La costante e vergognosa calunnia di Calandrino Travaglio

 

Quello contro ME Boschi non e’ un linciaggio di matrice sessista (leggere la vicenda come tale significherebbe obbedire a un riflesso pavloviano, riflesso più che mai irresistibile oggi, in piena era post-Weinstein) ma, peggio, della liturgia del capro espiatorio, barbarico corso e ricorso della storia d’Italia. Certo, non è escluso che nell’ambito di tale operazione vengano adoperati strumenti pescati nell’armamentario del peggior luogocomunismo sessista:Marco Travaglio, commander in chief della crociata contro la sottosegretaria, l’anno scorso ha scritto e interpretato una piece teatrale , imbarazzante a livello “drammaturgico” e tendenziosa, per dirla con un eufemismo, su quello dei contenuti ,  nella quale la stessa veniva raffigurata in abiti succinti e con la prossemica tipica della poco di buono. ( il Cazzaro , idio ta Apostolo,  ha tentato di fare la stessa cosa sul forum in salsa di tombola napoletana , Ahahahahaha ).  Ma la derisione di stampo sessista non è un movente, è un mezzo (deplorevole, beninteso) scelto in quanto più remunerativo ed efficace di qualunque altro ai fini della demolizione mediatica di un politico di spicco di *** femminile. A pentastellati e antirenziani assortiti non importa nulla del benessere del sistema creditizio o della sacrosanta domanda di giustizia che giunge dai risparmiatori truffati: il loro preminente ed esclusivo interesse è quello di strumentalizzare la vicenda a fini elettorali, altrimenti non capovolgerebbero sistematicamente le parole dei testimoni auditi in commissione perché possano essere usate come un’arma contundente contro Boschi e tutto il “circolo” renziano, altrimenti, a dirla tutta, non fomenterebbero né avallerebbero la tempesta mediatica e politica abbattutasi sul caso Etruria, vicenda marginale nell’ottica della crisi bancaria. Non è benaltrismo, né si tratta del tentativo di minimizzare o relativizzare la vicenda nel solito “così fan tutti”: così, in realtà, non fa nessuno, e soprattutto non ha mai fatto nessuno, nessuno o quasi nella storia dell’Italia repubblicana, neppure i nomi storicizzati nel primorepubblicano che beneficiano di idealizzazioni post-mortem e, per dirla con gli psicologi, di “retrospezione rosea”. Durante la Prima Repubblica ingerenze, lottizzazioni e cooptazioni non erano pratiche tollerate, ma un modus agendi istituzionalizzato, ordinaria amministrazione , in qualunque settore, durante la Seconda il tentativo di modernizzare il sistema d’intermediazione finanziaria ebbe esiti omeopatici (e cioè pressoché nulli) e, a dirla tutta, il conflitto d’interesse di Silvio Berlusconi e più generalmente i suoi interventi a gamba tesa, inclusa la celeberrima telefonata in questura goffamente motivata quale tentativo di evitare un incidente diplomatico, erano tali da suscitare a ragione perplessità diffuse nella comunità internazionale.  Adesso invece c’è il giglio magico, che , stando a quanto trapela proprio nell’ambito dell’affaire Etruria ,  ha inaugurato uno “stil novo”, giusto per dirlo con un’espressione mutuata dalla storia della letteratura e appropriata alla provenienza geografica dello stesso: la “discrezione” con la quale hanno gestito la vicenda, gestione che mai ha esorbitato il fisiologico interessamento ad affari del “territorio” di deputati ivi eletti, senza la benché minima pressione (parola chiave delle audizioni in commissione) perché famigliari e amici potessero beneficiare di trattamenti di favore, è qualcosa d’inedito nel Paese del capitalismo di relazione e delle rendite di posizione blindate in aeternum, uno “stil novo”, per l’appunto. Qual è la colpa di Renzi e i suoi, dunque? Quella di aver tentato di ripristinare la centralità della politica, sia “formalmente“, tramite una riforma costituzionale bocciata in seguito alla mastodontica mobilitazione di un apparato propagandistico partecipato da soggetti eterogenei (una grande chiesa che andava da Gustavo Zagrebelsky a Matteo Salvini, Cgil e Forza Nuova , giusto per intenderci), sia sostanzialmente, con una leadership spregiudicata e l’uso sapiente di espedienti antiostruzionistici per smuovere un sistema congelato. Un po’ di tritacarne mediatico-giudiziario è il destino prevedibile cui va incontro chiunque dia una gomitata allo status quo, i guardiani del quale si attivano immediatamente per impostare una controffensiva come si deve, con le solite armi: giustizia spettacolarizzata, o, come nel caso Boschi, neanche un avviso di garanzia, commissione d’inchiesta, ad personam, a torto o ragione definita un autogol: i doveri di resocontazione e pubblicità della seduta risparmiano perfino la fatica di violare il segreto istruttorio , accesso prioritario e primo posto garantito per settimane in agenda setting, folla manzoniana che urla “ al gabbio”, antagonisti politici che ne approfittano salvo poi invocare la presunzione di non colpevolezza per loro e gli amici loro, genitori indagati (visto che il new deal renziano è anche e soprattutto scontro generazionale) e depistaggi di stato, gravissimi , conosciamo la prassi, insomma, una prassi molto poco conforme al normale funzionamento di una democrazia liberale. Pensateci !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

L'affaire Etruria è la badilata che affossa il peggiore partito degli ultimi 156 anni.

Avete perfino provato a fare passare i truffati per spregiudicati speculatori.

Vi è andata male.

Consiglio al perissodattilo pisano di prenderne atto e voltare pagina.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, docgalileo ha scritto:

L'affaire Etruria è la badilata che affossa il peggiore partito degli ultimi 156 anni.

Avete perfino provato a fare passare i truffati per spregiudicati speculatori.

Vi è andata male.

Consiglio al perissodattilo pisano di prenderne atto e voltare pagina.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Si vabbè.. e poi ?? Sono sicuro che puoi fare di meglio . Così non posso nemmeno rispondere niente . Nemmeno offenderti come merita un Doctestadiminkiagalileo qualsiasi  !!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark25252 ha scritto:

Si vabbè.. e poi ?? Sono sicuro che puoi fare di meglio . Così non posso nemmeno rispondere niente . Nemmeno offenderti come merita un Doctestadiminkiagalileo qualsiasi  !!! 

Mamma mia...hai accusato la mazzolata da Doc Galileo.....E fai finta di nulla.Sta attento che a te le donne ti levano le mutande senza calarti le braghe....Peracottaro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Somaro pisano parla di linciaggio mediatico nei confronti della povera girl bond, dimenticando che la Raggi è stata fatta oggetto di tutte le attenzioni possibili da parte della stampa e delle TV asservite alla logica PDocchia.

Una costante gogna mediatica che non si era mai e ripeto mai vista, passando dallo sberleffo fisico all’attribuzione di un numero imprecisato di amanti nei confronti di una donna, una mamma e un amministratore della capitale d’Italia  eletta dai propri concittadini.

Non passerà troppo tempo per vedere la MEB indagata e trascinata in tribunale per rispondere del suo operato.

Aspetteremo con pazienza come abbiamo aspettato per Lusi e per la sua onorevole condotta da cassiere di partito. Il somaro strombettava ai quattro venti la totale onestà e estraneità alla ruberia. Oggi è costretto, come si conviene ai servi sciocchi, partecipare alla colletta per acquistare aranci da far recapitare nella casa circondariale di Avezzano.

Avanti così, perissodattilo. 

Esistono cose a cui si puó sfuggire. Per tutto il resto c’e la magistratura che vi scotenna.

BaS

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, shinycage ha scritto:

Il Somaro pisano parla di linciaggio mediatico nei confronti della povera girl bond, dimenticando che la Raggi è stata fatta oggetto di tutte le attenzioni possibili da parte della stampa e delle TV asservite alla logica PDocchia.

Una costante gogna mediatica che non si era mai e ripeto mai vista, passando dallo sberleffo fisico all’attribuzione di un numero imprecisato di amanti nei confronti di una donna, una mamma e un amministratore della capitale d’Italia  eletta dai propri concittadini.

Non passerà troppo tempo per vedere la MEB indagata e trascinata in tribunale per rispondere del suo operato.

Aspetteremo con pazienza come abbiamo aspettato per Lusi e per la sua onorevole condotta da cassiere di partito. Il somaro strombettava ai quattro venti la totale onestà e estraneità alla ruberia. Oggi è costretto, come si conviene ai servi sciocchi, partecipare alla colletta per acquistare aranci da far recapitare nella casa circondariale di Avezzano.

Avanti così, perissodattilo. 

Esistono cose a cui si puó sfuggire. Per tutto il resto c’e la magistratura che vi scotenna.

BaS

 

Ahahahaha, ma che ti inventi idio ta perdipiu’ cecato . Quando mai avrei difeso Lusi ?? A cosa ti appelli ?? Alla scarsa memoria dei forumisti ? Citami o manda su un post dove lo difendo oppure taci e chiudi qualla bocca su cui non si “ avventetebbero” per un pasto nemmeno gli avvoltoi da tanto che e’ schifosa e puzzolente . Su , ti sfido !!           P.S.  Solo per rispetto della verità ti faccio presente che Lusi , mentre commetteva quei reati , era tesoriere della Margherita e con il PD non c’entrava un ***. Successivamente , ma prima che si scoprissero i reati entro’ a far parte del PD , il quale appena vennero alla luce i misfatti , provvide immediatamente ad espellerlo. Chiaro idio ta ?? Ahahahahah 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963