80 anni?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Chissà come è riuscito a farseli rateizzare in 80 anni?

Vuol dire che è bravo perché io, per esempio, avendone bisogno o no, se da restituire in 80 anni e forse anche in 70, prenderei qualunque cifra.

Mi sa che chiedo il favore al Kompagno Director di procurarmi un incontro con lui  (col Capitano) in modo che mi faccia capire cosa serve fare.

Comunque (suvvia) non si può fare a meno di riconoscere che il Capitano è stato veramente bravo e competente a trovare la banca giusta e così ben disposta. Non è da tutti insomma. Bisogna proprio riconoscerlo.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Chissà come è riuscito a farseli rateizzare in 80 anni?

Non solo glieli hanno rateizzati in 80 anni ma glieli hanno "attualizzati". In altri termini, essendo una restituzione rateizzata sul lungo periodo ma senza interessi (roba da paese di Pulcinella!) hanno previsto che con il passare dei decenni ci sarà inflazione e svalutazione della moneta (cosa niente affatto certa) e che una somma X disponibile oggi equivale a una somma Y molto maggiore di X tra 80 anni. Infatti, se oggi metti in banca X, ti ritroverai Y>>X tra 80 anni. Ma nemmeno questo è certo. Per es. la banca potrebbe fallire e ti ritroverai zero. Nel nostro caso la Lega potrebbe sciogliersi e lo Stato perderà le rate rimanenti. Alla fine della storia, la Lega ha iscritto a bilancio, a debito, non 49 milioni ma 18 milioni e mezzo.  Chi ha permesso tutto questo? Una procura del paese di Pulcinella, per l'esattezza quella di Genova. La giustificazione (fornita al Fatto Quotidiano):

"Se avessimo chiesto tutto e subito, il partito sarebbe collassato e lo Stato avrebbe perso tutto".

Giustificazione non solo risibile ma errata. Il patrimonio della Lega non è affatto pari a zero. E non è detto che i poteri forti che ha dietro l'avrebbero lasciata collassare. Per esempio non è detto che un Berlusconi avrebbe lasciato fallire il suo maggiore alleato. Inoltre, se collassa un partito che governa Regioni, Comuni e spesso anche la Nazione, ed è un partito di ladri, lo Stato ha molto da guadagnarci. Infine, è demenziale immaginare che tra 80 anni esisterà un partito chiamato Lega che verserà anche l'ultima rata del debito. Nemmeno la Dc e il Pci sono durati 80 anni.

Saluti

Modificato da fosforo311
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Li  ha  difesi   indossando  questa  maglietta   ?

Il tricolore lo uso come carta igienica», il post bufala su Matteo Salvini  - Open

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi spiega per favore come si difende la patria da quattro disperati disarmati, sig Frizz?

chiedi una spiegazione?? eccoti accontentato!!! poi alla fine,metti la teta nel congelatore e lasciala LI  A RAFFrEDARE!!

 

Quanto sono pericolosi gli immigrati che noi crediamo integrati e a cui stiamo svendendo ogni anno 200mila cittadinanze?

Parliamo di A.O.R. Mohamed, egiziano di 42 anni, residente a Roma, titolare di regolare permesso di soggiorno dal 2002, di professione commerciante ortofrutticolo e pregiudicato per reati contro il patrimonio. L’immigrato da tempo sotto attenzione in quanto sospettato di essere vicino ad ambienti islamici. Prima di essere espulso il 14 aprile 2017 da Roma.

Su Facebook aveva attestato la sua posizione nettamente ostile nei confronti dei “miscredenti cristiani”.

Nell’occasione della nascita di uno dei suoi figli aveva promesso che il neonato sarebbe un giorno diventato uno dei futuri comandanti del ‘jihad’.

Mentre lo stavano imbarcando sull’aereo, altre migliaia, islamici come lui, venivano diretti verso le nostre coste. Altri che, magari, tra 15 anni ci si renderà conto, troppo tardi, essere pronti a tagliarci la gola. Loro, o i loro figli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eeeeee......ma di che si preoccupa, sig Frizz?

Gli italiani sono sempre di meno, quindi le imprese italiane o si trasferiscono o importano lavoratori dall'estero, e prima che l'Italia diventi africana, lei sarà già polvere.

Si preoccupi invece di andare in pensione prima possibile, potrebbe essere costretto a lavorare per i cinesi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo311 ha scritto:

La Costituzione, la Patria. Il Capitone dovrebbe sciacquarsi la bocca 2 ore con il collutorio prima di pronunciare queste parole. Ma cosa ha difeso? La padania? Non ha difeso nessuno, se non la sua immagine di xenofobo. Non credo che andrà in galera - siamo nel paese di Pulcinella - ma spero che scatti la legge Severino e che questo signore si trovi un lavoro. Anche per risarcire la ong, i migranti e gli altri che si costituiranno parte civile e gli chiederanno un bel po' di quattrini....

Finalmente affermazioni serie e di grande buonsenso del Cazzaro Napoletano. Ma , soprattutto , bisogna essere grati al Presidente del Consiglio dell’epoca Giuseppi, ai Ministri Di Maio e Toninelli, che si batterono con grande ardore e coraggio affinché lo sciagurato piano  del razzistode Salvini , non avesse  successo . E’ stato grazie a loro ed alle loro dichiarazioni  che , fortunatamente , la Magistratura e’ potuta intervenire e restituire quell’onore al nostro Paese che stava rischiando di essere considerato il Paese di Pulcinella . Ed allora vorrei congratularmi nuovamente con il Pulcinella Partenopeo che ci ha ricordato il sacrificio dei tre e , nel contempo, mostrarci  l’egoismo tutto italiano manifestato nei confronti di quei 3 eroi  non avendo speso nemmeno una parola di elogio verso Giuseppi , O’Fischer e Tonynulla che , così , hanno potuto farci vedere che l’umiltà , la verità e l’amore verso il popolo italiano ,  rimarra’ ad imperitura memoria nelle menti di ognuno di noi . E cosi pure le loro “false” affermazioni di aver giurato che anch’essi erano non solo a conoscenza , ma che pure completamente condivise da tutto l’esecutivo , ha fatto si che il Paese , tutto , abbia avuto la prova provata di quanto era elevata la lungimiranza , l’astuzia e la strategia dei tre . Non saranno mai rimpianti abbastanza e , meno male , che in questo forum , c’è il Cazzaro di Napoli che spesso ce lo ricorda . Anche lui ( il Cazzaro , dico) sarà ricordato ad imperitura memoria . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Vuol dire che è bravo perché io, per esempio, avendone bisogno o no, se da restituire in 80 anni e forse anche in 70, prenderei qualunque cifra.

Mi sa che chiedo il favore al Kompagno Director di procurarmi un incontro con lui  (col Capitano) in modo che mi faccia capire cosa serve fare.

Comunque (suvvia) non si può fare a meno di riconoscere che il Capitano è stato veramente bravo e competente a trovare la banca giusta e così ben disposta. Non è da tutti insomma. Bisogna proprio riconoscerlo.

bello puntare  i l ditino...ma perchè non lo punti anche alle banche rosse?? e all'unita' fallita?? quanti bei soldini in termini di milioni ci sono costati?? hai voglia di rateizzare...questi li abbiamo messi tutti e subito!!come guardare la pagliuzza negli occhi altrui,e non accorgersi della trave conficcata a mo' di polifemo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno ha rateizzato a qualcun altro i milioni di euro  alle banche rosse, sig Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Qualcuno ha rateizzato a qualcun altro i milioni di euro  alle banche rosse, sig Frizz?

e lo chiedi a me?? sfoglia internet..troverai tutte le risposte (quasi tutte!) MPS docet...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Conte a Salvini: troppi strappi istituzionali
«Siamo ormai agli sgoccioli di questa nostra esperienza di governo - scrive ancora Conte nella lettera aperta a Salvini - abbiamo lavorato fianco a fianco per molti mesi e ho sempre cercato di trasmetterti i valori della dignità del ruolo che ricopriamo e la sensibilità per le istituzioni che rappresentiamo. La tua foga politica e l'ansia di comunicare, tuttavia, ti hanno indotto spesso a operare “slabbrature istituzionali”, che a tratti sono diventati veri e propri “strappi istituzionali». Già ieri Conte aveva sollecitato Salvini a «mettere in sicurezza i minori» a bordo della nave della Ong ancora ferma davanti a Lampedusa.

Il premier: sui migranti serve soluzione europea
«Questo è il momento di insistere in direzione di una soluzione sempre più europea, altrimenti l'Italia si ritroverà completamente isolata in una situazione che diventerà, nuovamente, via via sempre più ingestibile» si legge ancora nella lettera di Conte a Salvini. E «se davvero vogliamo proteggere i nostri “interessi nazionali” - aggiunge il premier - non possiamo limitarci a esibire posizioni di assoluta intransigenza».

Salvini: mia ossessione è contrastare i reati, sempre stato leale
«Lei mi rimprovera una “ossessione” per i “PORTI CHIUSI” - replica Salvini a Conte - parla di rabbia, slealtà, ansia, foga e altro ancora....confesso la mia “colpa”, caro Presidente, la mia “ossessione” nel contrastare ogni tipo di reato compresa l'immigrazione clandestina. Faccio il Ministro per difendere i confini, la sicurezza, l'onore, la dignità del mio Paese». E aggiunge: «Sono stato leale e sempre lo sarò nel pieno rispetto di ogni carica istituzionale e, prima di tutto, nei confronti dei cittadini che incontro e che mi chiedono di intervenire».

Intanto, la nave Open Arms con 147 migranti a bordo è arrivata all'alba vicino a Lampedusa e insieme a lei un veliero che fa da supporto. Motovedette della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto stanno monitorando i movimenti dell'imbarcazione della Ong catalana, scortata da due navi militari, dopo che il Tar del Lazio ha accolto il suo ricorso sospendendo il divieto di ingresso nelle acque italiane disposto da Matteo Salvini.

Salvini: no allo sbarco. Trenta e Toninelli: non firmiamo il divieto
Salvini ieri sera ha firmato un nuovo provvedimento di divieto di ingresso in acque italiane nonostante la decisione del Tar, ribadendo il suo «no» alla sbarco dei migranti, ma la Trenta non ha firmato la decisione. «Non firmo in nome dell'umanità», ha detto. «Non si può infatti ritenere che siano rinvenibili nuove cogenti motivazioni di carattere generale ovvero di ordine e sicurezza pubblica tali da superare gli elementi di diritto e di fatto nonché le ragioni di necessità e urgenza posti alla base della misura cautelare disposta dall'autorità giudiziaria che anzi si sono verosimilmente aggravati. La mancata adesione alla decisione del giudice amministrativo - ha detto ancora Trenta - potrebbe anche configurare la violazione di norme penali».

«Sul divieto di sbarco alla Open Arms siamo soli contro tutti - scrive oggi su facebook Salvini - contro Ong, tribunali, Europa e ministri impauriti.E col PD al governo, immigrazione di massa e Ius Soli tornerebbero realtà».

In giornata arriva anche il no del ministro delle Infrastrutture Toninelli: «Avevo già firmato il decreto di Salvini che vietava l'ingresso della Open Arms nelle acque italiane - scrive su Fb - per ribadire che chi non rispetta il diritto del mare non può sbarcare in Italia. Quel decreto è stato bocciato dal Tar ed emetterne un altro identico esporrebbe la parte seria del Governo, che non è quella che ha tradito il contratto, al ridicolo. Salvini che cerca solo il consenso facile, noi agiamo con senso di Stato concretezza». « Questo non significa che dobbiamo accogliere tutti i migranti della Open Arms - continua -, mettiamo in sicurezza la nave come ci chiedono i giudici e poi l'Europa, e in primis la Spagna, inizino ad assumersi le proprie responsabilità facendosi carico di accogliere 116 migranti che sono a bordo della nave».

Ma il Viminale contesta la decisione del Tar del Lazio sulla sospensione del divieto di ingresso in acque italiane della Open Arms e proporrà ricorso urgente al Consiglio di Stato. «Continuo e continuerò a negare lo sbarco a chi pretende di portare dei clandestini sempre e solo in Italia» ha ribadito Salvini sottolineando che «se qualcuno la pensa diversamente se ne assuma la responsabilità». La Open Arms, «nave spagnola di Ong spagnola - aggiunge - era in acque maltesi e non si capisce perché un giudice italiano possa consentire l'ingresso nelle nostre acque». Finché sarò ministro non autorizzerò mezzo sbarco, farò di tutto perché Renzi e la Boschi non governino più in questo paese», ha detto ancora Salvini ieri sera durante un comizio a una iniziativa della Lega alla Spezia, concludendo rivolto al Tar del Lazio: «Caro il mio giudice, lo stipendio te lo pagano gli italiani e devi difendere i confini italiani».

La decisione di ricorrere al Consiglio di Stato, secondo quanto si apprende, sarebbe motivata dal fatto che agli avvenimenti citati nel provvedimento del Tar se ne sono aggiunti altri. Per giorni, si osserva, «Open Arms si è infatti trattenuta in acque Sar libiche e maltesi, ha anticipato altre operazioni di soccorso e ha fatto sistematica raccolta di persone con l'obiettivo politico di portarle in Italia».

Il sole 24 ore

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Conte a Salvini: troppi strappi istituzionali
«Siamo ormai agli sgoccioli di questa nostra esperienza di governo - scrive ancora Conte nella lettera aperta a Salvini - abbiamo lavorato fianco a fianco per molti mesi e ho sempre cercato di trasmetterti i valori della dignità del ruolo che ricopriamo e la sensibilità per le istituzioni che rappresentiamo. La tua foga politica e l'ansia di comunicare, tuttavia, ti hanno indotto spesso a operare “slabbrature istituzionali”, che a tratti sono diventati veri e propri “strappi istituzionali». Già ieri Conte aveva sollecitato Salvini a «mettere in sicurezza i minori» a bordo della nave della Ong ancora ferma davanti a Lampedusa.

Il premier: sui migranti serve soluzione europea
«Questo è il momento di insistere in direzione di una soluzione sempre più europea, altrimenti l'Italia si ritroverà completamente isolata in una situazione che diventerà, nuovamente, via via sempre più ingestibile» si legge ancora nella lettera di Conte a Salvini. E «se davvero vogliamo proteggere i nostri “interessi nazionali” - aggiunge il premier - non possiamo limitarci a esibire posizioni di assoluta intransigenza».

Salvini: mia ossessione è contrastare i reati, sempre stato leale
«Lei mi rimprovera una “ossessione” per i “PORTI CHIUSI” - replica Salvini a Conte - parla di rabbia, slealtà, ansia, foga e altro ancora....confesso la mia “colpa”, caro Presidente, la mia “ossessione” nel contrastare ogni tipo di reato compresa l'immigrazione clandestina. Faccio il Ministro per difendere i confini, la sicurezza, l'onore, la dignità del mio Paese». E aggiunge: «Sono stato leale e sempre lo sarò nel pieno rispetto di ogni carica istituzionale e, prima di tutto, nei confronti dei cittadini che incontro e che mi chiedono di intervenire».

Intanto, la nave Open Arms con 147 migranti a bordo è arrivata all'alba vicino a Lampedusa e insieme a lei un veliero che fa da supporto. Motovedette della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto stanno monitorando i movimenti dell'imbarcazione della Ong catalana, scortata da due navi militari, dopo che il Tar del Lazio ha accolto il suo ricorso sospendendo il divieto di ingresso nelle acque italiane disposto da Matteo Salvini.

Salvini: no allo sbarco. Trenta e Toninelli: non firmiamo il divieto
Salvini ieri sera ha firmato un nuovo provvedimento di divieto di ingresso in acque italiane nonostante la decisione del Tar, ribadendo il suo «no» alla sbarco dei migranti, ma la Trenta non ha firmato la decisione. «Non firmo in nome dell'umanità», ha detto. «Non si può infatti ritenere che siano rinvenibili nuove cogenti motivazioni di carattere generale ovvero di ordine e sicurezza pubblica tali da superare gli elementi di diritto e di fatto nonché le ragioni di necessità e urgenza posti alla base della misura cautelare disposta dall'autorità giudiziaria che anzi si sono verosimilmente aggravati. La mancata adesione alla decisione del giudice amministrativo - ha detto ancora Trenta - potrebbe anche configurare la violazione di norme penali».

«Sul divieto di sbarco alla Open Arms siamo soli contro tutti - scrive oggi su facebook Salvini - contro Ong, tribunali, Europa e ministri impauriti.E col PD al governo, immigrazione di massa e Ius Soli tornerebbero realtà».

In giornata arriva anche il no del ministro delle Infrastrutture Toninelli: «Avevo già firmato il decreto di Salvini che vietava l'ingresso della Open Arms nelle acque italiane - scrive su Fb - per ribadire che chi non rispetta il diritto del mare non può sbarcare in Italia. Quel decreto è stato bocciato dal Tar ed emetterne un altro identico esporrebbe la parte seria del Governo, che non è quella che ha tradito il contratto, al ridicolo. Salvini che cerca solo il consenso facile, noi agiamo con senso di Stato concretezza». « Questo non significa che dobbiamo accogliere tutti i migranti della Open Arms - continua -, mettiamo in sicurezza la nave come ci chiedono i giudici e poi l'Europa, e in primis la Spagna, inizino ad assumersi le proprie responsabilità facendosi carico di accogliere 116 migranti che sono a bordo della nave».

Ma il Viminale contesta la decisione del Tar del Lazio sulla sospensione del divieto di ingresso in acque italiane della Open Arms e proporrà ricorso urgente al Consiglio di Stato. «Continuo e continuerò a negare lo sbarco a chi pretende di portare dei clandestini sempre e solo in Italia» ha ribadito Salvini sottolineando che «se qualcuno la pensa diversamente se ne assuma la responsabilità». La Open Arms, «nave spagnola di Ong spagnola - aggiunge - era in acque maltesi e non si capisce perché un giudice italiano possa consentire l'ingresso nelle nostre acque». Finché sarò ministro non autorizzerò mezzo sbarco, farò di tutto perché Renzi e la Boschi non governino più in questo paese», ha detto ancora Salvini ieri sera durante un comizio a una iniziativa della Lega alla Spezia, concludendo rivolto al Tar del Lazio: «Caro il mio giudice, lo stipendio te lo pagano gli italiani e devi difendere i confini italiani».

La decisione di ricorrere al Consiglio di Stato, secondo quanto si apprende, sarebbe motivata dal fatto che agli avvenimenti citati nel provvedimento del Tar se ne sono aggiunti altri. Per giorni, si osserva, «Open Arms si è infatti trattenuta in acque Sar libiche e maltesi, ha anticipato altre operazioni di soccorso e ha fatto sistematica raccolta di persone con l'obiettivo politico di portarle in Italia».

Il sole 24 ore

sarebbe come chiedere un commento al tempo che fa....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere uno screenshot di Twitter raffigurante 2 persone e testo

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963